Una curiosità
  • bianchip37
    Posts: 58Member
    Perché i prezzi delle cuffie si sono alzati notevolmente? Per farvi un esempio, prima per acquistare una Top di gamma come la HD 600 bastavano 400 euro mentre oggi per acquistare una HD 800 ci vogliono il triplo dei soldi, tutte le case hanno aumentato di molto il listino prezzi, perché?
  • 2slow4u2slow4u
    Posts: 2,475Member
    I prezzi sono triplicati perche' l'interesse del pubblico si e' ennuplicato.
    Una volta il mercato delle cuffie era di nicchia, oggi e' uno di quelli che tirano di piu', e i costruttori "mungono" :)
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 9,063Member

    Perché i prezzi delle cuffie si sono alzati notevolmente? Per farvi un esempio, prima per acquistare una Top di gamma come la HD 600 bastavano 400 euro mentre oggi per acquistare una HD 800 ci vogliono il triplo dei soldi, tutte le case hanno aumentato di molto il listino prezzi, perché?



    Se affermi che le case hanno aumentato i listini, probabile che tu ti riferisca all'aumento di prezzo dello stesso prodotto avvenuto nel tempo, e questo non è assolutamente vero.
    Hd600, k701 e anche la linea entry level Beyer, costano lo stesso prezzo che costavano alla loro uscita, anzi, anche meno in molti casi.
    Un discorso diverso è perché una hd800 costi 1000€.
    Ognuno ha la sua opinione, io personalmente ci spenderei tranquillamente 1000€ per una hd800, per cui il problema non me lo pongo, per me vale quel che costa.

    Sal
  • marillionmarillion
    Posts: 7,910Moderator, Redazione
    L'ascolto in cuffia è il business degli ultimi 10 anni nel campo sia del consumer che di conseguenza dell'Hi-Fi.
    Sono cambiate le abitudini di ascolto. C'è poco da fare ..
    Howdy
  • JackhomoJackhomo
    Posts: 331Member
    infatti, basta andare in qualunque store per trovare scaffali con auricolari e cuffie
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 9,063Member
    Jackhomo said:

    infatti, basta andare in qualunque store per trovare scaffali con auricolari e cuffie






    Esatto, per me è anche il più democratico, ci si può divertire anche con 30/40€.
    Sal
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 9,063Member
    marillion said:

    L'ascolto in cuffia è il business degli ultimi 10 anni nel campo sia del consumer che di conseguenza dell'Hi-Fi.
    Sono cambiate le abitudini di ascolto. C'è poco da fare ..






    Ora c'è molta più gente che ascolta musica, e lo fa dovunque, l'audiofilo con la poltrona in mezzo alle due casse che ascolta lo stesso album nell'ennesima riedizione, è roba da vecchi...
    Sal
  • Illbegood
    Posts: 623Member
    Beyerdynamic ha appena abbassato di 200 euro i prezzi delle top di gamma T1 e T5
  • bianchip37
    Posts: 58Member
    2slow4u said:

    I prezzi sono triplicati perche' l'interesse del pubblico si e' ennuplicato.
    Una volta il mercato delle cuffie era di nicchia, oggi e' uno di quelli che tirano di piu', e i costruttori "mungono" :)



    Ok ok ora ho capito, infatti l'ascolto in cuffia rispetto a quello classico con i diffusori sta prendendo sempre più piede e infatti anche molti ragazzi della mia età li vedo molte volte in giro con le cuffie, anche se sono economiche, e infatti i produttori di cuffie ne hanno approfittato

  • MCneroneMCnerone
    Posts: 9,063Member
    Illbegood said:

    Beyerdynamic ha appena abbassato di 200 euro i prezzi delle top di gamma T1 e T5






    Ecco, segno che nessuno se ne approfitta.
    Sal
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,780Moderator

    Perché i prezzi delle cuffie si sono alzati notevolmente? Per farvi un esempio, prima per acquistare una Top di gamma come la HD 600 bastavano 400 euro mentre oggi per acquistare una HD 800 ci vogliono il triplo dei soldi, tutte le case hanno aumentato di molto il listino prezzi, perché?

    perchè c'è stato un boom nel mercato mondiale cuffie inaspettato in questi ultimi anni, conseguenza di ciò l'aumento della produzione non ha decretato un calo deli prezzi anzi; come si suol dire .....fin che ce ne viva il re.




  • PhaetonPhaeton
    Posts: 1,564Member
    tutto giusto, tutto corretto. ma se posso vorrei dare un punto di vista alternativo. 

    l'interesse per le cuffie forse e' dato anche dall'impegno economico necessario per avere un sistema top. 

    20 anni fa si potevano comprare un paio di diffusori non dico top, ma vicino al top, per 5k (o per meglio dire, 10M), e un amplificazione di simile livello per altrettanto. oggi nessuno si vergogna a presentare una coppia di casse da 10k come mid-level.

    20 anni fa, a parte qualche maniaco, non c'era una forte richiesta di sistemi cuffia top. ce ne era qualcuna, ovvio, ma il resto era pensato per i walkman o poco piu'. perche'? di audiofili in grado di spendere 10k ce ne erano anche allora.

    oggi si puo' avere un sistema amp+cuffie di livello top per meno di 10k (a parte ovvio gli eccessi da gioielleria per chi pensa che "se costa tanto e' sempre meglio"), e un sistema eccellente per molto meno di 5k. se si azzecca l'accoppiata, anche con 1500 euro si puo' avere un sistema ottimo e definitivo. una cosa impossibile se invece si pensa ad un classico sistema amp+diffusori.

    ma sicuramente sbaglio io e quanto sopra e' solo un rantolo di un vecchiaccio sordo.
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - custom Halgorythme 300B and 2A3 (EML tubes, Double C-Core silver OPT)
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
  • Ftalien77
    Posts: 167Member
    Forse il fatto che ci siano sempre meno soldi nelle tasche (e con le cuffie penso si risparmi abbastanza) e sempre meno spazio nelle case ha spinto la gente verso questo trend.

    Se, poi, parliamo di inear, la qualità per euro è cresciuta in maniera drammatica, ultimamente. Riguardo le circumaurali o sovraurali non saprei.

    Mettiamoci anche che il mondo va verso l'ingordigia consumistica, di cuffie e di auricolari posso comprarne molte, mentre un sistema d'ascolto tradizionale richiede un approccio molto diverso.
  • MarziusMarzius
    Posts: 2,169Member
    L'impianto casalingo oltre al valore n volte superiore presuppone anche la disponibilità di una stanza adeguata se si vogliono raggiungere determinati risultati altrimenti non si sarà mai soddisfatti a prescindere da quanto si spende.
    Con le cuffie è tutto relativamente più semplice perchè viene meno l'ambiente ed i costi sono sicuramente più contenuti. Inoltre non si litiga con i vicini e con le mogli :-).
    Post edited by Marzius at 2017-09-11 11:48:46
    Massimo
  • remastersremasters
    Posts: 408Member

    Phaeton said:

    tutto giusto, tutto corretto. ma se posso vorrei dare un punto di vista alternativo. 


    l'interesse per le cuffie forse e' dato anche dall'impegno economico necessario per avere un sistema top. 

    20 anni fa si potevano comprare un paio di diffusori non dico top, ma vicino al top, per 5k (o per meglio dire, 10M), e un amplificazione di simile livello per altrettanto. oggi nessuno si vergogna a presentare una coppia di casse da 10k come mid-level.

    20 anni fa, a parte qualche maniaco, non c'era una forte richiesta di sistemi cuffia top. ce ne era qualcuna, ovvio, ma il resto era pensato per i walkman o poco piu'. perche'? di audiofili in grado di spendere 10k ce ne erano anche allora.

    oggi si puo' avere un sistema amp+cuffie di livello top per meno di 10k (a parte ovvio gli eccessi da gioielleria per chi pensa che "se costa tanto e' sempre meglio"), e un sistema eccellente per molto meno di 5k. se si azzecca l'accoppiata, anche con 1500 euro si puo' avere un sistema ottimo e definitivo. una cosa impossibile se invece si pensa ad un classico sistema amp+diffusori.

    ma sicuramente sbaglio io e quanto sopra e' solo un rantolo di un vecchiaccio sordo.


    Vero, però è anche vero che le mie B&W 802D pesano 80 KG l'una e hanno 13 strati di legno ricurvo e incollato , per cui sarebbe uno scandalo se una cuffia costasse lo stesso prezzo (stiamo parlando di un archetto, sia pure in fibra di carbonio nell'Utopia, due trasduttori e poco altro); penso che per le cuffie incida sul prezzo, più che in altri prodotti, la progettazione... E' un oggetto che apprezzo tantissimo (ne ho 4 di livello top)  e riconosco che la qualità sonora che si ottiene è  in taluni casi strepitosa rispetto al prezzo ma è giusto che quest'ultimo sia significativamente più basso rispetto ad una coppia di diffusori dove il mobile, l'imballo e il trasporto incidono ben di più sul prezzo finale...imho
    Mimmo
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,780Moderator
    @remaster....c'è qualche cuffia che costa uguale se non di più dei tuoi diffusori.   :D


  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,086Member

    @remaster....c'è qualche cuffia che costa uguale se non di più dei tuoi diffusori.   :D







    Chi la comprerà avrà magari diffusori da svariate ( molte ) decine di migliaia di euro.......gli eccessi non mancano mai come anche le illusioni...... ;)
  • remastersremasters
    Posts: 408Member

    @remaster....c'è qualche cuffia che costa uguale se non di più dei tuoi diffusori.   :D




    Purtroppo..., ho letto degli "eccessi" di Sennheiser e Hifiman, oggetti da collezione più che strumenti per la musica...
    (se faccio 6 al superenalotto l'Orpheus lo comprò pero, giusto per specchiarmi nel marmo 
    :D)
    Mimmo
  • edmondo77
    Posts: 612Member
    Mi chiedo invece se spendere tutti questi soldi (perché sono uscite fuori decine di migliaia di euro) per un impianto basato su cuffie o diffusori non importa....abbia senso al fine di un netto miglioramento delle prestazioni.

    Nel senso, se ti avanzano....anche anche, ma fra diffusori da 5000€ e altri da 10000€, c'è davvero il doppio della qualità sonora risultante?
    Ho il vago sospetto che i produttori ci marcino vagamente sopra.
    Ho ascoltato impianti completi da 3000€ che, fatti con criterio, suonavano quasi al livello di altri blasonati da 10000€.
    Ciò mi fa un po' pensare.....voi che ne dite?
    Post edited by edmondo77 at 2017-09-23 00:59:54
    Nakamichi CR-3, Nakamichi 480, Aiwa ad-f660, Technics rs-bx646, Aiwa ad-wx717, Nad c315bee, Sansui T80, Klipsch RF62 MkII
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,160Member
    Riguardo al prezzo delle cuffie trovo che le argomentazioni di Mcnerone siano corrette. Ma é pur vero che i prezzi del segmento alto si sono triplicati...certwmente non a parità di modello, ma con "la scusa" di far uscire modelli "nuovi e con prestazioni migliori".
    E questa é una tendenza generale del mondo Audio, almeno nel settore elevato.
    La "tolleranza" del mondo audiofilo per alcune "follie" tipo il sistema Orpheus della Sehhheiser é purtroppo cresciuta a dismisura: se l'Orpheus, da oltre 50.000 (cinquantamila!) euro venisse bollato come "idiozia", probabilmente ci sarebbe qualche freno inibitorie in più..
    Oltretutto ho ascoltato a Monaco (con prenotazione anticipata fatta il venerdì per poterlo ascoltare la domenica!) il sistema Sennheiser e, forse complice la mediocre sorgente digitale utilizzata, l'ho trovato assolutamente non superiore ai sistemi a Stax, ceri certo, ma di ordine di 10-20 volte meno!!
    D'altra parte, in tema di "follie" a Monaco si ascoltava un sistema Abyss cuffia + Woo audio ampli dedicato + DAC Lampizador che costava 120.000 (sì, centoventimila!) euro.
    L'ascolto con quel sistema era certamente migliore che con l'Orpheus, ma ancora una volta non migliore di un sistema 30 volte meno costoso....
  • pp
    Posts: 100Member
    è una storia vecchia, nell'hi end anche le piccole sfumature si pagano care
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,160Member
    image

    Ah, per 120.000 ti davano anche l'Aurender....
    No, a parte le battute dicevo che nel settore Audio mancano gli anticorpi per ridicolizzare le follie come tali.
    Spesso vengono giustificate con la frase "le sfumature si pagano molto".
    Ma quali sfumature scusate?? Nel 2017 ascoltare in cuffia qualunque registrazione, tutte realizzate per essere ascoltata a casa con i diffusori, suona ovviamente "innaturale", puoi anche spendere 240.000 euro invece che 120.000, ma il suono che esce ha questo limite grave! Quindi, di grazia, a che servono le migliorie delle sfumature, quando il problema principale, e grave, rimane??
    Questo volevo dire...e l'ho detto!
    Post edited by SimoTocca at 2017-09-23 09:00:36
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,160Member
    Ovviamente se le registrazioni fossero effettuate per essere ascoltate in cuffia, registrazioni assai più semplici da realizzare e senza bisogno di alcun mixaggio dei 50 microfoni che oggi servono a registrare un'orchestra, ecco che con una cuffia Philips da 120 euro o meno, si potrebbe sentire qualcosa che spazzerebbe via l'Orpheus e la Abyss come risultato sonoro finale! Altro che sfumature!
    E io spero ogni giorno, che con l'avanzare dei servizi di musica in streaming, venga creata un'apposita sezione, quella delle registrazioni fatte per essere ascoltate in cuffia...
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,160Member
    Quello che dico, ascoltare in cuffia con regostrazioni fatte con due microfoni montati su una "testa artificiale", lo dico per aver fatto, ancora bambino, un'esperienza di ascolto sconvolgente.
    Mi fecero ascoltare una cuffia elettrostatica Jecklin Float con una registrazione da Revox B77 a bobine, fatta con questa tecnica appena detta e...sembrava di essere con la testa immersa dentro la sala da concerto!!
    Certo quella era una cuffia straordinaria, e molto costosa (ma enne volte meno le cifre pazzesche oro ora citate), ma il merito principale di quell'ascolto era la registrazione fatta apposta per essere ascoltata in cuffia!

    image
  • MAXXIMAXXI
    Posts: 20,086Member
    Me la ricordo la JF , però mai ascoltata. E' rimasta però solo un ricordo....... ;) , magari ha dato la spinta per sviluppare quelle ad electrete.

    E , a proposito di registrazioni fatte per essere ascoltate in cuffia , ho comprato e scaricato quelle della Chesky. Se dicessi che l'ascolto mi ha sconvolto andrei dritto dritto all'inferno per bugia grave....... :D
  • 2slow4u2slow4u
    Posts: 2,475Member
    MAXXI said:

    E , a proposito di registrazioni fatte per essere ascoltate in cuffia , ho comprato e scaricato quelle della Chesky. Se dicessi che l'ascolto mi ha sconvolto andrei dritto dritto all'inferno per bugia grave....... :D

    Piu' che non sconvolgermi, a me le binaurali Chesky fanno abbastanza schifo.
  • KnifeEdge
    Posts: 13,333Member
    Concordo sul fatto che le top costino troppo (e lo dico da neoacquirente di una hd800S), ma non è con l'esercizio Orpheus che me la prenderei, quella è una "fuori mercato", un esercizio di stile appunto.
  • madmaxmadmax
    Posts: 3,925Member
    KnifeEdge said:

    Concordo sul fatto che le top costino troppo (e lo dico da neoacquirente di una hd800S), ma non è con l'esercizio Orpheus che me la prenderei, quella è una "fuori mercato", un esercizio di stile appunto.


    + 1

  • KnifeEdge
    Posts: 13,333Member
    E che... la (per me eccezionale, stratosferica) Hd800S sembra quasi un affare nel panorama odierno... 
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 9,063Member
    SimoTocca said:

    Ovviamente se le registrazioni fossero effettuate per essere ascoltate in cuffia, registrazioni assai più semplici da realizzare e senza bisogno di alcun mixaggio dei 50 microfoni che oggi servono a registrare un'orchestra, ecco che con una cuffia Philips da 120 euro o meno, si potrebbe sentire qualcosa che spazzerebbe via l'Orpheus e la Abyss come risultato sonoro finale! Altro che sfumature!
    E io spero ogni giorno, che con l'avanzare dei servizi di musica in streaming, venga creata un'apposita sezione, quella delle registrazioni fatte per essere ascoltate in cuffia...





    Ci sono già sistemi del genere, lavorano in ambito digitale, ne ho ascoltato uno al Canjam di Londra, ma non spazzano via nulla, anche se sono interessantissimi e non costano 2 lire.
    Roon ha inserito un menù dedicato con i parametri per spremere a fondo le Audeze, io lo uso con Lcd4 e lo trovo notevole, soprattutto sull'ambienza e la timbrica.
    Sal
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,160Member
    McNerone, ma tu ti riferisci a sistemi digitali che elaborano registrazioni audio già effettuate (per ascolto con diffusori come di norma)?
    Oppure a sistemi di registrazione digitale con testa artificiale a due canali?
    Non riesco a capire dalle tue parole, puoi spiegare meglio?
    Perché se tu avessi ascoltato le registrazioni analogiche, fatte con l'orchestra della televisione svizzera italiana, probabilmente diresti anche tu: spazzare via tutto il resto!
    D'altra parte é facilmente intuibile il perché! Suvvia non fatemi spiegare ciò che é ovvio e logico...
    Post edited by SimoTocca at 2017-09-24 09:48:43