l' ombelico d'europa nella classica
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,118Member
    E il centro d'europa per la musica. Una cittadina famosa ed attraente per due cifre: Mozart ed il festival.
    un centro culturale dinamico ed emotivo si muove in 45 giorni d'estate. Vi è lo stesso numero di concerti, opere e rappresentazioni in quel mese e mezzo che in una stagione concertistica di una grande capitale d'europa. I biglietti per i concerti piu importanti vanno acquistati quasi un anno prima, e spesso nemmeno quello basta. Prezzi da capogiro, ovviamente. Un palcoscenico imprescindibile per i grandi interpreti.
    Ma è sopratutto l'atmosfera che si respira che puo essere compresa solo vivendo qualche giorno durante il festival.
    Stanco di pagare cifre insostenibili per il vitto e l'alloggio, sono solito fare base qualche decina di Km dalla città per poi fare il pendolare.
    Un traffico che sembra Napoli per taluni aspetti. Spesso vado solo che la moglie ed i figli si annoiano,ma non mi pesa mai..
    In pieno stile imperiale tutto il centro storico rigorosamente pedonalizzato. Una delle aeree piu vaste che abbia visto senza auto..consente di passeggiare tranquillamente. Molto jet set ma la stragrande maggioranza sono appassionati. 
    Per noi appassionati dovrebbe essere una sosta obbligata tutti gli anni. qualche giorno d'estate a salisburgo equivale equivale a tanta musica e tanta tanta emozione. 
    l'anno prossimoi proms di londra..magari la famiglia mi segue..
    questo anno ho visto anche il festival di puccini a torre del lago..posto incantevole..la boheme, Beczala, grande voce..ma il teatro e all'aperto..non mi piacciono le opere all'aperto,,,non ci tornero piu
    Nunzio
  • mozarteummozarteum
    Posts: 52,151Member
    Non c'e' dubbio, ogni anno a Salisburgo almeno 12 gg ad agosto, quando le vacanze in qualsiasi altro posto sarebbero un colossale minus per me (non sono nato ieri e so come funziona l'andazzo agostano).
    preferisco pero' stare in citta' anche se sono molti quelli che optano per un comodo pendolarismo da centri vicini, anif, freilassing ecc.
    Questa estate il festival si e' superato. Oltre all'Aida di Muti e Netrebko abbiamo avuto una strepitosa Lady Macbeth spettacolo di punta a mio avviso, una Clemenza eccezionale diretta da un altro genio d'oggi, Currentzis, Ariodante con la Bartoli, uno straordinario Wozzeck con la regia di Kentridge e una marea di concerti. Solo a Salisburgo capita che alle 11 del mattino suonano i Wiener e alle 20 i Berliner.
    Posto meraviglioso, a Salisburgo anche la noia e' incantevole
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • mozarteummozarteum
    Posts: 52,151Member
    Un altro festival bellissimo, anche se monotematico e certo non paragonabile al piu' importante festival del mondo, e' il ROF di Pesaro. Oltre a vedersi opere rare di Rossini, una piu' bella dell'altra, eseguite sempre in modo accuratissimo, c'e' l'aria di vacanza italiana, sciolta e godereccia anche dal punto di vista del cibo (aspetto non vincente a Salisburgo anche se non mancano ristoranti discreti). Considerate che oltre a tre quattro ristoranti rilevanti nell'area pesarese, ci sono a poca distanza i mitici Uliassi e Cedroni. E poi e' l'occasione per rivedere vecchi amici anche qui del forum e far visita al potente Innominato
    Post edited by mozarteum at 2017-10-08 14:22:00
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,118Member
    Potente Innominato? con la "I" maiuscola?
    Nunzio
  • garmax1garmax1
    Posts: 2,996Member
     E poi e' l'occasione per rivedere vecchi amici anche qui del forum e far visita al potente Innominato



    ;) :D
    Massimo G.
  • garmax1garmax1
    Posts: 2,996Member
    aggelos said:

    Potente Innominato? con la "I" maiuscola?



    Forse frequenti solo la sezione musica?
    Massimo G.
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,118Member
    eehhhmmmm ebbene si...raramente le altre
    Nunzio
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,164Member
    aggelos said:


    In pieno stile imperiale tutto il centro storico rigorosamente pedonalizzato. Una delle aeree piu vaste che abbia visto senza auto..consente di passeggiare tranquillamente. 
    E' ciò che più invidio e che auspicherei per Roma, le cui zone a traffico limitato sono invase dalle macchine, con isole pedonali che fungono oramai da parcheggio, mentre si "passeggia" tra suv e furgoni dei corrieri delle vendite online che sciamano all'impazzata nelle strette vie e viuzze del cuore cittadino.
    Per il resto, non credo esista città al mondo nella quale, pur con i carichi di monnezza abbandonati in ogni angolo, vicolo e portico, la musica risuoni dalle storiche pietre, dalla luce, dai colori e dai bagliori accesi del tramonto, con la stessa meraviglia con cui l'acqua sgorga serena e spontanea dalla fonte montana.
    Musica barocca, specialmente e senza dimenticare il Respighi delle Fontane prodigiose e dei Pini secolari. 
    Ci sono angoli della città eterna nei quali le note di Arcangelo Corelli fanno da contrappunto sonoro postumo alle architetture "dialogiche" del Borromini; mentre, provenienti dalle finestre semiaperte dei palazzi nobiliari, si risente l'eterna eco musicale, ora mondana, ora spirituale, dei grandi compositori della "scuola romana";  dalle chiese e sacrestie s'innalzano verso il cielo come guglie di svelte cattedrali le arciterrure oratoriali; la monodia del "miserere" si stacca dagli altari per raggiungere i casti cori monastici degli appartati e segreti claustri: melopee "gregoriane"  dalle quali sbocciano i sapori di un vago oriente "esotico" e lontano.
    Tutto questo gratis, si paga solo il biglietto per vivere lo stress di una citta "awesome" umiliata da piccole e grandi ed enormi disattenzioni, da un degrato vergognoso e criminale.
    Meno male che viene straordinariamente salvata dalla musica (quindi penso di essere ancora in tema... :D)
    :)

    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • gpbgpb
    Posts: 23,651Member
    Roma musica?
    Ciao Gian Paolo
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,164Member
    gpb said:

    Roma musica?



    Certo.., musica del silenzio.., o "segreta", naturale... quella che decidi tu quanto e dove debba risuonare... ;)

    (su quella che se paga dissi già peste e corna sulle politiche cultural-promozionali.., tranqillo! :D )
    Post edited by analogico_09 at 2017-10-08 22:16:42
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,118Member
    un artefice del grande successo di salisburgo è il tuo amatissimo von karajan...
    una organizzazione svizzera e grande rispetto per l'avventore sono solo alcuni dei segreti del successo di questa manifestazione...vi è anche una immissione di capitali non indifferente...oltre a sponsor molto qualificati.
    Nunzio
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,164Member
    Non metto in dubbio la grandezza e la bellezza di queste realtà musicali che sono memoria, testimonianza e azione.

    E diciamolo pure ai nostri politici che cultura, l'arte, quando la si sa ben proprorre, offrire con intelligenza, passione e organizzazione, premia anche economicamente.
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,164Member

    mozarteum said:

     a Salisburgo anche la noia e' incantevole



    Sarebbe uno slogan pubblicitario molto efficace e insieme "gentile" (sinonimo di poetico :) )
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • gpbgpb
    Posts: 23,651Member

    gpb said:

    Roma musica?



    Certo.., musica del silenzio.., o "segreta", naturale... quella che decidi tu quanto e dove debba risuonare... ;)

    (su quella che se paga dissi già peste e corna sulle politiche cultural-promozionali.., tranqillo! :D )

    Peppe su...la musica non è quasi mai stata di casa a roma...quella dei motorini tuttalpiù
    Ciao Gian Paolo
  • mozarteummozarteum
    Posts: 52,151Member
    E' la verita'. Ma soprattutto per colpa del pubblico che ha sempre considerato la sala dei concerti un prolungamento del salotto di casa.
    Se durante l'adagio dell'eroica pensi al conto in banca o guardi le mosche per aria non c'e' speranza.
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,164Member
    gpb said:

    gpb said:

    Roma musica?



    Certo.., musica del silenzio.., o "segreta", naturale... quella che decidi tu quanto e dove debba risuonare... ;)

    (su quella che se paga dissi già peste e corna sulle politiche cultural-promozionali.., tranqillo! :D )

    Peppe su...la musica non è quasi mai stata di casa a roma...quella dei motorini tuttalpiù
    Mi riferivo alla musica che abbiamo nella nostra testa, Giampiero.., a quella che ci suggerisce la bellezza della città ...e anche la memoria (non diretta ovviamente) degli antichi, ricchissimi tempi musicali romani.
    So bene che Roma in assoluto e rispetto ad altre metropoli europee e anche a più piccole città, è di una provincialità impressionante...
    La prima e ultima volta, almeno fino ad ora, che andai a Londra, un botto di anni fa..., rimasi impressionato, leggendo la pagina degli spettacoli, della gran quantità di concerti di classica che si tenevano ogni sera.., non ci potevo credere.., a Roma deu tre a settimana..., per non parlare della goduria dei pub nel quali non raramente beccavi senza pagare, solo la normale consumazione, formazioni jazz, pop/rock, ecc, con i controfagotti, che da noi avrebbero vinto il "cantagiro"... :D
    A Roma, all'epoca, c'erano ancora qualche fraschetta e la birreria Marconi di p.za s. Apostoli.., poi arrivò il Bibo-Bar con una parvenza di pub londinese ma con musica in filodiffusione... Roma era un "paesello" in tutto... :D
    Post edited by analogico_09 at 2017-10-09 00:48:19
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes