Gentili Membri, le discussioni sono momentaneamente chiuse per esigenze legate alla migrazione al nuovo sito. Fanno eccezione le discussioni inerenti la migrazione stessa.
Giradischi Technics vs Linn vs VPI
  • teotheboss
    Posts: 35Member
    Ciao a tutti,

    devo scegliere tra un Technics 1200G (quello nuovo) e il Linn Lp12 Majik.
    Purtoppo non posso fare una prova d'ascolto.
    Esteticamente, per me, il Technics è spettacolare.

    Cosa mi consigliate?
    Post edited by VHF Tech Team at 2017-03-16 19:10:40
  • lukache
    Posts: 1,172Member
    Ti sei rispost... ti piace il primo. Prendilo. Ciaooo
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 30,269Moderator
    Difficile scelta ma qualsiasi scegli caschi in piedi.   :)
  • Alerosso10Alerosso10
    Posts: 1,382Member
    É la stessa scelta che dovrò fare anche io per un secondo giradischi. Dal linn so giá cosa aspettarmi, ma il 1200 non ho idea di come possa andare. ogni tanto mi leggo questo http://www.analogplanet.com/content/technics-sl-1200g-versus-continuum-caliburn-and-sat-arm#W5VZ61GL0tmzw2EH.97
    C'é anche un video che lo mette a raffronto con un continuum caliburn.
  • naimnaim
    Posts: 1,788Member

    I 1200 dovrebbero essere sempre in coppia e connessi ad un mixer, che piaccia o no sono nati per mixare.

  • Alerosso10Alerosso10
    Posts: 1,382Member
    Veramente sono nati come semplici giradischi. Poi sono stati utilizzati dai dj di tutto il mondo.
  • naimnaim
    Posts: 1,788Member

    La presenza del cursore denota un indirizzo ben preciso, che lo usi per rallentare Beethoven?  

  • antoniozetaantoniozeta
    Posts: 10,099Member
    Ma chi se ne frega ..ha delle cose in più che in ambito home non servono ma questo non ne pregiudica l'utilizzo in un impianto casalingo...la solita solfa
  • antoniozetaantoniozeta
    Posts: 10,099Member
    Poi si chiede consiglio per una scelta fra due giradischi se non vi piace non sarebbe sufficiente scrivere Linn ?
    Post edited by antoniozeta at 2017-03-09 00:11:44
  • naimnaim
    Posts: 1,788Member

    Non è che non mi piace, ne ho avuti 2 per vent'anni, solo che non ce li vedo in un sistema hi-end, anche solo a livello estetico.


     

  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 30,269Moderator

    La presenza del cursore denota un indirizzo ben preciso, che lo usi per rallentare Beethoven?  



    cursore o pitch ai tempi tutti i giradischi ne erano dotati.... il primo 1200 e nato prima del boom dei dj.



  • naimnaim
    Posts: 1,788Member



    La presenza del cursore denota un indirizzo ben preciso, che lo usi per rallentare Beethoven?  

    cursore o pitch ai tempi tutti i giradischi ne erano dotati.... il primo 1200 e nato prima del boom dei dj.





    Nel primo 1200 il pitch era una piccola levetta ad angolo, mentre nella versione del 1979 (MKII), che poco ha a che vedere con la precedente, diventa uno slider di qualità con un controllo in tempo reale della velocità (istantaneo), e il giradischi (in piena era Disco Music) è indirizzato all'uso dj.
  • parehouseparehouse
    Posts: 2,637Member
    naim said:



    La presenza del cursore denota un indirizzo ben preciso, che lo usi per rallentare Beethoven?  

    cursore o pitch ai tempi tutti i giradischi ne erano dotati.... il primo 1200 e nato prima del boom dei dj.





    Nel primo 1200 il pitch era una piccola levetta ad angolo, mentre nella versione del 1979 (MKII), che poco ha a che vedere con la precedente, diventa uno slider di qualità con un controllo in tempo reale della velocità (istantaneo), e il giradischi (in piena era Disco Music) è indirizzato all'uso dj.


    Quindi è portatore di malattie?
    Mah!

  • mikefrmikefr
    Posts: 13,672Member
    Anche se si fanno sempre dei riferimenti ai DJ che hanno utilizzato il 1200 per mixare dischi,non credo che sia una nota di demerito per tale macchina,anzi,a livello di affidabilità credo che sia stata una palestra non indifferente per valorizzarla ulteriormente.Comunque fare sempre riferimento al vecchio 1200 per dire di come suona la nuova e sbagliato essendo questa praticamente un'altra macchina escluso il design.Motore,chassis,braccio,materiali,peso,non hanno niente a che fare con il 1200 di 30 anni fa,direi che a pieno diritto sia ormai da considerare un elemento per l'HIFI di un certo livello..........
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,944Member
    Siamo seri: c'è un abisso tra i due.
    Uno è un prodotto pro , da dj ( estetica discutibile, ma a mio avviso tamarra). È robusto e può suonare benino, ma non raffinato , completo e armonicamente corretto come il Linn.
  • antoniozetaantoniozeta
    Posts: 10,099Member
    ClasseA said:

    Siamo seri: c'è un abisso tra i due.
    Uno è un prodotto pro , da dj ( estetica discutibile, ma a mio avviso tamarra). È robusto e può suonare benino, ma non raffinato , completo e armonicamente corretto come il Linn.




    esatto cerchiamo di essere seri...e parlare di cose che abbiamo ascoltato e testato con attenzione, certi giudizi trancianti buttati lí ...hai avuto in mano la nuova versione? L'hai ascoltata in setup conosciuto? Magari con più di una testina?
    Post edited by antoniozeta at 2017-03-09 07:47:08
  • teotheboss
    Posts: 35Member
    Penso anche io che considerare il Technics una macchina da DJ, quindi di minor livello, sia un errore.
    Purtoppo come unico riferimento ho il mio Technics 1210 MK2 e ad essere sincero mi ha sempre soddisfatto. se non altro per la facilità del suo set-up e l'immediata prontezza del riprodurre un disco.

    Un mese fa sono stato in un noto negozio di Milano e un commesso mi ha riferito che durante la presentazione del Technics hanno fatto un confronto tra i due giradischi e il Technics ha, stupendo tutti, prevalso su sutta la gamma ed in modo particolare sulla definizione dei medio/alti.
    Ieri sono tornato nello stesso store e un altro commesso mi ha consigliato il Linn.
    Insomma ognuno ha le sue idee e non sempre sono riferite ad ascolti oggettivi (come è giusto che sia).

    Nel frattempo si è aggiunta la possibilità di prendere un VPI Classic (2014).

    Qundi la scelta diventa ancora più difficile.

    Esteticamnete il VPI (in noce scuro) è molto bello ma non ho idea di come suoni.

    La mia personale classifica, senza prove d'ascolto (quindi abbastanza inutile) è:

    Technics 1200G;

    VPI Classic (modello del 2014);

    Linn LP12 Majik

    Considerate che il prezzo non è un problema perchè è un regalo.

    Aspetto vostri suggerimenti, possibilmente da chi ha avuto modo di ascoltare e non da chi ha pregiudizi inutili.

    Grazie

  • dadoxdadox
    Posts: 11,217Member
    Se piace il Technics, prova a dare un'occhiata ai nuovi nati di casa Pioneer... :D
    Il 500
    image

    Il 1000
    image
    Post edited by dadox at 2017-03-09 08:42:28
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,944Member
    Ho il Sondek a casa e conosco il 1200 per quello che è sempre stato. L' ultimissima versione non la conosco ma dubito che ci possano essere grossi stravolgimenti. Sempre un rigido a trazione diretta rimane! Tra le altre cose la regolazione del pitch impedisce una rotazione fluida. Un commerciante mi dimostro' come tutti i Technics con il pitch girino a scatti. Leggermente, ma è così.
    Inoltre hanno i piedini che li isolano da grosse vibrazioni (stile discoteca), ma le vibrazioni fini date dal motore e dalla trazione ci sono.
    Basti pensare che anche una cinghia lunga trasmette vibrazioni. Ma molte meno.
    In conclusione è possibile che qualche progresso ci sia stato, ma il progetto iniziale è quello, con i suoi limiti e pregi.
  • vittorio58vittorio58
    Posts: 929Member

    Sarà anche robusto come un carro armato ma esteticamente il Technics (come il pioneer) è orrido. Mai piaciuto e poi con quel controllo di velocità ma dai non esiste. Non lo vorrei nemmeno regalato e non lo inserirei nel mio impianto nemmeno fosse il giradischi meglio suonante al mondo.

    Adesso insultatemi pure.

    Ciao.

  • etnatometnatom
    Posts: 11,961Member
    ClasseA said:

    Ho il Sondek a casa e conosco il 1200 per quello che è sempre stato. L' ultimissima versione non la conosco ma dubito che ci possano essere grossi stravolgimenti. Sempre un rigido a trazione diretta rimane! Tra le altre cose la regolazione del pitch impedisce una rotazione fluida. Un commerciante mi dimostro' come tutti i Technics con il pitch girino a scatti. Leggermente, ma è così.
    Inoltre hanno i piedini che li isolano da grosse vibrazioni (stile discoteca), ma le vibrazioni fini date dal motore e dalla trazione ci sono.
    Basti pensare che anche una cinghia lunga trasmette vibrazioni. Ma molte meno.
    In conclusione è possibile che qualche progresso ci sia stato, ma il progetto iniziale è quello, con i suoi limiti e pregi.



    Questa è veramente fantastica!! Veramente fantastica!! ma chi è questo commerciante? un genio!! magari uno di quelli che parlava malissimo del MK II da 600 euro (o unmilioneduecentomilalire) e poi appena è uscito il 1200G da 3000 euro (cinquemilioninovecentoquarantamilaVECCHIElire) se lo è messo in catalogo??
    Io non so come vada il Linn, e non ne parlo nè bene nè male.
    Ma il Technics 1200 MKII sarà una macchina per DJ, ma suona benissimo. Con gli accorgimenti giusti e mirati poi non ne parliamo.
  • Cano
    Posts: 23,442Member

    Penso anche io che considerare il Technics una macchina da DJ, quindi di minor livello, sia un errore.
    Purtoppo come unico riferimento ho il mio Technics 1210 MK2 e ad essere sincero mi ha sempre soddisfatto. se non altro per la facilità del suo set-up e l'immediata prontezza del riprodurre un disco.

    Un mese fa sono stato in un noto negozio di Milano e un commesso mi ha riferito che durante la presentazione del Technics hanno fatto un confronto tra i due giradischi e il Technics ha, stupendo tutti, prevalso su sutta la gamma ed in modo particolare sulla definizione dei medio/alti.
    Ieri sono tornato nello stesso store e un altro commesso mi ha consigliato il Linn.
    Insomma ognuno ha le sue idee e non sempre sono riferite ad ascolti oggettivi (come è giusto che sia).

    Nel frattempo si è aggiunta la possibilità di prendere un VPI Classic (2014).

    Qundi la scelta diventa ancora più difficile.

    Esteticamnete il VPI (in noce scuro) è molto bello ma non ho idea di come suoni.

    La mia personale classifica, senza prove d'ascolto (quindi abbastanza inutile) è:

    Technics 1200G;

    VPI Classic (modello del 2014);

    Linn LP12 Majik

    Considerate che il prezzo non è un problema perchè è un regalo.

    Aspetto vostri suggerimenti, possibilmente da chi ha avuto modo di ascoltare e non da chi ha pregiudizi inutili.

    Grazie



    Il nuovo 1200 mai sentito
    Tra linn e vpi preferisco linn anche per la possibilità di futuri upgrade
    Quello però che ti consiglio è il braccio rega al posto del project...tutt'altra aria e articolazione
  • cesco1979cesco1979
    Posts: 200Member
    Ciao Teotheboss,

    io ho avuto per 20 anni il Technics SL1200 MK5...che dire robusto , preciso e veloce.
    L'ho sostituito da un paio di anni con un VPI TNT 3.5 ...che come dinamica e precisione è su un altro pianeta.

    Certo conta tantissimo la testina...cmq se fossi in te VPI tutta la vita.

    Il Linn l'ho sentito diverse volte , e mi è sempre piaciuto , ma mi è sembrato un po' macchinoso da mettere a punto.

    Ciao e buona fortuna per il gira gira
    Francesco
  • kevin34kevin34
    Posts: 508Member

    Sarà anche robusto come un carro armato ma esteticamente il Technics (come il pioneer) è orrido. Mai piaciuto e poi con quel controllo di velocità ma dai non esiste. Non lo vorrei nemmeno regalato e non lo inserirei nel mio impianto nemmeno fosse il giradischi meglio suonante al mondo.

    Adesso insultatemi pure.

    Ciao.






    della serie, la forma prima della sostanza.... in tal caso, un quad 44 dovrebbe andare diretto nel cestino per lasciare spazio ad un Bang&Olufsen....
    Post edited by kevin34 at 2017-03-09 11:13:08
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 30,269Moderator
    naim said:



    La presenza del cursore denota un indirizzo ben preciso, che lo usi per rallentare Beethoven?  

    cursore o pitch ai tempi tutti i giradischi ne erano dotati.... il primo 1200 e nato prima del boom dei dj.





    Nel primo 1200 il pitch era una piccola levetta ad angolo, mentre nella versione del 1979 (MKII), che poco ha a che vedere con la precedente, diventa uno slider di qualità con un controllo in tempo reale della velocità (istantaneo), e il giradischi (in piena era Disco Music) è indirizzato all'uso dj.



    se fosse così meglio sconsigliare  da ora in poi anche i Lenco L75 i Technics SP 15, i Micro seiki Dqx 1000 o come mi capitò di vedere con i miei occhi i Transcriptor  perchè a quei tempi i DJ usavano anche quelli   http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/ass.gif

    ....ma per favore http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/uh.gif
  • PietroPDPPietroPDP
    Posts: 10,625Member
    ClasseA said:

    Ho il Sondek a casa e conosco il 1200 per quello che è sempre stato. L' ultimissima versione non la conosco ma dubito che ci possano essere grossi stravolgimenti. Sempre un rigido a trazione diretta rimane! Tra le altre cose la regolazione del pitch impedisce una rotazione fluida. Un commerciante mi dimostro' come tutti i Technics con il pitch girino a scatti. Leggermente, ma è così.
    Inoltre hanno i piedini che li isolano da grosse vibrazioni (stile discoteca), ma le vibrazioni fini date dal motore e dalla trazione ci sono.
    Basti pensare che anche una cinghia lunga trasmette vibrazioni. Ma molte meno.
    In conclusione è possibile che qualche progresso ci sia stato, ma il progetto iniziale è quello, con i suoi limiti e pregi.



    Questa è la prima volta che la sento, praticamente il punto di forza della trazione diretta che è la velocità di rotazione costante anche appena acceso, al contrario dei motori del ciccio bello che hanno bisogno della spinta per partire, ora è diventato il loro punto negativo.
    Se ne inventano di tutti i colori per denigrare un prodotto.
    Non conosco in modo approfondito questo nuovo modello che ho ascoltato al Gran Galà, però in un impianto sconosciuto, ha fatto il suo lavoro, difficile però parlare di prestazioni in assoluto.
    Avendo il 1200 MK II e avendo ascoltato anche altri gira, io parlerei dei veri punti deboli o perlomeno non di rilievo assoluto e non le cose inventate.
    Migliorabile è il braccio, che pur essendo economico non è neanche male, ma sicuramente esiste di meglio.
    Per chi ci crede magari con un ricablaggio dello stesso già si otterrebbe una prestazione più raffinata, ma questo esula perchè molti non ci credono, sul braccio direi che è palese, anche se poi ha tutte le regolazioni possibili.

    Riguardo l'estetica quello va a gusto personale, sicuramente non è una scultura di design, mi sembra ovvio, di gira più belli e che fanno figura ce ne sono, questo viene scelto per le prestazioni ad un costo onesto, altri prodotti paghi molto il blasone e spesso le prestazioni non sono neanche lontanamente all'altezza del costo, però magari sono belli.
    Post edited by PietroPDP at 2017-03-09 11:28:48
  • naimnaim
    Posts: 1,788Member


    naim said:



     





    Nel primo 1200 il pitch era una piccola levetta ad angolo, mentre nella versione del 1979 (MKII), che poco ha a che vedere con la precedente, diventa uno slider di qualità con un controllo in tempo reale della velocità (istantaneo), e il giradischi (in piena era Disco Music) è indirizzato all'uso dj.


    se fosse così meglio sconsigliare  da ora in poi anche i Lenco L75 i Technics SP 15, i Micro seiki Dqx 1000 o come mi capitò di vedere con i miei occhi i Transcriptor  perchè a quei tempi i DJ usavano anche quelli   http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/ass.gif



    ....ma per favore http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/uh.gif

    I Lenco venivano utilizzati perché permettevano una grande variazione di velocità giocando sulla posizione della levetta ma era una forzatura perché la variazione non era immediata, per non parlare della partenza; gli SP15 tenevano meglio la battuta rispetto al 1200 e permettevano una variazione del 9,9% anziché l'8, ma di contro i due tasti non avevano la praticità dello slider. I Micro li usava Loda, ma per la verità non li ho mai provati.


    In ogni caso non c'è ragione di mettersi la mano davanti alla faccia, non ho mai scritto che il 1200 non suona bene, li conosco forse meglio di altri visto che ci passavo sopra 4 ore tutti i pomeriggi (e mi saranno costati pure una bocciatura a scuola). Ho espresso solo il mio parere, e per mio gusto trovo poco adatto l'abbinamento tra quel piatto e un pre magari a valvole, e guardandolo ancora con occhio da (ex) dj, fatico a vederlo orfano di un gemello.


    P.S. Non parlo di abbinamento sonico.

    Post edited by naim at 2017-03-09 12:02:27
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 30,269Moderator
    @pietro pdp

    il fatto che si dica ruotino a scatti è risaputa...è in teoria il tallone di achille dei trazione diretta...sarebbe tecnicamente lunga da spiegare ma mi limito a sintetizzare scusandomi se commetterò qualche errore.

    In pratica un motore a trazione diretta presenta un numero limitato e definito di poli il cosidetto "statore"  
    il rotore passandoci sopra riceve spinta da ognuna di questi bobine (o poli) andando a perdere velocità tra una bobina e l'altra...da qui l'idea di sviluppare motori con numero sempre più alto di poli per non avere buchi di velocità ma che purtroppo per la tipologia costruttiva sono e saranno sempre limitati di numero per come sono configurati. 
     
    Ecco perchè si dice che  "ruotino a scatti" magari saltata fuori quando fecerero capolino i primi trazione diretta dai sostenitori della cinghia.

    Sfido comunque chiunque ad accorgersi anche sonicamente di questo particolare.




  • bear_1bear_1
    Posts: 4,312Member
    ..."......Transcriptor  perchè a quei tempi i DJ usavano anche quelli"  esattamente presenti in una discoteca che non ricordo il nome nelle mie brevi scorribande a Jesolo... ne aveva due in continua funzione e mi sembra di ricordare che avessero amplificazione SAE (ricordo i grandi VU meter gialli che stazionavano dietro al dj)  :)>-
  • PietroPDPPietroPDP
    Posts: 10,625Member

    @pietro pdp


    il fatto che si dica ruotino a scatti è risaputa...è in teoria il tallone di achille dei trazione diretta...sarebbe tecnicamente lunga da spiegare ma mi limito a sintetizzare scusandomi se commetterò qualche errore.

    In pratica un motore a trazione diretta presenta un numero limitato e definito di poli il cosidetto "statore"  
    il rotore passandoci sopra riceve spinta da ognuna di questi bobine (o poli) andando a perdere velocità tra una bobina e l'altra...da qui l'idea di sviluppare motori con numero sempre più alto di poli per non avere buchi di velocità ma che purtroppo per la tipologia costruttiva sono e saranno sempre limitati di numero per come sono configurati. 
     
    Ecco perchè si dice che  "ruotino a scatti" magari saltata fuori quando fecerero capolino i primi trazione diretta dai sostenitori della cinghia.

    Sfido comunque chiunque ad accorgersi anche sonicamente di questo particolare.






    Si questo che dici è corretto, ma è come i pixel in una tv, se hai 10 pixel vedi a quadrettoni, se ne hai tanti non ti accorgi dei quadratini minuscoli, come per la rotazione del giradischi, direi che è impossibile avvertire a livello sonico questi diciamo errori trascurabili.
    Che poi le cinghie non è che siano esenti e vanno cambiate molto spesso perchè si allentano, sai quanti ascolteranno con le cinghie di 10 anni e con velocità di rotazione e stabilità di rotazione da fantasia, però hanno il gira Hi End e vuoi mettere :) ?
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 30,269Moderator
    Tutto giusto riguardo i pixel   :D

    Di un trazione diretta più che del movimento a scatti comunque ostacoltato dall'elettronica di contorno che può aiutare a minimizzare i problemi mi preoccupano di più le vibrazioni che il motore può trasmettere al piatto e di conseguenza al vinile con le ovvie ripercussioni.
    Comunque ogni tipologia di trazione nei giradischi non essendo perfetta presenta i suoi rovesci della medaglia.

    Comunque non siamo qui per i tecnicismi ma per aiutare il forumer a sceglieree consigliare  il meglio per i suoi risparmi.