Le sinfonie di Mendelssohn
  • gabelgabel
    Posts: 1,212Member
    Un saluto a tutti.

    Ho sempre avuto l'impressione che questo compositore "romantico" sia meno conosciuto o frequentato rispetto ai suoi vari contemporanei (Chopin, Schubert, Schumann o anche Berlioz): in particolare le sue sinfonie non sono - mi sembra - molto popolari, se escludiamo l'"italiana" e, forse, la "scozzese".

    Di queste due opere ho qualche incisione in CD: la 3° e, appunto, la 4° con Solti e Chicago S.O.; la 4° assieme alla 5° con Gardiner e, mi sembra, I Wiener (quindi niente filologia,, almeno a livello di strumenti musicali) e un'altra "italiana" con Bruggen. Nient'altro.

    Nessuna fra tutte queste, per vari motivi, mi convince appieno, anche se ammetto di avere un debole per la scozzese, della quale vorrei avere delle alternative.

    Sapreste suggerirmi altre edizioni, eventualmente anche in vinile, delle sinfonie del musicista di Berlino?
    Ciao, Gabriele.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    Kurt Masur, ascoltato anche dal vivo, eccellente, sensibilissimo interprete mendelsshoniano.
    Cofanetto Warner Classic con Gewandhausorchester

    https://www.amazon.it/Mendelssohn-Complete-Symphonies-String/dp/B01GSUHVMA/ref=sr_1_5?s=music&ie=UTF8&qid=1504947525&sr=1-5&keywords=mendelssohn

    Io ho questo, comprende le 5 sinfonie, pianoconcerti, Sogno di una notte.., e altri lavori orchestrali

    https://www.amazon.it/Mendelssohn-symphs-Nos-Kurt-Masur/dp/B000EQHV4S/ref=sr_1_2?s=music&ie=UTF8&qid=1504947695&sr=1-2&keywords=mendelssohn+masur

    Post edited by analogico_09 at 2017-09-09 11:03:29
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • mozarteummozarteum
    Posts: 52,078Member
    Il piu' grande Masur dal vivo in queste musiche. Non conosco i dischi li sentiro' su tidal.
    In disco non si puo' prescindere dalla Scozzese di Klemperer. Meravigliose le ultime tre dirette dal Muti giovane con la philarmonia. Una buona scelta resta anche Abbado
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • maverickmaverick
    Posts: 11,220Member
    il cofanetto DG con Abbado è per me sempre stato un riferimento, non sono mai riuscito a trovare qualcosa che mi convincesse di più : la seconda sinfonia, poi ( che Abbado ha ripreso molto più avanti con i Berliner, purtroppo senza registrarla) è una meraviglia, assolutamente sottovalutata.

    ho sempre sentito parlare molto bene di Masur mendelssohniano, e mi sono procurato ovviamente le registrazioni, anche selle cosiddette sinfonie giovanili.
    Le ho trovate sinceramente insipide e lontanissime dai risultati di Abbado; evidentemente Masur non è un direttore fonogenico.
    Post edited by maverick at 2017-09-09 11:11:48
  • TOLATOLA
    Posts: 3,037Member
    si Mendelssohn non è seguito come altri, ma è uno dei giganti. oltre alle sinfonie citate sono splendide molte delle sinfonie per archi!
    Thomas
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,081Member
    saro dissacrante..lo amo alla follia ma in taluni passaggi, per certi versi come tchaikowsky, eccede ed insiste su una linea romantica che diviene retorica...
    Nunzio
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member

    maverick said:



    ho sempre sentito parlare molto bene di Masur mendelssohniano, e mi sono procurato ovviamente le registrazioni, anche selle cosiddette sinfonie giovanili.
    Le ho trovate sinceramente insipide e lontanissime dai risultati di Abbado; evidentemente Masur non è un direttore fonogenico.
    Sta suonando ora la Scozzese, la registrazione non mi sembra ottima, è un po' attufata, questo sicuramente "maschera" il lavoro direttoriale "particolate", direi intimista, che tuttavia c'è... Ricordo dal vivo la misurata ricercatezza dei timbri e dei volumi sonori a fronte di un'interpretazione filigranata che mi sembra di percepire anche dal disco di cui non vorrei ora "parlare male" per suggestione.., mi piacerebbe conoscere il parere di chi conoscesse già le registrazioni che ho indicato o di chi le ascolterà... 
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • luckyjopcluckyjopc
    Posts: 12,489Member
    klemperer scozzese,è stata riversata anche in SACD.
    Ricordo l'emozione di ascoltarla per la prima volta ad edimburgo tra le rovine dell'antico palazzo reale che malinconia in quelle note che compresi allora.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    aggelos said:

    saro dissacrante..lo amo alla follia ma in taluni passaggi, per certi versi come tchaikowsky, eccede ed insiste su una linea romantica che diviene retorica...



    Se c'è un autore antiretorico per definizione quello è proprio Mendelssohn...  Campione di intense e contagiose asciuttezze affettivo/sentimentali e di chiare e auree forme "classiche", di un romanticismo antigravitazionale...
    Così lo definiva il "critico" Robert Schumann, in La Musica romantica, parlando della sinfonia Scozzese: 
    "Ogni pagina della partitura ci da nuova prova di come M. sappia finemente richiamare un antico pensiero, come sappia ornare una ripetizione in modo che ci si presenti come soffusa da una nuova luce, come sia ricco e interessante il particolare, senza sovraccarico e senza sfoggio filisteo di bravura".

    Nulla di più "oggettivamente" vero.

    (Tchaikowsky è un altro mondo, genialmente  "ripetitivo" e retorico...)
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-09 12:02:39
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member


    maverick said:




    Sta suonando ora la Scozzese, la registrazione non mi sembra ottima, è un po' attufata, questo sicuramente "maschera" il lavoro direttoriale "particolate", direi intimista, che tuttavia c'è...


    Seguito ad ascoltare i CD del cofanetto e devo confermare i limiti della registrazione che "ovattizzano" il grande lavoro interpretativo che ciò nonostante si percepisce, sostanzialmnete lo stesso che percepii in concerto...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • GabrilupoGabrilupo
    Posts: 3,228Member
    Maag?
  • jakob1965jakob1965
    Posts: 2,946Member
    Questo : nominato prima - meraviglioso:

    image
    Sorgente: Mecc Cambridge CXC + Dac 851 -D - Rega Saturn ; ampli: Sugden A21 SE - BC Acoustique EX 362D - Parasound Halo ; Diffusori: Canton Reference 7K - S.F. Minima Vintage; Cavi: Vovox - Kimber cable 4TC - VdH - Nordost - Gold Note Arno
  • maverickmaverick
    Posts: 11,220Member


    maverick said:




    Sta suonando ora la Scozzese, la registrazione non mi sembra ottima, è un po' attufata, questo sicuramente "maschera" il lavoro direttoriale "particolate", direi intimista, che tuttavia c'è...


    Seguito ad ascoltare i CD del cofanetto e devo confermare i limiti della registrazione che "ovattizzano" il grande lavoro interpretativo che ciò nonostante si percepisce, sostanzialmnete lo stesso che percepii in concerto...


    allora non sbagliavo ....
    dal vivo è uno dei direttori che non ho mai avuto occasioni di sentire, .. lo so che mi sarò perso qualcosa, .. ma non si può essere dappertutto.
    E in disco preferisco altro.
  • giorgiovinylgiorgiovinyl
    Posts: 3,616Member
    Abbado LSO DG sempre con la London Symphony molto interessante Gardiner su sacd, l'ho visto anche dal vivo...
  • gabelgabel
    Posts: 1,212Member
    Di Gardiner ho, appunto, questo (non SACD):

    image
    Ciao, Gabriele.
  • regiowebregioweb
    Posts: 5,900Member
    gabel said:

    Un saluto a tutti.


    Ho sempre avuto l'impressione che questo compositore "romantico" sia meno conosciuto o frequentato rispetto ai suoi vari contemporanei (Chopin, Schubert, Schumann o anche Berlioz): in particolare le sue sinfonie non sono - mi sembra - molto popolari, se escludiamo l'"italiana" e, forse, la "scozzese".

    Di queste due opere ho qualche incisione in CD: la 3° e, appunto, la 4° con Solti e Chicago S.O.; la 4° assieme alla 5° con Gardiner e, mi sembra, I Wiener (quindi niente filologia,, almeno a livello di strumenti musicali) e un'altra "italiana" con Bruggen. Nient'altro.

    Nessuna fra tutte queste, per vari motivi, mi convince appieno, anche se ammetto di avere un debole per la scozzese, della quale vorrei avere delle alternative.

    Sapreste suggerirmi altre edizioni, eventualmente anche in vinile, delle sinfonie del musicista di Berlino?




    ciao,
    ieri sera a Rimini Valcuha - con la Elbphilharmonie - ha diretto la 5^
    sei andato?
    Luca "Regio" Reggiani
  • aggelosaggelos
    Posts: 1,081Member

    aggelos said:

    saro dissacrante..lo amo alla follia ma in taluni passaggi, per certi versi come tchaikowsky, eccede ed insiste su una linea romantica che diviene retorica...



    Se c'è un autore antiretorico per definizione quello è proprio Mendelssohn...  Campione di intense e contagiose asciuttezze affettivo/sentimentali e di chiare e auree forme "classiche", di un romanticismo antigravitazionale...
    Così lo definiva il "critico" Robert Schumann, in La Musica romantica, parlando della sinfonia Scozzese: 
    "Ogni pagina della partitura ci da nuova prova di come M. sappia finemente richiamare un antico pensiero, come sappia ornare una ripetizione in modo che ci si presenti come soffusa da una nuova luce, come sia ricco e interessante il particolare, senza sovraccarico e senza sfoggio filisteo di bravura".

    Nulla di più "oggettivamente" vero.

    (Tchaikowsky è un altro mondo, genialmente  "ripetitivo" e retorico...)


    forse c'è bisogno di un approfondimento, la mia frase era troppo stringata..non voglio entrare nelle svariate figure retoriche musicali...per questo ci sono i testi o piu volgarmente wikipedia, nel mio commento intendo per retorica, addolcire le frasi musicali con abbellimenti, ripetizioni, accenti etc..una su tutte le ebridi dove il tema iniziale (peraltro bellissimo e coinvolgente) viene ripetuto svariate volte....
    Nunzio
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    maverick said:


    maverick said:




    Sta suonando ora la Scozzese, la registrazione non mi sembra ottima, è un po' attufata, questo sicuramente "maschera" il lavoro direttoriale "particolate", direi intimista, che tuttavia c'è...


    Seguito ad ascoltare i CD del cofanetto e devo confermare i limiti della registrazione che "ovattizzano" il grande lavoro interpretativo che ciò nonostante si percepisce, sostanzialmnete lo stesso che percepii in concerto...


    allora non sbagliavo ....
    dal vivo è uno dei direttori che non ho mai avuto occasioni di sentire, .. lo so che mi sarò perso qualcosa, .. ma non si può essere dappertutto.
    E in disco preferisco altro.
    Però la direzione è ottima ed è a causa del cattivo suono che non la si gode appieno se non si ha un punto di "ricordo"/riferimento del "live"...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member

    aggelos said:

    aggelos said:

    saro dissacrante..lo amo alla follia ma in taluni passaggi, per certi versi come tchaikowsky, eccede ed insiste su una linea romantica che diviene retorica...



    Se c'è un autore antiretorico per definizione quello è proprio Mendelssohn...  Campione di intense e contagiose asciuttezze affettivo/sentimentali e di chiare e auree forme "classiche", di un romanticismo antigravitazionale...
    Così lo definiva il "critico" Robert Schumann, in La Musica romantica, parlando della sinfonia Scozzese: 
    "Ogni pagina della partitura ci da nuova prova di come M. sappia finemente richiamare un antico pensiero, come sappia ornare una ripetizione in modo che ci si presenti come soffusa da una nuova luce, come sia ricco e interessante il particolare, senza sovraccarico e senza sfoggio filisteo di bravura".

    Nulla di più "oggettivamente" vero.

    (Tchaikowsky è un altro mondo, genialmente  "ripetitivo" e retorico...)


    forse c'è bisogno di un approfondimento, la mia frase era troppo stringata..non voglio entrare nelle svariate figure retoriche musicali...per questo ci sono i testi o piu volgarmente wikipedia, nel mio commento intendo per retorica, addolcire le frasi musicali con abbellimenti, ripetizioni, accenti etc..una su tutte le ebridi dove il tema iniziale (peraltro bellissimo e coinvolgente) viene ripetuto svariate volte....
    Lascia stare wiki e i "testi", non siamo a lezione.., hai espresso una sensazione tua che sta a te motivare, se credi...
    La figure compositive linguistico-musicali di brani geniali e folgoranti quale le Ebridi sono si "retoriche", nell'assunto "normale" e nobile e non già riduttivo o spregiativo del termine (ampolloso, ridondante, di scarsa sostanza..).
    Il compositore "reitera" , ribadisce "retoricamente", grandissima retorica.., i nuclei tematici per rappresentare il moto perpetuo delle onde marine che si infrangono contro la scogliera, che entrano ed escono nella/dalla "Fingal cave" ...
    in maniera tuttavia lirica, non meramente, naturalisticamente, descrittiva...


    Post edited by analogico_09 at 2017-09-09 16:01:24
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    Senza dimenticare il grande Harnoncourt (registrazione eccellente.., grande il dettaglio, gli strumenti "cantano" e anche grazie alla direzione si distinguono con chiarezza nella compagine orchestrale... )

    image




    Post edited by analogico_09 at 2017-09-09 15:59:20
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • GabrilupoGabrilupo
    Posts: 3,228Member

    Senza dimenticare il grande Harnoncourt (registrazione eccellente.., grande il dettaglio, gli strumenti "cantano" e anche grazie alla direzione si distinguono con chiarezza nella compagine orchestrale...
    br>
    img src="https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/51iKqWw126L.jpg">

    https://www.youtube.com/watch?v=aeoxTvgEK0U



    Di Harno ho il Sogno insieme a La prima notte di Walpurga. Ricordo una esecuzione "spiritata" (non voglio fare dello humor da quattro soldi). Vediamo se stasera posso riascoltarlo. Torno a chiedere di Maag, sia nella Scozzese degli anni d'oro Decca sia nell'integrale di una ventina d'anni fa registrata da Lincetto ed edita dalla Arts.

  • aggelosaggelos
    Posts: 1,081Member
    non sono un polemista, a tua differenza...hai espresso con buona facondia il mio pensiero...ti contradici...e o non e retorico...
    Nunzio
  • gabelgabel
    Posts: 1,212Member
    Che barba che noia… Sempre a far polemiche…  :-w
    Ciao, Gabriele.
  • aldinohiendaldinohiend
    Posts: 3,777Moderator
    Chiudo subito il tread?
    Aldo
    "Il bello della Musica è che quando ti colpisce non provi dolore"
    (Bob Marley)
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    Per quanto mi riguarda credo di aver portato contributi costruttivi sulla musica di Meldelssohn. La polemica costruttiva e civile è tuttavia il sale di una discussione. Imho. Se a qualcuno da fastidio è un problema suo, io cmq avevo già fatto il "passo e chiudo"... e rinuncio a fare un brevissimo e semplice chiarimento sul significato della parola "eccede", unito alla parola "insiste" riferito impropriamente alle composizioni di Mendelssohn.
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-10 02:08:24
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • gabelgabel
    Posts: 1,212Member
    In questo momento sto ascoltando la versione di Harno della "scozzese": mi sembra una lettura tersa, luminosa, a tratti (giustamente) nervosa, con una Chamber Orchestra of Europe in grande spolvero. Promette bene! ;)

    Interessante anche la segnalazione di Maag: tra l'altro i suoi Decca SXL sono fra i più ricercati e costosi (nonché bensuonanti). Ascolterò anche la sua esecuzione.
    Ciao, Gabriele.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    gabel said:

    In questo momento sto ascoltando la versione di Harno della "scozzese": mi sembra una lettura tersa, luminosa, a tratti (giustamente) nervosa, con una Chamber Orchestra of Europe in grande spolvero. Promette bene! ;)





    Felice che la mia segnalazione ti abbia entusiasmato. Solo una preciszione, diciamo una "info", spero non venga presa come polemica: non è una promessa, è una sicura realtà.
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-10 19:17:43
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • maverickmaverick
    Posts: 11,220Member
    trovo Peppe Analogico uno dei migliori recensori e interessanti forumer della sezione, ..dai .. su ..non scherziamo, e pensiamo alla musica
  • gabelgabel
    Posts: 1,212Member

    gabel said:

    ...spero non venga presa come polemica: non è una promessa, è una sicura realtà. 



    Ci mancherebbe! :D E perché mai dovrei considerarla una polemica? Anzi, grazie per la segnalazione, ho giù messo il CD in ordine. ;)
    Ciao, Gabriele.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    maverick said:

    trovo Peppe Analogico uno dei migliori recensori e interessanti forumer della sezione, ..dai .. su ..non scherziamo, e pensiamo alla musica



    Grazie Maurizio, sempre troppo generoso con l'apprezzamento.., obbedisco e torno (semi)serio... :)) ;)
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,917Member
    gabel said:

    gabel said:

    ...spero non venga presa come polemica: non è una promessa, è una sicura realtà. 



    Ci mancherebbe! :D E perché mai dovrei considerarla una polemica? Anzi, grazie per la segnalazione, ho giù messo il CD in ordine. ;)
    Meno male.., ero un po' in anZia... :D ;)
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes