Gentili Membri, le discussioni sono momentaneamente chiuse per esigenze legate alla migrazione al nuovo sito. Fanno eccezione le discussioni inerenti la migrazione stessa. ATTENZIONE! Dopo (e solo dopo) che sarà attivato il reindirizzamento, vale a dire quando scrivendo "videohifi" vi troverete da un'altra parte, se doveste riscontrare problemi di accesso, potete comunicare con noi usando il tasto CONTATTACI sulla nuova home page.
blade runner 2049
  • amnesiacamnesiac
    Posts: 2,858Member
    ci siamo, in uscita il 5 di ottobre.
    le prime critiche parlano di un film visivamente stupendo, un ottimo Ford, e di una storia ben narrata e che lascia spunto a molte riflessioni.
    udite udite, un sequel a livello dell'originale.
    stay tuned
  • ordelleordelle
    Posts: 396Member
    Villneuve è un signor regista, il 5 andrò a vederlo, le aspettative sono alte e comunque è un bene che non sia stato scott a dirigerlo ora nn ne sarebbe stato all'altezza, Villneuve è sulla cresta dell'onda e son certo sarà un bel film che nn potrà e ne' dovrà esser confrontato con il primo, film inarrivabile sia per Scott che per chiunque altro e di questo bisogna esserne + che consapevoli altrimenti meglio andare a vedere altro!!!!!
  • kaukokauko
    Posts: 24,260Member
    stasera su italia1 alle 21 il classico. ;-)
  • ivantaggi78ivantaggi78
    Posts: 2,100Member
    Dal trailer sembra ben fatto, stesse atmosfere del primo; penso che andrò al cinema....
  • BazzaBazza
    Posts: 3,482Member
    Io attendo in preghiera serrata.
    [-O< [-O< [-O<
  • argonath07argonath07
    Posts: 1,569Member
    Bazza said:

    Io attendo in preghiera serrata.
    [-O< [-O< [-O<



    +1
  • tappodiferrotappodiferro
    Posts: 9,007Member
    ..... A parziale garanzia della bontà del lavoro c'è Gosling, che difficilmente sbaglia film.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    Insomma un capolavoro annunciato.., e da quale "critica"?

    Un sequel a livello dell'originale, di un film epocale, oramai leggendario, mitico.., una eredità davvero molto ma molto ingombrante; realizzato da bravi professionisti non esattamente profeti della mdp (Villneuve è un regista interessante ma anche discontinuo.., dopo mi vedo La donna che canta), temo si stiano creando aspettative non prudenziali; poi tutto po' esse, ma ci anderi con i piedi di piombo...
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-29 22:21:47
  • amnesiacamnesiac
    Posts: 2,858Member
    parlare di sequel dopo 35 anni è veramente cosa grossa. riprende la storia, ma è cambiato tutto.
    i nostri gusti, la nostra estetica visiva, il tutto filtrato poi dall'enorme aspettativa che giustamente il il film dell'82 si porta dietro.
    prendiamolo per quello che è, come un film a sè.
  • senek65senek65
    Posts: 4,550Member
    Io spero rimanga l'atmosfera il gusto presente nell'originale...che è tra i miei tre film preferiti in assoluto.

    E, tra tanti, Villneuve mi pare un regista in grado di riuscire bene in un compito così "gravoso"
  • Gabrilupo
    Posts: 3,454Member
    amnesiac said:

    parlare di sequel dopo 35 anni è veramente cosa grossa. riprende la storia, ma è cambiato tutto.

    i nostri gusti, la nostra estetica visiva, il tutto filtrato poi dall'enorme aspettativa che giustamente il il film dell'82 si porta dietro.
    prendiamolo per quello che è, come un film a sè.
    Sono perfettamente d'accordo con te.
  • Gabrilupo
    Posts: 3,454Member
    Ha fatto storia:
  • kaukokauko
    Posts: 24,260Member
    amnesiac said:

    parlare di sequel dopo 35 anni è veramente cosa grossa. riprende la storia, ma è cambiato tutto.

    i nostri gusti, la nostra estetica visiva, il tutto filtrato poi dall'enorme aspettativa che giustamente il il film dell'82 si porta dietro.
    prendiamolo per quello che è, come un film a sè.


    in effetti...

    complice la programmazione televisiva rivisto iersera, insomma mi si è ridimensionato un mito.

    è ambientato nel 2019, direi che ci siamo e quel futuro per certi aspetti appare alquanto passato, potevano osare qualcosina di più, spero che nel nuovo osino.

    ciò premesso il nuovo lo vedrò certamente. :-)
  • argonath07argonath07
    Posts: 1,569Member
    kauko said:

    amnesiac said:

    parlare di sequel dopo 35 anni è veramente cosa grossa. riprende la storia, ma è cambiato tutto.

    i nostri gusti, la nostra estetica visiva, il tutto filtrato poi dall'enorme aspettativa che giustamente il il film dell'82 si porta dietro.
    prendiamolo per quello che è, come un film a sè.


    in effetti...

    complice la programmazione televisiva rivisto iersera, insomma mi si è ridimensionato un mito.

    è ambientato nel 2019, direi che ci siamo e quel futuro per certi aspetti appare alquanto passato, potevano osare qualcosina di più, spero che nel nuovo osino.

    ciò premesso il nuovo lo vedrò certamente. :-)


    Blade Runner è del 1982 , sai com'è, il 2019 poteva sembrare lontanuccio...Come se oggi si facesse un film in un ipotetico futuro 2054
    Vedere un capolavoro del genere sulle reti nazionali, con le pubblicità a raffica è un delitto...
    :-&
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    Ma, soprattutto, si sentiva davvero il bisogno, dopo 35 anni, o fosse solo dopo 12 o dopo 100.., del "seguito" di un "bis" di BR che aveva detto tutto quello che aveva da dire e non dire? Questa bramosia di voler sviscerare ogni cosa, l'attaccamento alla "trama", all'aspetto letteraio del film che supera l'interesse per l'immagine, che non giova al salutare esercizio dell'immaginare in proprio, il non saper apprezzare il fascino dell'"inespresso", mi sembra caratteristica di un pubblico passivo che vuole la pappa pronta e tra un po' pure già mangiata e digerita...

    Cose del genere non sono state fatte per altri film epocali, ugualmente popolari, ad esempio Metropolis di Fritz Lang, che è un po' l'anticipatore del cinema di "genere" che suopera il "genere" stesso.., e al quale BR, salve le differenze e specificità estetiche e tecniche, anche e non poco si ispira per diversi aspetti su cui non dirò qui...
    Ma ora i mercanti sempre più spregiudicati non avendo nulla di nuovo da proporre, idee buone da mettere in scena, raschiano il fondo del barile con sequel, prequel remake, ecc, folm falso "cinefili", riuscendo con le loro promesse pubblicitarie far credere al grande pubblico che sta arrivando l'ennesimo capolavoro bim-bim-bam! che si rivelerà invero il solito, solenne bluff, un baraccone di effetti e affetti speciali stravisti e che dovrebbero oramai aver strasaturato, al massimo un filmetto tra il modesto e il mediocre...
    Ma questo BN 2049 sara bellissimo, nel rispetto della norma sulla presunzione di innocenza..., ma l'esperienza, oramai annosa, induce alla prudenza.., anche perchè, ripeto, Villeneuve è un buon regista che ha realizzato fino ad ora film molto buoni e altri mediucci, dando prova di discontinuità e di buon mestiere non rapportabile a quella genialità in grado di offrire le maggiori garanzie.., poi se il nuovo film vale, vale.., staremo a vedere...
  • kaukokauko
    Posts: 24,260Member
    .
    Post edited by kauko at 2017-09-30 17:23:36
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    :D
  • Mahificamente
    Posts: 31Member

    Ma, soprattutto, si sentiva davvero il bisogno, dopo 35 anni, o fosse solo dopo 12 o dopo 100.., del "seguito" di un "bis" di BR che aveva detto tutto quello che aveva da dire e non dire?



    Questone di money. Io prevedo un fiasco non tanto in termini di denaro, ma in termini di apprezzamento del pubblico. Se concedi il "bis" deve essere almeno di pari qualità (almeno) se no il passo verso il flop è davvero breve.
  • Lemmy80Lemmy80
    Posts: 2,170Member
    Beh insomma...Bladerunner finiva tronco,un sequel credo fosse pianificato fin dall'inizio...chissà se anche la colonna sonora di questo seguito sarà grande come quella della film dell'82?
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    Blade Runner non finisce affatto tronco, sviluppa con geniale coerenza la sua storia e chiude con un finale aperto altrettanto compiuto, non in previsione di un sequel (in tanti anni non se ne era mai parlato fino ad ora che tocca promuovere il "seguito" ... ) bensì per fare un regalo allo spettatore dotato di immaginazione che in tal modo si sente libero di completare il "seguito" nella propria mente, secondo sensibilità e capacità immaginifiche, già presente tra le pieghe del film di Scott... 
    Post edited by analogico_09 at 2017-10-01 02:13:12
  • Lemmy80Lemmy80
    Posts: 2,170Member
    Diciamo che la tua è una maniera elegante di dire la stessa cosa!... :D ...se non sbaglio Scott avrebbe lavorato alla sceneggiatura di un seguito per poi abbandonare tutto. ..non so se per problemi finanziari o di diritti.
  • Lemmy80Lemmy80
    Posts: 2,170Member
    Diciamo che la tua è una maniera elegante di dire la stessa cosa!... :D ...se non sbaglio Scott avrebbe lavorato alla sceneggiatura di un seguito per poi abbandonare tutto. ..non so se per problemi finanziari o di diritti.
  • BizioBizio
    Posts: 2,868Member
    Rivedendolo l'altra sera, e ricordando che era ambientato nel 2019, ho pensato a quanti grandi film di sci-fi abbiano totalmente "cannato" la previsione temporale degli eventi.
    Il più lampante 2001 ONS... Ovviamente nulla toglie al fatto siano capolavori.
    Se fossi un produttore cinematografico ed uno mi presentasse una sceneggiatura con le "macchine volanti" nel 2050, lo prenderei a calci in culo.
    Se è fantascienza, cacchio, il tempo è gratis, prendilo! Onore a Star Trek, ambientato in un futuro lontanissimo, come è giusto che sia.
  • senek65senek65
    Posts: 4,550Member
    Era Dick che l'aveva ambientato così
  • mas 65
    Posts: 916Member

    Blade Runner non finisce affatto tronco, sviluppa con geniale coerenza la sua storia e chiude con un finale aperto altrettanto compiuto, non in previsione di un sequel (in tanti anni non se ne era mai parlato fino ad ora che tocca promuovere il "seguito" ... ) bensì per fare un regalo allo spettatore dotato di immaginazione che in tal modo si sente libero di completare il "seguito" nella propria mente, secondo sensibilità e capacità immaginifiche, già presente tra le pieghe del film di Scott... 





    Sono d'accordo....
    Saluti massimo
  • smilesmile
    Posts: 48,223Industry
    Blade Runner non finisce affatto tronco, sviluppa con geniale coerenza la sua storia e chiude con un finale aperto altrettanto compiuto, non in previsione di un sequel (in tanti anni non se ne era mai parlato fino ad ora che tocca promuovere il "seguito" ... ) bensì per fare un regalo allo spettatore dotato di immaginazione che in tal modo si sente libero di completare il "seguito" nella propria mente, secondo sensibilità e capacità immaginifiche, già presente tra le pieghe del film di Scott... 


    Temo che veramente non ne valga la pena...  :(
  • senek65senek65
    Posts: 4,550Member
    Cmq ste recensioni critiche ancor prima di aver visto il film sono meravigliose
  • ivantaggi78ivantaggi78
    Posts: 2,100Member
    Certo le aspettative sono alte, ma La consapevolezza che un sequel potrebbe non essere all’altezza del primo c’è...tuttavia merita almeno un biglietto del cinema a mio modesto avviso....

    Il primo ha fatto scuola nel genere e la colonna sonora ormai iconica unita a frasi tipo “ho visto cose...” hanno creato il mito; il numero degli anni (2019-2049) è assolutamente relativo secondo me, La fantascienza è come un mondo parallelo...
  • dadoxdadox
    Posts: 11,217Member
    Mah, a livello recitativo, a parte qualche momento azzeccato, Blade Runner non è così eccelso. Ma fortemente basato su un gran scenario, che pervade il film in tutta la sua lunghezza. Quello che casomai lo lancia nell’olimpo dei capolavori è lo score di Vangelis, senza la musica questo film perderebbe qualsiasi magnetismo sullo spettatore. Negli anni 80/90, la colonna sonora sottolineava praticamente sempre tutto ciò che accadeva sullo schermo. Al punto che certi momenti in qualsiasi film di quegli anni senza la musica sono seduti letteralmente per terra. Provate a togliere la musica dalla clip postata poco più sopra, diventa di un insipido! E il tuono finale, col volo della colomba, è sempre Vangelis ad introdurlo, fa parte del brano, non è un effetto audio. Idem per la scena d’amore fra i due, tutta la musica scorre seguendo l’evento, attimo per attimo. Eh, cari miei, questo si che è un contributo sonoro di prim’ordine!
  • jimbo
    Posts: 12,751Member
    dadox said:

    Mah, a livello recitativo, a parte qualche momento azzeccato, Blade Runner non è così eccelso. Ma fortemente basato su un gran scenario, che pervade il film in tutta la sua lunghezza. Quello che casomai lo lancia nell’olimpo dei capolavori è lo score di Vangelis, senza la musica questo film perderebbe qualsiasi magnetismo sullo spettatore. Negli anni 80/90, la colonna sonora sottolineava praticamente sempre tutto ciò che accadeva sullo schermo. Al punto che certi momenti in qualsiasi film di quegli anni senza la musica sono seduti letteralmente per terra. Provate a togliere la musica dalla clip postata poco più sopra, diventa di un insipido! E il tuono finale, col volo della colomba, è sempre Vangelis ad introdurlo, fa parte del brano, non è un effetto audio. Idem per la scena d’amore fra i due, tutta la musica scorre seguendo l’evento, attimo per attimo. Eh, cari miei, questo si che è un contributo sonoro di prim’ordine!



    E io la penso come te.la musica è tutto o quasi in quel film
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    senek65 said:

    Cmq ste recensioni critiche ancor prima di aver visto il film sono meravigliose



    Non sono recensioni critiche speciifiche sul film, sono osservazioni di carattere generale, ipotesi, speculazioni, voglia di fare legittime e anche scioperate chiacchiere.., tutto meno quello che ci vedi tu...

    (ma sempre a borbottare stai.., me sembri 'na pila de fajoli che bolle lenta, eterna, implacabile..., ma quanno finirai de coceli? .. :D  )
    Post edited by analogico_09 at 2017-10-03 01:04:57