Musica: antidepressivo naturale
  • rael71rael71
    Posts: 2,175Member
    La musica è il miglior antidepressivo naturale che io conosca.

    Quali sono quelle canzoni che quando sentite vi portano felicità, serenità insomma sensazioni positive e magari vi aiutano a scacciare quelle negative che vi attanagliano?

    Inizio io.
    Prima di tutto un sempreverde: la musica di Nick Drake è associata alla tristezza e alla malinconia ma poche canzoni mi donano una serenità interiore come Northern Sky.


    Sarà che sono reduce dal concerto degli Elbow, dove quel furbastro di Guy Garvey è riuscito a far cantare a squarciagola un attempato pubblico ma il brano del momento è senz'altro questo


    Mi raccomando, fatevi avanti c'è sempre bisogno di positività  in questo triste mondo o almeno io ne ho bisogno....!  ;)
    Post edited by VHF Tech Team at 2017-07-17 00:31:43
    Ciao! Andrea
  • samanasamana
    Posts: 1,978Member
    Quando ti accade qualcosa di veramente brutto, non c'e' musica che tenga.
    Anzi, neanche l'accendi l'impianto, per giorni e giorni, se non per mesi..
    In Divenire...
  • mozarteum
    Posts: 52,528Member
    Vero. Il grande Giulini dopo la morte dell'amata moglie disse che la musica non lo interessava piu'.
    La musica consola nelle situazioni reversibili altrimenti e' un rumore molesto privo di senso
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • samanasamana
    Posts: 1,978Member
    Parole piu' vere e taglienti della lama di un rasoio...
    In Divenire...
  • chicco98chicco98
    Posts: 3,578Member
    si ma poi la musica deve tornare, necessaria e consolatrice....

    è come aprire una finestra sul mare
  • mozarteum
    Posts: 52,528Member
    Pero' non roviniamo il bel thread di rael71.
    Io dico St. louis blues
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • rael71rael71
    Posts: 2,175Member
    mozarteum said:

    Pero' non roviniamo il bel thread di rael71.
    Io dico St. louis blues



    Grazie Roberto, chiaramente non intendevo asserire che la musica fosse la panacea di tutti i mali.
    Certo di fronte ai drammi autentici della vita la musica può poco o niente ma magari quando ci si sveglia di luna storta, quando si alza la tapparella e il cielo è plumbeo, quando si è tristi senza sapere perchè.. forse allora la musica può! (almeno per me).
    Insomma questo thread vuole essere una sorta di celebrazione della forza vitale della musica, del suo lato positivo e gioioso (non c'è solo quello) e delle piccole oasi di bellezza, serenità, felicità, serenità, spensieratezza e chi più ne ha più ne metta, che essa ci può portare nella vita di tutti i giorni.
    Ciao! Andrea
  • TetsuSanTetsuSan
    Posts: 2,308Member
    Shepherd Moons di Enya, un disco che va dritto all'anima. Nessun brano in particolare, va ascoltato dall'inizio alla fine.
    Tony - Solo DSD senza olio di palma !!!
  • morrisvetmorrisvet
    Posts: 3,485Member
    TetsuSan said:

    Shepherd Moons di Enya, un disco che va dritto all'anima. Nessun brano in particolare, va ascoltato dall'inizio alla fine.



    Ricordi che quando lo inserivo nel lettore, alla ragazza dell'epoca veniva l'orticaria 8-|
    Lector cd7 - Cambridge Azur 751 BD - giradischi scheu analog - Denon DL 160 - Pro ject phono box sr - Naim Supernait - Harbeth M 40.2 ------
    Rega Saturn - Rega P3- Sinthesys Brio - Naim XS con Hi cap - Harbeth M 30.1 - Rel T5 -------

    Filippo
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Quando la musica non è un "impianto da accendere", lei ci non abbandona mai, neanche nei momenti della vita più drammatici o tragici, "irreversibili", come li definisce appropriatamente mozarteum.
    Ma questa è la mia personale impressione frutto d'esperienza, non voglio dire che sia la regola, tutt'altro, sono però abbastanza certo che fino a quando la musica "concerta" nella nostra mente e nelle nostre viscere pur senza suonare ovvero provenire da nessuna fonte di creazione o di riproduzione musicale, lei è con noi anche quando ci lascia discretamente un po' da soli per permetterci di elaborare nel silenzio (che è la musica stessa) la pena, il dolore, la desolazione.
    Orfeo, piegato dal dolore per la morte della sua "bella Euridice", convince Caronte, il "possente spirto" ammaliato dalla musica della cetra del semidio, a farsi tragettare nelle viscere dell'Averno.

    Sol tu, nobile Dio, puoi darmi aita,

    Né temer dei ché sopr’ un aurea Cetra

    Sol di corde soavi armo le dita

    Contra cui rigid’alma invan s’impetra

    Ho avuto diversi blackout musicali quando cercavo di "usare" la musica come mero intrattenimento, per provare un'effimera "emozione" di pelle.., dimenticando che essa è un'amantemolto generosa ma anche in egual misura esigente, e forse vendicativa.

    Spesso mi risuona fin nello scheletro questa supplica subileme, ipnotica, lenitiva.


    Post edited by analogico_09 at 2017-07-16 19:32:44
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member

    rael71 said:


    Insomma questo thread vuole essere una sorta di celebrazione della forza vitale della musica, del suo lato positivo e gioioso (non c'è solo quello) e delle piccole oasi di bellezza, serenità, felicità, serenità, spensieratezza e chi più ne ha più ne metta, che essa ci può portare nella vita di tutti i giorni.



    Bellissimo topic, Roberto! :)

    La Musica - ("personaggio" dell'Orfeo di Monteverdi che parla di se stessa nel prologo)

    Dal mio Permesso amato à voi ne vegno,

    Incliti Eroi, sangue gentil de’ Regi,

    Di cui narra la Fama eccelsi pregi,

    Né giunge al ver, perch’è tropp’alto il segno.



    Ritornello



    Io la Musica son, ch’ai dolci accenti

    Sò far tranquillo ogni turbato core,

    Et hor di nobil ira, et hor d’Amore

    Poss’infiammar le più gelate menti.



    Ritornello



    Io su Cetera d’or cantando soglio,

    Mortal orecchio lusingar talora;

    E in questa guisa à l’armonia sonora

    De la lira del ciel più l’alme invoglio.



    Ritornello



    Quinci à dirvi d’Orfeo desio mi sprona,

    D’Orfeo che trasse al suo cantar le fère,

    E servo fé l’Inferno à sue preghiere,

    Gloria immortal di Pindo e d’Elicona.



    Ritornello



    Hor mentre i canti alterno, hor lieti, or mesti,

    Non si mova Augellin fra queste piante,

    Né s’oda in queste rive onda sonante,

    Et ogni auretta in suo camin s’arresti.



    Post edited by analogico_09 at 2017-07-16 19:44:35
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • djansiadjansia
    Posts: 15,166Member
    samana said:

    Quando ti accade qualcosa di veramente brutto, non c'e' musica che tenga.
    Anzi, neanche l'accendi l'impianto, per giorni e giorni, se non per mesi..



    Purtroppo quoto, l'esperienza diretta me lo ha dimostrato. Col tempo poi e bello ricominciare...a vivere, quindi anche ascoltare musica.
    ...ho un cerchio alla testa...
    Andrea
  • PizziPizzi
    Posts: 1,361Member
    rael71 said:



    Sarà che sono reduce dal concerto degli Elbow, dove quel furbastro di Guy Garvey è riuscito a far cantare a squarciagola un attempato pubblico ma il brano del momento è senz'altro questo



    Mi raccomando, fatevi avanti c'è sempre bisogno di positività  in questo triste mondo o almeno io ne ho bisogno....!  ;)


    c'ero anche io tra gli attempati e non posso che rilanciare con un'altra canzone degli elbow:



  • rael71rael71
    Posts: 2,175Member
    djansia said:

    samana said:

    Quando ti accade qualcosa di veramente brutto, non c'e' musica che tenga.
    Anzi, neanche l'accendi l'impianto, per giorni e giorni, se non per mesi..



    Purtroppo quoto, l'esperienza diretta me lo ha dimostrato. Col tempo poi e bello ricominciare...a vivere, quindi anche ascoltare musica.


    Le reazioni ai drammi della vita come sempre sono soggettive e individuali.
    Di momenti duri ne ho avuti ma in particolare nell'anno pù drammatico della mia vita non ho mai abbandonato la musica nè mi ha sfiorato ilpensiero di farlo, per me mollare la musica avrebbe significato mollare la presa sulla vita e non l'ho mollata anche grazie ad essa.
    L'ho già detto in questa sede e lo ripeto ora la musica mi ha salvato la vita, certamente anche  perchè io ho permesso ad essa di farlo ma l'ha fatto!


    rael71 said:


    Insomma questo thread vuole essere una sorta di celebrazione della forza vitale della musica, del suo lato positivo e gioioso (non c'è solo quello) e delle piccole oasi di bellezza, serenità, felicità, serenità, spensieratezza e chi più ne ha più ne metta, che essa ci può portare nella vita di tutti i giorni.



    Bellissimo topic, Roberto! :)



      Grazie del Roberto caro...Alfredo... :D ;)
    Post edited by rael71 at 2017-07-16 20:21:25
    Ciao! Andrea
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    rael71 said:


    rael71 said:


    Insomma questo thread vuole essere una sorta di celebrazione della forza vitale della musica, del suo lato positivo e gioioso (non c'è solo quello) e delle piccole oasi di bellezza, serenità, felicità, serenità, spensieratezza e chi più ne ha più ne metta, che essa ci può portare nella vita di tutti i giorni.



    Bellissimo topic, Roberto! :)



      Grazie del Roberto caro...Alfredo... :D ;)
     

    Ma non c'è di che, Ermenegildo carissimo! :)) ;)

    (io coi nomi non ci prendo e non ci presi mai... :P)
    Post edited by analogico_09 at 2017-07-16 21:50:01
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • MariettMariett
    Posts: 792Member
    bellissimo thread, la musica a volte ha il dono magico di portare immediato ristoro e serenità...sono tantissimi i dischi che hanno questo potere, è bello poterne citare qui alcuni. Nick Drake è perfetto, concordo con te, anche se malinconico sa essere anche immensamente catartico.
    Tanti brani di classica hanno questo potere, ma anche musica più frivola e leggera, da Vivaldi ai Coldplay passando per Bill Evans etc...
    sono forse i momenti che fanno godere di più quando arrivano all'improvviso...
    Gryphon Diablo 300 + Gryphon DAC ONE + Gryphon PS2 MM/MC Phono | Sonus Faber Guarneri Evolution | Klimo Beorde + Klimo Ertanax G
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Uno dei brani che mi ha aiutato a costruire un ponte di momentanea e ripetibile serenità tra il mio ricordo muto che non sfuma e la terribile ed eterna presenza/assenza








    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • pinkflo2pinkflo2
    Posts: 925Member
    Dipende dai casi, a volte non si riesce ad ascoltarla,  altre volte si, per esperienza dico solo che allontanarsi anche dalla musica  è possibile in certe condizioni di umore depresso. Ma il fatto stesso di rendersene conto è importante perchè segnala l'importanza stessa della musica e che cmq poi si riprenderà.
    Piuttosto nel mio caso mi aiuta la musica suonata direttamente con lo strumento (chitarra), sia come prevenzione che come cura-terapia. Suono un pò di tutto, ma in questo senso suonare Redempion Song di Bob Marley costituisce la cura. 
    Mi dispiace per quelli che non suonano, ma suonare è realmente una dimensione più attiva, spirituale e vicina alla musica. Gente se potete... suonate...
    Saluti, Max
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    pinkflo2 said:

    Suono un pò di tutto, ma in questo senso suonare Redempion Song di Bob Marley costituisce la cura. 

    Mi dispiace per quelli che non suonano, ma suonare è realmente una dimensione più attiva, spirituale e vicina alla musica. Gente se potete... suonate...


    Pienamente d'accordo. Suonando la musica con uno strumento, a qualsiasi livello, dall'accettabile in poi, si impara a suonarla anche con la mente...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • rael71rael71
    Posts: 2,175Member
    Più che un solo brano, in generale la musica dei Ramones ha un effetto tonificante e di "buone vibrazioni" su di me e paradossalmente una delle canzoni che ascolto più volentieri quando ho bisogno di carica si intitola I wanna be sedated... ;))



    Ciao! Andrea
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Una sottile nostalgia che mi rasserena il cor... :)




    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,498Member
    Non è cambiato nulla dell'estasi di allora.., indissolubile amicizia...


    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • garmax1garmax1
    Posts: 3,025Member
    Mi scuserà Peppe e il divino Claudio ma io mi permetto di segnalare anche questo pezzo:

    Massimo G.
  • TetsuSanTetsuSan
    Posts: 2,308Member
    morrisvet said:

    TetsuSan said:

    Shepherd Moons di Enya, un disco che va dritto all'anima. Nessun brano in particolare, va ascoltato dall'inizio alla fine.



    Ricordi che quando lo inserivo nel lettore, alla ragazza dell'epoca veniva l'orticaria 8-|


    Interessante effetto.....può risultare utile !


    :)) :)) :))
    Tony - Solo DSD senza olio di palma !!!
  • rael71rael71
    Posts: 2,175Member
    Irresistibili la vitalità e l'ottimismo che sprizzano da questo brano del Rev. Gary Davis attraverso la chitarra e la voce di Jorma Kaukonen.



    garmax1 said:

    Mi scuserà Peppe e il divino Claudio ma io mi permetto di segnalare anche questo pezzo:



    Chi sarebbe il divino Claudio?  :-?
    Ciao! Andrea
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    non saprei dire se più antidepressivo o nostalgico però io butto questi tre carichi da 90 ( tutto italiano)

    Giovanni
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    Giovanni
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    Giovanni
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    e qui mi perdo
    Giovanni
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    Adrenalina pura
    Giovanni
  • crosby
    Posts: 9,269Member
    Giovanni