tchaikovsky/currentzis
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,165Member
    Urge un vostro autorevole giudizio.
    Mi sembra che questa volta, la smania di innovare abbia fatto cilecca...
    Nunzio
  • giorgiovinylgiorgiovinyl
    Posts: 3,877Member
    Parli della patetica? Io ho il concerto per violino e anche lì ho qualche dubbio...
    Post edited by giorgiovinyl at 2017-11-12 19:51:29
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,165Member
    si la sesta
    Nunzio
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,159Member
    Ascoltata proprio ieri!! Non mi ha convinto molto a dire il vero.... troppo "personalizzata" e troppo "leggera" specie sul finale... Currentzis l'ho trovato eccellente ed innovatore nelle Opere di Mozart.... sul resto rimango dubbioso...
  • mozarteum
    Posts: 52,497Member
    l'anno prossimo fa l'integrale di Beethoven a Slz. La Clemenza di Tito, pur con le discutibili interpolazioni (ha aggiunto altre composizioni mozartiane, in sostanziale arbitrio) era stupenda.

    E' un tipo di direzione a mio avviso poco fonogenica, in disco appare strattonata e ecessiva, ma dal vivo se ne apprezza l'eccezionale grado di raffinatezza e rifinitura della concertazione.

    Sentiro' il disco che dite
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • gpbgpb
    Posts: 23,942Member
    Interessante...a parte il primo movimento che ho trovato un po' autoreferenziale
    Non è leggera, ma diversamente drammatica, dove serve, da quello cui siamo abituati.
    Come spesso ci hanno insegnato harno o norrington, si parte dalle note e si arriva al risultato, e non il contrario, considerando poi che l'orchestra tchaikovskiana non era quella di mravinsky o karajan (su cui currentzis vince per libertà e varietà).
    Ora mi sento markevich...(bella una sua 5 di beethoven dei tempi che furono a s. cecilia...)
    Ciao Gian Paolo
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,165Member
    ascolta il suo don giovanni...
    un capolavoro... 
    Nunzio
  • gpbgpb
    Posts: 23,942Member
    avevo sentito l'ouverture e non mi aveva per nulla convinto, ma con un po' di tempo mi ci metto

    per la 6 di markevitch ho trovato il 1 movimento abbastanza corrente, buono il secondo, il terzo...forse il migliore che ho ascoltato (forse il più difficile, dove karajan fa il preludio alla sinfonia di leningrado...nel senso...operazione barbarossa...) ed il 4, forse trovo più drammatico currentzis, scarno e drammatico, ma markevitch è sempre su livello altissimo
    Ciao Gian Paolo
  • adolfo1947
    Posts: 413Member
    Il 16 aprile 2018 sarà alla Scala per la stagione della Filarmonica. Di Mozart farà l'Ouverture delle Nozze, il Piano Concerto K453 con Alexander Melnikov e la Settima di LVB.