Vi aspettiamo tutti sul nuovo sito https://melius.club Nelle prossime ore metteremo a punto i particolari e lanceremo il redirect automatico ma il buffet è già aperto :-)
Il suicidio della Catalogna
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    Senza parole:

    http://www.ilfoglio.it/esteri/2017/10/06/news/il-suicidio-economico-della-catalogna-155897/

    Il suicidio economico della Catalogna
    Banche e imprenditori fuggono da Barcellona e Madrid le aiuta. Il Tribunale supremo intanto sospende la Dui

    Roma. Il consiglio di amministrazione del Banco Sabadell, una delle più antiche banche catalane, ha deciso ieri che sposterà la sua sede sociale da Barcellona ad Alicante, dunque fuori dalla Catalogna. La ragione del trasferimento, ha detto il presidente dell’istituto Josep Oliu, è che per il bene della banca bisogna mantenere uno stato di “sicurezza giuridica”, e certamente in Catalogna, dove il governo locale disobbedisce alle leggi dello stato centrale e alle proprie ed è impegnato in un processo di secessione al di fuori di qualsiasi garanzia giuridica, oggi c’è di tutto tranne che sicurezza per le imprese. Sabadell ha 26 mila dipendenti e 12 milioni di clienti, e ieri il suo titolo è aumentato del 6 per cento alla Borsa di Madrid. L’annuncio è presto diventato il simbolo di un fuggi fuggi generale.

    Mercoledì Oryzon Genomics, impresa che si occupa di tecnologia, ha annunciato il trasferimento a Madrid da Barcellona, e subito il suo titolo è aumentato di oltre il 13 per cento (ieri superava ancora il 6 per cento). Eurona, compagnia di telecomunicazioni, ha fatto il trasferimento e subito il titolo è salito di oltre il 9 per cento. Ma il colpo definitivo potrebbe darlo Caixa, che è la più grande cassa di risparmio d’Europa e la terza banca spagnola e che ha convocato per oggi il consiglio di amministrazione per discutere il trasferimento del suo quartier generale fuori dalla Catalogna. L’elenco delle aziende pronte ad abbandonare Barcellona è lungo, e comprende per esempio la compagnia assicurativa Catalana Occidente e Coca-Cola European Partners, che è il più grande imbottigliatore per l’Europa della bevanda americana, ma nessuno immaginava che la fuga sarebbe iniziata così presto. Sarebbe l’avveramento della facile profezia di molti economisti che si sono occupati del tema: è iniziato il suicidio economico della Catalogna.

    Il governo centrale ha colto l’occasione. Secondo il Mundo, il ministro dell’Economia Luis de Guindos prepara un decreto legge per facilitare la fuga delle aziende dalla Catalogna. Il decreto rende operativo lo spostamento della sede sociale della compagnia con un voto semplice del consiglio di amministrazione, e porta con sé un messaggio chiaro: se andate avanti con i vostri propositi di secessione, faciliteremo il suicidio economico.

    La reazione dei movimenti indipendentisti di sinistra che dominano la scena politica a Barcellona è arrivata immediata e pavloviana: la Cup, partito veterocomunista, ha chiamato al boicottaggio di Sabadell, Caixa e Bbva (banca spagnola che però ha grossi interessi in Catalogna) e ha annunciato che la Catalogna indipendente avrà la sua grande banca pubblica, senza specificare se sarà l’unica, ma il dubbio è venuto a molti: sicuramente gli imprenditori saranno rincuorati. Oriol Junqueras, il vicepresidente dell’amministrazione indipendentista, ieri ha detto che “non credo che ci sarà una fuga di imprese” proprio mentre la fuga stava avvenendo, e lui stesso non è la persona adatta per rassicurare l’industria: nel 2013 si vantava di poter “bloccare l’economia catalana per una settimana” fino a costringere Madrid a concedere l’indipendenza, altro ottimo esempio di “sicurezza giuridica”.

    Dopo che mercoledì il governatore Carles Puigdemont, durante un discorso molto atteso, ha deluso i suoi e non ha fornito un calendario preciso per la Dichiarazione unilaterale d’indipendenza (Dui), il Tribunale costituzionale spagnolo ieri ha sospeso il plenum del Parlamento di Barcellona previsto per lunedì. Secondo la Cup e altri gruppi secessionisti più hardcore, sarebbe stato quello il momento giusto per la Dui, ma nel mezzo del suicidio economico i dirigenti catalani potrebbero aver bisogno di tempo per ridiscutere la strategia.

  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    http://www.corriere.it/esteri/cards/catalogna-indipendente-scenari-banche-parlamento-all-unione-europea/gli-scenari_principale.shtml

    Evidentemente dagli errori degli altri non si impara nulla ed a volte neanche dai propri.
  • FabioSabbatini
    Posts: 1,484Member
    Molto interessante grazie. E grazie a ilfoglio. Caso ormai quasi unico di testata di giornalismo di qualità.
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    la medaglia ha sempre due facce
    boicottano la catalogna?
    e qualcuno la aiuterà
  • maxfabbrimaxfabbri
    Posts: 2,393Member
    Letture della situazione parziali alla pari di quelle che vedono un futuro splendente per una catalogna indipendente...
    Le aziende hanno spostato la sede sociale per non perdere l'ombrello UE, la Catalogna rimane comunque un mercato importante per prodotti e servizi valendo almeno 1/5 di quello spagnolo....per qualsiasi azienda perdere il 20% del fatturato è cosa assolutamente non banale.
    comunque siamo ad un punto di non ritorno, che sia indipendenza o meno il governo centrale non potrà più ignorare, come ha fatto negli ultimi anni, le richieste di maggiore autonomia della Catalogna
    Post edited by maxfabbri at 2017-10-07 10:28:19
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    È più facile che il contraccolpo mediatico tagli le gambe agli autonomisti, soprattutto quando saranno chiare a tutti le conseguenze di una ipotetica scissione dalla Spagna della regione ribelle.
    Alla fine portare la battaglia oltre un determinato punto, scendere dalla mediazione al confronto frontale ha messo gli autonomisti con le spalle al muro, ora comunque vadano le cose hanno perso.
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    maxfabbri said:

    Letture della situazione parziali alla pari di quelle che vedono un futuro splendente per una catalogna indipendente...
    Le aziende hanno spostato la sede sociale per non perdere l'ombrello UE, la Catalogna rimane comunque un mercato importante per prodotti e servizi valendo almeno 1/5 di quello spagnolo....
    comunque siamo ad un punto di non ritorno, che sia indipendenza o meno il governo centrale non potrà più ignorare, come ha fatto negli ultimi anni, le richieste di maggiore autonomia della Catalogna



    Certo che l’interesse principale Delle aziende è quello di non uscire dall’Europa, ma una Catalogna indipendente dalla Spagna è automaticamente fuori dall’Europa e dall’euro e con poche possibilità di rientrarci perché la Spagna può opporre il diritto di veto. La secessione della Catalogna rischia di portarsi dietro, ingigantiti, i problemi che oggi dovrà affrontare la UK con la Brexit, con l’aggravante che la Catalogna non ha una sua moneta e non è mai stata una nazione indipendente e che l’esodo delle principali aziende dal suo territorio finirà con indebolirla economicamente.
    Le richieste di una maggiore autonomia forse non avrebbero potuto essere ignorate prima del referendum se avessero mediato politicamente, oggi sono gli autonomisti che sono finiti con le spalle al muro.


    Post edited by maurodg65 at 2017-10-07 10:33:25
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    P.S. Si dice che la politica sia l’arte della mediazione per un motivo.
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    intanto deve conquistare l' indipendenza poi se ne riparlerà di cosa può accadere.
  • maxfabbrimaxfabbri
    Posts: 2,393Member
    maurodg65 said:

    È più facile che il contraccolpo mediatico tagli le gambe agli autonomisti, soprattutto quando saranno chiare a tutti le conseguenze di una ipotetica scissione dalla Spagna della regione ribelle.
    Alla fine portare la battaglia oltre un determinato punto, scendere dalla mediazione al confronto frontale ha messo gli autonomisti con le spalle al muro, ora comunque vadano le cose hanno perso.





    Detto che non c'era ne dialogo, ne mediazione imho il treno è partito e il viaggio sarà lungo, parliamo di anni e quello che succederà nei prossimi giorni sarà solo una tappa ......per tacitare le richieste di indipendenza e consolidare la parte contraria all'indipendenza il governo centrale dovrà comunque concedere molto in termini di autonomia
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    goodmax said:

    intanto deve conquistare l' indipendenza poi se ne riparlerà di cosa può accadere.



    Se non si è completamente folli è meglio che quantomeno i vertici del movimento ci pensino prima di agire, acne se fino ad oggi non sembrano averlo fatto, a giochi fatti le conseguenze, qualsiasi esse siano, le paghi e basti vedi UK e Brexit.


  • armanesh
    Posts: 6,930Member
    2. La Costituzione del 1978 è ostile ai catalani
    Gli indipendentisti catalani sostengono che sia necessario superare la Costituzione del 1978, ovvero la Costituzione adottata in Spagna dopo la fine del periodo storico conosciuto come franchismo, perché sarebbe a loro ostile; inoltre vorrebbero cambiarla tramite una decisione appoggiata dal Parlamento catalano, dove i partiti indipendentisti (Junts pel Sí e CUP) hanno la maggioranza dalle elezioni del 2015.Il País sostiene che ci siano diverse cose sbagliate e false riguardo a questo punto. Anzitutto ci sarebbe un problema di rappresentatività nel modo tramite il quale gli indipendentisti vorrebbero modificare la Costituzione: gli indipendentisti nell’attuale Parlamento catalano sono stati votati da 1,9 milioni di persone, pari al 47,7 per cento del totale dei votanti; la Costituzione del 1978 fu appoggiata da 2,7 milioni di catalani, pari al 91,09 per cento dei votanti. La Catalogna fu, insieme all’Andalucía, la comunità autonoma spagnola ad appoggiare con la maggioranza più ampia la Costituzione, alla cui scrittura parteciparono tra l’altro catalani molto importanti. Secondo il País, inoltre, il testo votato non si può considerare in nessun modo quello di uno “stato ostile” ai catalani, ma tipico di uno stato profondamente decentralizzato.
    6. Da soli saremo più ricchi
    Gli indipendentisti catalani sostengono che da soli, quindi staccati dalla Spagna, sarebbero più ricchi. Già oggi la Catalogna è una delle comunità autonome più ricche del paese, insieme a Madrid, Paesi Baschi e Baleari, e ha un PIL pro-capite simile a quello di alcune tra le regioni più avanzate d’Europa. Una Catalogna indipendente aumenterebbe il suo PIL e migliorerebbe i suoi servizi pensionistici e sociali, sostengono gli indipendentistiIl problema, scrive il País, è che questa interpretazione minimizza i costi che deriverebbero dall’indipendenza: «la perdita delle sinergie economiche e degli stimoli intellettuali ottenuti dal fatto di appartenere all’ampio spazio economico europeo» sono difficilmente quantificabili, ma dovrebbero essere presi in considerazione. Il ministero dell’Economia spagnolo ha stimato che l’eventuale secessione ridurrebbe il PIL catalano di una cifra compresa tra il 25 e il 30 per cento rispetto a quello attuale; uno studio del ministero degli Esteri, meno catastrofico, parla di un calo del 19 per cento del PIL. Non è comunque possibile dire cose certe su questo tema.
    8. Non usciremo dall’Unione Europea
    Gli indipendentisti sostengono che la Catalogna sicuramente non uscirà dall’Unione Europea, una volta raggiunta l’indipendenza, ma non è una cosa certa o automatica.Come ha scritto il País, dal 2004 a oggi tutti i presidenti della Commissione europea – Romano Prodi, Jose Manuel Barroso e Jean-Claude Juncker – hanno sostenuto il contrario: se un territorio di uno stato membro smette di esserne parte, perché diventa indipendente, i trattati dell’Unione Europea non potranno continuare ad essere applicati automaticamente a questa parte di territorio. Se vorrà diventare membro dell’Unione Europea, il nuovo stato dovrà fare formale richiesta, secondo quanto prevede l’articolo 49 del Trattato sull’Unione Europea: significa che la sua candidatura dovrà essere accettata da tutti gli attuali stati membri, quindi anche dalla Spagna, che però potrebbe non essere d’accordo in caso di dichiarazione unilaterale di indipendenza della Catalogna.

    http://www.ilpost.it/2017/09/28/falsi-miti-indipendentismo-catalogna/
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    Film già visto Armando, sono le stesso cose che affermano o affermavano i no euro.
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    tu pensi che siano così ingenui da non vedere un decimo di ciò che tu hai elaborato?
    io non penso che i catalani siano cretini, posso immaginare che questa " rivolta" sia un passo lungo per ottenere ulteriore autonomia, così come è accaduto in altri paesi con alcune minoranze in fermento.
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    goodmax said:

    tu pensi che siano così ingenui da non vedere un decimo di ciò che tu hai elaborato?
    io non penso che i catalani siano cretini, posso immaginare che questa " rivolta" sia un passo lungo per ottenere ulteriore autonomia, così come è accaduto in altri paesi con alcune minoranze in fermento.



    Di ingenui che si sono “bevuti”le cagate demagogiche loro propinate possiamo anche fare l’elenco se vuoi, partendo dalla Brexit, dalla Le Pen, da Trump (...ho sentito ieri su Radio24 i dati sull’occupazione USA, calanti in valore assoluto e crollati rispetto alla stima, sempre a proposito di ingenui...) dai no euro e via discorrendo...
    Una volto rotto il vaso ti restano solo i cocci, e quelli sono tuoi.


  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    io non prendo sul serio gli assolutisti, il mondo gira e ciò che ti sembra sla scontato spesso non lo è.
    per questo e per l' esperienza che ho vissuto nella mia provincia posso consigliarti di andare cauto con le previsioni.
  • audio2audio2
    Posts: 3,552Member
    sucidio della catalogna, e allora ? habeas corpus e che facciano quello che gli pare, magari senza pestarli nel frattempo, visto che le scuse sono arrivate, assieme alle immagini della pula che prendeva lo slancio in discesa dalle scale per fracassare meglio le ossa.
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    goodmax said:

    io non prendo sul serio gli assolutisti, il mondo gira e ciò che ti sembra sla scontato spesso non lo è.
    per questo e per l' esperienza che ho vissuto nella mia provincia posso consigliarti di andare cauto con le previsioni.



    Max io non devo scegliere nulla per me e le scelte catalane credo non influenzeranno per nulla la mia vita, quindi le cautele relative alle previsioni sono inutili, al più potrei sbagliarmi.
    Chi avrebbe dovuto essere più cauto sono i vertici della Catalogna e del movimento indipendentista, ma ora per loro e già troppo tardi, il meccanismo è stato messo in moto e le conseguenze saranno inevitabili, quali lo vedremo a breve.


  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    ok, vedremo.
    se hai ragione ti pago un caffè
    :D
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    audio2 said:

    sucidio della catalogna, e allora ? habeas corpus e che facciano quello che gli pare, magari senza pestarli nel frattempo, visto che le scuse sono arrivate, assieme alle immagini della pula che prendeva lo slancio in discesa dalle scale per fracassare meglio le ossa.



    http://www.corriere.it/esteri/cards/catalogna-indipendente-scenari-banche-parlamento-all-unione-europea/gli-scenari_principale.shtml

    Il rappresentante del Gpverno spagnolo in Catalogna l’ha fatto, il Governo, Rajoy o il Re non l’hanno fatto, secondo me giustamente, e nel frattempo il processo ai vertici della polizia catalana continuano.



  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,979Member
    goodmax said:

    ok, vedremo.
    se hai ragione ti pago un caffè
    :D


    E se avrai ragione tu pagati pizza e birra. ;)

  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member
    di aver ragione non me ne frega una mazza
    ;;)
  • PanurgePanurge
    Posts: 27,145Member
    armanesh said:

    2. La Costituzione del 1978 è ostile ai catalani
    Gli indipendentisti catalani sostengono che sia necessario superare la Costituzione del 1978, ovvero la Costituzione adottata in Spagna dopo la fine del periodo storico conosciuto come franchismo, perché sarebbe a loro ostile; inoltre vorrebbero cambiarla tramite una decisione appoggiata dal Parlamento catalano, dove i partiti indipendentisti (Junts pel Sí e CUP) hanno la maggioranza dalle elezioni del 2015.

    Il País sostiene che ci siano diverse cose sbagliate e false riguardo a questo punto. Anzitutto ci sarebbe un problema di rappresentatività nel modo tramite il quale gli indipendentisti vorrebbero modificare la Costituzione: gli indipendentisti nell’attuale Parlamento catalano sono stati votati da 1,9 milioni di persone, pari al 47,7 per cento del totale dei votanti; la Costituzione del 1978 fu appoggiata da 2,7 milioni di catalani, pari al 91,09 per cento dei votanti. La Catalogna fu, insieme all’Andalucía, la comunità autonoma spagnola ad appoggiare con la maggioranza più ampia la Costituzione, alla cui scrittura parteciparono tra l’altro catalani molto importanti. Secondo il País, inoltre, il testo votato non si può considerare in nessun modo quello di uno “stato ostile” ai catalani, ma tipico di uno stato profondamente decentralizzato.

    6. Da soli saremo più ricchi
    Gli indipendentisti catalani sostengono che da soli, quindi staccati dalla Spagna, sarebbero più ricchi. Già oggi la Catalogna è una delle comunità autonome più ricche del paese, insieme a Madrid, Paesi Baschi e Baleari, e ha un PIL pro-capite simile a quello di alcune tra le regioni più avanzate d’Europa. Una Catalogna indipendente aumenterebbe il suo PIL e migliorerebbe i suoi servizi pensionistici e sociali, sostengono gli indipendentistiIl problema, scrive il País, è che questa interpretazione minimizza i costi che deriverebbero dall’indipendenza: «la perdita delle sinergie economiche e degli stimoli intellettuali ottenuti dal fatto di appartenere all’ampio spazio economico europeo» sono difficilmente quantificabili, ma dovrebbero essere presi in considerazione. Il ministero dell’Economia spagnolo ha stimato che l’eventuale secessione ridurrebbe il PIL catalano di una cifra compresa tra il 25 e il 30 per cento rispetto a quello attuale; uno studio del ministero degli Esteri, meno catastrofico, parla di un calo del 19 per cento del PIL. Non è comunque possibile dire cose certe su questo tema.

    8. Non usciremo dall’Unione Europea
    Gli indipendentisti sostengono che la Catalogna sicuramente non uscirà dall’Unione Europea, una volta raggiunta l’indipendenza, ma non è una cosa certa o automatica.Come ha scritto il País, dal 2004 a oggi tutti i presidenti della Commissione europea – Romano Prodi, Jose Manuel Barroso e Jean-Claude Juncker – hanno sostenuto il contrario: se un territorio di uno stato membro smette di esserne parte, perché diventa indipendente, i trattati dell’Unione Europea non potranno continuare ad essere applicati automaticamente a questa parte di territorio. Se vorrà diventare membro dell’Unione Europea, il nuovo stato dovrà fare formale richiesta, secondo quanto prevede l’articolo 49 del Trattato sull’Unione Europea: significa che la sua candidatura dovrà essere accettata da tutti gli attuali stati membri, quindi anche dalla Spagna, che però potrebbe non essere d’accordo in caso di dichiarazione unilaterale di indipendenza della Catalogna.

    http://www.ilpost.it/2017/09/28/falsi-miti-indipendentismo-catalogna/




    ci sarebbero anche i 200 miliardi di euro di debito che toccherebbero a loro, visto che i benefici li hanno ricevuti.
  • tomminno
    Posts: 8,386Member
    Un suicidio economico, strano questi mi sa che pensano ad una indipendenza, ma non hanno la più pallida idea di cosa questa possa significare. In un mondo interconnesso dove sopravvivi solo se sei grande, una piccola regione seppur ricca (ma ricca perchè fa parte di un insieme ben più importante) non ha speranze di sopravvivere, per lo meno non nell'agiatezza che l'essere parte di Spagna e dell'Europa consente loro.
    Secondo me dovrebbero insistere di più sul fatto che FC Barcelona con l'indipendenza sparirebbe come società di livello internazionale, con magno gaudio dei rivali di Madrid... Visto quanto sono attaccati alla maglia!
  • audio2audio2
    Posts: 3,552Member
    lo scopo dell' europa unita sarebbe stato anche quello di rimodernare gli stati ottocenteschi, per il momento è ancora lunga da venire, ma se mai si comincia mai si finisce. detto questo, non è solo economia, mangia caga dormi lavora, i catalani lo sanno benissimo come funziona.
  • GianGastoneGianGastone
    Posts: 37,362Member
    La soluzione ruota attorno i destini del Barcellona calcio...
  • nullo
    Posts: 10,403Member

    La soluzione ruota attorno i destini del Barcellona calcio...






    Direi più ai ricatti perpetrati tramite regolette cretine.

    Ieri ne abbiamo viste delle belle e con le sole voci, per quanto riguarda le banche, cosi, tanto per fare un ennesimo penoso esempio.

    Siamo alle supposte unidirezionali. Una volta infilata deve essere per sempre, figuriamoci se può essere vero.
  • PanurgePanurge
    Posts: 27,145Member
    Massima libertà, e che la trovino durissima.
  • nullo
    Posts: 10,403Member
    Perché, sei della partita?

    Io di questa voglia di punire invece di unire su basi condivise mi pare una roba da fessi...
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 38,373Member

    Massima libertà, e che la trovino durissima.


    la carota e poi il bastone..
    il fez nero ti donerebbe

    Post edited by goodmax at 2017-10-07 14:44:10
  • PanurgePanurge
    Posts: 27,145Member
    È un principio generale, non sopporto più chi pensa al particolare senza tener conto delle conseguenze generali, al netto della pessima gestione degli spagnoli, che dovevano lasciar fare. Non dire minchiate semicrucco.