Lotta all'evasione: pronti i primi 70 indicatori di affidabilità fiscale che riguarderanno....
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    ....un milione di partite iva:

    http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2017-09-13/partite-iva-pronti-70-indicatori-063630.shtml?uuid=AErjD9RC

    Partite Iva, pronti 70 indicatori

    Mercoledí 13 Settembre 2017
    L’addio agli studi di settore prende sempre più forma. In dirittura d’arrivo ci sono, infatti, i primi 70 indicatori di affidabilità fiscale (Isa) che riguarderanno oltre un milione di partite Iva. La maggior parte (il 41%) sarà concentrata nel settore del commercio, mentre tra i professionisti saranno chiamati alla prova del nuovo strumento di determinazione dei compensi gli amministratori di condominio e gli studi legali. Gli Isa, al debutto dall’anno d’imposta 2017 (dichiarazioni 2018), funzioneranno come una vera e propria pagella di fedeltà al Fisco, con vantaggi dalla riduzione dei controlli alla semplificazione dei rimborsi per i più virtuosi. E proprio in tema di semplificazione il neodirettore delle Entrate Ruffini ha annunciato l’avvio di una task force.



  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    Si ripete sempre che i dati in mano all'AdE sarebbero sufficienti per identificare con buona approssimazione chi prensenti dichiarazioni dei redditi poco fedeli e veritiere, sembrerebbe si stia lavorando proprio in quella direzione e mi auguro siano strumenti che possano fornire realmente dati attendibili, non so di cosa si stia parlando, ma sui calcoli presuntivi del reddito da parte parte del fisco sono sempre un po' scettico, ma spero di sbagliarmi.
  • PanurgePanurge
    Posts: 26,889Member
    mi vien che ridere.
    "Noi i bogioma nen".
  • leicaclubleicaclub
    Posts: 7,968Member
    Se aboliscono gli studi di settore non lo fanno certo per abbassare le entrate..
    Alberto
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    Panurge said:

    mi vien che ridere.



    Dici che dobbiamo preoccuparci?


  • briandinazareth
    Posts: 43,895Member
    Panurge said:

    mi vien che ridere.



     da addetto ai lavori come vedi la cosa? anche se la risata qualcosa ci dice ;)
    la vita ha un significato? Perché esistiamo? Che cosa è l'uomo? Tutti i tentativi di rispondere a questa domanda prima del 1859 sono privi di valore, e faremmo meglio ad ignorarli completamente
  • enzo966enzo966
    Posts: 4,488Member
    Mother should I trust the government?
    Ciao, Enzo
  • PanurgePanurge
    Posts: 26,889Member
    E una sfiducia automatica, nella mia carriera tutte le volte che ho visto mettere in opera semplificazioni ho riscontrato, nell'applicarle, la necessità di tener conto di così tanti fattori, di districarsi in tanto capziosi distinguo, che l'effetto di tali manovre era davvero esiguo. Per quanto riguarda gli indicatori vedremo, si sono ritirati dagli studi di settore non per bontà ma per le legnate prese in contenzioso, in pratica hanno funzionato per far cassa con i piccoli e per importi ridicoli. Il mio timore è che aumentino le richieste di dati e la fantasia nel ricostruire il reddito effettivo, comunque giudicherò quando prenderò in mano le carte, non troppo presto vista la tendenza alla variazione continua dell'amministrazione nel mio campo (e al rinvio).
    "Noi i bogioma nen".
  • Lorenzo67
    Posts: 2,825Member
    Ogni anno "semplificano" ma qui gli adempimenti (e le spese per il software gestionale) aumentano a dismisura. 
    E' un continuo ricevere circolari di novità da commercialista e software house. 
    Una follia tutta italiana, a quanto mi risulta.
    Forniamo tanti di quei dati all'ADE, che mi piacerebbe verificare se davvero li prendono tutti in esame.
    Neanche un Cray One ce la farebbe.
    Post edited by Lorenzo67 at 2017-09-13 13:39:00
  • piodegliulivipiodegliulivi
    Posts: 19,612Member
    Lorenzo67 said:

    Ogni anno "semplificano" ma qui gli adempimenti (e le spese per il software gestionale) aumentano a dismisura. 

    E' un continuo ricevere circolari di novità da commercialista e software house. 
    Una follia tutta italiana, a quanto mi risulta.
    Forniamo tanti di quei dati all'ADE, che mi piacerebbe verificare se davvero li prendono tutti in esame.
    Neanche un Cray One ce la farebbe.


    Sono anche io all opera con le semplificazione,devo cancellare una società,
    Per il momento non sono in grado di tirare le somme,ma a occhio mi è costata ancora di più che aprirla,ed è solo la considerazione in termini economici.Il tempo che si perde non ha prezzo.
    "La Grecia è il più grande (in)Successo dell' Euro" M. Monti.
    Gaetano
  • OneShotOneShot
    Posts: 6Member
    @piodegliulivi, buongiorno, mi sono appena iscritto e sono capitato in questo thread.

    Ho chiuso una SRL nel 2015 e mi sono trasferito all'estero, Spagna. Ci occupiamo di informatica, software e di sistemi (virtualizzazione, server...)
    Oltre al costo per chiudere la società la cosa drammatica è che ho perfino dovuto pagare gli anticipi per l'anno successivo dove non avrei fatturato visto che la società era in liquidazione, soldi che vanno nel nulla come credo i miei contributi visto che piano piano alzano l'età pensionabile fino alla morte del contribuente.

    Riguardo la tassazione vi dico alcune cose interessanti di come funziona da noi.
    - non ci sono anticipi
    - non esiste un redditometro o una cosa uguale con nome diverso che ha 70 parametri di valutazione
    - i soldi delle tasse, che tu sia dipendente, autonomo o società li prelevano dal conto. Anche le multe se non le paghi. A fine anno (fiscale quindi paghi a luglio ) c'è un conguaglio, stop.
    - fino a 22000€ per un autonomo èpraticamente  area no Tax, non come la p.iva semplificata dove paghi oltre il 30% con giri astrusi.
    - fino a 15000€ per un dipendente praticamente no tax 
    - il costo del lavoro è 1/3 del nostro, inteso come cuneo fiscale. Quindi se in talia per dare uno stipendio ti costa 3000€ in Spagna ti costa 1200€

    Ovvero in Italia non aprite una società salvo che abbiate un amico politico che vi aiuta. Vietatissimo fare le startup, salvo che non abbiate finanziatori esteri.

    Ciao

  • piodegliulivipiodegliulivi
    Posts: 19,612Member
    @OneShot
    Che posso dirti? Mi sento solo di augurarti un sincero successo per la tua impresa.
    Cosa posso aggiungere ancora,Be in Italia stiamo digitalizzando la P.A. per semplificare.Solo che invece di semplificare siamo riusciti a complicare e aumentare ancora un altro po i costi per chi intende fare impresa (ma anche per chi deve chiuderla) .Per Cancellare devi fare due o tre segnalazioni ai vari enti per confermare che hai cancellato o stai cessandoo,poi la firma digitale che ti scade dopo tre anni,per non parlare che ogni "pirito" lo devi fare insieme ad un tecnico abilitato con tanto di account nella rete della P.A.Insomma devi ripetere un azione per almeno tre volte,altrimenti non è valida.Poi alcune cose devi farle solo dal notaio.E il danaro disponibile per l'impresa si riduce sempre più......
    In Italia le start up sono assimilate ai corsi di sopravvivenza. 
    Un paese così è destinato a morire,se non siamo già morti e non lo sappiamo.
    "La Grecia è il più grande (in)Successo dell' Euro" M. Monti.
    Gaetano
  • audio2audio2
    Posts: 3,264Member
    la seconda parte dell' ultimo rigo descrive bene la situazione.
  • gpbgpb
    Posts: 23,955Member
    Siamo già morti
    Ciao Gian Paolo
  • Martin
    Posts: 10,802Member
    Gli italiani nel complesso parlano, parlano, ma quando si tratta di "quagliare" in realtà sono intrinsecamente allergici ai processi di semplificazione.  Ogni livello di controllo introduce almeno una scappatoia. 
    Post edited by Martin at 2017-09-13 16:19:08
    Maschio_ß. Capace di intendere, non di volere.
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    Interessante sapere da oneshot come funzionano oggi le cose in Spagna, alla luce di quanto scritto si spiegano tante cose....
  • spersanti276spersanti276
    Posts: 18,276Member
    OneShot said:

    @piodegliulivi, buongiorno, mi sono appena iscritto e sono capitato in questo thread.


    Ho chiuso una SRL nel 2015 e mi sono trasferito all'estero, Spagna. Ci occupiamo di informatica, software e di sistemi (virtualizzazione, server...)
    Oltre al costo per chiudere la società la cosa drammatica è che ho perfino dovuto pagare gli anticipi per l'anno successivo dove non avrei fatturato visto che la società era in liquidazione, soldi che vanno nel nulla come credo i miei contributi visto che piano piano alzano l'età pensionabile fino alla morte del contribuente.

    Riguardo la tassazione vi dico alcune cose interessanti di come funziona da noi.
    - non ci sono anticipi
    - non esiste un redditometro o una cosa uguale con nome diverso che ha 70 parametri di valutazione
    - i soldi delle tasse, che tu sia dipendente, autonomo o società li prelevano dal conto. Anche le multe se non le paghi. A fine anno (fiscale quindi paghi a luglio ) c'è un conguaglio, stop.
    - fino a 22000€ per un autonomo èpraticamente  area no Tax, non come la p.iva semplificata dove paghi oltre il 30% con giri astrusi.
    - fino a 15000€ per un dipendente praticamente no tax 
    - il costo del lavoro è 1/3 del nostro, inteso come cuneo fiscale. Quindi se in talia per dare uno stipendio ti costa 3000€ in Spagna ti costa 1200€

    Ovvero in Italia non aprite una società salvo che abbiate un amico politico che vi aiuta. Vietatissimo fare le startup, salvo che non abbiate finanziatori esteri.

    Ciao



    @OneShot leggi il regolamento. Non puoi ancora postare qui in O.T..

    Rischi di diventare LastShot.
    ;)
    Post edited by spersanti276 at 2017-09-13 17:59:50
    Stefano (marxista - lennonista). "Era già tutto previsto" (di K.Marx-U.La Malfa-R.Cocciante). https://youtu.be/SM2aVF4Nr54
    Lindemann 822 sacd, Revox A76 + Bic beam box, pre Pass Aleph 1.7, 2 Aleph 3 in biamp pass./vert., E.Technology lft 8b...TANTA musica.
  • stefaninostefanino
    Posts: 32,472Member
    credo che oneshot non sia un nick a caso

    mia opinione: gli studi di settore sono stati tolti per dire "li abbiamo toti"

    Credo che questi indicatori di affidabilita' non possano andare a pescare molti altri dati oltre a quelli gia' presenti nelle dichiarazioni dei redditi e nei vecchi studi di settore

    spero vivamente che sia diverso e che si vada nella direzione di verificare la variazione del patrimonio, la corposita' delle spese significative, la dinamica del reddito dichiarato, oltre ai beni in uso

    da quello che leggo pero' vedo che vanno sulle famose partite uìiva

    notoriamente gli evasori totali, gli sgherri mafiosi che campano di pizzo, chi campa di spaccio, chi fa da orestanome, chi si fa corrompere  hanno la partita 
    ora volendo dare una priorita' non sarebbe piu' salubre beccare prioritariamente chi evade in quanto campa di delitti? 

    Cosi' una volta una in 70 anni si potrebbe fare 

    o no?


    Post edited by stefanino at 2017-09-13 18:49:40
    Ciao. Stefanino
  • bluesman74bluesman74
    Posts: 6,046Member
    Il problema sono le partite Iva allergiche alla fattura.... Non c'entra un tubo la mafia e lo spaccio
    Post edited by bluesman74 at 2017-09-13 19:31:43
    Free Bird
  • stefaninostefanino
    Posts: 32,472Member
    Il problema sono le partite Iva allergiche alla fattura.... Non c'entra un tubo la mafia e lo spaccio




    il metodo che mette in relazione sviluppo del patrimonio del reddito dichiarato delle spese significative e dei beni in uso colpisce a prescindere dallo status del contribuente e individua tutta l'evasione e il sommerso compreso quello da attivita' criminale che e' la fetta maggiore e che oltre a evadere ammazza le persone

    se invece vuoi divertirti come con gli studi di settore a incaponirti con l'elettricista che lavora per aziende (a compensi del cazzo stante la situazione) si puo' proseguire salvo poi prendere sciabolate nei denti in commissione tributaria


    Post edited by stefanino at 2017-09-13 19:50:05
    Ciao. Stefanino
  • nullo
    Posts: 10,173Member
    maurodg65 said:

    Interessante sapere da oneshot come funzionano oggi le cose in Spagna, alla luce di quanto scritto si spiegano tante cose....






    Sei un FENOMENO!
    ho voglia d'innamorarmi.....di uno straccio di ideale
    ho voglia d'innamorarmi di qualcosa che non c'è (F. Baccini)
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    nullo said:

    maurodg65 said:

    Interessante sapere da oneshot come funzionano oggi le cose in Spagna, alla luce di quanto scritto si spiegano tante cose....






    Sei un FENOMENO!


    Hai letto? Cosa ne pensi?
    Forse sarebbe più interessante saperlo piuttosto che tu faccia cabaret.


  • nullo
    Posts: 10,173Member
    Cabaret un paio di palle.

    Basterebbe ricordare ciò che ti si diceva in proposito. È che ti sveglio dopo il canto del gallo al pomeriggio.
    ho voglia d'innamorarmi.....di uno straccio di ideale
    ho voglia d'innamorarmi di qualcosa che non c'è (F. Baccini)
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    nullo said:

    Cabaret un paio di palle.

    Basterebbe ricordare ciò che ti si diceva in proposito. È che ti sveglio dopo il canto del gallo al pomeriggio.



    Ecco bravo ricordati cosa dicevi, hanno applicato la più classica delle teorie liberiste, riduzione della pressione fiscale e del cuneo fiscale sul lavoro, oltre che una semplificazione buorcratica che poi sono le cose che consiglia l'Europa, riducendo la spesa pubblica, tu cosa affermavi?


    Post edited by maurodg65 at 2017-09-14 08:23:18
  • Martin
    Posts: 10,802Member
    Debito pubblico: 

    Spagna : 1.114 G€
    Italia    : 2.278 G€

    De che stamo a parlà ? 


    Post edited by Martin at 2017-09-14 10:27:24
    Maschio_ß. Capace di intendere, non di volere.
  • nullo
    Posts: 10,173Member
    Devi relazionarli al PIL e vedere il trend di crescita del debito. Mostruoso in Spagna...

    In Spagna finanziano da anni quello che noi abbiamo timidamente cominciato a finanziare ora.

    Debito per fare dumping..
    ho voglia d'innamorarmi.....di uno straccio di ideale
    ho voglia d'innamorarmi di qualcosa che non c'è (F. Baccini)
  • stralicciostraliccio
    Posts: 20,430Member
    Martin said:

    Debito pubblico: 


    Spagna : 1.114 G€
    Italia    : 2.278 G€

    De che stamo a parlà ? 







    4.400 i miliardi di soldi e finanze degli itaiani.
    Quanto risparmio privato hanno gli spagnoli?
    Quanto oro ha la banca di SPAGNA?
    Di che stamo a parla?
    Leone
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member

    Martin said:

    Debito pubblico: 


    Spagna : 1.114 G€
    Italia    : 2.278 G€

    De che stamo a parlà ? 







    4.400 i miliardi di soldi e finanze degli itaiani.
    Quanto risparmio privato hanno gli spagnoli?
    Quanto oro ha la banca di SPAGNA?
    Di che stamo a parla?


    E quindi cosa?
    Come dovremmo mettere in relazione il debito publico dello Stato con i risparmi degli italiani, risparmi che prevalentemente sono rappresentati dalla casa di proprietà, mettendo nuovamente un'imposta sulla prima casa, con magari una maxi imposta sulla seconda e a salire? Oppure con un prelievo forzoso sui risparmi investi o sui conti correnti privati?
    Appunto di che stiamo a parlà?


  • gpbgpb
    Posts: 23,955Member
    nullo said:

    Devi relazionarli al PIL e vedere il trend di crescita del debito. Mostruoso in Spagna...

    In Spagna finanziano da anni quello che noi abbiamo timidamente cominciato a finanziare ora.

    Debito per fare dumping..



    si ma hanno potuto farlo perché avevano un debito irrisorio
    noi ci siamo caricati di debito per tenere in vita uno stato inutile e dannoso
    Ciao Gian Paolo
  • maurodg65maurodg65
    Posts: 36,688Member
    gpb said:

    nullo said:

    Devi relazionarli al PIL e vedere il trend di crescita del debito. Mostruoso in Spagna...

    In Spagna finanziano da anni quello che noi abbiamo timidamente cominciato a finanziare ora.

    Debito per fare dumping..



    si ma hanno potuto farlo perché avevano un debito irrisorio
    noi ci siamo caricati di debito per tenere in vita uno stato inutile e dannoso


    Tra l'altro loro partivano da un rapporto debito pil che era metà del nostro ed a oggi credo veleggino intorno al 100%, non solo ma dal 2011 stanno progressivamente riducendo la spesa pubblica, come concordato con la commissione europea dopo la crisi dello spread del 2011, e stanno rientrando lentamente nel parametro previsto dai trattati europei del 3%.
    Per la cronaca noi abbiamo un rapporto debito pil che supera il 130% .


  • Lorenzo67
    Posts: 2,825Member



    4.400 i miliardi di soldi e finanze degli itaiani.



    2.278 miliardi. Perchè raddoppi? Non ti bastano?
    Post edited by Lorenzo67 at 2017-09-14 13:04:32