Wilson Sophia 2 VS ...............................
  • Member_0000Member_0000
    Posts: 1,448Member
    quote:
    ____________________________________________
    le studio a 10/20 000 euro? spammer?
    ho capito bene ???

    annibale
    ____________________________________________

    annibale più che capire bene hai letto male..
    c'è una parantesi..i 10-20mila euro sono riferiti alla fascia di prezzo delle Sophia circa..nuovo/usato
    non certo alle Proac studio..


    il fenomeno è quello di spammare su un forum su un componente e creare un coro unanime di superiorità (censurando o mettendo in un angolino i critici!)
    consigliandolo sempre e cmq a chiunque chieda qualsiasi tipo di diffusore...definendolo superiorie rispetto a tutte le altre casse di quel range ed anche sopra ..
    fu fatto sulle Proac in particolare le studio se ricordi i consigli monocolore del dottor candiano che squalificava ogni altro marchio(praticamente)
    idem sui cavi Mit e i suoi mille emuli e proseliti spammatori che approdarono anche in questo forum..
    questo fece si che chiunque in quel periodo ormai lontano cercasse una proac studio usata la trovava al massimo col 20% di sconto rispetto al listino
    mentre casse dello stesso range e blasone le trovavi usate a circa metà prezzo a parità di condizioni ...
    oggi non è più cosiì ed ora che l'aura di cassa superiore si è vaporizzata e siamo tornati coi piedi per terra il prezzo nell'usato segue l'andamento di tutti gli altri componenti ....

    Era stata creata una distorsione del mercato bella e buona..ammazzando il dissenso(se qualcuno prova a dissentire dal coro ecco che chi le possiede e ne diventa scelta ed investimento cospicuo esce allo scoperto identificandosi con il proprio impianto e difendendolo fino alla morte e si finisce in lite non accettando le critiche,siamo alle solite!)
    ecco perchè ogni volta che campanelli di audiofili e guretti iniziano la danza intorno ad un componente definendolo l'oggetto migliore in assoluto(sia che si abbiamo intenti audiofili sia come accaduto in passato con frequenza di una volta ogni due settimane,per piazzare oggetti nel mercatino dopo qualche giorno dalla glorificicazione sul forum, per conto di distributori o grossi negozianti che dovevano disfarsi di costosi ex demo,o per vendere il prodotto acquistato)
    senza contestualizzarlo ossia rispetto a quel tipo di suono preferito..
    mi viene l'orticaria..

    detto questo non significa che il componente consigliato sempre e cmq di cui si esaltano i pregi e si cancellano i difetti o si minimizza chi i difetti li riporta non sia valido,significa che come tutti i componenti ha pregi e difetti
    si integra meglio in certe catene peggio in altre..
    come dire meglio usare se proprio si deve un superlativo relativo che un superlativo assoluto che sa molto di autoreferenzialità..e per chi dà un consiglio per gli acquisti(richiesto)non è il massimo dell'utilità ammenoche non si intenda fare semplicemente proseliti..

    ciao
    mdg

    PS
    annibale hai una proac studio?
    Buon diffusore.
  • annibaleannibale
    Posts: 763Member
    quote:il fenomeno è quello di spammare su un forum su un componente e creare un coro unanime di superiorità (censurando o mettendo in un angolino i critici!)
    consigliandolo sempre e cmq a chiunque chieda qualsiasi tipo di diffusore...definendolo superiorie rispetto a tutte le altre casse di quel range ed anche sopra ..
    fu fatto sulle Proac in particolare le studio se ricordi i consigli monocolore del dottor candiano che squalificava ogni altro marchio(praticamente)
    idem sui cavi Mit e i suoi mille emuli e proseliti spammatori che approdarono anche in questo forum..
    questo fece si che chiunque in quel periodo ormai lontano cercasse una proac studio usata la trovava al massimo col 20% di sconto rispetto al listino
    mentre casse dello stesso range e blasone le trovavi usate a circa metà prezzo a parità di condizioni ...
    oggi non è più cosiì ed ora che l'aura di cassa superiore si è vaporizzata e siamo tornati coi piedi per terra il prezzo nell'usato segue l'andamento di tutti gli altri componenti ....



    non credo,,, un diffusore di qualità ,,,quale,,,proac ,,,si consiglia più facilmente perchè ,,,,rispetto ad altre eccellenti soluzioni,,,pone poche problematiche di pilotaggio,,, non so da quanto segui questa passione,, ma ti posso assicurare che ,,,,PROAC,,, ha prodotto ,,, in assoluto,,,tra i migliori monitor,,, in commercio,,, la stampa mondiale di settore,,, per lustri,,, ha venerato ,,,le creature di,,,Tyler,,, non indago sul fenomeno da te esposto,,, non riguarda lo specifico,,,
  • bovellobovello
    Posts: 18,385Member
    "mauro di gialleonardo" attraversa un momento di notevole produzione intellettuale.Speriamo che continui cosi' a lungo.
    P.S. Non sono ironico.Sono semplicemente e molto stranamente d'accordo con quello che ha scritto in questo 3D

    Renato Bovello

    "Gli oggetti poco costosi, ben suonanti e non griffati, non piacciono al pubblico"(BM)



    Renato Bovello, " coatto milanese "
    renato.bovello@gmail.com
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    quote:
    (mi spieghino lorsignori perchè una cassa con un woofer grande come una pizza le hanno messo quella guarnizione attorno al tw. cos'é ce l'avevano in magazzino e così ci hanno trovato un posto per sbolognarla? ma le vedete le cose che ascoltate?)

    In casa Avalon fanno lo stesso inserendo una "guarnizione" realizzata in spesso feltro direttamente nel telaietto delle griglie che segue il disegno del pannello frontale. Mi pare che anche le Avalon Arcus di Emanuele (evange) ce l'abbiano.

    Credo serva per minimizzare le riflessioni del baffle e permettere quindi al diffusore di "sparire" ancor meglio...

    Riguardo al woofer mi pare medio, sicuramente ben più piccolo di quello presente nelle Spendor SP100R che ascoltai l'anno scorso con Giorgio...
    Mi piacerebbe riascoltarle per vedere se certi dubbi spariscono...

    Saluti

    Ivo
    Ivo
  • revenge1revenge1
    Posts: 16,644Member
    quote:
    Riguardo al woofer mi pare medio, sicuramente ben più piccolo di quello presente nelle Spendor SP100R

    Saluti

    Ivo


    circa 25 cm. le Sophia, circa 30 cm. le SP100R...

    Antonino
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    quote:
    circa 25 cm. le Sophia, circa 30 cm. le SP100R...

    Antonino

    A colpo d'occhio il secondo fa più scena come dimensioni...

    http://www.donzelli-hifi.it/images/dinamiche/HPIM3175.jpg

    Ciauz

    Ivo
    Ivo
  • spidermicespidermice
    Posts: 451Member
    quote:
    se dispongo di un ambiente abbastanza sordo e smorzato trovo migliore l'abbinamento col Pass x250 o meglio x350 che gli riconsegna un pò di ''cuore''


    io ho avuto l'x350 con le wilson ; è molto piu' asciutto sul basso di un krell fpb . anche se ha i mosfet e dovrebbe avere un suono caldo come si sente dire spesso .e anche le medie sono piu' freddine .
    Stefano
  • aldinohiendaldinohiend
    Posts: 3,271Member
    Sto leggendo questo 3d sulla Wilson Sophia ma non ho ancora capito dove si vuole andare a parare.
    E non ho capito se ritenete questi diffusori, indipendentemente dal prezzo, validi o meno.
    Io vorrei sommessamente dare il mio modesto contributo atteso che ritengo di conoscerli bene in quanto li possiedo da circa 2 anni. Parliamo di Sophia 2.
    Per prima cosa vorrei sfatare un mito: sono facilissimi da pilotare con un modulo di impedenza abbastanza regolare.
    Non sono adatte a sonorizzare ambienti piccoli. Sbaglia di pensa di inserirli in stanze piccole per poi riempirle di tube traps.
    Hanno necessità di stare lontano dalla parete di fondo (non meno di 1,5 mt); un pò meno dalle pareti laterali.
    Restituiscono il suono in funzione di quello che sta a monte.
    Correttamente installati, se usate ampli a ss correntosi, avrete un suono veloce, dinamico, compatto.
    Se, come me, usate pre e finali a valvole "ambrati", otterrete un suono più morbido, lungo e dolce.
    In entrambi i casi le Sophia 2 restituiranno un messaggio ineccepibile, corretto ed armonicamente ricco.
    Per quanto mi riguarda e per i miei gusti non cambierei le Sophia 2 con nessun altro diffusore dinamico bass reflex da me finora ascoltato.
    Mi intrigano, e non poco, le nuove produzioni in sospensione pneumatica (es. Rosso Fiorentino) ma fino ad ora non ho avuto la possibilità di ascoltarle.
    Concludendo: la Sophia 2, secondo me, è una cassa assolutamente definitiva, tra le più raffinate e meglio suonanti in circolazione ed è riservata a coloro i quali non amano gli effetti speciali ma preferiscono solo ascoltare MUSICA.








    Aldo
    image

    Audiofili Pugliesi
    http://www.facebook.com/group.php?v=wall&gid=282589821011


    Aldo
    "Permesso, grazie e scusa" (Papa Bergoglio 29/12/2013)
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    quote:
    quote:
    se dispongo di un ambiente abbastanza sordo e smorzato trovo migliore l'abbinamento col Pass x250 o meglio x350 che gli riconsegna un pò di ''cuore''


    io ho avuto l'x350 con le wilson ; è molto piu' asciutto sul basso di un krell fpb . anche se ha i mosfet e dovrebbe avere un suono caldo come si sente dire spesso .e anche le medie sono piu' freddine .
    Stefano

    Salve Stefano,
    in effetti ho la conferma di quanto hanno detto gli audiofili americani sulla prima serie di questi Pass.
    Il cambiamento del tipo di suono si è avuto nettamente col la serie attualmente in produzione, la X 250.5 ecc...

    Saluti.
  • kintaroitrkintaroitr
    Posts: 12Member
    quote:(mi spieghino lorsignori perchè una cassa con un woofer grande come una pizza le hanno messo quella guarnizione attorno al tw. cos'é ce l'avevano in magazzino e così ci hanno trovato un posto per sbolognarla? ma le vedete le cose che ascoltate?)


    Non conoscendola come esperto audiofilo, ci si dovrebbe presentare come affermati costruttori di diffusori per affermare che l'anello attorno al tweeter e' qualcosa messo per far scena, ne le modifiche che apporta al suono, e non mi pare che lei abbia delle sophia2 per provare se questi anelli facciano qualcosa o meno.

    Detto questo, mi ritiro nel mio angolino e continuo a lurkare...






    Modificato da - kintaroitr il 05/01/2011 17:06:11
  • revenge1revenge1
    Posts: 16,644Member
    quote:
    io ho avuto l'x350 con le wilson ; è molto piu' asciutto sul basso di un krell fpb . anche se ha i mosfet e dovrebbe avere un suono caldo come si sente dire spesso .e anche le medie sono piu' freddine .
    Stefano


    dimostrazione che tutto è soggettivo...

    Antonino
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    quote:
    Sto leggendo questo 3d sulla Wilson Sophia ma non ho ancora capito dove si vuole andare a parare.
    E non ho capito se ritenete questi diffusori, indipendentemente dal prezzo, validi o meno.
    Io vorrei sommessamente dare il mio modesto contributo atteso che ritengo di conoscerli bene in quanto li possiedo da circa 2 anni. Parliamo di Sophia 2.
    Per prima cosa vorrei sfatare un mito: sono facilissimi da pilotare con un modulo di impedenza abbastanza regolare.
    Non sono adatte a sonorizzare ambienti piccoli. Sbaglia di pensa di inserirli in stanze piccole per poi riempirle di tube traps.
    Hanno necessità di stare lontano dalla parete di fondo (non meno di 1,5 mt); un pò meno dalle pareti laterali.
    Restituiscono il suono in funzione di quello che sta a monte.
    Correttamente installati, se usate ampli a ss correntosi, avrete un suono veloce, dinamico, compatto.
    Se, come me, usate pre e finali a valvole "ambrati", otterrete un suono più morbido, lungo e dolce.
    In entrambi i casi le Sophia 2 restituiranno un messaggio ineccepibile, corretto ed armonicamente ricco.
    Per quanto mi riguarda e per i miei gusti non cambierei le Sophia 2 con nessun altro diffusore dinamico bass reflex da me finora ascoltato.
    Mi intrigano, e non poco, le nuove produzioni in sospensione pneumatica (es. Rosso Fiorentino) ma fino ad ora non ho avuto la possibilità di ascoltarle.
    Concludendo: la Sophia 2, secondo me, è una cassa assolutamente definitiva, tra le più raffinate e meglio suonanti in circolazione ed è riservata a coloro i quali non amano gli effetti speciali ma preferiscono solo ascoltare MUSICA.








    Aldo
    image

    Audiofili Pugliesi
    http://www.facebook.com/group.php?v=wall&gid=282589821011





    Salve Aldino,
    in effetti fa piacere che vi siano dei riscontri a constatazioni fatte da altri, nello specifico, avendo io chiesto direttamente alla Wilson Audio se un finale a valvole da 50Watt possa pilotare le Sophia a dovere, mi hanno risposto che sono più che sufficienti, e che loro usano il Nagra da 50 watt a valvole!

    Saluti.
    Martino.
  • ciriolociriolo
    Posts: 7,958Member
    quote:
    Salve Aldino,
    in effetti fa piacere che vi siano dei riscontri a constatazioni fatte da altri, nello specifico, avendo io chiesto direttamente alla Wilson Audio se un finale a valvole da 50Watt possa pilotare le Sophia a dovere, mi hanno risposto che sono più che sufficienti, e che loro usano il Nagra da 50 watt a valvole!

    Saluti.
    Martino.



    Be, se servono riscontri ...posso dirti che anche io in passato ho pilotato tranquillamente le mie Sophia 1 con una coppia di Jadys Ja 50 ( 40 watt in classe ).

    Salvatore Ciriolo
  • lucoluco
    Posts: 2,352Member
    Mi pare che ogni considerazione espressa porti ad un'affermazione più che fondata, ossia che man mano si abbia a che fare con strumenti dal valore indiscutibile più essi permettono di fare esprimere il My-Fi che ciascuno
    di noi persegue. Le Sophia II, piaccia o non piaccia, permettono di poter
    offrire qualità ai massimi vertici audio senza comporomettere ciò che sono i gusti personali, dando la possibilità di agire liberamente sui componenti
    di pilotaggio e sulla sorgente. Sono doti molto rare attualmente, e non nascono dal cavolo, con buona pace di chi pensa che, in assoluto, "gli oggetti poco costosi" possano raggiungere questi traguardi. Questo concetto, inflazionato ed assolutista, potrà valere per molti componenti in commercio, ma si commetterebbe un errore imperdonabile se non si considerassero le eccezioni, e le Sophia II appartengono a questo piccolo insieme di eccezioni.


    LUCO
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    quote:
    quote:
    Salve Aldino,
    in effetti fa piacere che vi siano dei riscontri a constatazioni fatte da altri, nello specifico, avendo io chiesto direttamente alla Wilson Audio se un finale a valvole da 50Watt possa pilotare le Sophia a dovere, mi hanno risposto che sono più che sufficienti, e che loro usano il Nagra da 50 watt a valvole!

    Saluti.
    Martino.



    Salvatore,
    ora che diffusori hai e come li amplifichi?

    Saluti.
    Martino.


    Be, se servono riscontri ...posso dirti che anche io in passato ho pilotato tranquillamente le mie Sophia 1 con una coppia di Jadys Ja 50 ( 40 watt in classe ).

    Salvatore Ciriolo

  • ciriolociriolo
    Posts: 7,958Member
    Sempre le Sophia 1, ora le amplifico con un Accuphase A 60.

    Salvatore Ciriolo
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    Alcune domande per i possessori di Wilson Audio Sophia 2 e 1 che potrebbero tornare utili (Tra parentesi le mie risposte):

    1) Quali erano i diffusori precedenti? (Sonus Faber Guarneri Homage)

    2) Quanti metri quadrati misura l'ambiente di ascolto? (Circa 30 mq)

    3) Quale tipologia di amplificazione e quanti watts eroga (dichiarati) su carico di 4 Ohm? (monofonici a stato solido da 220w su 4Ohm)

    4) Ascoltate con le griglie protettive o le rimuovete prima dell'ascolto? (Per il momento ascolto senza griglie)

    5) Avete mai utilizzato le resistenze a corredo per migliorare l'accoppiamento con l'amplificazione e il controllo delle basse frequenze in ambiente? (Non ancora ma seguiranno sicuramente prove anche perchè riferito ad alcuni diffusori Wilson ho trovato diversi commenti, per esempio: "...La fabbrica fornisce ora tutti gli A. X2 con la resistenza da 28,6 ohm come standard. 32 ohm sono utilizzati solo in casi particolari come con le amplificazioni Boulder e Spectral che hanno fattori di smorzamento molto elevati..."

    Da Manuale Wilson Maxx 2:

    2 - 21.2 ohm resistors (installed - domestic version only)
    2 - 13.5 ohm resistor (installed - international “E” version only)

    Da Manuale Alexandria 2:

    2 - 27.3 ohm woofer barrel resistor, (for solid state amplifiers)
    4 - 23.4 ohm woofer barrel resistor, (for tube amplifiers)

    Sfortunatamente non trovo nulla sugli altri modelli.

    Buona serata

    Ivo
    Ivo
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    quote:
    Alcune domande per i possessori di Wilson Audio Sophia 2 e 1 che potrebbero tornare utili (Tra parentesi le mie risposte):

    1) Quali erano i diffusori precedenti? (Sonus Faber Guarneri Homage)

    2) Quanti metri quadrati misura l'ambiente di ascolto? (Circa 30 mq)

    3) Quale tipologia di amplificazione e quanti watts eroga (dichiarati) su carico di 4 Ohm? (monofonici a stato solido da 220w su 4Ohm)

    4) Ascoltate con le griglie protettive o le rimuovete prima dell'ascolto? (Per il momento ascolto senza griglie)

    5) Avete mai utilizzato le resistenze a corredo per migliorare l'accoppiamento con l'amplificazione e il controllo delle basse frequenze in ambiente? (Non ancora ma seguiranno sicuramente prove anche perchè riferito ad alcuni diffusori Wilson ho trovato diversi commenti, per esempio: "...La fabbrica fornisce ora tutti gli A. X2 con la resistenza da 28,6 ohm come standard. 32 ohm sono utilizzati solo in casi particolari come con le amplificazioni Boulder e Spectral che hanno fattori di smorzamento molto elevati..."

    Da Manuale Wilson Maxx 2:

    2 - 21.2 ohm resistors (installed - domestic version only)
    2 - 13.5 ohm resistor (installed - international “E” version only)

    Da Manuale Alexandria 2:

    2 - 27.3 ohm woofer barrel resistor, (for solid state amplifiers)
    4 - 23.4 ohm woofer barrel resistor, (for tube amplifiers)

    Sfortunatamente non trovo nulla sugli altri modelli.

    Buona serata

    Ivo


    Interessante.

    Ivo, puoi postare un confronto fra Guarneri e Sophia ?

    Saluti.
    Martino.
  • stralicciostraliccio
    Posts: 14,596Member
    quote:
    Non conoscendola come esperto audiofilo, ci si dovrebbe presentare come affermati costruttori di diffusori per affermare che l'anello attorno al tweeter e' qualcosa messo per far scena, ne le modifiche che apporta al suono, e non mi pare che lei abbia delle sophia2 per provare se questi anelli facciano qualcosa o meno.


    faccia un ricerca in internet e vedrà il come dove quanto.
    sono oggetti in circolazione da molti anni.
    io leggo e tengo a mente. poi rifletto quando capita l'occsione di verificare se hanno raccontato palle o qualcosa di vero.
    il mio "mestiere" é quello di ascoltare e cercare-quando cambio qualcosa- di non fare errori.
    Leone
    Leone
  • aldinohiendaldinohiend
    Posts: 3,271Member
    quote:
    Ivo, puoi postare un confronto fra Guarneri e Sophia ?
    Saluti.
    Martino.


    Nelle more dell'eventuale risposta da parte di Ivo, provo a fare alcune considerazioni su questi due diffusori avendo posseduto per molti anni le Guarneri Homage ed essendo attualmente possessore delle Sophia 2.
    Per prima cosa è importante sottolineare che trattasi di due diffusori tra i più raffinati e musicali in commercio.
    Suonano in maniera simile nella timbrica cioè dolci, eufonici (nel senso buono del termine), estesi, mai radiografanti.
    Per quanto ovvio la Guarneri non ha l'estensione in basso nè l'impatto della Sophia potendo vantare un mid-woofer da 15 cm. vs. un woofer da 25 cm. Ma anche da quel punto di vista comunque si difende bene!
    Il suo punto di forza è la musicalità e la coerenza timbrica. La scansione dei piani sonori e l'ariosità sono da primato. Non si avverte alcuna soluzione di continuità tra le tre bande sonore (alti-medi-bassi). L'emissione è un "unicum" di altissimo livello e qualità. E' adatta per il jazz e la musica acustica. Eccellente con la classica.
    La Guarneri è adatta per sonorizzare ambienti di max 25/30 mq. mentre la Sophia 2 trova la sua migliore collocazione in ambienti tra i 30 ed i 40 mq.
    Entrambe devono stare lontano dalla parete di fondo (minimo 1,5 mt) ed entrambe non sono facili nel collocamento in ambiente (un pò più difficile e schizzinosa la SF dove anche lo spostamento di 1/2 cm è avvertibile).
    La SF necessita di amplificazioni a stato solido "correntose" e raffinate tipo Spectral. Se messa in condizioni di suonare, secondo me, è il miglior diffusore da stand (tra quelli da me conosciuti) mai prodotto. A livello estetico lo considero come il più bello che la mano dell'uomo abbia potuto creare!!!!!!
    La Sophia 2 è più facile da pilotare ed è meno vorace di corrente.
    Prima la pilotavo con un finale CJ da 60w p/c con le EL 34 ed era assolutamente deliziosa. Successivamente ho sostituito qual finale con un altro valvolare sempre di casa CJ con una potenza di 140w p/c con le 6550 ed il risultato è stato che la raffinatezza è rimasta immutata se non accresciuta ma con il guadagno in termini di ariosità, dinamica e di impatto.
    Se pilotata con elettroniche a stato solido, come detto in un precedente post, restituisce un suono veloce, dinamico, compatto.
    Se pilotata con elettroniche più ambrate come le mie, regala un suono morbido, lungo, dolce.
    Contrariamente alle dimensioni, la Sophia non è un diffusore da ascoltare a volumi alti ma da gustare a volumi -diciamo così- "condominiali" ove riesce ad esprimere tutta la sua bellezza e ricchezza sonica.
    Eccellente con il jazz e la new age; un pò meno con la classica.
    Entrambi i diffusori, a mio modesto parere, sono campioni nelle proprie categorie.
    Non vanno bene per chi cerca gli effetti speciali o l'impatto viscerale. Sono invece adatti per ascolti rilassati e di alto livello e riservati solo a chi intende l'impianto non come il fine ma come il mezzo per l'ascolto della Musica.



    Aldo
    image

    Audiofili Pugliesi
    http://www.facebook.com/group.php?v=wall&gid=282589821011


    Aldo
    "Permesso, grazie e scusa" (Papa Bergoglio 29/12/2013)
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    Salve Aldino,
    in merito alle Sophia ti chiedo se le hai ascoltate con finali a stato solido ?
    In questo caso, come vanno con la classica e il pop/rock?


    Saluti.
    Martino.
  • aldinohiendaldinohiend
    Posts: 3,271Member
    quote:
    Salve Aldino,
    in merito alle Sophia ti chiedo se le hai ascoltate con finali a stato solido ?
    In questo caso, come vanno con la classica e il pop/rock?


    Saluti.
    Martino.


    Ciao Martino,
    giro la domanda all'amico Salvatore Ciriolo che pilota le Sophia 1 con il fantastico finale Accuphase in classe A da 60w p/c.

    Aldo
    image

    Audiofili Pugliesi
    http://www.facebook.com/group.php?v=wall&gid=282589821011


    Aldo
    "Permesso, grazie e scusa" (Papa Bergoglio 29/12/2013)
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    Le Guarneri Homage sono la coerenza... Non ho mai ascoltato nessun tre vie con la medesima coerenza e le Sophia in questo parametro non possono nulla al confronto.
    Non che non siano coerenti, anzi sono coerenti ma come tutti i migliori diffusori multivia di elevate qualità. Chi si abitua per 10 anni ad ascoltare con le SF nota subito defaillance in questo parametro.
    L'unico diffusore con il quale avrei sostituito le Homage che manteneva la medesima coerenza migliorandone altre caratteristiche erano le Magico Mini che per ovvi motivi (prezzo stellare) non sono state prese in considerazione.

    Per il resto le Sophia sono in tutto e per tutto al pari o superiori alle Homage.

    Innanzitutto nonostante l'estetica e l'ingombro hanno la medesima capacità di sparire all'ascolto. Per certi versi sono pure meno sensibili delle Guarneri al posizionamento, soprattutto nei confronti delle pareti laterali. Le Wilson vanno posizionate larghe tra di loro e leggermente orientate, le SF più strette ed incrociate davanti al punto di ascolto. Ovviamente la scena si allarga di più oltre i diffusori italiani ma a conti fatti alla fine è larga uguale e dipendente di più dalle incisioni e dalla stanza.

    Facilissimo vedere nella scena sonora da parte di entrambe con la scansione dei piani millimetrica e i livelli di trasparenza e micro e macrodinamica davvero elevati, questi ultimi parametri mi paiono superiori nelle Wilson ma bisogna anche dire che ultimamente l'impianto è parzialmente stato migliorato rispetto ai tempi delle SF per via anche di un trattamento acustico e di nuovi cavi.

    La W. danno l'idea di essere più facili anche da pilotare, con i miei mono genero pressioni davvero elevate da scuotere le porte mentre le Guarneri divoravano corrente senza la quale non erano in grado di sfoggiare i bassi di cui molti lamentano la mancanza. Da me i bassi c'erano eccome nei limiti del diffusore...

    Riguardo sempre il basso le Sophia arrivano tranquillamente a riprodurre la prima ottava quasi al completo, compito che alle Guarneri è precluso per ovvi motivi. In gamma media invece si equivalgono nonostante il mediobasso sia leggermente a favore delle italiane e forse il medioalto alle americane. Proprio nella gamma alta il Focal, tweeter da me spesso detestato, è in grado di lavorare davvero bene, raffinato od incaxxato in base al contenuto musicale.

    Entrambe riproducono tutti i tipi di musica ma ovviamente viste le dimensioni le W. sanno coinvolgere maggiormente.
    Sono passato alle W. dopo le SF per la loro capacità di riprodurre meglio i Live dei concerti rock o gli Unplugged con un realismo davvero notevole. Ma in generale è una prerogativa del marchio americano quella del coinvolgimento a tutti i costi, un pò per via dell'immagine granitica e precisa e un pò per l'impatto fisico. Nonostante le dimensioni hanno velocità negli attacchi e smorzamento in basso, probabilmente grazie anche alle amplificazioni Norma.

    Con la classica sanno stupire per via di un'immagine spettacolare per larghezza e profondità, mentre con il Jazz per la fisicità dei musicisti.

    Ci si può ascoltare di tutto, soprattutto ora che con il trattamento acustico in prestito riesco a gestire anche l'elevata energia che a volte sembra uscire direttamente dalla parete di fronte.

    L'ho gia scritto altre volte, difficile tornare indietro se non per motivi di ambiente o altre esigenze...

    Unico diffetto al momento in cui sto scrivendo è una certa sensibilità alle registrazioni e forse un paio di dB di troppo nell'intorno dei 30hz dovuti probabilmente al posizionamento.

    Comunque le mie 5 domande sono sempre valide per i possessori delle Sophia, attendo risposte...


    Saluti

    Ivo
    Ivo
  • kintaroitrkintaroitr
    Posts: 12Member
    quote:
    quote:
    Non conoscendola come esperto audiofilo, ci si dovrebbe presentare come affermati costruttori di diffusori per affermare che l'anello attorno al tweeter e' qualcosa messo per far scena, ne le modifiche che apporta al suono, e non mi pare che lei abbia delle sophia2 per provare se questi anelli facciano qualcosa o meno.


    faccia un ricerca in internet e vedrà il come dove quanto.
    sono oggetti in circolazione da molti anni.
    io leggo e tengo a mente. poi rifletto quando capita l'occsione di verificare se hanno raccontato palle o qualcosa di vero.
    il mio "mestiere" é quello di ascoltare e cercare-quando cambio qualcosa- di non fare errori.
    Leone


    ...Allora, visto che la disamina su questi famosi anelli e' scaturita da ricerche su internet, come lei afferma, non penso abbia nessuna difficolta' ad esporle anche a noi comuni mortali assetati di conoscenza, perche' cosi esposta sembra piu la classica sparata del cuggino, o come ha scritto qualcuno, e' un'illazione.

    Ah, mi permetta un'ultima osservazione...

    Non e' solo lei che cerca su internet....
    Non e' solo lei che legge e tiene in mente...
    Non e' solo lei che verifica....
    Non e' solo lei che ascolta, che cerca, che cambia qualcosa, che cerca di non fare errori....




    Modificato da - kintaroitr il 07/01/2011 21:31:10
  • kintaroitrkintaroitr
    Posts: 12Member
    quote:Unico diffetto al momento in cui sto scrivendo è una certa sensibilità alle registrazioni e forse un paio di dB di troppo nell'intorno dei 30hz dovuti probabilmente al posizionamento.


    ...la sensibilita' alle registrazioni potrebbe essere il lettore...mentre il rinforzo a 30hz potrebbe essere la frequenza di risonanza dell'ambiente....magari sparo una cavolata....

    http://www.audiosonica.com/it/corso/post/187/Acustica_degli_ambienti_Considerazioni_sui_modi_di_risonanza_all_interno_di_un_ambiente_chiuso

    ciao!

    Modificato da - kintaroitr il 07/01/2011 21:37:49
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    quote:
    ...la sensibilita' alle registrazioni potrebbe essere il lettore...mentre il rinforzo a 30hz potrebbe essere la frequenza di risonanza dell'ambiente....magari sparo una cavolata....

    http://www.audiosonica.com/it/corso/post/187/Acustica_degli_ambienti_Considerazioni_sui_modi_di_risonanza_all_interno_di_un_ambiente_chiuso

    ciao!

    E' la filosofia Norma e il player non fa eccezione. Ci sono sorgenti che perdonano di più, bisognerebbe trovare il compromesso migliore.

    Non che disturbino ma per uno che come me non sapeva cosa fossero i 30z si notano, meno male che non rimbomba, neppure con il CD del francese che ha portato il Lele image

    Ciauz

    Ivo
    Ivo
  • supermario7_2007supermario7_2007
    Posts: 5,180Member
    Saluti ad Ivo e Aldino,
    avete fatto due interventi interessanti.

    Io ho le B&W 802 N.
    Mi è appena arrivato il Kronzilla ( penso di postare una breve recensione fra qualche giorno ).

    Sto cercando dei diffusori che sostituiscano degnamente le 802, e che siano
    più facili da pilotare.


    Saluti.
    Martino.
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    Caddock MV 311 27,3 ohm 5%

    image

    Spero di aver posizionato correttamente la resistenza Caddock Mv311 data in dotazione alle Wilson Audio Sophia 2 "E" Version.

    image

    Domani è anche l'ultimo giorno che mi rimane per fare prove con il trattamento acustico image

    Saluti

    Ivo
    Ivo
  • giaiettogiaietto
    Posts: 8,403Member
    Sto scaricando ora le foto... Una veloce che cerchi di rendere l'idea delle prove che sto facendo:

    image

    Saluti

    Ivo
    Ivo
  • bovellobovello
    Posts: 18,385Member
    Ma non si e' continuato a scrivere da parte di quasi tutti che il posizionamento delle Sophia 2 non presenta problemi particolari purche' venga concesso ai diffusori una buona distanza dalla parete di fondo ?

    Renato Bovello

    "Gli oggetti poco costosi, ben suonanti e non griffati, non piacciono al pubblico"(BM)



    Renato Bovello, " coatto milanese "
    renato.bovello@gmail.com
This discussion has been closed.
Tutte le discussioni