Gentili Membri, le discussioni sono momentaneamente chiuse per esigenze legate alla migrazione al nuovo sito. Fanno eccezione le discussioni inerenti la migrazione stessa. ATTENZIONE! Dopo (e solo dopo) che sarà attivato il reindirizzamento, vale a dire quando scrivendo "videohifi" vi troverete da un'altra parte, se doveste riscontrare problemi di accesso, potete comunicare con noi usando il tasto CONTATTACI sulla nuova home page.
  • GianGastoneGianGastone
    Posts: 37,362Member
    Devo cominciare, mi consigliate pochi titoli/edizioni da avere a prescindere? Magari qualita' artistica e tecnica insieme
  • Gabrilupo
    Posts: 3,454Member
    Ring completo, Solti Decca, fra l'altro edito anche in unico Bluray audio di cui ho letto meraviglie.
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,945Member
    Ottimo proposito Giangastone.

    Puoi iniziare indifferentemente da una delle 10 opere ritenute degne dal Maestro di rappresentazione a Bayreuth. Olandese volante, Tannhause, Lohengrin, la Tetralogia ( Anello), I Maestri cantori di Norimberga, Il Tristano e Isotta e il Parsifal.

    A parte l'ottimo consiglio che già ti han dato potresti valutare il Parsifal diretto da Karajan o il Lohengrin diretto da Kempe o Abbado.
    Ti interessa un'opera in particolare? Intendo in base alla trama ...
  • GianGastoneGianGastone
    Posts: 37,362Member
    Solo capolavori, la classica e' talmente vasta, il tempo poco...
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    C'è il tutto wagner di solti, non solo il ring
    Però forse mi prenderei prima il tristano di baremboim
  • mozarteum
    Posts: 52,766Member
    io comincerei da un disco di ouverture, e prenderei Klemperer Emi o Bohm Dg (registrazione splendida coi Wiener), Mi pare che ci sia un doppio Dg con ouverture, in parte dirette da Bohm, in parte da Jochum.

    Le opere intere piano piano, non e' una passeggiata, e fra il Wagner del Vascello Fantasma (o addirittura del Rienzi) e quello del Tristano c'e' poi una grande differenza.

    Esplora su internet, fatti una idea e poi torna a chiedere qualcosa di specifico se qualche estratto d'opera ti ha interessato
  • chicco98chicco98
    Posts: 3,590Member
    mozarteum said:

    io comincerei da un disco di ouverture, e prenderei Klemperer Emi o Bohm Dg (registrazione splendida coi Wiener), Mi pare che ci sia un doppio Dg con ouverture, in parte dirette da Bohm, in parte da Jochum.

    Le opere intere piano piano, non e' una passeggiata, e fra il Wagner del Vascello Fantasma (o addirittura del Rienzi) e quello del Tristano c'e' poi una grande differenza.

    Esplora su internet, fatti una idea e poi torna a chiedere qualcosa di specifico se qualche estratto d'opera ti ha interessato



    concordo. le opere intere si godono dal vivo
    Post edited by chicco98 at 2017-08-31 13:05:27
  • AudiohikerAudiohiker
    Posts: 775Member
    Prendi questo se lo trovi

    Fritz Reiner conducts Wagner Rca living stereo.........sublime

    Oppure visto che hai la sfortuna/fortuna di essere all'inizio prendi direttamente il cofanetto living collection vol.2
    60 cd 1 euro a cd
    Il nostro è il cd 22 .......ed il resto è tanta roba per divertirsi
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    mozarteum said:

    io comincerei da un disco di ouverture, e prenderei Klemperer Emi o Bohm Dg (registrazione splendida coi Wiener), Mi pare che ci sia un doppio Dg con ouverture, in parte dirette da Bohm, in parte da Jochum.

    Le opere intere piano piano, non e' una passeggiata, e fra il Wagner del Vascello Fantasma (o addirittura del Rienzi) e quello del Tristano c'e' poi una grande differenza.

    Esplora su internet, fatti una idea e poi torna a chiedere qualcosa di specifico se qualche estratto d'opera ti ha interessato



    Io le ouvertures le trovo fuorvianti...
    Il tristano è abbordabilissimo
    Forse anche la walchiria
    Magari non in seduta unica...
    E sono un...non wagneriano... ;)
    Post edited by gpb at 2017-08-31 14:02:32
  • daniele68daniele68
    Posts: 401Member
    Abbordabilissimo il Tristano? E' forse l'opera più pesante di tutte nonostante i vertici supremi che tocca in molti momenti. E lo dico da wagneriano.
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    Pee me è il più abbordabile, anche come trama
    Quello in cui la melodia e le sue anticipazioni sono più chiare e umane, al di là degli arzigogoli del ring
  • PanurgePanurge
    Posts: 27,145Member
    Dai, la valchiria è potabilissima.
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    Citata ;)
  • skunkskunk
    Posts: 1,776Member
    Sergio desisti, che poi ti viene voglia di invadere la Polonia...
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    Era per quello che voleva... :D
  • jakob1965
    Posts: 3,158Member
    Una del cose più belle che ho:

    Un rito ascoltarlo - bello tutto - specialmente l'apertura dello scrigno del Graal 

    image

     


  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member

    gpb said:

     E sono un...non wagneriano... ;)

    Neppur io sono un wagneriano di ferro.., ho faticato non poco (aldilà del bene e del male...) a seguire integralmente le sue opere una sola volta nel corso degli anni; in genere ora faccio ascolti "scollati" dei "numeri" che mi piacciono di più e con i quali m'illumino ovviamente di sublime, così come potrei trovare un po' troppo "macchina da guerra" musicale (a proposito di "invadere la Polonia" :D ), quall'autorigirarsi intorno a se stesso  fino all'ultimo "lietmov", fino alla sfinimento poetico e psicofisico...
    Penso che l'eperienza bayreuthiana non possa non lasciare il segno traumatico, nell'esaltazione come nella "depressione" (o nelle due cose insieme) nello spettatore.

    Per poter interpretare il carattere "estensivo" di queste opere destinate a viaggiare ben oltre le più remote propaggini del Wallhalla, c'è bisogno, a mio avviso, di lavorare per "sottrazione" senza togliere nulla al "segno" compositivo, al sentimento turgido, prosciugando le eccessive e consumate retoriche "letterarie" e mitologiche, e nei peggiori dei casi oleografiche, a tutto vantaggio della musicalità asciutta e incisiva, nei tempi "spediti" ma non frettolosi, rinunciando formalismo autocompiaciuto alla "Karajan" sempre, e con ogni repertorio, troppo concentrato sulla cura della bella forma, del bel suono, del "legato".., causando in tal modo l'addormentamento della musicalità.
    In tal senso credo che Pierrer Monteaux -  direttore che viene dal periodo "classico" , che amo in modo particolare, grande in ogni repertorio -,  non solo nell'"Idilio" di cui alla clip che sto per postare, dia prova di una modernità interpretativa, tecnico-stilistica, formale e sentimentale impressionante; un paradigma atemporale nel quale dovrebbero specchiarsi tutti i direttori più o meno anche wagneriani...


    Post edited by analogico_09 at 2017-08-31 22:12:53
  • luckyjopcluckyjopc
    Posts: 12,674Member
    I primi 20 minuti del parsifal sono eccelsi. Poi quando comincia l'interminabile parte cantata... la palpebra tende a cadere
  • mozarteum
    Posts: 52,766Member
    Ma che stateaddi
  • mozarteum
    Posts: 52,766Member
    gpb said:

    mozarteum said:

    io comincerei da un disco di ouverture, e prenderei Klemperer Emi o Bohm Dg (registrazione splendida coi Wiener), Mi pare che ci sia un doppio Dg con ouverture, in parte dirette da Bohm, in parte da Jochum.

    Le opere intere piano piano, non e' una passeggiata, e fra il Wagner del Vascello Fantasma (o addirittura del Rienzi) e quello del Tristano c'e' poi una grande differenza.

    Esplora su internet, fatti una idea e poi torna a chiedere qualcosa di specifico se qualche estratto d'opera ti ha interessato



    Io le ouvertures le trovo fuorvianti...
    Il tristano è abbordabilissimo
    Forse anche la walchiria
    Magari non in seduta unica...
    E sono un...non wagneriano... ;)

    Giangastone viene da Raul Casadei
  • gpbgpb
    Posts: 24,185Member
    Allora va bene la walkiria :D
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    mozarteum said:

    Ma che stateaddi



    Quello che ho scritto. Che ne pensi di Monteux?
  • senek65senek65
    Posts: 4,555Member
    Panurge said:

    Dai, la valchiria è potabilissima.



    Poi però vi tocca invadere la Polonia
  • SimoToccaSimoTocca
    Posts: 1,219Member
    GianGastone, se il tempo é poco e non conosci per niente Wagner forse ti conviene avvicinarti prima alla sua musica che ad un opera lirica intera.
    Per seguire il filo di alcuni consigli che ti sono già stati dati, se hai TIDAL potresti iniazre ascoltando un album della Sony The Ring: an orchestral avventure, in cui il giovane Kristian Jarvi percorre tutte le quattro opere che compongono il Ring in un solo CD. Poi, se ti piace, in accordo con GPB potresti ascoltare la Walkiria, che anche se é la seconda opera del ciclo, in realtà é un'opera che puoi ascoltare anche "a parte" e ha un senso compiuto, anche musicale intendo.
  • KnifeEdge
    Posts: 13,402Member
    SimoTocca said:

    GianGastone, se il tempo é poco e non conosci per niente Wagner forse ti conviene avvicinarti prima alla sua musica che ad un opera lirica intera.
    Per seguire il filo di alcuni consigli che ti sono già stati dati, se hai TIDAL potresti iniazre ascoltando un album della Sony The Ring: an orchestral avventure, in cui il giovane Kristian Jarvi percorre tutte le quattro opere che compongono il Ring in un solo CD. Poi, se ti piace, in accordo con GPB potresti ascoltare la Walkiria, che anche se é la seconda opera del ciclo, in realtà é un'opera che puoi ascoltare anche "a parte" e ha un senso compiuto, anche musicale intendo.



    Del Ring without Words di Maazel/Berliner per la Telarc invece cosa ne pensi?
  • chicco98chicco98
    Posts: 3,590Member
    senek65 said:

    Panurge said:

    Dai, la valchiria è potabilissima.



    Poi però vi tocca invadere la Polonia


    Troppi film di Woody Allen?!
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    Per andare anche un po' oltre i "canoni" interpretativi, trovo notevole la trascrizione pianistica dell'"Idillio" da parte di Gould, grande creatore di frasi trasparenti dalle quali , articolate più allo "scoperto" senza il "peso" della compaggine orechestrale, emergono maggiormante, con estrema asciuttezza e grande vigore musicale, le arditezze armoniche, e compositive in senso lato, wagneriane, il cui genio non intendo affatto diconoscere nonostante la mia personale e insignificante "pompa" incontri, in genere, momenti di esaurimento durante gli ascolti operistici integrali...

    Puro godimento musicale




  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,597Member
    Ah.., Gould ha trascritto altri "numeri" tratti da I Maestri cantori e Il Crepuscolo....

    https://www.discogs.com/Wagner-Glenn-Gould-Siegfried-Idyll-Piano-Transcriptions/release/6092255

    Io ho questa vecchia copia Amadeus

    image
    Post edited by analogico_09 at 2017-09-01 13:50:41
  • mozarteum
    Posts: 52,766Member

    mozarteum said:

    Ma che stateaddi



    Quello che ho scritto. Che ne pensi di Monteux?





    Grande direttore (da quello che si giudica dal disco). Ma in Wagner preferisco altri. Comunque dicevo a Lucy che diceva che Parsifal dopo i primi 20 minuti fa dormire
  • luckyjopcluckyjopc
    Posts: 12,674Member
    E che posso farci? Anche tristano promette bene ma dopo 40 minuti sempre quell'accordo... se è sera è dura comunque devo approfondire non trovo mai il tempo sono opere lunghissime e conosco ancora poco
  • maverickmaverick
    Posts: 11,405Member
    se vi dico che Wagner è l'unico autore, .(. beh .. insieme a Ligety o a Cage ...) che non riesco a digerire, .. mi bannate dal forum ?