Mercatino usato
  • telemann
    Posts: 6,843Member
    Stamattina a Castel San Giovanni (PC) mostra-mercato dell'usato fotografico. In campo digitale tantissimo usato Nikon (questo la dice lunga) a prezzi stracciati, di Canon quasi esclusivamente roba nuova (chi ce l'ha se la tiene), una bellissima collezione di analogico Olympus con numerosissime ottiche e poco altro. Gli altri marchi sembra non esistano neppure, ho notato qualcosa di Leica R ed M, pochissimo Fuji ma, e mi ha colpito, tonnellate di usato digitale Nikon (nessuna D810, in verità). Un paio di Hasselblad e la solita roba russa analogica venduta ormai a peso.....
    Rimpiango quando ai mercatini si trovavano le Om1 e 3 Olympus, Pentax MX ed LX, Nikon FE ed FM, Canon F1, Leica R6 e 7, eccetera.......Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member
    ....Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!

    Grande osservazione
    Pienamente d'accordo
    Saluti, Giacomo
  • stlupistlupi
    Posts: 1,115Member
    Secondo voi le macchine tradizionali hanno ancora mercato io ho una Canon EOS 5 + un 35-80 e un 75-300 sempre originali Canon tutto in ottimo stato che valore potrebbero avere oggi sul mercato.
    Stefano . Impianto : Raspberry Pi3 + Hifiberry dac+ pro, Naim Nait 5si, Epos Els 3, cavo alimentazione e segnale Ricable, cavo potenza Cable Talk 3.1
  • Roberto MRoberto M
    Posts: 41,220Member
    Secondo me no.
    Oggi l'analogico ha senso solo col banco ottico, e neanche tanto.
    Se lo scopo e' quello di portare a casa una bella foto usare l'analogico e' una forma di masochismo supremo.
    Ed infatti tra i grandi fotografi non lo usa piu' nessuno.
  • Roberto MRoberto M
    Posts: 41,220Member
    Mi correggo, hanno mercato collezionistico.
    Io ho ancora la mia Canon F1, edizione Lake Placid, e ancora la tengo volentieri.
  • telemann
    Posts: 6,843Member
    Pienamente daccordo. Conservo gelosamente una EOS3 ed una M6 e una M7 Leica...ma non le uso da parecchio purtroppo....
  • KIKO
    Posts: 4,867Member
    Conservo gelosamente anch'io la mia Minolta XM con annessi e connessi (per forza, con le valutazioni che fanno pur cambiando con modelli digitali "consistenti" ti passa ogni voglia...)
    Federico C. (MI)
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    telemann said:

    .Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!

    ... e per tutto il resto c'è "fotosciòp"...

    A parte il fatto che una buona foto (destesto la "bella foto"... nell'accezione estetiìzzante del termine) la fa l'occhio del fotografo e non la macchina, sia essa analogica o digitale, o anche smartphone...
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-20 12:46:15
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Se si poteva portare a casa ieri una buona foto, eccellente, geniale..,  con l'analogico, si puote anche oggi.., o vogliamo buttare al macero quasi cent'anni di fotografia ai sali d'argento?
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member

    telemann said:

    .Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!

    ... e per tutto il resto c'è "fotosciòp"...

    A parte il fatto che una buona foto (destesto la "bella foto"... nell'accezione estetiìzzante del termine) la fa l'occhio del fotografo e non la macchina, sia essa analogica o digitale, o anche smartphone...


    Oggi "purtroppo " tutti scattano con gli smartphone
    È chiaro che in primis ci vuole l'occhio , cuore e sensibilità ecc ecc
    Andando nello specifico milioni di persone hanno un iPhone in mano per il quale utilizzo non necessita una particolare preparazione.
    Saluti, Giacomo
  • Roberto MRoberto M
    Posts: 41,220Member

    Se si poteva portare a casa ieri una buona foto, eccellente, geniale..,  con l'analogico, si puote anche oggi.., o vogliamo buttare al macero quasi cent'anni di fotografia ai sali d'argento?






    Se si poteva viaggiare con i calessi trainati dai cavalli cento anni fa si puo' anche oggi.
  • hinsubriahinsubria
    Posts: 847Member
    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!
    Post edited by hinsubria at 2017-09-20 15:17:08
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Roberto M said:

    Se si poteva portare a casa ieri una buona foto, eccellente, geniale..,  con l'analogico, si puote anche oggi.., o vogliamo buttare al macero quasi cent'anni di fotografia ai sali d'argento?






    Se si poteva viaggiare con i calessi trainati dai cavalli cento anni fa si puo' anche oggi.


    Ah.., questo sarebbe il tuo concetto di arte.., della fotografia... una roba da "ippica"... :D
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member

    hinsubria said:

    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!



    Sono convinto che lei sarebbe felice se la usassi.., e ne godresti non poco anche tu, come godesti un tempo...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • Roberto MRoberto M
    Posts: 41,220Member

    Roberto M said:

    Se si poteva portare a casa ieri una buona foto, eccellente, geniale..,  con l'analogico, si puote anche oggi.., o vogliamo buttare al macero quasi cent'anni di fotografia ai sali d'argento?






    Se si poteva viaggiare con i calessi trainati dai cavalli cento anni fa si puo' anche oggi.


    Ah.., questo sarebbe il tuo concetto di arte.., della fotografia... una roba da "ippica"... :D





    No, e' un concetto di mezzi.
    E la fotografia non necessariamente e' arte, direi che al 99,9 % non e' arte.
    Dire che si possono fare tranquillamente foto con macchine analogiche come si facevano cento anni fa e' esattamente come dire che si puo' circolare con i calessi.
  • Roberto MRoberto M
    Posts: 41,220Member
    hinsubria said:

    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!






    Se lo scopo e' fare belle foto fai benissimo a non usarla ed a preferire la D750.
    Oggi usare una macchina a pellicola e' masochimo puro, non ti da nessun vantaggio rispetto al digitale ed in compenso hai moltissimi svantaggi (maggior costo, sensibilita' invariante, impossibilita' di controllare la foto appena scattata, inesistente gamma dinamica, impossibilita' o estrema difficolta' nella post-produzione, necessita' di scandionare la foto per fruirne digitalmente, autonomia limitatissima, impossibilita' pratica di scattare raffiche veloci ecc. ecc.)
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    leika said:

    telemann said:

    .Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!

    ... e per tutto il resto c'è "fotosciòp"...

    A parte il fatto che una buona foto (destesto la "bella foto"... nell'accezione estetiìzzante del termine) la fa l'occhio del fotografo e non la macchina, sia essa analogica o digitale, o anche smartphone...


    Oggi "purtroppo " tutti scattano con gli smartphone
    È chiaro che in primis ci vuole l'occhio , cuore e sensibilità ecc ecc
    Andando nello specifico milioni di persone hanno un iPhone in mano per il quale utilizzo non necessita una particolare preparazione.


    Io non prendo in considerazione l'esercito di selfieisti... (anche se hanno un loro perchè che a me personalmnete non interessa), parlo di un giorno in cui, da autentico appassionato, dilettante o professiopnista, di fotografia vera, non di produzione di cartolinette ricordo, sei senza la fotocamere "buona" e tiri fuori lo smart per fare lo scatto che è già dentro di te, nell'occhio, nella mente, nel sentimento, incurante della tecnica, quando sai che non hai una ciofega di telefonino.., che pure in quel caso, hai visto mai che il "soggetto" sia così speciale da giustificare anche un'immagine formalmente carente... E' tutto relativo, dipende da caso a caso, di sicuro, per tornare a bomba, a quel che intendevo dire io, l'analogico è efficace quanto il digitale se non di più per quanto riguarda la qualità dell'immagine a mio avviso superiore come naturalezza di luci, ombre, colori, toni, ecc., a quella digitale. 
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • Jonas RainerJonas Rainer
    Posts: 1,399Member
    Ormai uso quasi solo macchine analogiche.
    Vado  dalla Hasselblad alla Lubitel passando per le varie Nikon, Pentax, Fujica, ect.
    Quasi sempre scatto in bianco e nero, ma mi sono attrezzato per lo sviluppo di negativi a colori.
    A breve i primi sviluppi.
    Della fotografia analogica, mi piace anche lo sviluppo e la stampa.
    Ultimi acquisti, Pentax P50 (in attesa di trovare un corpo più vintage), Minolta 7S (del 1966) e Petri 7s.
    Le cose buone analogiche continuano a costare.
    Non nego che vorrei anche un Canon 5DmkIII (un colpo al cerchio, un colpo alla botte).
    Non direi che la fotografia analogica sia masochismo puro, direi che è come fare il pane in casa, da più soddisfazione.
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member
    Roberto M said:

    hinsubria said:

    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!






    Se lo scopo e' fare belle foto fai benissimo a non usarla ed a preferire la D750.
    Oggi usare una macchina a pellicola e' masochimo puro, non ti da nessun vantaggio rispetto al digitale ed in compenso hai moltissimi svantaggi (maggior costo, sensibilita' invariante, impossibilita' di controllare la foto appena scattata, inesistente gamma dinamica, impossibilita' o estrema difficolta' nella post-produzione, necessita' di scandionare la foto per fruirne digitalmente, autonomia limitatissima, impossibilita' pratica di scattare raffiche veloci ecc. ecc.)


    Vuoi o non vuoi la pellicola a colori è una strada chiusa .
    Fa eccezione chi ancora lavora nel B&N
    Saluti, Giacomo
  • redhot104
    Posts: 150Member
    Mi sembra che nessuno tenga conto che l'unico brend che permette di usare le vecchie ottiche (e che ottiche...) coi nuovi corpi è nikon. A suo tempo spesi follie per un 80-200 2.8 ED e un 35-70 2.8 ma adesso, dopo quasi vent'anni, ne sono orgoglioso e felice utilizzatore con una (ormai vecchia anch'essa) D90, passando anche per una fantastica fuji s2pro. Mi spiace che i vecchi flash non dialoghino se non in manuale, ma conservo anche un vecchio sb25 che utilizzo con la servocellula su cavalletto all'occorrenza. Sul nuovo, diciamo un valore di circa 3000€. I Canonisti devono prendere tutto nuovo. Si trovano ottiche AI fisse (avevo un 85 mm 1.8 venduto assieme al 24 mm 2.8 per prendere la D90) a prezzi ridicoli. Sono stupende.
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member

    leika said:

    telemann said:

    .Ora sembra che veramente una macchina valga l'altra e la foto si faccia con i smartphone...Peccato!

    ... e per tutto il resto c'è "fotosciòp"...

    A parte il fatto che una buona foto (destesto la "bella foto"... nell'accezione estetiìzzante del termine) la fa l'occhio del fotografo e non la macchina, sia essa analogica o digitale, o anche smartphone...


    Oggi "purtroppo " tutti scattano con gli smartphone
    È chiaro che in primis ci vuole l'occhio , cuore e sensibilità ecc ecc
    Andando nello specifico milioni di persone hanno un iPhone in mano per il quale utilizzo non necessita una particolare preparazione.


    Io non prendo in considerazione l'esercito di selfieisti... (anche se hanno un loro perchè che a me personalmnete non interessa), parlo di un giorno in cui, da autentico appassionato, dilettante o professiopnista, di fotografia vera, non di produzione di cartolinette ricordo, sei senza la fotocamere "buona" e tiri fuori lo smart per fare lo scatto che è già dentro di te, nell'occhio, nella mente, nel sentimento, incurante della tecnica, quando sai che non hai una ciofega di telefonino.., che pure in quel caso, hai visto mai che il "soggetto" sia così speciale da giustificare anche un'immagine formalmente carente... E' tutto relativo, dipende da caso a caso, di sicuro, per tornare a bomba, a quel che intendevo dire io, l'analogico è efficace quanto il digitale se non di più per quanto riguarda la qualità dell'immagine a mio avviso superiore come naturalezza di luci, ombre, colori, toni, ecc., a quella digitale. 


    Bene sei stato chiaro, quello che hai scritto nel finale è la quintessenza della fotografia
    Ma obiettivamente l'analogico è morto !!!
    Saluti, Giacomo
  • redhot104
    Posts: 150Member
    Dal punto di vista della comodità di sicuro. Peccato. Probabilmente fra un po' faremo l'amore con donne digitali, preferendole a quelle analogiche....
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 37,951Member
    comunque tra o giovani c'è un ritorno alla foto cartacea, polaroid.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member

    Roberto M said:

    Roberto M said:

    Se si poteva portare a casa ieri una buona foto, eccellente, geniale..,  con l'analogico, si puote anche oggi.., o vogliamo buttare al macero quasi cent'anni di fotografia ai sali d'argento?






    Se si poteva viaggiare con i calessi trainati dai cavalli cento anni fa si puo' anche oggi.


    Ah.., questo sarebbe il tuo concetto di arte.., della fotografia... una roba da "ippica"... :D





    No, e' un concetto di mezzi.
    E la fotografia non necessariamente e' arte, direi che al 99,9 % non e' arte.
    Dire che si possono fare tranquillamente foto con macchine analogiche come si facevano cento anni fa e' esattamente come dire che si puo' circolare con i calessi.
    Io parlo della fotografia d'arte -  sia quel che sia in percentuale, è ininfluente, e cmq i tuoi dati sono vagheggiati, un diversivo per non restare sul pezzo - e anche di quella ludico-ricreativa: in entrambi gli ambiti è possibile fare degli ottimi scatti, sia analogici, sia digitali, oggi come ieri, come sempre da che è nata la fotografia; non è cambiato nulla se non nel fatto tecnico, di "costume" (e non in meglio.., dove a livello "psiclogico" e culturale invece c'è stata una regressione di massa col digitale che fa diventare tutti fotografi...). Le foto da pellicola danno pienissima e suprema soddisfazione anche se il processo analogico è più costoso e laborioso, dove se uno vuole essere masochista, e ha lrisorse economiche a disposizione, saranno pure affari suoi, e  il "masochismi" sarà magari in chi lo vede in essi, anche perchè c'è più masochismo a spendere soldoni per super costosissime macchine e attrezzature fotografiche quando poi si sa che ci sarà fotosciòp a fare la parte del leone... Non paragoniamo la camera oscura a fotosciòp (o analoghi sofisticati strumenti di post-produzione digitali); la prima richede abilità tecniche e estetiche non comuni (e ai tempi non era per tutti); la seconda è alla portata di tutti, tutti oggi sono capaci di smanettare e fare la "bella foto" da uno scatto mediocre manipolato al punto giusto... che tuttavia tale rimane.
    Paragonare la fotografia d'arte e per diletto a un calesse è una irreale forzatura, tanto più che non è assolutamente vietato circolare dove quando si puote e si vuole... anzi, ci fossero più calessi e meno macchine straremmo tutti meno soffocati in città...
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-20 16:13:08
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • redhot104
    Posts: 150Member
    Beh, è anche vero che nonostante la praticità e la resa del digitale, molti audiofili preferiscono l'analogico, e certamente non ci sentono peggio. In effetti probabilmente le due filosofie convivranno. Mi fa piacere, anche perché mia moglie è decisamente una bella topa e mi sarebbe risultato difficile adeguarmi al digitale ;-)
    Post edited by redhot104 at 2017-09-20 16:13:45
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    redhot104 said:

    Dal punto di vista della comodità di sicuro. Peccato. Probabilmente fra un po' faremo l'amore con donne digitali, preferendole a quelle analogiche....



    Già succede.., teniamoci strette le nostre moglii "carnose", belle o brutte che siano, cmq "vere"... :D ..., e ridurre l'arte, o la più semplice, dilettevole forma di creatività, di qualsia amibito artistico, a un fatto di maggiore "praticità".., questo si che è esteticamente aberrante, altro che masochismo dei pellicolari...
    La convivenza è assolutamente possibile e di fatto la pellicola non è affatto morta.
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-20 16:19:29
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Bene sei stato chiaro, quello che hai scritto nel finale è la quintessenza della fotografia
    Ma obiettivamente l'analogico è morto !!!



    Non è morto, è per pochi appassionati, più o meno bravi come pure accede col digitale, e mi pare che il trend sia in rialzo, come il vinile... Entrambi sembravano morti e invece erano solo "nosferatu"...  8-X e a qualcuno piacerebbe saper usare il "paletto" fatale ma il piccolo focolaio di peste si sta trasformando in una epidemia piuttosto estesa.., quindi le priorità sono altre...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member

    Bene sei stato chiaro, quello che hai scritto nel finale è la quintessenza della fotografia
    Ma obiettivamente l'analogico è morto !!!



    Non è morto, è per pochi appassionati, più o meno bravi come pure accede col digitale, e mi pare che il trend sia in rialzo, come il vinile... Entrambi sembravano morti e invece erano solo "nosferatu"...  8-X e a qualcuno piacerebbe saper usare il "paletto" fatale ma il piccolo focolaio di peste si sta trasformando in una epidemia piuttosto estesa.., quindi le priorità sono altre...


    Mi spiace dissento
    Saluti, Giacomo
  • telemann
    Posts: 6,843Member
    leika said:

    Roberto M said:

    hinsubria said:

    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!






    Se lo scopo e' fare belle foto fai benissimo a non usarla ed a preferire la D750.
    Oggi usare una macchina a pellicola e' masochimo puro, non ti da nessun vantaggio rispetto al digitale ed in compenso hai moltissimi svantaggi (maggior costo, sensibilita' invariante, impossibilita' di controllare la foto appena scattata, inesistente gamma dinamica, impossibilita' o estrema difficolta' nella post-produzione, necessita' di scandionare la foto per fruirne digitalmente, autonomia limitatissima, impossibilita' pratica di scattare raffiche veloci ecc. ecc.)


    Vuoi o non vuoi la pellicola a colori è una strada chiusa .
    Fa eccezione chi ancora lavora nel B&N


    Ahimè, con tristezza enorme, guardando le mie M6 e M7 Leica devo dire che ormai faccio un paio di rulli bn all'anno, più per muovere le macchine che altro...sigh!
  • leikaleika
    Posts: 2,069Member
    telemann said:

    leika said:

    Roberto M said:

    hinsubria said:

    Io la mia Nikon F2 da combattimento la terrò fino alla fine, anzi, ultimamente ho sostituito alcuni pezzi (Photomic, pentaprisma e vetrini) che nel tempo avevano subito alcune ingiurie. Delle ottiche uso ancora il Micro 105 e in 50 F/1.4 con la D750, ma la F2 non l'ho più usata... ma mi piace saperla ancora in forma!






    Se lo scopo e' fare belle foto fai benissimo a non usarla ed a preferire la D750.
    Oggi usare una macchina a pellicola e' masochimo puro, non ti da nessun vantaggio rispetto al digitale ed in compenso hai moltissimi svantaggi (maggior costo, sensibilita' invariante, impossibilita' di controllare la foto appena scattata, inesistente gamma dinamica, impossibilita' o estrema difficolta' nella post-produzione, necessita' di scandionare la foto per fruirne digitalmente, autonomia limitatissima, impossibilita' pratica di scattare raffiche veloci ecc. ecc.)


    Vuoi o non vuoi la pellicola a colori è una strada chiusa .
    Fa eccezione chi ancora lavora nel B&N


    Ahimè, con tristezza enorme, guardando le mie M6 e M7 Leica devo dire che ormai faccio un paio di rulli bn all'anno, più per muovere le macchine che altro...sigh!


    La Leica che piaccia o no è stata presa come campione per la produzione di pellicole kodak
    Oggi non c'è più ricerca sulle pellicole anzi moltissime pellicole pro non esistono più. tutto viene tarato per il digitale
    Saluti, Giacomo
  • acusticamente
    Posts: 197Member
    Aggiungo due punti alla discussione.
    - Non ho esperienza diretta per non aver fatto prove comparative ma molti sostengono che il punto debole del digitale rispetto alla pellicola sia l’inferiore capacità di registrare le alte luci.
    - Purtroppo il percorso della foto su pellicola non è quasi più totalmente analogico perché nella maggioranza dei casi l’ultimo passaggio è digitale (scansione del negativo)