Kz ZS5 come suonano?
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    Sono entrato nel mondo delle in-ear solo da un paio d'anni a questa parte.
    Le mie prime esperienze con queste "cuffiette " erano state negative, al limite del fastidioso. Ora ascolto per lo più con le in-ear.
    Essendo curioso ho comprato di tutto. Dalle Kz ate (un nome un programma :D ) fino alle Shure 535SE, Westone W40e Dunu 2000 (le mie preferite). Per ora non mi sono spinto oltre, poi si vedrà.
    Continuo ancora a comprare queste cinesi "miracolose" per curiosità più che altro.
    Ho casa piena di in-ear spesso inutilizzate.
    Adoro le Dunu 2000 perché si avvicinano (come timbrica) al suono delle Sennheiser HD800. Tanto dettaglio e un basso non esagerato.
    Le in-ear economiche sono troppo caratterizzate nella timbrica, spesso hanno un basso esageratissimo o peggio ne mancano totalmente.
    Trovo le Fiio/Dunu (non so se la linea F la costruisca ancora la Dunu) un ottimo compromesso qualità/costo
    Del resto spendere centinaia di euro in lettori e 10 euro per una in-ear non ha molto senso nel nostro hobby. Anche perché spesso per curiosità poi se ne comprano diversi modelli e alla fine arriviamo alle cifre di una buona in-ear.
    Ognuno è libero di pensarla diversamente per carità.
    Questo è solo il mio pensiero sviluppato in base alle esperienze che mi sono fatto a mie spese.
    Poi, per la mia curiosità, prenderò sicuramente altri cino/miracoli. Però, se dovessi dare un consiglio non sarebbe certo di comprare questo tipo di in-ear. Che inoltre leggo, molti equalizzano..ancora di più un nonsense IMHO.
    Detto questo ..a breve mi arrivano le KZ ZST con il cavo in argento (?)...maledetta curiosità :D :D :D
    Post edited by marillion at 2017-09-20 06:26:07
    Howdy
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Costerà più il cavo che le in ear :D
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • djansiadjansia
    Posts: 15,165Member
    Argento di Bologna...diventa nero dalla vergogna.
    ...ho un cerchio alla testa...
    Andrea
  • Ftalien77
    Posts: 167Member
    E' giusto che ognuno viva questa passione a suo modo. Solo non comprendo perché non si dovrebbe equalizzare. Forse alcune delle cuffie da te scartate ti sarebbero gradite con un po' di eq.
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    In effetti poco comprensibile anche per me. Mi ricorda l'odio audiofilo nei confronti dei controlli di tono sugli ampli. Poi, soprattutto per un ascolto prevalentemente on the street l'EQ lo trovo utilissimo.
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • djansiadjansia
    Posts: 15,165Member
    Io equalizzo ad esempio, ma per correggere quelli che per me sono difetti della registrazione, per migliorarla a mio gusto.
    Se una cuffia non scende in basso a sufficienza, almeno per me, non lo farà neanche se glieli aggiungi equalizzando. Voglio dire che se si tratta di limiti della cuffia, hai voglia a equalizzare...se gli alti sono brutti, dell'equalizzatore che ci fai?
    ...ho un cerchio alla testa...
    Andrea
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    LUIGI64 said:

    In effetti poco comprensibile anche per me. Mi ricorda l'odio audiofilo nei confronti dei controlli di tono sugli ampli. Poi, soprattutto per un ascolto prevalentemente on the street l'EQ lo trovo utilissimo.



    Esatto. A questo punto una cuffia vale l'altra. Non trovi ?

    Howdy
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Sarò io che mi accontento di poco. Ma anche guardando la rsp. In frequenza delle cuffiette, per poi ritoccare un pochino con EQ, senza aspettarsi miracoli, spesso aiuta, almeno con smartph. E poweramp. Vedremo con il dap
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    djansia said:

    Io equalizzo ad esempio, ma per correggere quelli che per me sono difetti della registrazione, per migliorarla a mio gusto.
    Se una cuffia non scende in basso a sufficienza, almeno per me, non lo farà neanche se glieli aggiungi equalizzando. Voglio dire che se si tratta di limiti della cuffia, hai voglia a equalizzare...se gli alti sono brutti, dell'equalizzatore che ci fai?



    Un nonsense ..appunto
    Howdy
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    djansia said:

    Argento di Bologna...diventa nero dalla vergogna.



    Nulla di che ..ho preso il loro. Sarà argento vivo :D
    Howdy
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    LUIGI64 said:

    Costerà più il cavo che le in ear :D



    No. 10 euro..
    Howdy
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    marillion said:

    LUIGI64 said:

    In effetti poco comprensibile anche per me. Mi ricorda l'odio audiofilo nei confronti dei controlli di tono sugli ampli. Poi, soprattutto per un ascolto prevalentemente on the street l'EQ lo trovo utilissimo.



    Esatto. A questo punto una cuffia vale l'altra. Non trovi ?



    E chi l' ha detto? Proprio il contrario , per me
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    A parte i limiti oggettivi del singolo modello. Come è stato detto non tiri il succo dalle rape
    Equalizzando snaturi la cuffia.
    Poi, se piace, tutto si può fare
    Anche se, ripeto, non ne vedo il senso ..
    Post edited by marillion at 2017-09-20 12:18:04
    Howdy
  • Ftalien77
    Posts: 167Member
    Il senso è che una cuffia è uno strumento di ascolto che, in taluni casi, può fornirti il servizio che vuoi tu, ovvero il tipo di suono che vuoi tu, pur rimanendo l'oggetto che è, con le sue caratteristiche. Dopotutto lo scopo non è ascoltare una cuffia, ma ascoltare musica.

    Non sono assolutamente tutte uguali, alcune si equalizzano bene, altre no, inoltre alcune caratteristiche del suono non dipendono dall'equalizzazione. Prova a tirare fuori da una cuffia basshead il dettaglio che ti da una Sony XBA c10. Prova a tirare fuori bassi da una XBA c10.

    La ZS5 è vicina alla perfezione senza eq, ma se si desidera un po' di basso in più basta una piccola correzione. Mi pare cosa lecita e, anzi, consigliabile, giocare con le equalizzazioni per ottenere il suono desiderato.

    Per restare in topic la ZS5 si presta assai all'equalizzazione.
  • marillionmarillion
    Posts: 7,906Moderator, Redazione
    Io la penso diversamente . Mai avuto un equalizzatore in casa. Mai equalizzato nulla. Almeno non direttamente.
    Anche cavi, valvole etc equalizzano alla fine.
    Proprio non mi piace l'idea.
    Howdy
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Appunto è un approccio ideologico, che per carità ci può stare. Ognuno è libero di godersi la musica come meglio crede. Comunque, anche il mio naim xs non ha controlli di tono... :D :)
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • sfogar
    Posts: 966Member
    Anch'io sono contrario all'equalizzazione, in fin dei conti la musica si esprime in un regime DINAMICO, mentre l'equalizzazione agisce in un regime prettamente STATICO, al limite mi pare interessante il discorso DRC ma l'equalizzazione fatta con equalizzatori parametrici o grafici mi sembra una semplificazione eccessiva.
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    È chiaro che si tratta di un compromesso, ma per un ascolto on the street non mi pare blasfemo
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • Ultima Legione @Ultima Legione @
    Posts: 2,316Member
    marillion said:

    Io la penso diversamente . Mai avuto un equalizzatore in casa. Mai equalizzato nulla. Almeno non direttamente.
    Anche cavi, valvole etc equalizzano alla fine.
    Proprio non mi piace l'idea.



    E allora siamo in due, ma non perché in 30 anni di passione non siano mai capitati nel mio salotto ben piú di uno di equalizzatori, ma bensí perche ci sono durati veramente molto poco, pur non avendo nessun particolare preconcetto quando si parla di setup audio.

    Alla fine dei conti, usando un qualunque tipo di equalizzazione (propriamente detta o come anche la banale regolazione alti/bassi e sin anché l'inserire/disinserire il loudness) mi sono sempre e costantemente ritrovato con qualcosa che non mi tornava piú sia in termini di realismo che di equilibrio e nuance musicale.

    Peró come dice Luigi per un ascolto "street" e con bel pó di generi musicali tipo techno, funk, elettronica ci puó stare e aggiungo che io personalmente in macchina non riuscirei ad ascoltare musica, se dovessi escludere la mezza dozzina di correzzioni ed equalizzazioni che ha disponibili la mia autoradio.
    Post edited by Ultima Legione @ at 2017-09-20 13:57:26
    …..........ho gusti semplici, scelgo solo il meglio (Oscar Wilde).
  • Ftalien77
    Posts: 167Member
    Oltre ad un discorso legato ai soliti sacrosanti gusti personali, va visto anche l'impianto con cui si ascolta.

    Io da molto tempo non ho l'opportunità di ascoltare con qualcosa di decente, in ambiente, e la mia misera, piccola cassa Bose Soundlink la DEVO equalizzare, altrimenti è troppo chiusa e bassosa. Dopotutto, però, è tutto ciò che ho, mica posso rinunciare ad ascoltare o piegarmi ad un suono che mi piace meno perché non voglio toccare l'eq.

    Può essere che voi, con impianti di un certo livello, non sentiate la necessità di farlo, o, magari, su hifi seri l'equalizzazione peggiora realmente il suono, onestamente non ne ho esperienza e m fido di quanto dite.

    Riguardo ad auricolari e cuffie preferisco anche io non farlo, ma se necessario e se aumenta quello che è il semplice piacere d'ascolto non ho freni, soprattutto con le in ear. In questo ambito la mia esperienza è che una ritoccatina, nonché l'aggiunta in quantità moderata di effetti quali crossfeed e simili rendano l'esperienza più interessante.
  • Ftalien77
    Posts: 167Member
    Una cosa va aggiunta: se la catena d'ascolto è quanto più vicino al flat, allora anche io tendo a non toccare niente, soprattutto in ambiti per me sacri (Alan Parsons, J.M.Jarre), forse, anzi, equalizzo appositamente per avvicinarmi a tale condizione conservando un poco di presenza in basso ed un poco di spazio in alto.

    La ZS5 è sostanzialmente perfetta, per i miei gusti, e, infatti, la apprezzo già in modo flat, magari con la sola aggiunta di un briciolo di virtualizer, cosa che nell'ascolto in ambiente non farei (non ne avrei bisogno).
  • enzo72enzo72
    Posts: 537Member
    Io pure uso la zs5 sostanzialmente senza eq, ritocco silo i bassi un pelino in meno.
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    A dire il vero, per ascolti on the street, più o meno, equalizzo un poco tutto.Anche la.beyer t51p, che.tanto scarsa non dovrebbe essere. Anzi avevo trovato in rete un tizio che consigliava quali frequenze era oppprtuno ritoccare proprio per le beyer e provando io stesso, tutti i torti non li aveva, anzi. Comunque, spero che.passando ad un dap ci sia.molto meno bisogno di equalizzare. A casa mai controlli di tono, né equalizzatori. Soltanto fine tuning con cavi di segnale e/o alimentazione, ma cercando di evitare impazzimenti.
    Post edited by LUIGI64 at 2017-09-20 15:34:56
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • MarziusMarzius
    Posts: 2,162Member
    Ma scusatemi se basta un EQ a rendere il suono come piace noi perchè produrre Nmila amplificatori, Nmila casse, Nmila lettori, Nmila cuffie, etc etc? ahahahah
    Il settore deve pur campare!
    Pippe mentali!!! Pippe mentali!!! Pippe mentali!!!
    Ho visto persone soddisfatte crollare alla prima critica sul proprio impianto segno che questo hobby non ha certezze e che basta un brano, magari registrato a minchia, che ci si comincia a fissare che c'è qualcosa che non và nel nostro impianto e bisogna cambiare qualcosa!
    Post edited by Marzius at 2017-09-20 15:40:37
    Massimo
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Io per ogni genere musicale, ho un cavo di segnale diverso... <:-P
    Post edited by LUIGI64 at 2017-09-20 15:36:34
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • MarziusMarzius
    Posts: 2,162Member
    Io ho una cuffietta per ogni canzone :-)
    Massimo
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Marzius said:

    Ma scusatemi se basta un EQ a rendere il suono come piace noi perchè produrre Nmila amplificatori, Nmila casse, Nmila lettori, Nmila cuffie, etc etc? ahahahah

    Il settore deve pur campare!
    Pippe mentali!!! Pippe mentali!!! Pippe mentali!!!
    Ho visto persone soddisfatte crollare alla prima critica sul proprio impianto segno che questo hobby non ha certezze e che basta un brano, magari registrato a minchia, che ci si comincia a fissare che c'è qualcosa che non và nel nostro impianto e bisogna cambiare!


    C'è sempre qualcosa che.non va. Come per tutte le passioni, il vero audiofilo spesso cerca infiniti upgrade e ciò può durare una vita intera
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,810Member
    Marzius said:

    Io ho una cuffietta per ogni canzone :-)



    Che noia, sempre ad scoltare le stesse canzoni. :D
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • MarziusMarzius
    Posts: 2,162Member
    I brani registrati ad arte non hanno bisogno di nessun EQ ma l'80% dell'immondizia che circola purtroppo SI
    Massimo
  • Ftalien77
    Posts: 167Member

    :))

    Equalizzare non ucciderà mai il mercato, perché equalizzare non redime un auricolare a noi sgradito per aspetti quali stage, dettaglio, eccetera, inoltre l'equalizzazione ha dei limiti, va bene per piccoli aggiustamenti.