Cavi di potenza per B&W 804 Diamond
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    Come da titolo, le piloto con amplificazione ARC (pre LS25MkII + finale 100.2). Il cavo attuale è un onesto KK 4VS.

    Stavo pensando a un cavo con bi-wiring interno, con sezione non grossa e flessibile.

    Cosa vorrei, in termini di suono? Mantenere le belle prerogative delle 804 d2, donando un pizzico di "magia" in più al dettaglio delle medie frequenze.

    Budget 4-500 €.

    Un grazie anticipato!
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • Mister66Mister66
    Posts: 2,205Member
    Io con un misero viablue sc4 piloto egregiamente il mio impianto a dispetto di cavi da sultano del Brunei.
    Il cavo ha 4 cavi pari sezione, 2 per le alte in rame placcati argento e 2 in rame per le basse.
    Autocostruito con meno del tuo budget.

    http://www.audiophonics.fr/fr/recherche?mincharsearch=2&orderby=position&orderway=desc&search_query=Viablue&controllerUri=search&p=2

    Qui trovi anche gli assemblati dalla Viablue.
    Il sito è super affidabile. Ho appena preso gli Yarbo di alimentazione
    Post edited by Mister66 at 2017-07-29 21:19:22
    Ampli Luxman L590AX - Cdp/Dac Yamaha Cd-S3000 - Diff Wilson Benesch Vertex - Lettore di rete Bluesound Node2 - Project 2experience dc Acryl - Testina Ortofon Silver
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    Molto interessante, Mister: l'oggetto potrebbe proprio corrispondere a ciò che cerco.

    Scusa se abuso della tua pazienza, ma per caso sai se può essere terminato con forcelle, lato ampli?
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • Mister66Mister66
    Posts: 2,205Member
    Se autocostruiti non hai problemi per forcelle o banane.
    Originale ti dico la verità non ne ho idea, nelle foto ho sempre visto le banane.
    Prova a vedere sul sito ufficiale Viablue.
    Anche questi potrebbero essere interessanti, sono Italiani e danno la possibilità di provarli.

    http://www.neutralcable.it/cavi_di_potenza#ad-image-2
    Post edited by Mister66 at 2017-07-30 08:46:39
    Ampli Luxman L590AX - Cdp/Dac Yamaha Cd-S3000 - Diff Wilson Benesch Vertex - Lettore di rete Bluesound Node2 - Project 2experience dc Acryl - Testina Ortofon Silver
  • Gian
    Posts: 1,650Member
    Utilizzo anche io i Viablue sc4, ma con le 802.
    Cavi nel mio impianto ormai definitivi.

    Ciao
    Gianluca

  • BiggyBiggy
    Posts: 3,491Member
    Sentiteci dei Cardas Golden Reference o Clear Reflection e poi mi direte cosa erano i Viablue a confronto... se n'é accorto perfino transaminasi \:D/ !!!
    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)

  • Mister66Mister66
    Posts: 2,205Member
    Ha chiesto cavi da 500 euro.. non da 3000!
    Ampli Luxman L590AX - Cdp/Dac Yamaha Cd-S3000 - Diff Wilson Benesch Vertex - Lettore di rete Bluesound Node2 - Project 2experience dc Acryl - Testina Ortofon Silver
  • saltatosaltato
    Posts: 1,809Member
    Biggy said:

    Sentiteci dei Cardas Golden Reference o Clear Reflection e poi mi direte cosa erano i Viablue a confronto... se n'é accorto perfino transaminasi \:D/ !!!



    lo sai che usano questo cavo all'interno delle tu e b&w?
    http://www.vandenhul.com/products/cables/cs-12-hf-halogen-free
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    Urca, 3k Euro è decisamente più di quanto non pensassi... Grazie comunque per la dritta!
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • machenrymachenry
    Posts: 971Member
    Ciao, attualmente ho i Rocket 88 biwiring della Audioquest, andavano molto bene anche con le 804 D2 che avevo in precedenza. Mi sembra che sul mercatino ce ne siano un paio in vendita. Altrimenti, se vuoi spendere meno, anche i Rocket 44 sono ottimi, su Ebay li trovi a 400 euro circa. ;)
    Enrico
    ampli Audio Analogue Maestro Anniversary, lettore Esoteric X-05, pre phono Primare R32, piatto Clearaudio Performance DC, testina Clearaudio Talisman V2 Gold, diffusori Sonus Faber Olympica II.
  • PietroPDPPietroPDP
    Posts: 10,625Member
    Mister66 said:

    Ha chiesto cavi da 500 euro.. non da 3000!



    Si ma a quel punto si tiene i Kimber che ha.
    Scusate ma il Viablue ex di Transaminasi l'ho ascoltato ed era decisamente pessimo ed era il top di gamma.
    A quel punto meglio pure un VDH Magnum se non si ha o non si vuole investire in un cavo.
    Pietro De Palma - San Cesareo (Roma) Gli anni passano, le orecchie migliorano.
    Molti sono convinti di essere più furbi degli altri, ma non si rendono conto che gli altri non sono fessi ...
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    machenry said:

    Ciao, attualmente ho i Rocket 88 biwiring della Audioquest, andavano molto bene anche con le 804 D2 che avevo in precedenza. Mi sembra che sul mercatino ce ne siano un paio in vendita. Altrimenti, se vuoi spendere meno, anche i Rocket 44 sono ottimi, su Ebay li trovi a 400 euro circa. ;)
    Enrico



    Grazie Enrico.
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    PietroPDP said:

    Mister66 said:

    Ha chiesto cavi da 500 euro.. non da 3000!



    Si ma a quel punto si tiene i Kimber che ha.
    Scusate ma il Viablue ex di Transaminasi l'ho ascoltato ed era decisamente pessimo ed era il top di gamma.
    A quel punto meglio pure un VDH Magnum se non si ha o non si vuole investire in un cavo.


    Quindi i KK 4VS sono competitivi rispetto a cavi nuovi da 500€?

    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • PietroPDPPietroPDP
    Posts: 10,625Member
    diego_g said:

    PietroPDP said:

    Mister66 said:

    Ha chiesto cavi da 500 euro.. non da 3000!



    Si ma a quel punto si tiene i Kimber che ha.
    Scusate ma il Viablue ex di Transaminasi l'ho ascoltato ed era decisamente pessimo ed era il top di gamma.
    A quel punto meglio pure un VDH Magnum se non si ha o non si vuole investire in un cavo.


    Quindi i KK 4VS sono competitivi rispetto a cavi nuovi da 500€?



    Ti posso dire una cosa in piena onestà?
    I cavi è un mondo complesso e a culo.
    Non spendere un centesimo se non provi e su quelle fasce di prezzo purtroppo mediamente i risultati non sono eccelsi.
    I Kimber sono un po' acidelli e sparatelli non li vedo il connubio più adatto alle 804 Diamond, ma con quella cifra sul nuovo lascia stare, sull'usato a trovarli potresti cercare un Audioquest Caldera che è morbido e corposo, altrimenti sul nuovo bisogna salire e in alcuni casi anche sull'usato.
    Pietro De Palma - San Cesareo (Roma) Gli anni passano, le orecchie migliorano.
    Molti sono convinti di essere più furbi degli altri, ma non si rendono conto che gli altri non sono fessi ...
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    Grazie!
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • TopHi-EndTopHi-End
    Posts: 4,282Member
    Oramai li consiglio da quando li ho presi: Tellurium Q Black.

    Se ti serve un bi-amp, ne prendi due coppie.
    Nino
    Il suono "neutrale" è un concetto molto soggettivo per stabilirne uno standard di riferimento.
  • pionazpionaz
    Posts: 145Member
    Argomento molto delicato anche perchè si possono spendere cifre assurde senza aver nessun giovamento e molte volte adirittura dei peggioramenti. Quindi l'unica via è quella della porva in casa con la propria catena. Personalmente dopo varie prove, uso dei cavi in puro rame litz bi wiring costruiti da un ferrarese (forse qualcuno lo conosce già). Secondo me sono di livello eccezionale sopratutto rapportato al prezzo. Con 250/300 euro li compri (a seconda della lunghezza) e te li puoi far teminare come vuoi. Costruzione ottima, progetto e tipologia di cavi usati da marchi molto blasonati che però li vendono a prezzi anche 5 volte superiori. Hanno sostituito i miei "vecchi" audioquest migliorando tantissimo il suono che ora risulta molto più pulito e dettagliato con dei bassi controllatissimi.
    Li venede sulla baya con garanzia soddisfatti o rimborsati, quindi puoi tranquillamnete farteli arrivare a casa, provarli ed eventualmente restituirli.

    2 ch: Mcintosh C2200 - Mcintosh 2xMC501 - Mcintosh MCD 301 - Project 6 Perspex - Monitor Audio PL 300
    HT: krell HTS 7.1 - Panasonic UB900 - Marantz MM8003 - Monitor Audio Gs 60 + Gslcr
  • miky8miky8
    Posts: 1,209Member
    Da possessore dei tuoi stessi diffusori , ti dico un ovvietà...devi fare delle prove.
    Con la precedente amplificazione mi trovavo molto bene con gli Audioquest rocket 88 bw.

    Ora che possiedo l'amplificatore in firma ( sn2 ) preferisco i tellurium q black.
    Rega p5 modded/Aurion pha 100/Naim cd5xs+hicap dr/Sn2+hicap dr/B&w 804d2/ tellurium q black & din
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    pionaz said:

    Argomento molto delicato anche perchè si possono spendere cifre assurde senza aver nessun giovamento e molte volte adirittura dei peggioramenti. Quindi l'unica via è quella della porva in casa con la propria catena. Personalmente dopo varie prove, uso dei cavi in puro rame litz bi wiring costruiti da un ferrarese (forse qualcuno lo conosce già). Secondo me sono di livello eccezionale sopratutto rapportato al prezzo. Con 250/300 euro li compri (a seconda della lunghezza) e te li puoi far teminare come vuoi. Costruzione ottima, progetto e tipologia di cavi usati da marchi molto blasonati che però li vendono a prezzi anche 5 volte superiori. Hanno sostituito i miei "vecchi" audioquest migliorando tantissimo il suono che ora risulta molto più pulito e dettagliato con dei bassi controllatissimi.
    Li venede sulla baya con garanzia soddisfatti o rimborsati, quindi puoi tranquillamnete farteli arrivare a casa, provarli ed eventualmente restituirli.



    Grazie mille, ma vorrei fossi più esplicito circa il fornitore ferrarese, che non conosco...

    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    miky8 said:

    Da possessore dei tuoi stessi diffusori , ti dico un ovvietà...devi fare delle prove.
    Con la precedente amplificazione mi trovavo molto bene con gli Audioquest rocket 88 bw.

    Ora che possiedo l'amplificatore in firma ( sn2 ) preferisco i tellurium q black.



    Anche tu mi consigli i Tellurium Q Black: da considerare seriamente, a questo punto...

    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    TopHi-End said:

    Oramai li consiglio da quando li ho presi: Tellurium Q Black.

    Se ti serve un bi-amp, ne prendi due coppie.



    Hrazie anche a te, come a Micky.

    Nell'esprimere il vostro suggerimento per i Tellurium, avete tenuto conto del fatto che il mio finale (ARC 100.2) è già piuttosto "dolce" di suo?
    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • miky8miky8
    Posts: 1,209Member
    I tellurium q black sono molto neutri timbricamente.
    Se li prendi nuovi playstereo ti da la possibilità di provarli x 30 giorni
    Rega p5 modded/Aurion pha 100/Naim cd5xs+hicap dr/Sn2+hicap dr/B&w 804d2/ tellurium q black & din
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    diego_g said:

    TopHi-End said:

    Oramai li consiglio da quando li ho presi: Tellurium Q gBlack.

    Se ti serve un bi-amp, ne prendi due coppie.



    Grazie anche a te, come a Miky.

    Nell'esprimere il vostro suggerimento per i Tellurium, avete tenuto conto del fatto che il mio finale (ARC 100.2) è già piuttosto "dolce" di suo?


    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner
  • saperusasaperusa
    Posts: 4,956Industry
    TopHi-End said:

    Oramai li consiglio da quando li ho presi: Tellurium Q Black.

    Se ti serve un bi-amp, ne prendi due coppie.



    Giusto per chiarire perché a mio parere vale la pena puntualizzare che cosa è un biwiring.
    Un cavo che parte da una determinata geometria, qualunque essa sia e si va a sdoppiare a 20-30 cm dal diffusore ripartendo i conduttori in due rami per collegarli alla gamma alta e bassa del diffusore, non è un vero biwiring.
    Molto meglio un cavo mono wiring con i relativi ponticelli per collegare la gamma bassa o alta al cavo di potenza.
    E' una soluzione più pulita e mia parere più razionale.
    Un cavo biwiring in generale parte da una coppia di rami che si vanno ad unire lato elettroniche a 10-20 cm con forcelle o banane o anche  due coppie di cavi di potenza uno terminato banane e uno forcelle per collegarsi all'ampli.
    I due rami dei cavi di potenza, quelli che collegano la gamma bassa  e alta del diffusore non dovrebbero avere la stessa sezione/geometria/valori elettrici ma dovrebbero essere specializzati per la gamma bassa e alta del diffusore.
    Del resto avendo valori resistivi diversi nei due rami andranno a distribuirsi in modo diverso ed è esattamente quello che vogliamo.
    Quindi, sempre a mio parere, mettere due cavi identici per fare un biwirnig è un errore.
    In questo caso preferisco e consiglio un monowiring con ponticelli dedicati e poi in un secondo momento aggiungere una seconda coppia di cavi di potenza calibrati per la gamma alta del diffusore.
    L'unico caso in cui questa affermazione non è corretta vale per diffusori che hanno sui morsetti della gamma alta TW, MD, e mid woofer collegati, mentre per la gamma bassa il sub.
    In questo caso i due rami possono essere uguali, negli altri sempre meglio specializzare i due rami.
    Detto questo su quel diffusore, che conosco, penso che in prima battuta un buon monowiring sia la scelta giusta visto il budget da investire sui cavi con dei ponticelli dedicati.

    S.

    Silcable - Where Your music breathes
  • il Mariettoil Marietto
    Posts: 2,435Member
    Saperusa, leggendoti mi sembra di capire che i Mit della serie Matrix in versione Bw , questa possiedo,
    non offrirebbero un vero Bw , ne siamo sicuri?
    Il Marietto (aka Quakee)
  • saperusasaperusa
    Posts: 4,956Industry
    Mario, mi aspettavo questa replica proprio con Mit che per alcuni aspetti è l'eccezione che conferma la regola.
    Mit da vent'anni attraverso una rete passiva riesce ad ottimizzare l'interfacciamento elettroniche diffusori fregandosene delle geometrie visto che con una rete passiva e degli switch ha un ampio margine di azione.
    Prova è che i top di gamma che costano credo attorno ai 50.000 euro sono considerati validissimi pur adottando un unico ramo per sdoppiarsi vicino al diffusore.
    Rimane comunque un compromesso, che poi loro lo abbiano allegramente superato questo no cambia a mio parere i fatti.
    Chi utilizza in fase di progetto geometrie per ottenere determinati valori elettrici sui propri prodotti a mio parere dovrebbe prediligere lo sdoppiamento totale dei due rami.

    S.
    Silcable - Where Your music breathes
  • ernesto14
    Posts: 165Member
    Mi sembra che non sia stata presa in considerazione, avendo quale base di partenza il cavo kk 4vs, l'ipotesi di rimanere in casa kimber, ma con modelli  verosimilmente più performanti,  quali possono essere :   8vs,   4tc, e 8tc.   Personalmente ho provato  prima il 4tc,  trovandolo senz'altro migliore del 4pr che andava a sostituire.  Ma poi, quando ho avuto la possibilità di provare l'8tc,  quest'ultimo ha mostrato di poter fare un avvertibile salto di qualità a tutto il sistema, mostrandosi senz'altro preferibile.  Alla vista si nota  il raddoppio dei cavi impiegati, nella classica configurazione twistata di kimber, che comporta anche il raddoppio del costo dell'8tc rispetto al 4.  Ma all'ascolto la maggiore differenza, a mio parere, è una sensazione di trasparenza  del cavo maggiore che il 4tc non ha, apparendo quest'ultimo, pur buono in relazione al costo,  al confronto attuffato e compresso.  Insomma la configurazione a 8  dà al cavo una fisionomia nuova, più spigliata, che ne fa un ottimo all rounder, riuscendo a coniugare un costo ragionevole con delle prestazioni di buon livello.   Credo che per salire di livello occorra spendere molto di più, oppure scegliere dei cavi che da una specifica esperienza di ascolto a confronto con altre soluzioni siano risultati particolarmente affini e sinergici alle  B&W, che però io non conosco.    Inoltre so che esiste anche il 12tc, ma in proposito non ho alcuna esperienza, e, francamente,  non credo che aumentare la massa in gioco porti automaticamente solo vantaggi, salvo diverso avviso di chi l'abbia eventualmente provato, al cospetto della cui pratica esperienza mi inchinerei senz'altro. 
    Per quanto riguarda il biwiring, avendo io sia il 4tc  che l'8tc, potrei, sulla scorta di quanto suggerito da Perusini, provare a usarli uno sugli alti ed uno sui bassi, come già pensavo, ma senza troppa convinzione. Del resto, avendo il  4vs,  basterebbe un 8vs per fare una analoga prova.  Non ho troppa convinzione perchè generalmente viene consigliato di mettere il cavo migliore sugli alti, e il cavo più grosso sui bassi, ma, come ho detto prima, secondo me l'8tc è sia più grosso sia migliore del 4.  Come ne esco?  Facile, con delle prove. Senonchè alle volte mi viene meglio ascoltare la musica piuttosto che fare prove, e allora le rimando, le rimando.....  
  • Mister66Mister66
    Posts: 2,205Member
    ernesto14 said:

    Facile, con delle prove. Senonchè alle volte mi viene meglio ascoltare la musica piuttosto che fare prove, e allora le rimando, le rimando.....  



    Saggia decisione....
    Ampli Luxman L590AX - Cdp/Dac Yamaha Cd-S3000 - Diff Wilson Benesch Vertex - Lettore di rete Bluesound Node2 - Project 2experience dc Acryl - Testina Ortofon Silver
  • pazu970
    Posts: 3,956Member
    ernesto14 said:

    Mi sembra che non sia stata presa in considerazione, avendo quale base di partenza il cavo kk 4vs, l'ipotesi di rimanere in casa kimber, ma con modelli  verosimilmente più performanti,  quali possono essere :   8vs,   4tc, e 8tc.   Personalmente ho provato  prima il 4tc,  trovandolo senz'altro migliore del 4pr che andava a sostituire.  Ma poi, quando ho avuto la possibilità di provare l'8tc,  quest'ultimo ha mostrato di poter fare un avvertibile salto di qualità a tutto il sistema, mostrandosi senz'altro preferibile.  Alla vista si nota  il raddoppio dei cavi impiegati, nella classica configurazione twistata di kimber, che comporta anche il raddoppio del costo dell'8tc rispetto al 4.  Ma all'ascolto la maggiore differenza, a mio parere, è una sensazione di trasparenza  del cavo maggiore che il 4tc non ha, apparendo quest'ultimo, pur buono in relazione al costo,  al confronto attuffato e compresso.  Insomma la configurazione a 8  dà al cavo una fisionomia nuova, più spigliata, che ne fa un ottimo all rounder, riuscendo a coniugare un costo ragionevole con delle prestazioni di buon livello.   Credo che per salire di livello occorra spendere molto di più, oppure scegliere dei cavi che da una specifica esperienza di ascolto a confronto con altre soluzioni siano risultati particolarmente affini e sinergici alle  B&W, che però io non conosco.    Inoltre so che esiste anche il 12tc, ma in proposito non ho alcuna esperienza, e, francamente,  non credo che aumentare la massa in gioco porti automaticamente solo vantaggi, salvo diverso avviso di chi l'abbia eventualmente provato, al cospetto della cui pratica esperienza mi inchinerei senz'altro. 

    Per quanto riguarda il biwiring, avendo io sia il 4tc  che l'8tc, potrei, sulla scorta di quanto suggerito da Perusini, provare a usarli uno sugli alti ed uno sui bassi, come già pensavo, ma senza troppa convinzione. Del resto, avendo il  4vs,  basterebbe un 8vs per fare una analoga prova.  Non ho troppa convinzione perchè generalmente viene consigliato di mettere il cavo migliore sugli alti, e il cavo più grosso sui bassi, ma, come ho detto prima, secondo me l'8tc è sia più grosso sia migliore del 4.  Come ne esco?  Facile, con delle prove. Senonchè alle volte mi viene meglio ascoltare la musica piuttosto che fare prove, e allora le rimando, le rimando.....  


    Io lo utilizzo sulle vie basse (in coppia con Cardas Clear light sul medio alto) e ne confermo la superiorità rispetto all'8tc, avuto in passato.
    «Così ho capito che il mondo è soltanto un fruscìo impercettibile dentro una nota, dentro una vibrazione perfetta.» - da Roberto Cotroneo, "Presto con fuoco" (Mondadori, 1995)
  • TopHi-EndTopHi-End
    Posts: 4,282Member
    diego_g said:

    TopHi-End said:

    Oramai li consiglio da quando li ho presi: Tellurium Q Black.

    Se ti serve un bi-amp, ne prendi due coppie.



    Hrazie anche a te, come a Micky.

    Nell'esprimere il vostro suggerimento per i Tellurium, avete tenuto conto del fatto che il mio finale (ARC 100.2) è già piuttosto "dolce" di suo?





    Sì, ma i tuoi diffusori sono abbastanza "vivaci".

    Ma non importa, i Tellurium Black sono neutri.

    Dopo averli provati ho capito che non spenderei una lira in più per dei cavi. E ne ho avuti di costosi.

    Acquistali da PlayStereo, li fai rodare e entro 30 giorni decidi se tenerli o meno.

    Meglio di così?!

    Ah... qualora decidessi di rivenderli, sono un assegno circolare. Ma io li ho "saldati" ai diffusori. ;-)
    Post edited by TopHi-End at 2017-08-22 10:57:33
    Nino
    Il suono "neutrale" è un concetto molto soggettivo per stabilirne uno standard di riferimento.
  • diego_gdiego_g
    Posts: 9,013Member
    ernesto14 said:

    Mi sembra che non sia stata presa in considerazione, avendo quale base di partenza il cavo kk 4vs, l'ipotesi di rimanere in casa kimber, ma con modelli  verosimilmente più performanti,  quali possono essere :   8vs,   4tc, e 8tc.   Personalmente ho provato  prima il 4tc,  trovandolo senz'altro migliore del 4pr che andava a sostituire.  Ma poi, quando ho avuto la possibilità di provare l'8tc,  quest'ultimo ha mostrato di poter fare un avvertibile salto di qualità a tutto il sistema, mostrandosi senz'altro preferibile.  Alla vista si nota  il raddoppio dei cavi impiegati, nella classica configurazione twistata di kimber, che comporta anche il raddoppio del costo dell'8tc rispetto al 4.  Ma all'ascolto la maggiore differenza, a mio parere, è una sensazione di trasparenza  del cavo maggiore che il 4tc non ha, apparendo quest'ultimo, pur buono in relazione al costo,  al confronto attuffato e compresso.  Insomma la configurazione a 8  dà al cavo una fisionomia nuova, più spigliata, che ne fa un ottimo all rounder, riuscendo a coniugare un costo ragionevole con delle prestazioni di buon livello.   Credo che per salire di livello occorra spendere molto di più, oppure scegliere dei cavi che da una specifica esperienza di ascolto a confronto con altre soluzioni siano risultati particolarmente affini e sinergici alle  B&W, che però io non conosco.    Inoltre so che esiste anche il 12tc, ma in proposito non ho alcuna esperienza, e, francamente,  non credo che aumentare la massa in gioco porti automaticamente solo vantaggi, salvo diverso avviso di chi l'abbia eventualmente provato, al cospetto della cui pratica esperienza mi inchinerei senz'altro. 

    Per quanto riguarda il biwiring, avendo io sia il 4tc  che l'8tc, potrei, sulla scorta di quanto suggerito da Perusini, provare a usarli uno sugli alti ed uno sui bassi, come già pensavo, ma senza troppa convinzione. Del resto, avendo il  4vs,  basterebbe un 8vs per fare una analoga prova.  Non ho troppa convinzione perchè generalmente viene consigliato di mettere il cavo migliore sugli alti, e il cavo più grosso sui bassi, ma, come ho detto prima, secondo me l'8tc è sia più grosso sia migliore del 4.  Come ne esco?  Facile, con delle prove. Senonchè alle volte mi viene meglio ascoltare la musica piuttosto che fare prove, e allora le rimando, le rimando.....  


    Grazie Ernesto!

    Diego - "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
    VHF runner