Diffusori Grundig
  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member

    La volete smettere di parlare di.......i prezzi aumentano!!!!!

    Scherzi a parte, credo che il sito di Ambrosini inviti piu' che altro a sperimentare. Io l'ho fatto, ottenendo buoni risultati (se fosse andata male ci avrei rimesso 200 o 300 euro!!!)

    Salute a tutti

    Dario




  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    Grazie Bebo per la tua "difesa d'ufficio".
    Sentivo il dovere di dirtelo !

    Un caro saluto
    Massimo Ambrosini


  • BeboBebo
    Posts: 26,203Moderator
    Figurati Massimo, nemmeno a dirlo.

    Un caro saluto a te,



    Bebo Moroni
    Bebo Moroni
    honni soit qui mal y pense
  • SnaporazSnaporaz
    Posts: 1,519Member
    Se posso dire la mia:
    1) Ambrosini deve avere un ottimo orecchio. Ho comprato quattro coppie di casse Grundig e per almeno due modelli devo dire che si tratta di prodotti di alto livello. Così anche per Ampli e cd. Dichiamo che potrebbero essere tranquillamente spacciati per apparecchi molto più costosi.
    2) I prodotti Grundig si potenziano a vicenda con una sinergia che denota un progetto costruttivo coerente.
    3) Sono prodotti molto difficili da mettere a punto. Non giudicateli in pochi minuti. COme molti diffusori di alto livello occorre trovare posizione, altezza eccetera.
    4) Se non vi incuriosiscono, lasciate perdere e non affollate le aste facendo sì che in Germania si sparga la voce che in Italia c'è un popolo di polli da spennare.
    5) Non è vero che sono i prodotti migliori della storia dell'Hi-fi. MA comprarli (a quel prezzo) ed ascoltarli (senza pensare al prezzo, ma in assoluto) dà una certa soddisfazione.

    ciao
    DAniele



  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    quote:
    ....
    4) Se non vi incuriosiscono, lasciate perdere e non affollate le aste facendo sì che in Germania si sparga la voce che in Italia c'è un popolo di polli da spennare.
    ....
    ciao
    DAniele



    Si è già sparsa, si è già sparsa...e i polli ci sono, a guardar bene (esclusi i leggenti, naturalmente.image)

    Comunque nessuno mi pare abbia detto che i prodotti in oggetto non siano buoni (sennò non ne avrei la casa invasa da anni..), ho solo fatto notare una certa fantasia nel descriverli, tutto là.

    Ciao

    Meno Casse (ma buone) per tutti !

    Modificato da - velvet il 06/11/2003 23:59:28
  • ioria6ioria6
    Posts: 170Member
    ciao raga.E' impressionante in che modo ci si lasci condizionare.

    comunque mi resta il dubbio:
    1 c'è stata una riscoperta del passato e la notevole affluenza all'acquisto è diventata scomoda per molti?
    2 esiste veramente un esercito di polli?

    ciaociaociaoimage

    ioria6
  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member

    Secondo me il tempo rende merito a quelli che sono stati e continuano ad essere i buoni prodotti.

    Nell'ultimo trentennio sono stati sfornati tanti oggetti degni di nota, ancora attuali, che possono ben figurare, e in taluni casi con prestazioni strepitose, in un impianto moderno. Fra questi includerei Grundig, ma possiamo citarne tanti altri.

    Nel Vintage c'e' un bellissimo mondo da esplorare mentre il mercato moderno mi sembra un po' troppo piatto.

    Salute a tutti

    Dario






  • Sergio VitangeliSergio Vitangeli
    Posts: 509Member
    quote:
    Se posso dire la mia:
    2) I prodotti Grundig si potenziano a vicenda con una sinergia che denota un progetto costruttivo coerente.
    3) Sono prodotti molto difficili da mettere a punto. Non giudicateli in pochi minuti. COme molti diffusori di alto livello occorre trovare posizione, altezza eccetera.
    ciao
    DAniele




    Ciao Daniele,
    confermo appieno queste tue affermazioni, io ho un paio di ampli e una coppia di Hi Fi Boxen 550 ( ancora nuove ), visto che oramai in Germania ci hanno "sgamato" posso dirlo image, e la resa migliore è quando suonano insieme.

    Le casse , oltre a necessitare di attenzione nel posizionamento, sono un pò brillanti ed esaltano il medio alto per cui necessitano di amplificazioni dal suono caldo, con il mio Cyrus 3 si sposano a meraviglia.

    Ciao

    Sergio Vitangeli
  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    quote:

    Secondo me il tempo rende merito a quelli che sono stati e continuano ad essere i buoni prodotti.

    Nell'ultimo trentennio sono stati sfornati tanti oggetti degni di nota, ancora attuali, che possono ben figurare, e in taluni casi con prestazioni strepitose, in un impianto moderno. Fra questi includerei Grundig, ma possiamo citarne tanti altri.

    Nel Vintage c'e' un bellissimo mondo da esplorare mentre il mercato moderno mi sembra un po' troppo piatto.

    Salute a tutti

    Dario








    C'è da chiedersi dove sono stati i polli finora...A comprare casse inglesi che ora rivendono per acquistare i box?
    Io stavo meglio quando potevo comprare i box a 30.000 lire (è successo, una coppia di 650 quasi nuove)...ora cercherò le casse inglesi che vengono buttate dalla finestra per cambiarle con catene "all grundig".image

    Buoni acquisti!
    Velvet

    Meno Casse (ma buone) per tutti !
  • ioria6ioria6
    Posts: 170Member
    imagevelvetimage, parla piano!!!

    siamo già in due ad aver avuto l'idea..

    salutoniimage

    ioria6
  • SnaporazSnaporaz
    Posts: 1,519Member
    Beh, se qualcuno si vuole divertire con un impianto "all Grundig" e darne via uno oramai fuori moda (diciamo un inglesino anni '80) si faccia pure sentire privatamente, e sarò lieto di fare uno scambio, tanto ne ho due!

    ciao
    Daniele


  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    Osservando le opinioni dei partecipanti a questo forum penso sia doverosa una precisazione da parte mia per ciò che riguarda le elettroniche Grundig : non ho mai scritto sul mio sito che le amplificazioni Grundig (periodo 84-87)sono un ottima alternativa a prodotti costosi, bensì che NULLA hanno a che vedere con i prodotti in commercio (costosi o non). Mi rendo conto che questa affermazione sia piuttosto forte e se da un lato sono contento non venga presa sul serio dalla maggioranza degli usuali partecipanti ai forum (altrimenti i prezzi salirebbero esponenzialmente!)dall'altro non credo si debba continuare a rimaner ciechi di fronte al lavoro svolto dall'equipe di progettazione (dell'epoca) del marchio tedesco.

    Dal momento che mi rendo conto di quanto l'utente di un Grundig (che ha letto il sito senza assistere però ad una dimostrazione) fatichi a spiegarsi perchè tale apparecchio dovrebbe essere tanto diverso, mi sono deciso a rendere noto (e lo farò anche sul mio sito) un particolare su cui "IL" problema determina un considerevole peggioramento per dar modo a chiunque sul proprio impianto di verificarlo e per capire quanto può influire un certo fenomeno. Se sulla vs. elettronica (sia essa un cd che un pre che un finale) togliete il coperchio superiore avrete modo di notare un considerevole cambiamento del suono che migliorerà in termini di spazialità e separazione strumentale (mentre timbricamente dipende molto da come si interfaccia la catena). Tale cambiamento non è dovuto a variazioni circuitali ne'(per chi pensa a problemi elettromagnetici) si risolve sostituendo il coperchio con uno in plastica.
    Sulle cause non intendo volutamente dilungarmi in quanto personalmente sono da circa 18 anni che lavoro sui molteplici aspetti di questo problema (di cui l'interfacciamento del coperchio è solo UNO di questi) ma volevo sottolineare come gli UNICI prodotti commerciali che siano stati in grado di risolvere tale problema (e gli unici in cui se togliete il coperchio otterrete quindi un peggioramento al punto che anche il semplice rimontaggio senza un adeguato forte serraggio delle viti risulta deleterio) sono i Grundig anni 84-87 (non accenno agli LT in quanto non sono ne saranno mai commercializzati).

    Esistono sì altri pezzi vintage con un buon grado di libertà e godibilità e guarda caso sono tutti con elettronica a vista ,cioè senza coperchio superiore. Per fare qualche nome : leak tl12 point one, classè dr3b, pioneer m22 etc.etc.
    In tutti questi oggetti però il coperchio viene evitato per una scelta estetica (almeno sembra!) e la soluzione degli altri aspetti DEL problema non viene affatto trattata con consapevolezza da cui un risultato comunque inferiore ai Grundig suddetti.

    Va da se che ogni elemento trasparente va abbinato ad altri elementi di pari trasparenza perchè renda al massimo livello e per evitare che la trasparenza dell'uno metta in risalto i difetti altrui : ribadisco l'importanza di una catena TUTTA strutturata per risolvere IL problema.

    Questa mia lettera è ovviamente indirizzata non agli "scettici cronici" che sicuramente non udranno alcuna differenza ma a coloro che critici ascoltatori vogliono avvicinarsi a capire DA COSA effettivamente dipende il suono.

    Un saluto a tutti
    e chiedo scusa a Bebo se mi sono dilungato troppo !

    Massimo Ambrosini"



    Modificato da - massimo ambrosini il 10/11/2003 17:24:27

    Modificato da - massimo ambrosini il 10/11/2003 17:27:28
  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    Grazie per l'interessante spiegazione...prometto che proverò, senza scherzi.
    Finalmente sarà il momento di rispolverare i Grundig "scaffalati"...

    Per il momento rimango scettico, ma sono sempre disposto a ricredermi.

    Per quanto riguarda i prezzi dei prodotti in oggetto hanno già raggiunto livelli ridicoli, se paragonati al prezzo d'origine ed alla quantità di pezzi prodotti. Passerà...

    Buon ascolto

    Velvet.

    P.s. non vorrei sorprendermi a scoperchiare tutti gli oggetti di casa..per il momento mi accontento delle Lagostina se il contenuto è interessanteimage

    Meno Casse (ma buone) per tutti !
  • latrippalatrippa
    Posts: 602Member
    Ma allora e` per questo che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi!?image

    A parte gli scherzi vorrei verificare quanto detto da lei, ma
    il mio ampli musical fidelity e 100 e` chiuso con delle viti dalla forma
    insolita, qualcuno sa dirmi dove reperire lo strumento adatto per rimuoverle?

    Ciao,

    Alessandro





  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    potrebbero essere delle viti Philips....... si riconoscono in quanto sono fatte ad "asterisco" o "stella". Non è molto semplice trovare i giraviti per svitarle, ma ogni tanto si trovano in negozi tipo obi mercatone o ferramente ben forniteimage


    notte a tuttiimage
  • latrippalatrippa
    Posts: 602Member
    In effetti sono fatte a "stella" esagonale con un perno al centro.

    Grazie dell'informazione!

    Ciao,

    Alessandro



  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member

    Mi sono imbattuto in viti simili nello smontare un lettino per bambini
    Ti confermo che puoi trovare gli attrezzi di smontaggio in negozi tipo il mercatone.

    Volevo aggiungere che in un panorama hifi che potrebbe fare molto di piu' (che si fa apprezzare soprattutto per le capacita' ebanistiche), ben vengano persone, che come Ambrosini, invitano a sperimentare i buoni e seri prodotti sia pure del passato fornendo una motivazione tecnica di base.

    Salute a tutti

    Dario










  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    quote:

    .... fornendo una motivazione tecnica di base.

    Salute a tutti

    Dario



    Pur apprezzando l'intervento, io la spiegazione "tecnica" non l'ho mica vista...
    Comunque ho già smontato i coperchi...nel weekend inizio l'ascolto "cabrio".

    Ciao
    Velvet

    Meno Casse (ma buone) per tutti !
  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member
    quote:
    quote:

    ...nel weekend inizio l'ascolto "cabrio".

    Ciao
    Velvet






    Speriamo non piova........ image

    Ciao

    Dario

    imageimageimage


  • babalulababalula
    Posts: 85Member
    Mi incurioscisce molto questo forum e non vorrei contribuire ad accrescere .....la quotazione dei Grundig imageimageimage.

    Ho provato anch'io la versione "cabrio" sul mio ampli e......
    qualcosa c'è e se non mi sono fatto condizionare mi sembra anche qualcosa di abbastanza evidente.
    Si, ma per quale cavolo di motivo ????
    Help Bebo se puoi dicci la tua !!

    Ciao
    babalula



  • denondenon
    Posts: 232Member
    quote:
    Grazie per l'interessante spiegazione...prometto che proverò, senza scherzi.
    Finalmente sarà il momento di rispolverare i Grundig "scaffalati"...

    Per il momento rimango scettico, ma sono sempre disposto a ricredermi.

    Per quanto riguarda i prezzi dei prodotti in oggetto hanno già raggiunto livelli ridicoli, se paragonati al prezzo d'origine ed alla quantità di pezzi prodotti. Passerà...


    Buon ascolto


    A proposito di grundig trovo simpatico come il forum sia riuscito a creare ulteriori curiosità in chi legge.
    Io ho dei prodotti della "famosa" casa tedesca, quasi tutti acquistati, devo ammetterlo, dopo aver letto il sito di Ambrosini, e non posso non annotare che un impiantino vintage di quel marchio, ben assemblato, riesce a dare grandi soddisfazioni, soprattutto se ascoltato con onestà intellettuale.
    Oggi si è concluso a Bari la tredicesima edizione del Bari Hi End, ovviamente sono stato li tutta la domenica pomeriggio, ed a parte le solite Klipsh, quest'annno le "Belle" molto ben suonanti, pilotate dai valvoloni del due telai americano per eccellenza McIntosch, non ho sentito nulla che mi emozionasse in modo particolare nonostante i prezzi fossero alle stelle e i marchi ultra blasonati.
    Mi sono consolato quando tornato a casa ho acceso il mio V7000, rigorosamente collegato alle delle BOX 300, sorgente il bel cd 7500. Con assoluta tranquillità e pieno rilassamento ho goduto di una prestazione sonica di ottimo livello pensando che forse oggi per avere risultati simili dovrei spendere una preocupante quantità di dollaroni!!!!!
    Saluti a tutti
    Mario

    P.S.
    Complimenti a Moroni per la genialissima idea!!






    Velvet.

    P.s. non vorrei sorprendermi a scoperchiare tutti gli oggetti di casa..per il momento mi accontento delle Lagostina se il contenuto è interessanteimage

    Meno Casse (ma buone) per tutti !



  • denondenon
    Posts: 232Member
    Ho riletto il mio intervento di ieri a freddo e soprattutto dopo aver sedimentato l'esperienza fatta ieri al Bari Hi end. In particolare mi ha lasciato perplesso il risultato di un impianto super costoso composto da elettroniche top di gamma della Accuphase, non ridordo le sigle ma si trattava del prempli più costoso collegato a due finaloni monofonici enormi e pesantissimi, del dp 77 come sorgente e come diffusori le enormi Tannoy Kingdom.
    Il costo complessivo superava i 150.000 euro credo, la resa sonora era di fatto buona, e dico buona per non dire deludente, sicuramente non adeguata al costo dell'impianto. Sensazione peraltro colta da molti visitatori.
    Ora domando a chi legge se valga la pena continuare a sperare che il mondo dell'HiFi la finisca una buona volta per tutte a prendere per il ........ i consumatori finali o se in mancanza forse è meglio rifugiarsi su prodotti usati, magari con un marchio da far gridare allo scandalo, come il Grundig o quant'altro sia stato prodotto in passato , in tempi non sospetti, quando forse la logica pura del guadagno cedava, spesso o più di ora, il posto alla qualità.
    Io non voglio comprare fumo.
    saluti Mario



  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member
    quote:

    Io non voglio comprare fumo.
    saluti Mario





    Si. Questo e' il problema centrale. Nelle varie mostre ammirano megaimpianti che suonano male alcune volte semplicemente perche' non e' stato curato l'ínterfacciamento con l'ambiente di ascolto. L'ultimo anello, tanto importante quanto non debitamente considerato.
    Ne e' la prova che persino le grandi Tannoy possano deludere.
    Qualcuno provi a spostare, avendone la possibilita', il proprio impianto da una stanza all'altra e poi mi dica.....

    Per quanto riguarda gli apparati Grundig posso semplicemente affermare, come ho fatto piu' volte, che suonano bene (nel mio ambiente).

    Ciao

    Dario








    Ciao

    Dario


  • denondenon
    Posts: 232Member
    Sono del tuo stesso parere caro Dario, l'ambiente influisce sulla resa finale non ci sono dubbi.
    Ma il punto è quali e quanti variabili devono essere prese in considerazione quando si assembla un impianto.
    Trovo che la riproduzione musicale per essere vera debba avvicinarsi il più possibile ad uno standard di riferimento. Se suono un violino nel salone del mio appartamento certamente avrò una resa acustica diversa dallo stesso violino suonato sul palco scenico della Scala e pertanto non potrò mai stabilire in quale delle due ipotesi il violino abbia suonato meglio. Avrò invece raccolto due diversi modi sonici dello stesso strumento.
    Lo stesso accade per gli impianti che, dando per scontata la fedeltà timbrica la ricchezza di informazioni e la bassa distorsione, daranno un risultato diverso per ciascuno degli ambienti in cui verranno fatti suonare. Ma suoneranno!!!!!
    Non è accettabile invece la circostanza per cui una cassa da 45.000 euro la coppia suoni mediocremente, non tanto per l'ambiente che la accoglie, certamente penalizzante, ma quanto per una imbarazzante carenza di timbrica, trasparenza e neutralità.Ovviamente è un mio parere.
    Credo che tali caretteristiche siano quantomeno necessarie in un prodotto di tale pregio.
    Valga il confronto fatto con l'impianto posto nella sala adiacente, del tutto identica, nella quale due "Belle " Klipsch sfoderavano una "bellezza" sonica da brivido ed a prezzi più umani, anche se comunque sempre molto alti.
    Saluti Mario






  • dario grassodario grasso
    Posts: 56Member
    quote:
    Non è accettabile invece la circostanza per cui una cassa da 45.000 euro la coppia suoni mediocremente, non tanto per l'ambiente che la accoglie, certamente penalizzante, ma quanto per una imbarazzante carenza di timbrica, trasparenza e neutralità.



    Effetivamente tali situazioni situazioni si sono spesso verificate in passato e continuano a ripetersi.
    Quello che mi sono sempre chiesto e' "come fanno a far suonar cosi male un impianto costoso?", credo che ci voglia veramente un impegno particolare image

    Ciao

    Dario




  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    buona sera a tutti........
    anzi.... vista l'ora... buona notte a tuttiimageimage

    Passo spesso a legger, ma posto poco, in quanto lavoro e passioni mi portano in altri siti, e poi di hi-fi sò veramente poco, quindi evito di proferir verbo. Ma a questo punto la curiosità è tanta per cui domando......

    Qualcuno ha avuto possibilità di verificare ciò che dice Ambrosini sulle coperture???
    Io già questa estate ho avuto modo di verificare che il mio impianto in stile Grundig con ampli cabrio suona peggio. Però non ho possibilità di verificare se è vero che gli altri suonan meglio, o se Massimo questa volta l'ha fatta "fuori dal vasetto"imageimageimageimageimageimageimageimage


    Saluti a tutti e buon ascolto imageimage

    "Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi." (B. Russell)

  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    quote:
    buona sera a tutti........
    anzi.... vista l'ora... buona notte a tuttiimageimage

    Passo spesso a legger, ma posto poco, in quanto lavoro e passioni mi portano in altri siti, e poi di hi-fi sò veramente poco, quindi evito di proferir verbo. Ma a questo punto la curiosità è tanta per cui domando......

    Qualcuno ha avuto possibilità di verificare ciò che dice Ambrosini sulle coperture???
    Io già questa estate ho avuto modo di verificare che il mio impianto in stile Grundig con ampli cabrio suona peggio. Però non ho possibilità di verificare se è vero che gli altri suonan meglio, o se Massimo questa volta l'ha fatta "fuori dal vasetto"



    Io poi la prova l'ho fatta (spero non fuori dal vasettoimage), lo scorso weekend, ma mi ero prefisso di non scrivere le mie impressioni "a caldo", ma dopo qualche giorno di ragionamento.
    Per il momento vi descrivo la configurazione della catena improvvisata per il test: ampli v 7500, diffusori box 300, giradischi PS1010 (ma solo io mi sono accorto che è un clone made in japan??), testina Shure ME75EDt2, Cd 7500 (qualcuno mi spiega le differenze dall' equivalente Philips che Ambrosini evita come la peste?).
    Vi anticipo solo che è stato tutto un togliere e mettere coperchi, sotto lo sguardo allibito di un amico chitarrista classico che ho invitato alla prova d'ascolto insieme al suo software, che egli conosce a menadito.
    La cosa che è saltata subito alle orecchie è che il V7500 senza coperchio ronzava dall'ingresso Phono, rendendo l'ascolto molto fastidioso. E' il mio che ha problemi? Può darsi, ma col coperchio è silenziosissimo.

    Il resto...al prossimo vasett...ehm, puntata.

    Ciao

    Roberto/Velvet
  • babalulababalula
    Posts: 85Member
    A tal proposito vorrei rendervi partecipi della prova cabrio sul mio ampli ML n.27 che negli ultimi giorni ho potuto verificare con calma e rifacendo le prove più volte. La differenza sul mio ampli si sente in termini di maggior spazialità e minor fatica di ascolto ma cosa strana (che Ambrosini non ha detto) è che la differenza c'è non solo tra senza e con coperchio ma ancor più si nota se il coperchio è montato con le viti strette anzichè solo appoggiato .Me ne sono accorto perchè per fare più velocemente le prove lo appoggiavo solamente. Montato con le viti normalmente la differenza che riscontro sul mio ampli è effettivamente notevole e adesso stò pensando a come poter lasciare senza coperchio l'ampli senza che mio figlio ci metta le sue delicate manine dentro ! imageimage
    Ringrazio Ambrosini per quanto postato e vorrei chiedergli : per caso c'è un alternativa che permetta di avere questo suono ma con il coperchio ??

    x velvet
    Ma non eri tu che hai vituperato Ambrosini e poi ti trovi in caso l'impianto che lui consiglia sul sito ??? image
    Mi sembra che comunque l'indicazione di provare a togliere il coperchio fosse indicata per essere fatta non sui Grundig ma sugli altri ampli o mi sbaglio ?

    Ciao a tutti


  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    ho finalmente qualcuno che postaimage

    velvet, perchè metti cabrio i componenti Grundig, in fondo già si sà che può solo peggiorare.................... o no???



    babalula, io con i tre nipotastri imageimageimageho minacciato di inchiodarli al muro per le orecchie (sai da buono zio cattivoimage, e direi che funziona....... vengono ascoltano chiedono che gli metta su un disco in particolare, ma stanno alla larga dai componenti............. potresti provare anche tuimage

    saluti a tutti che vado a pappa
  • velvet_oldvelvet_old
    Posts: 2,717Member
    quote:

    x velvet
    Ma non eri tu che hai vituperato Ambrosini e poi ti trovi in caso l'impianto che lui consiglia sul sito ??? image
    Mi sembra che comunque l'indicazione di provare a togliere il coperchio fosse indicata per essere fatta non sui Grundig ma sugli altri ampli o mi sbaglio ?

    Ciao a tutti




    Infatti la mia prova era a 360°, cioè effettuata per capire se i grundig peggiorassero effettivamente senza coperchio, e gli altri ampli al contrario migliorassero (posterò il seguito della prova a breve).
    Scusa ehm...ma come ti chiami?...se tu rileggessi con attenzione i miei post precedenti prima di sparare nel mucchio, capiresti che io non ho "vituperato" proprio nessuno, ho solo portato le mie argomentazioni che mi sembrano meno fumose di altre, tutto lì.

    In quanto al "caso" che io possieda l'impianto sopra descritto, beh, anche qui se tu rileggessi i miei post, ti accorgeresti che sono un collezionista Grundig di lunga, lunga data, da molto prima di conoscere l' Ambrosini di turno, e fortunatamente da quando questi prodotti si pagavano ancora un prezzo giusto e la disponibilità di esemplari in buone condizioni abbondava anche in italia (non serviva acquistare in Germania, e la diffusione di Internet era di là da venire..).

    Oltre a quella configurazione (scelta perchè vicina a quella preferita da Ambrosini), le combinazioni possibili con i pezzi in mio possesso sono piuttosto vaste.

    Per quanto riguarda il suono prodotto dalle viti strette, scusami ma anch'io una volta ho assaggiato dei funghi che mi hanno dato sensazioni simili, ma poi è arrivato Fini... Non esageriamo nell'ammantarci di esoterismo, sennò mi vien che ridere...

    Ciao

    P.S. molte cose, purtroppo, sono la prova provata della forte influenza che hanno parole e suggestioni sulla gente (e qui rimando alla lettura dell'ormai famoso post "Due o tre cose che nessuno...")

    Roberto/Velvet
This discussion has been closed.
Tutte le discussioni