Primo impianto (entry-level), dubbi e consigli
  • Kyupi
    Posts: 27Member

    Ciao a tutti, mi chiamo Mario e scrivo da Torino.

    Ho iniziato a leggere il forum da un po’, ma non avendo ancora trovato una risposta a tutte le mie domande ho deciso di aprire questo topic che spero mi aiuterà pian piano ad arrivare all’acquisto del mio primo impianto.

    L’idea è di acquistare in prima battuta ampli con pre-phono integrato e possibilmente ingresso digitale per collegare almeno la tv, giradischi e due diffusori da scaffale (non credo di avere spazio e budget a sufficienza per diffusori a torre). In seguito mi piacerebbe avere come sorgente anche qualcosa che permetta di ascoltare musica liquida (mi sembra interessante l’idea di raspberry + volumio, ma approfondirò in seguito).

    Il budget è limitato, mi piacerebbe restare negli 800€ totali, ma valuterò meglio in seguito a seconda delle necessità.

    L’ambiente di ascolto è probabilmente la questione più complicata: si tratta sostanzialmente di una cucina molto piccola, con un angolo che deve fungere da soggiorno (se così si può chiamare...) dove avrò un mobile sul quale
    posizionare tv e impianto e di fronte, a circa 2 metri di distanza, il divano
    che sarà il punto di ascolto. A parte il divano è tutto da acquistare, quindi eventuali restrizioni dovute a necessità dell’impianto possono ancora modificare le mie scelte. Appena posso carico anche uno schema della stanza per essere più chiaro.

    La mia prima domanda è legata proprio all’ambiente e alle sue restrizioni.

    Il mobile di cui parlavo potrà essere al massimo di 165 cm di lunghezza (e avrei individuato l'Ikea Byas da 160 cm), sul quale andrà una tv max 43” quindi lunga circa 100 cm, con i restanti 30 cm per lato da dedicare ai diffusori (che saranno sicuramente posizionati troppo in basso e vicini alle pareti laterali, ma affronterei un
    problema alla volta).

    Il problema principale in questa configurazione è che non riesco a immaginare dove potrei posizionare il giradischi. Non ci sarebbe ovviamente spazio restante sulla parte superiore del mobile, per cui l’unica idea che mi è venuta è quella di posizionarlo nella “nicchia” centrale nella parte bassa del mobile, ma su una mensola di legno (o altro materiale consigliato) con appositi piedini, da estrarre ogni volta e riporre sul pavimento in modo da rendere agevole l’utilizzo del giradischi.

    Tralasciando che si tratta sicuramente di una soluzione scomoda (ma onestamente non sarebbe un problema), il dubbio che mi è venuto e che mi fa porre la mia prima domanda è: cosa comporterebbe un’azione del genere ad ogni ascolto? E’ possibile movimentare il giradischi dopo averne fatto il setup, o teoricamente dovrebbe restare fermo al suo posto per non compromettere la calibrazione o peggio?

    Pian piano proverò ad aggiungere dettagli e discutere degli altri dubbi che ho, ma chiaramente come prima cosa vorrei immaginare un giusto utilizzo del poco spazio a disposizione prima di fare qualunque acquisto.

    Grazie mille! :)

    Post edited by Kyupi at 2017-09-13 17:00:04
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member
    Ciao, benvenuto.
    Cercherò di dare il mio contributo, per quanto posso.
    Dunque, partiamo con ordine.
    Per prima cosa, hai indicato la larghezza del mobile ma non l'altezza, che è altrettanto importante.
    Come larghezza, diciamo che non è proprio la misura ideale, che dovrebbe aggirarsi mediamente attorno ai due metri, ma con un metro e sessanta, già una coppia di piccoli diffusori da scaffale si possono mettere, a patto che il punto d'ascolto non superi di tanto il metro e mezzo dal mobile... altrimenti si rischierebbe di ottenere una sorta di "effetto canale centrale" più che l'effetto stereo.
    Come amplificazione, esistono integrati di tutto rispetto, anche relativamente economici, con svariati ingressi digitali, di linea e pre-phono.
    Per quanto riguarda i diffusori, direi che, nelle tue condizioni e per i tuoi spazi, faresti bene a scegliere dei bookshelf abbastanza piccoli, diciamo con cono da 13 cm... basterebbero per ascolti tranquilli (certo, con prestazioni generali e soprattutto in basso con i relativi "limiti fisici").
    Per il giradischi... beh, io credo che spostarne uno equivalga a spostare qualsiasi altra sorgente: richiede ovviamente attenzione, ma con le dovute maniere non dovrebbe stararsi nulla anche perché la parte diciamo più delicata durante questa operazione, ossia il braccio, è comunque bloccata da una sorta di "gancio" quando il giradischi non è in funzione... una specie di "sicura", se vogliamo.
    Proverò ora ad elencarti qualche pezzo che secondo me è degno di nota e che ti permetterà di rimanere nei limiti di spesa.

    Integrato Tangent Ampster BT - 175€ circa, lo trovi su Amazon. È un integrato molto piccolo ma dalle prestazioni davvero ottime, soprattutto con diffusori di piccole dimensioni. Sono 50+50 Watt in classe D, ma davvero di buona qualità.

    Giradischi Pro-Ject Primary Phono: è un giradischi con pre-phono incorporato, così da poterlo collegare direttamente ad un ingresso di linea normale... si trova a 250€ circa su Amazon.

    Come diffusori, direi che una coppia di Indiana Line Diva 252 siano più che sufficienti... si trovano a 360€ su Amazon.

    In totale, cavi inclusi, spenderesti circa 800€ per un sistema di sicura qualità e durevole nel tempo.
  • corradocorrado
    Posts: 6,207Member
    Bisogna vedere le altezze in gioco, però potresti optare per mettere il giradischi su di una mensola.
  • lele19lele19
    Posts: 1,138Member
    Ciao e benvenuto.
    Il giradischi lo puoi mettere su una mensola a parete, che è il posizionamento migliore per un giradischi. Ce ne sono di specifiche, ma in realtà una bella pesante con una struttura di ancoraggio a muro solida è più che sufficiente per il livello di complessità del gira che acquisterai.

    Agli ottimi consigli di Maui aggiungo come alternativa le Elac B4 (280 di listino) oppure le migliori B5 (350 di listino). Con gli streetprice dovresti essere più basso come costo.

    Buona musica a tutti
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    Grazie mille a tutti per i preziosi consigli!

    Innanzitutto vi lascio uno schema della stanza in questione che può aiutare, le dimensioni legate alle lettere riportate nello schema sono le seguenti:
    • A: lunghezza dell'ipotetico mobile, 160 cm (distante dalle pareti circa 4 cm per lato). Il mobile è alto 45 cm (quindi sicuramente basso, da discuterne...).
    • B: circa 50 cm, ovvero 42 cm la profondità del mobile e meno di 10 cm la distanza dalla parete posteriore (forzata dalla presenza dei tubi del teleriscaldamento nell'angolo in alto)
    • C: distanza tra il mobile (e quindi all'incirca la posizione dei diffusori) e l'ipotetico punto di ascolto (la mia testa da seduto sul divano :D), circa 150 cm (e teoricamente da seduto avrei le orecchie a circa 85 cm di altezza da terra)
    • D: distanza tra il mobile e il divano, meno di 100 cm (se questa info può essere utile)
    • E: l'ho segnato per porre una domanda successivamente
    Per quanto riguarda l'installare una mensola, purtroppo è un'opzione che devo escludere, così come ho escluso l'installare la tv a parete che avrebbe lasciato spazio a sufficienza sul mobile. Sulla parete in questione passano cavi della corrente e del telefono, i suddetti tubi del teleriscaldamento nonché quelli del termosifone. Insomma, considerando pure che sono in affitto, vorrei evitare di bucare e combinare casini.

    Detto ciò, vedo due alternative:
    • 1: come detto nel primo post, tirar fuori il giradischi ogni volta, magari con un'apposita mensola come dicevo per non poggiarlo a diretto contatto con il pavimento
    • 2: il punto E indicato sullo schema. Inizialmente avevo pensato di posizionare in quel punto un cubo Ikea con il giradischi sopra, ma poi ho letto della distanza dei cavi di collegamento dal giradischi all'ampli che deve essere ridotta e ho escluso questa soluzione (per i conti che ho fatto supererei i 120 cm). Non avevo pensato però alla possibilità di acquistare un giradischi con pre-phono integrato, in questo caso non avrei più il limite della lunghezza dei cavi, giusto?
    La seconda ipotesi dovrei comunque valutarla meglio (in così poco spazio non sono sicuro ci sia il posto per altri mobiletti...).

    Vi ringrazio anche per i consigli sui possibili acquisti. Ora mi cerco i prodotti consigliati e leggo qualcosa in merito.
    Grazie ancora.

    EDIT: riprovo a caricare l'immagine:

    image
    image
    Post edited by Kyupi at 2017-09-13 21:59:57
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 2,142Member
    Tecnicamente, non è consigliabile posizionare il giradischi di fronte ai diffusori, forse è meglio considerare di estrarre il gira quando devi usarlo da sotto il mobile, l'importante è che il gira sia fisicamente separato da dove poggiano i diffusori. Per quanto riguarda la lunghezza dei cavi, è vero che più corti sono e meglio è, ma anche in questo caso vista la situazione, se anche dovessi usare cavi fino ad 1,5 mt. non ci sono grossi problemi.
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member
    Sono d'accordo con quanto dice @oscilloscopio qui sopra.
    È vero che, per un'installazione "canonica", le sorgenti dovrebbero stare alle spalle dei diffusori, ma nulla ti impedisce di provare comunque... tutto sommato, un cablaggio di segnale, anche che sia RCA, non comporta problemi sulle lunghezze in gioco, purché sia di tipo schermato (ormai praticamente tutti lo sono, tranne quelli miseri miseri inseriti di solito nell'imballo assieme agli apparecchi).
    È vero anche che un giradischi con pre phono integrato ti consente di spaziare di più nella scelta dell'ampli, che può anche essere del tipo con soli ingressi di linea (come il Tangent da me indicato).
    Non sei messo malissimo nemmeno con distanze e dimensioni: il mobile non è eccessivamente basso per il posizionamento dei diffusori e il triangolo d'ascolto ha le corrette proporzioni per un ascolto soddisfacente, benché di tipo "near field"... ma questo non è un limite, piuttosto una caratteristica.
    Individuo un altro punto a favore nel generoso spazio alle spalle del punto d'ascolto, quasi ottimale come situazione, direi.
    Tra l'altro, l'ascolto ravvicinato ti consentirebbe di eludere parte dei problemi dovuti alle riflessioni laterali, semplicemente inclinando leggermente i diffusori verso il centro di emissione (ma questo aspetto andrà curato una volta completata l'installazione).
    Al limite, penserei ad un buon sistema di disaccoppiamento dei diffusori dal mobile, come ad esempio delle lastre di marmo con feltrini sotto o in alternativa delle basi specifiche tipo quelle della Auralex... anche se in effetti costicchiano, magari potresti pensarci più avanti.
    Queste sono una favola:
    http://www.masacoustics.it/shop/supporti-disaccoppianti-iso/propad-monitor-isolation-pads/
    Ma come vedi, non le regalano... con due basi di marmo credo risparmieresti un po'.
    Post edited by maui_76 at 2017-09-14 00:18:32
  • argonauta1973argonauta1973
    Posts: 789Member
    E creare una sorta di "ponte " sul quale appoggiare la TV, simulando l'aggancio a muro, così da liberare il piano del mobile per il giradischi?
    Una volta esistevano tali mensolette per inserire il VHS sotto la TV a tubo catodico; ora, sfruttando il trascurabile spessore della TV, detta mensoletta potrebbe essere poco profonda, sui 10 cm. così da lasciare aria libera al gira.
    Francesco
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 2,142Member
    Ma a questo punto il gira sarebbe appoggiato sul mobile insieme ai diffusori...
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member

    Ma a questo punto il gira sarebbe appoggiato sul mobile insieme ai diffusori...



    Infatti... e per le pressioni sonore in gioco, che immagino saranno piuttosto basse, credo possa essere addirittura meglio la soluzione del mobiletto separato.... tu che pensi....? Secondo me ha senso.
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 2,142Member
    Può avere un senso disaccoppiando il più possibile giradischi e diffusori dal mobile (d'obbligo un gira a telaio sospeso e non rigido) e diffusori su smorzatori. Un altro probleme potrebbe essere la vicinanza tra televisione e gira,
    (non vorrei che si innescassero delle interferenze in R.F.)
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member

    Può avere un senso disaccoppiando il più possibile giradischi e diffusori dal mobile (d'obbligo un gira a telaio sospeso e non rigido) e diffusori su smorzatori. Un altro probleme potrebbe essere la vicinanza tra televisione e gira,
    (non vorrei che si innescassero delle interferenze in R.F.)



    Però io mi riferivo all'ipotetico mobiletto a parte, quello sulla sinistra come da disegno.
    A questo punto, credo possa essere la soluzione migliore.
    Tra l'altro, io stesso ho giradischi e pre phono praticamente attaccati alla TV e non ho mai avuto interferenze... anche se è vero che gli alimentatori sono separati e quindi attaccati direttamente alla multipresa a terra e uso cavi schermati.
    Post edited by maui_76 at 2017-09-14 22:06:30
  • argonauta1973argonauta1973
    Posts: 789Member

    Ma a questo punto il gira sarebbe appoggiato sul mobile insieme ai diffusori...



    Giusto, si deve prevedere una basetta disaccoppiante sia per il gira che per i diffusori
    Francesco
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 2,142Member
    Bisognerebbe provare...certo che una cassa a 50/80 cm di distanza dal giradischi anche se con potenze impiegate basse, mi fà un po' paura. Riguardando però la piantina pensavo ad una terza alternativa (qualora possibile) ovvero mettere due mensoline (da circa 30 x 30) sulle pareti laterali (una sopra il termosifone ed una sulla parete opposta) lì non dovrebbero passare tubi e cavi, dove piazzare i diffusori, a questo punto sul mobile ci starebbero ampli e gira (che resterebbero anche dietro ai diffusori)
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member
    Ottima idea.
    Non vorrei però che d'inverno il termosifone scaldi troppo la mensola... al limite sarebbe da coibentarne la parte inferiore con qualche materiale isolante, in modo tale da tenere lontano il calore dalla superficie, e quindi dall'elettronica appoggiata.
  • lucze
    Posts: 2,573Member
    cercherei di creare un ''ponte'' come diceva argonauta,
    magari un pannello largo più o meno come la tv da pavimento al soffitto,
    in modo da renderlo portante, potresti appenderci la tv e passarci i cavi dietro,
    avresti lo spazio libero per posizionare mobile ed elettroniche.
    trovo corretto il consiglio di destinare piu budget sui diffusori.


    Luca
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    Grazie mille a tutti per i consigli e scusate se rispondo solo ora (colpa del lavoro).

    Parto dall'idea del ponte dove agganciare la tv, sicuramente interessante. Dovrei capire bene che tipo di soluzione adottare e soprattutto da chi farmela realizzare (e a che costo), avevo già cercato soluzioni simili in commercio ma i prezzi sono davvero alti. Da valutare, anche se ammetto di vederla come una soluzione non banale.

    Belle le basi disaccoppianti consigliate, ma effettivamente costose. Sullo stesso sito ho visto queste, molto più economiche e che mi darebbero anche la possibilità di inclinare i diffusori come necessario. Potrebbero andare, almeno per iniziare?

    Per quanto riguarda il mobiletto separato, considerate che lo schema non è in scala, per cui il giradischi si troverebbe a circa 30-40 cm dal diffusore e più o meno alla stessa altezza. Se questa situazione potrebbe creare problemi, allora forse continuo a tenere come prima ipotesi quella di estrarre il gira quando serve, anche perchè come dicevo probabilmente solo dopo aver posizionato il mobile principale capirò se davvero c'è ancora spazio per un altro mobiletto.

    Le mensole purtroppo devo escluderle, anche perchè il termosifone è abbastanza alto, il diffusore destro si troverebbe a circa 120-130 cm di altezza (e di conseguenza il tweeter ancora più alto).

    Premesso che conto di acquistare a breve il mobile in modo da avere chiara la situazione, una eventuale mensola su cui poggiare il giradischi da estrarre come dovrebbe essere? Ho visto che avete parlato di marmo, mentre io inizialmente pensavo ad una soluzione più semplice con una mensola di legno tagliata su misura e al di sotto appositi piedini (per i quali ovviamente chiederei consigli). Ovviamente cercavo di pensare a soluzioni piuttosto economiche per restare nel budget.

    Grazie mille ancora.
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 2,142Member
    30 cm da un diffusore che spara direttamente sulla testina del gira....lo escluderei assolutamente (appena alzi unpo' il volume si innesca un larsen che spacca tutto). Vista la situazione personalmente preferirei avere i diffusori a 120 cm di altezza piuttosto che le altre soluzioni
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member
    Sì, in effetti 30 cm sono pochi... 
    Per quanto riguarda le basi dei diffusori, credo vadano bene anche quelle più economiche.
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    Ieri, anche se non era previsto, ho comprato il mobile :)
    Nel fine settimana vedo di montarlo e fare delle misurazioni più precise sugli spazi disponibili e nel frattempo cerco qualcosa su come dovrebbe essere fatta la base su cui poggiare il giradischi. ;)
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    Ho finalmente montato il mobile e quindi mi sono fatto un'idea più precisa sugli spazi a disposizione.

    Per quanto riguarda quello che avevo indicato come punto E, ovvero il mobiletto separato per il giradischi, credo davvero non ci sia spazio a sufficienza, quindi per il momento proseguirò con l'idea di tirar fuori dal mobile il giradischi ad ogni ascolto ed eventualmente in futuro valuterò altre possibilità.

    A questo punto devo procedere con la realizzazione/acquisto di un supporto per il giradischi per evitare di posizionarlo a diretto contatto con il pavimento.

    Faccio una premessa: al momento cerco una soluzione che sia economica e semplice da realizzare, più che la migliore soluzione tecnicamente possibile, senza ovviamente voler pregiudicare in modo decisivo la qualità d'ascolto. Altra info importante è che, per motivi di spazio a disposizione, tutto il supporto non potrà superare i 4-5 cm di altezza in totale (compresi i piedi).

    Ho letto tanto in merito e al momento pensavo ad una soluzione molto semplice, ovvero farmi tagliare un pannello di legno su misura al Leroy Merlin sul quale incollare dei piedini o simili in gomma (come questi ad esempio).

    Guardando velocemente sul sito della catena ho visto che dovrebbero esserci a disposizione tre tipologie di pannelli: MDF, truciolare melaminico e compensato multistrato (di vari legni).
    Supponendo che questa soluzione sia accettabile, c'è uno di questi materiali che dovrei preferire? Ho visto che il supporto più economico di marca Pro-ject è in MDF, ma ho letto anche di chi consigliava il compensato multistrato.

    Voi cosa mi consigliereste?
    Grazie mille. :)
  • maui_76maui_76
    Posts: 7,918Member
    Io direi, a spanne, che potrebbe andare bene una tavoletta in Plexiglass di spessore 3-4 cm con sotto quattro piedini autoadesivi in gomma rigida, o in alternativa tre piedini, due agli angoli del lato frontale e uno al centro del lato posteriore.
    Nulla di esoterico, ma le spese sarebbero abbastanza contenute... credo che con una cinquantina di euro circa riusciresti a fare tutto e un domani potresti anche riutilizzare la base nel caso in cui riuscissi trovare una sistemazione migliore di quella attuale.
    Puoi trovare tutto il materiale in qualsiasi negozio di bricolage o su Internet.
    Anche le basi in cristallo di Audiocostruzioni sono molto belle... sul sito ce ne sono diverse, dai 55 ai 140 euro, potresti dare un'occhiata.
    Post edited by maui_76 at 2017-10-04 23:15:25
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    Avevo proprio visto le basi proposte da Audiocostruzioni, ma poi avevo letto pareri molto discordanti sull'utilizzo del vetro e quindi ho iniziato a pensare ad altre soluzioni.
    Effettivamente con il vetro avrei una base solida e anche gradevole esteticamente, che non guasta. Considero nuovamente questa ipotesi allora, grazie.
  • leoncinoleoncino
    Posts: 6,462Member
    Ma il giradischi è proprio indispensabile?
    Io non ci capisco più niente!
    Ma siete veramente convinti che con giradischi da 200 euro si senta meglio di un DAC o lettore CD da 200 euro?
    Ma poi messo in che impianto? Con delle cassettine apprezziamo il vinile?
    Poi non capisco perché comprare vinili che costano tanto per uno che ha disposizione un budget basso.
    Con un DAC ed abbonamento a Tidal o altro con diffusori così limitati è già il massimo ottenibile spendendo poco e se con casa piccola nessun problema di dove conservare i vinili.
    Io ad uno amico che volesse farsi un impianto in una situazione simile gli sconsiglierei il giradischi e se insistesse me ne laverei le mani.
    Post edited by leoncino at 2017-10-05 08:50:53
    Biko Franklin
  • BazzaBazza
    Posts: 3,239Member
    Ma se uno vuole il gira, perche remargli sempre contro ?
    Veramente, sta cosa proprio non la capisco.
    Co un giradischi da 200 euro i dischi li senti.
    Poi sulla qualità tutto è da vedete e tutto si può certo migliorare ci mancherebbe.
    Magari una persona non ha le esigenze di un'altra....
    Post edited by Bazza at 2017-10-05 10:23:44
    Sa' dì dan'da ?
    Tu ma' a di' indò ...
  • Kyupi
    Posts: 27Member
    So bene che nel 2017 e con il mio budget il vinile non è la migliore scelta dal punto di vista audiofilo.
    Ci sono altre ragioni che mi spingono verso questo supporto e che non sono legate alla qualità dell'ascolto, ma che ritengo parte dell'esperienza che vorrei vivere parlando di musica - fascino del supporto fisico, dello scegliere un album e posizionarlo sul giradischi, dell'ascoltarlo dall'inizio alla fine così come concepito, dell'acquistare razionalmente un disco (vista la spesa) piuttosto che avere a disposizione un catalogo infinito, e così via.
    Tutte cose stupide? Probabilmente sì, ma sono cose che in parte ho già provato grazie ai CD e che ho visto amplificate tramite un amico che mi ha fatto scoprire il vinile, e alle quali non vorrei rinunciare.
    Poi, come ho già detto, in futuro conto di fare un upgrade e acquistare un sistema per ascoltare anche musica liquida, ma credo resterà un tipo di ascolto diverso.
    Grazie in ogni caso per il consiglio.

  • BazzaBazza
    Posts: 3,239Member
    @Kyupi, non esistono solo i dischi nuovi.
    Se capiti nei posti giusti usati si tovano vinili a 5/10 euro che sono, nella maggior parte dei casi, solo da ripulire.
    E c'è tanta musica da scoprire o riscoprire.
    L'esperienza poi viene da se.
    Io ad esempio di gira ne ho tre.
    Un debut 3, un Akai ap006 preso in un mercatino contovendita a 15 euro ed un Toshiba sr-q770 pagato 40.
    E credimi che i dischi li ascolto con somma soddisfazione.
    Non esiste solo l'hi-end.
    Buon divertimento e buoni ascolti.
    Post edited by Bazza at 2017-10-05 13:10:53
    Sa' dì dan'da ?
    Tu ma' a di' indò ...
  • audiomaxaudiomax
    Posts: 1,586Member
    Io ho iniziato ad interessarmi di hi fi 30 anni fa, a 15 anni. A casa c'era solo un compattone di Selezione e due casse collocate a due metri di altezza sopra un armadio..mio padre però acquistava tanti dischi ed io ho iniziato presto (purtroppo...) ad imitarlo. Mi ritrovo oggi con circa duemila vinili sparsi in casa e 4 giradischi che ormai utilizzato pochissimo. Le nuove tecnologie sono troppo comode e per uno che per una vita ha concepito l'ascolto della musica come un'esperienza "culturale", di arricchimento e quindi ascoltato un album dall'inizio alla fine, non cambia nulla, anche se si utilizza Tidal. Io capisco la moda del momento ed il fascino dell'oggetto ma sono contro le "forzature"...Se non riesco ad ammirare il mio bel giradischi (e quelli da 200 euro purtroppo non lo sono) ben collocato sul mobile in una bella sala, se non ho software a sufficienza per non ascoltare in loop sempre le stesse cose, io, e sottolineo io, ne farei a meno. I mercatini sono pieni di zozzerie strausate ed inascoltabili in vendita ad almeno 5 euro. Se non sei amante della classica, l'affare non lo fai. Se non compri due titoli al mese (che non sono nulla se ascolti musica tutti giorni..), ti ripaghi l'abbonamento a Deezer con un catalogo infinito e la possibilità di scaricare gli album sul cellulare od il Tablet per l"ascolto off line e con una qualità decisamente più alta rispetto a quella del gira da 200 euro più vinile usato da 5...
  • BazzaBazza
    Posts: 3,239Member
    Si vabbuò....
    Se a te è passata la viglia, l'ispirazione o quant'altro non vedo perche scoraggiare chi vuole iniziare.
    E le motivazioni le ha già esposte.
    Post edited by Bazza at 2017-10-05 13:51:13
    Sa' dì dan'da ?
    Tu ma' a di' indò ...
  • audiomaxaudiomax
    Posts: 1,586Member
    Ho scritto che mi e' passata la voglia? Continuo a comprare ma ascolto in proporzione più musica liquida che vinili per praticità. Incoraggialo a comprare il giradischi da 200 euro ed i soliti tre titoli strausati al mercatino a 5, vedrai quanto te ne sarà grato una volta provato il tutto...
  • BazzaBazza
    Posts: 3,239Member
    Il problema è che spesso si guarda solo e sempre in alto, solo verso oggetti di sicuro pregio, dimenticandosi che, forse non tutti, molti hanno cominciato con questo hobby proprio con il giradischi che all'epoca pagavi in proporzione ai 200 euro di oggi.
    Infondo, e fortunatamente, la musica si ascolta anche con mezzi "normali".
    Sui dischi a poco prezzo è vero che sovente è un andar di culo, ma spesso si rimediano ottimi dischi. Basta aver pazienza e saper cercare.
    Post edited by Bazza at 2017-10-05 16:36:13
    Sa' dì dan'da ?
    Tu ma' a di' indò ...