Differenza fra recensore e fan. Esiste ancora?
  • ciprino
    Posts: 4,678Member
    Secondo voi la differenza c'è ancora, con l'avvento della rete, dove chiunque può dire la sua, essere dileggiato per la scarsa autorevolezza e poi fare il salto e trasformarsi in recensore? È una forma di democrazia o un salto verso il nulla? Tutto sommato i grandi recensori del passato a volte ci hanno fatto buttare via un sacco di soldi per niente, convincendoci a comprare le versioni Mk 2 o Mk 3 di un apparecchio fantasticando di differenze abissali...



    Post edited by ciprino at 2017-09-13 19:35:41
  • pinopino
    Posts: 399Member
    Le recensioni fino alla fine degli anni 80 erano molto serie,e documentate di foto e misure tecniche.
    Andando indietro negli anni,venivano fatte prove,misure e ascolti di gruppo o con più ascoltatori e critiche d'ascolto,a volte non concordi,in una vecchia prova del MC 2505 ,veniva addirittura pubblicato lo schema elettrico.

    Leggere,non vuol dire essere per forza essere influenzati.

    Si legge,si digerisce,si rimugina.

    Penso invece che oggi il Web sia un pericolo per le persone poco preparate tecnicamente,con poco senso critico,impulsive e superficiali,se poi sono anche debolmente labili,dilapidano il proprio patrimonio,( quello ricevuto in eredità) senza nemmeno rendersene conto.

  • Fabio CottatellucciFabio Cottatellucci
    Posts: 21,841Member
    Il problema sono le recensioni false in rete (chat, forum, blog), spesso di detrattori del marchio o della tecnologia implementata.

    Costoro spessono riportano impressioni giurate...senza aver mai avuto in mano l'apparecchio: al massimo lo hanno ascoltato sì e no in negozio tre minuti e dichiarono d'averlo fatto per un mese a casa.

    Normalmente queste prove sono corroborate da descrizioni di ampi panel di ascolto di orecchie d'oro insospettabili che conoscono solo loro, durati ore ed ore o addirittura giorni (!), di eventi miracolostici, di convertiti di botto che hanno dichiarato "Hai ragione, fa schifo" oppure "E' meraviglioso".

    Non dimenticherò mai su questo Forum, una decina d'anni fa, le accuratissime impressioni d'ascolto riportate da un forumer su un apparecchio... il cui unico esemplare disponibile in Italia in quel momento era a casa mia ed un altro che dichiarava che aveva ascoltato in negozio per quattro giorni con diversi amici un ampli cinese (tutti senza nulla da fare, eh, manco il negoziante) che non aveva evidentemente mai visto dal vivo ma che sentiva l'insopprimibile bisogno di denigrare a priori perché cinese.

    Se magari la gente si rendesse conto che su quello che si scrive poi qualcuno ci può buttare sopra tempo e soldi...

    Le impressioni d'ascolto sincere degli appassionati, invece, sono sempre molto interessanti, indipendentemente dalla validità del metodo adottato.
    Post edited by Fabio Cottatellucci at 2017-09-13 23:37:27
    Quando il saggio indica la luna, l’audiofilo gli morde il dito.
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,235Administrator
    a  me nessun recensore ha fatto buttare via soldi, basta comprare dopo aver ascoltato (e non una volta sola), dopo aver ponderato bene cosa si vuole ottenere e dopo aver confrontato più oggetti
    chi delega ad altri le proprie scelte, chi non sa quelo che vuole, chi cerca una impossibile araba fenice, farebbe bene  a farsi una domanda e a recitare un bel mea culpa
    Ci sono recensori (e forumer) che ritengo non più attendibili ma con gusti più vicini ai miei, (per cui mi ritrovo spesso nelle loro indicazioni), altri che hanno gusti lontani dal mio
    sul web leggo tutto e di più, il difficile è separare il grano dalla cruscam 
    resta il fatto che lamprima cosa è sapre cisa si cuol, l ecinda è giudicare con l prorpie orecchie, la terza è prendere atto che rivite e fourm (carta o web non importa), servono per stimolare lacuiriosità, per ampliare o ridurre il numero di oggetti da ascoltare, ma non sotituiscono gli ascolti
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • selby998
    Posts: 201Member
    Giustissimo, na spesso risulta impossibile poter ascoltare quello cui si è interessati, tanto meno con calma e nel proprio impianto, cioè nelle migliori condizioni per poter effettuare una valutazione attendibile. Il ricorso alle fonti esterne (riviste, forum, siti specializzati) può qundi avere un peso decisivo per orientare la scelta, la delega diventa una opzione quasi obbligata.
  • appecundriaappecundria
    Posts: 7,685Member
    Io vorrei conoscere questa famosa e spesso citata persona che avrebbe dilapidato il proprio patrimonio dopo aver letto la recensione dell'Mk2.
    in melius muto
  • melos62melos62
    Posts: 3,837Member

    Io vorrei conoscere questa famosa e spesso citata persona che avrebbe dilapidato il proprio patrimonio dopo aver letto la recensione dell'Mk2.

    .
    Post edited by melos62 at 2017-09-14 07:43:11
  • ifer
    Posts: 1,127Member
    Oltre al problema delle recensioni false o prezzolate io non escluderei la faziosità di alcuni utenti dei forum appartenenti a questa o qullella setta fissata per il marchio x o y eccezionale perché lo hanno comprato loro
  • imoi sanimoi san
    Posts: 2,927Member
    Secondo me la differenza c'è, eccome se c'è...
    Come la differenza tre "essere" e "credere di essere".
    Quando ero giovane e leggevo le riviste, c'erano dei recensori che riuscivano a trasmetterti il loro genuino entusiasmo per l'oggetto provato, perchè una cosa è la solita e scontata recensione " ottimo prodotto, vale il prezzo che costa, bla bla bla...", e ben altra cosa è riuscire a comunicare al lettore la sensazione che l'oggetto provato sia un vero outsider, che si eleva una spanna al di sopra della mischia.
    Sempre secondo me...;)...il grande recensore, quello veramente bravo, si distingue dai numerosi quaqquaraquà soprattutto per la capacita di entusiasmarsi anche davanti ad oggetti di basso costo, e non solo per i costosissimi pezzi con il frontale in vanadio da 4 cm.e catafalchi a 5 vie che sicuramente sarà abituato ad ascoltare...
    Tutto questo, secondo me, trascende la mera abilità con la penna e la dialettica...
    :)
    Sandro
    ARC CD5, ARC Ref. 3 L.E., Pass XA 30.5, Sonus Faber Guarneri Homage, PSAudio P10, Transparent Reference.

  • alexisalexis
    Posts: 18,551Member
    Con le parole, sul web, chiunque può dire di tutto su tutto... Diamanti o sterco, fesserie e verità incluse.
    Bisogna imparare a leggere tra le righe e imparare a riconoscere l'autorevolezza, o presunta tale, dell'autore.
    Trovo che il linguaggio sia uno strumento fenomenale... :-) sempre a nostra disposizione.
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,235Administrator
    selby998 said:

    Giustissimo, na spesso risulta impossibile poter ascoltare quello cui si è interessati, tanto meno con calma e nel proprio impianto, cioè nelle migliori condizioni per poter effettuare una valutazione attendibile. Il ricorso alle fonti esterne (riviste, forum, siti specializzati) può qundi avere un peso decisivo per orientare la scelta, la delega diventa una opzione quasi obbligata.



    se si tratta di oggetti di basso costo, ok, facciamo tutti acquisti dopo aver visto la pubbòlicità, dopo aver sentito un amico, ecc ecc, ma se si tratta di "dilapidare", beh chi non ha soldi da buttare può anche non fare un upgrade, non si tratta di farmaci salvavita,. E che diamine, l'unico modo per sbagliare poco è effettuare acquisti consapevoli, e solo le mide orecchie me lo possono dire. Se non posso ascoltare non acquisto, 
    Se andiamo in 3 amici al ristorante, per uno il piatti è perfetto, per uno sciapo, per il terzo salato. Iòl belo è che hanno ragione tutti e 3
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • Rossano.MarcheRossano.Marche
    Posts: 6,270Member
    Scriverei più o meno le stesse cose del buon Fabio cattatellucci..agguingo solo questo... Spesso si fa la gara di chi ce la più grosso..invece dobbiamo renderci conto che tanti appassionati ci leggono.
    Rossano.marche.(ex gosten84)
    Ama e fai ciò che vuoi.(cit..san Agostino)
  • pinopino
    Posts: 399Member
    Negli anni ho acquistato numerose elettroniche,leggendo le recensioni di Audiovisione,Suono,Stereoplay,Audioreview,Alta Fedeltà.

    Le elettroniche erano ne piú,ne meno come venivano descritte.

    Attorno alle riviste lavoravano molte persone,preparate, chi dal punto di vista tecnico,chi artistico,le riviste hanno formato più di una generazione di audiofili,ogni articolo o critica veniva FIRMATO.

    Oggi effettivamente,chiunque puó scrivere,ed influenzare gli audiofili di nuova generazione,che non hanno parametri significativi,per valutare le asserzioni del pseudo-recensore di turno.

    Non so a voi ma a me prende lo sconforto,quando prelevo per visionarla una rivista di quegli anni,quanta cura,serietà,e preparazione tecnica che traspare ad ogni rigo.

    Giuseppe
  • Rossano.MarcheRossano.Marche
    Posts: 6,270Member
    Poi diciamola pure Giuseppe.
    Adesso anche l'odore cartaceo l'ascia perplessi.. Ho preso audio review dopo tanto tempo..una puzza esagerata !.. Ma con cosa la fanno ?.. La naftalina .. :(
    Rossano.marche.(ex gosten84)
    Ama e fai ciò che vuoi.(cit..san Agostino)
  • pinopino
    Posts: 399Member
    Le mie per via dell'età non sono profumatissime,e oggi per il discorso ambiente si utilizza carta riciclata,l'odore che senti penso sia dovuto,ai vari trattamenti.
    Resta il fatto che gli articoli sono FIRMATI,le persone che li firmano sono realmente esistenti,gli articoli sono spesso corredati di foto,degli interni,e di misure elettriche,poi ci sono le impressioni di ascolto.

    Faccio un esempio la MOL.

    Essa descrive in modo semplice e chiaro,l'andame
    nto del diffusore in bassa frequenza,e non solo.

    Se un diffusore emette al limite della sopportazione in potenza,una determinata pressione sonora ad una determinata frequenza,è inutile salire con la potenza degli amplificatori,si bruciano irreparabilmente gli altoparlanti e basta.

    È inutile lamentarsi dopo,il dato era li sotto i nostri occhi.

    Ci sono i dati di alcune elettroniche valvolari che piegano la loro potenza al diminuire dell'impedenza dei diffusori,ho i diffusori da 8/16 ohm proseguo con l'acquisto,ho diffusori da 2 ohm,ci penso ed eventualmente mi va bene comunque o rinuncio,peró ho le informazioni necessarie per orientarmi nell'acquisto


    Giuseppe
  • scroodgescroodge
    Posts: 6,923Member
    ...

    Le impressioni d'ascolto sincere degli appassionati, invece, sono sempre molto interessanti, indipendentemente dalla validità del metodo adottato.


    Assolutamente d'accordo Fabio! E lo dico da convinto sostenitore di applicare metodi validi quando si fanno test a confronto in cui è implicato l'umano. Ho sempre detto che l'esperienza percettiva di un individuo è tanto soggettiva quanto rispettabile, in quanto tale, se sincera ovviamente.

    Quello che non accetto è che questa esperienza soggettiva non supportata da un valido metodo, venga imposta come un dato oggettivo o peggio, assoluto. E tollero ancora meno che quando chiedo un "perchè" la risposta è: perchè io ho sentito così, e dunque è così. Anche perchè poi, basta aspettare un po' e trovi un altro che dice, io invece ho sentito cosà.

    Dunque: pieno rispetto per gli ascolti altrui. Ma, per me, finisce lì. E' il suo ascolto.

    Quanto ad "appassionati" assurti al ruolo di recensori: è un tema che conosco piuttosto bene, essendoci passato ed avendo avuto l'opportunità di scrivere su parecchie riviste del settore, anche con rubriche mie. Ad un certo punto, per le ragioni di cui sopra, non ce l'ho più fatta a recensire hardware, e mi sono dedicato al software...
    La musica ha un difetto: si sente...
    Francesco - Padova
  • rpezzanerpezzane
    Posts: 605Member
    scroodge said:

    ...

    Le impressioni d'ascolto sincere degli appassionati, invece, sono sempre molto interessanti, indipendentemente dalla validità del metodo adottato.


    Assolutamente d'accordo Fabio! E lo dico da convinto sostenitore di applicare metodi validi quando si fanno test a confronto in cui è implicato l'umano. Ho sempre detto che l'esperienza percettiva di un individuo è tanto soggettiva quanto rispettabile, in quanto tale, se sincera ovviamente.

    Quello che non accetto è che questa esperienza soggettiva non supportata da un valido metodo, venga imposta come un dato oggettivo o peggio, assoluto. E tollero ancora meno che quando chiedo un "perchè" la risposta è: perchè io ho sentito così, e dunque è così. Anche perchè poi, basta aspettare un po' e trovi un altro che dice, io invece ho sentito cosà.

    Dunque: pieno rispetto per gli ascolti altrui. Ma, per me, finisce lì. E' il suo ascolto.

    Quanto ad "appassionati" assurti al ruolo di recensori: è un tema che conosco piuttosto bene, essendoci passato ed avendo avuto l'opportunità di scrivere su parecchie riviste del settore, anche con rubriche mie. Ad un certo punto, per le ragioni di cui sopra, non ce l'ho più fatta a recensire hardware, e mi sono dedicato al software...


    Concordo sul fatto che sia il "suo ascolto", così come il giudizio di un piatto a Masterchef è di Cracco e la recensione di un certo disco è di Vignola, e così via....
    E' sempre un giudizio personale. Quello che deve essere identificato è se tale giudizio è autorevole. Se io mi firmo su una rivista ci metto la faccia, ce la mette il direttore di quella rivista e diciamo l'intera redazione. Tale giudizio inoltre rimane scritto e permarrà nel tempo.
    Questo non succede sul web dove una pagina oggi c'è e domani no.
    Io da questo punto di vista sono abbastanza talebano. Il web è per chiacchierare in allegria e armonia (si spera), per sentire pareri per condividere. Ma il giudizio oggettivo anche se soggettivato alla persona qualificata è sulle riviste.
    Le misure non potranno mai soppiantare il giudizio umano.
    Saluti
    Roberto
    Roberto (on the right side)
    TEAC UD-301; MF A3CD; REGA RP6+LEHMANN BlackCube+DENON DL103; VTL IT-81; ALBEDO APTICA
  • ulmerino
    Posts: 452Member
    Qualcuno una volta disse: Internet ha dato voce a chi non doveva averla....parole sante...tutti,possono parlare e sparlare di qualsiasi cosa in rete,spesso senza averne la conoscenza/competenza...Indispensabile l'ascolto nel proprio ambiente...Le riviste di una volta mi mancano assai,oltre all'articolo sull'apparecchio c'era il modo di scrivere,spesso affascinante,del giornalista,che comunque e' un uomo,e quello che piace a lui puo' non piacere a te.Almeno si respirava la professionalita' nello scrivere...L'alta fedelta' "seria" l'ho conosciuta cosi',leggendo e rileggendo e fantasticando su quegli articoli.Chi non ha mai letto almeno una volta quell'articolo che inizia con..."vendete la Mercedes,impegnate la pelliccia della moglie...".
    Internet e' un enorme calderone dove si riversa una quantita' enorme di roba,tanto da rendere difficilissimo discernere cio' che e' buono da cio' che non lo e'...Il merito delle riviste e' stato quello di (almeno per me) far germogliare questa bella passione.Che deve rimanere tale...
  • ulmerino
    Posts: 452Member
    Molti apparecchi me li sono trovati ed andati ad ascoltare dopo aver letto gli articoli delle riviste,e per alcuni e' stato un vero colpo di fulmine,e li ho acquistati secondo le mie possibilita' economiche ( sempre apparecchi usati),altri non mi hanno trasmesso nulla.
  • ulmerino
    Posts: 452Member
    Oggi,su internet,tutti possono improvvisarsi recensori e magari non avere le capacita' e un orecchio allenato all'ascolto o una cultura musicale.E l'essere fan di un prodotto e' la cosa piu' fuorviante che possa esserci.Personalmente uso internet per la miniera di nozioni,schemi ecc....che offre...informazione...in mezzo all'immondizia c'e' anche tanta roba buona,basta saper cercare.
  • eduardoeduardo
    Posts: 7,779Member
    alexis said:

    Con le parole, sul web, chiunque può dire di tutto su tutto... Diamanti o sterco, fesserie e verità incluse.
    Bisogna imparare a leggere tra le righe e imparare a riconoscere l'autorevolezza, o presunta tale, dell'autore.
    Trovo che il linguaggio sia uno strumento fenomenale... :-) sempre a nostra disposizione.



    Sono d'accordo, lo penso anch'io.
    Ma non tutti  sono in grado di leggere tra le righe, molti non sanno proprio leggere,  ed altri non hanno la pazienza di andare oltre una lettura superficiale.   
  • exterminationextermination
    Posts: 8,469Member
    Propongo di istituire un " COMITATO" costituito dalle " MIGLIORI" 5 ORECCHIE di VHF eletti democraticamente a maggioranza dagli iscritti ... che...successivamente... si faccia carico di valutare i recensori " sulla piazza" assegnando loro un RATING" che esprima " il grado di affidabilità" ...da 1 a 10 ...e passa il mal di pancia!!
    Alberto -
  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,095Member

    Propongo di istituire un " COMITATO" costituito dalle " MIGLIORI" 5 ORECCHIE di VHF eletti democraticamente a maggioranza dagli iscritti ... che...successivamente... si faccia carico di valutare i recensori " sulla piazza" assegnando loro un RATING" che esprima " il grado di affidabilità" ...da 1 a 10 ...e passa il mal di pancia!!






    I latini dicevano "quis custodiet custodes ? " :D . Ritengo che il "fai date/me" sia meglio......
    In tutta la mia vita audiofila ho comprato pochissimo di cui avevo letto sulle riviste che però sono state molto utili per migliorare la mia formazione che comunque ho già di base per essere stato ingegnere.
  • exterminationextermination
    Posts: 8,469Member
    In effetti Ing..la ricordo già" maturo" ai tempi in cui scriveva sul Forum di AF !!!
    Alberto -
  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,095Member

    In effetti Ing..la ricordo già" maturo" ai tempi in cui scriveva sul Forum di AF !!!






    Ehi , un vecchio collega :) , bei tempi e un forum in cui ci si rispettava. Che nickname avevi ? Io ero Teimcolan
  • exterminationextermination
    Posts: 8,469Member
    Io ero il " cava"!
    Alberto -
  • jakob1965
    Posts: 3,099Member
    Siete riusciti a farmi sentire giovane -- riconoscenza a livelli estremi ....  :D
    Sorgente: Mecc Cambridge CXC + Dac 851 -D - Rega Saturn ; ampli: Sugden A21 SE - BC Acoustique EX 362D - Parasound Halo ; Diffusori: Canton Reference 7K - S.F. Minima Vintage; Cavi: Vovox - Kimber cable 4TC - VdH - Nordost - Gold Note Arno
  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,095Member
    jakob1965 said:

    Siete riusciti a farmi sentire giovane -- riconoscenza a livelli estremi ....  :D





    Grazie ma , purtroppo , svanisce subito appena senti un crac in giro per le ossa... :D
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,172Member
    Mi trovo completamente d'accordo con i primi tre interventi, quello di Pino, quello di Fabio e quello di Atomo, che hanno già espresso la sostanza di quello che pensò anche io.
    Vorrei comunque fare due puntualizzazioni, a mio avviso molto importanti.
    1) Internet é uno strumento prezioso, una chiava di accesso al sapere davvero straordinaria, ma, come tutti gli strumenti, per cavarne un bel suono, bisogna saperli maneggiare! Cioè é necessario avere delle "conoscenze" a priori e una coscienza critica sempre allerta, in maniera da "fare filtro" alla marea di sciocchezze e di falsità (fakes) che si leggono ovunque.
    2) Cercare di essere equilibrati nei propri pensieri e giudizi e farsi un'idea di chi scrive dietro uno pseudonimo.
    Per esempio, visto che io sono abbastanza "nuovo" di questo Forum, per farmi un'idea di mei diversi interlocutori quando parlo di apparecchi audio o di musica (argomenti inerenti a questo Forum), mi vado ogni tanto a leggere Thread di argomenti assai diversi. Per esempio ieri ho letto quasi per intero il Thread sui due Carabinieri di Firenze, dove ho letto alcuni (pochi) posts equilibrati e di buon senso (per esempio quelli di Cactus) e posts per la maggior parte illeggibili ed irricevibili per la grossolana ignoranza delle norme più elementari di buon senso e di etica (ad iniziare dalla prima norma, che si fanno affermazioni sicure solo dopo aver conosciuto realmente i fatti...!).
    Ecco io per es, in futuro mi ricorderò di alcune affermazioni becere e ignoranti fatte da alcuni forumers, e mi sarà utile chiave interptativa quando mi interfaccerò con loro. Così come saprò apprezzare meglio le critiche e il pensiero diverso di altri forumers che hanno dimostrato equilibrio e coscienza critica nei loro posts.
    É un esercizio, il mio, che consiglierei a tutti per farsi un'idea della persona che scrive dietro il nickname ...
  • Rossano.MarcheRossano.Marche
    Posts: 6,270Member
    Detta così sembra una minaccia.. :-? :-S :D
    Rossano.marche.(ex gosten84)
    Ama e fai ciò che vuoi.(cit..san Agostino)
  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,095Member
    Io , per valutare serenamante chi scrive , specie se mi da contro anche in modo grossolano , apro il suo profilo e mi vado a leggere i suoi interventi e discussioni aperte personalmente su tutti i siti del forum . Molte volte ho scoperto che i più accesi erano per la maggior parte dediti al mercatino........ :D .No comment