Woofer elettroeccitati da 18"
  • toPICOtoPICO
    Posts: 5,115Administrator
    qualcuno di voi ha esperienze in merito con il tipo di woofer in questione?
    mi piacere sapere se li avete avuti o anche solo ascoltati
    pierfrancesco · www.topico.it · meno internet più cabernet
  • alexisalexis
    Posts: 18,543Member
    Ho ascoltato i jensen da 18" in un sistema Western Electric, per esempio.. :-)
    Ma non so se può aiutare..
    “Never assume malice when stupidity will suffice”
    "È più facile spiegare una tela di Fontana a un macellaio,
    che la Cappella Sistina a un imbianchino"
  • toPICOtoPICO
    Posts: 5,115Administrator
    ciao Alexis, certo che può aiutare
    sono entrato in possesso di woofer field coil da 18" prodotti dai francesi della Gougeon
    sono fatti molto bene, il motore è spaventoso, e per loro è arrivato il momento di rifarsi il trucco
    resta da capire come fare la bobina dal momento che somigliano molto più ai WE che ai succitati Jensen (che fra l'altro li costruiva per la WE)
    questo è il cestello in fase di sabbiatura...

    image
    pierfrancesco · www.topico.it · meno internet più cabernet
  • alexisalexis
    Posts: 18,543Member
    e con la membrana come farai..?
    “Never assume malice when stupidity will suffice”
    "È più facile spiegare una tela di Fontana a un macellaio,
    che la Cappella Sistina a un imbianchino"
  • toPICOtoPICO
    Posts: 5,115Administrator
    la faremo, così come la bobina
    abbiamo un paio di spider e bobine originali, di epoche differenti e di misure differenti
    stiamo pensando a come realizzarle anche perché non ci serve molta escursione, ma più efficienza
    ps: parlo al plurale non per emulare il mago Otelma, ma perché i woofer sono stati acquistati da me e un paio di amici :-D

    image
    pierfrancesco · www.topico.it · meno internet più cabernet
  • avvocatoscipioni
    Posts: 84Member

    Quei woofer sembrerebbero dei  Jensen, se lo sono erano alimentati a circa 100-110 volt, quindi dovrai fare anche un alimentatore a valvola per farli funzionare. Se erano in condizioni originali ci mettevi qualche pezza sul cono rotto e  forse poteva valere la pena farlo, ma cosi' purtroppo ...sono solo dei rottami e saranno dei rottami riconati che aldilà del divertimento a ricostruirli, ( se lo fai tu, perchè se devi pagare qualcuno per farlo non è un divertimento  ma sono solo soldi buttati ) non daranno nessuna soddisfazione.


     Io consiglierei di ascoltare un sistema di diffusori fatto con quella roba li e amplificato con roba della stessa epoca prima di imbarcarsi in un impresa costosa e inutile.

  • joe1949joe1949
    Posts: 37,536Member
    Ciao Pierfrancesco!
    Al limite chiedi un consiglio a Lorenzo @ilbetti   ;)
    Saluti a tutti - Fabio, Valdobbiadene (TV) - Je suis Paris
  • Altainefficienza
    Posts: 600Member
    joe1949 said:

    Ciao Pierfrancesco!
    Al limite chiedi un consiglio a Lorenzo @ilbetti   ;)



    L'idea era proprio di chiedere al Betti (magari se viene a Marzaglia glielo chiedo di persona...), anche perché vorremmo riavvolgere le bobine con certi accorgimenti che oggi sarebbero controproducenti e che lui, competente ed appassionato di materiali desueti, probabilmente conosce.  Tipo usare colle cellulosiche (totalmente inadatte alle temperature che si raggiungono oggi) e supporti in carta. Chi ce li ha dati ne aveva un paio già riconati fatti fare a Fertin, che è comunque uno che ci piglia... Non mi ricordo in che thread era intervenuto (il Betti intendo) spiegando di una commessa che aveva avuto, e che riguardava appunto riconare dei vecchi altoparlanti cercando di conservarne le qualità originali, e di come avesse constatato le differenze all''ascolto anche cambiando le colle (molto logico se ci si pensa, per esempio l'incollaggio tra supporto bobina e cono di fatto è un passa-basso).
    Tra le opzioni sulla riconatura (scartando le costosissime originali che lasciamo volentieri a persone come Azzeccagarbugli, che ne hanno più bisogno di noi) potremmo procurarci quelle in vendita su E-Bay (magari solo per fare prove) o chiedere a Kurt Muller (che le ha a catalogo) quante ne deve mettere in cantiere come ordine minimo.
    Se a qualcuno interessa la tecnologia di questi altoparlanti, l'alimentatore verrà fatto a diodi SIC (che uso da anni con soddisfazione nei miei ampli, e che Silvano Sivieri mi ha già confermato essere la migliore soluzione) e filtro CLC, 9 woofer sono a  110 Volt e 2 a 24 Volt. Le valvole raddrizzatrici, a vuoto (per i 110 Volt) od al mercurio (per i 24 Volt), non verranno utilizzate perché aggiungeremmo un altro centinaio di Watt al consumo (verranno usati due woofer per canale). Magari in futuro, basta fare un paio di prese in più sul trasformatore di alimentazione.
    Gli ampli che verranno usati avranno potenze bassissime, qualche Watt, quindi non ci saranno considerazioni su tenuta e dilatazione termica delle bobine stesse. Dovranno essere estremamente precise: il traferro è alto 7 mm, è largo 1,4 mm, le bobine originali hanno uno spessore di 1 mm, quindi lo spazio disponibile è 0,2 mm per parte.
    Le 2 bobine che abbiamo sono alte una 12,3 e l'altra 15,1. L'altoparlante è quindi "overhung" e l'escursione notevole (per i tempi intendo), 5,3 o 8,1 mm picco-picco. Volevano escursione... Con le trombe che stiamo simulando quella necessaria sarebbe 0,3mm a 50Hz (si vorrebbe scendere fino a lì) e 110dB, quindi anche questo non è un problema, potremmo scegliere di cercare un ulteriore aumento di efficienza facendoci costruire bobine più corte.
    Un saluto,
    Piero


  • avvocatoscipioni
    Posts: 84Member

    Di quello che hai scritto su una cosa mi trovi  perfettamente d'accordo, i coni e le bobine mobili originali  sarebbero  proprio sprecati.

  • toPICOtoPICO
    Posts: 5,115Administrator
    alexis said:

    Ho ascoltato i jensen da 18" in un sistema Western Electric, per esempio.. :-)
    Ma non so se può aiutare..



    Alexis non mi hai più detto che impressione hai avuto di quel sistema che hai ascoltato
    pierfrancesco · www.topico.it · meno internet più cabernet
  • audio retròaudio retrò
    Posts: 267Member
    Bonjour da Parigi,

    un prodotto interessante con woofer da 12" purtroppo... Wolf Von Langa Son. 
    Se avete l'occasione di ascoltarlo è "ideale " per ambienti piccoli/medii.

    Saluti
    Mc 275, C22, MR77, BowTechnologies ZZ8, Gyrodec & Grado, Eclipse TD712Z Mk2, interfaccia Stein, mobile MusicTools
  • alexisalexis
    Posts: 18,543Member
    toPICO said:

    alexis said:

    Ho ascoltato i jensen da 18" in un sistema Western Electric, per esempio.. :-)
    Ma non so se può aiutare..



    Alexis non mi hai più detto che impressione hai avuto di quel sistema che hai ascoltato


    la timbrica dei jensen da 18 è inarrivabile a mio avviso, faccio un po' fatica a scinderli dalla resa complessiva con le chiocciole we 15 a, il tutto con il raddrizzatore a tungar originali.
    un suono particolare, non molto esteso, ma estremamente comunicativo e ricco di informazioni, un po' intossicante, a dire il vero. l'esatto contrario del suono bum bum che di solito associamo a tal tipo di trasduttori.
    se riesco dovrei tornare prima o poi in quel di francoforte a casa del proprietario..
    “Never assume malice when stupidity will suffice”
    "È più facile spiegare una tela di Fontana a un macellaio,
    che la Cappella Sistina a un imbianchino"