Avete qualche film a cui occasionalmente date una "ripassata"?
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    Non c'è un motivo particolare. Potrebbero essere reminiscenze giovanili, qualche cosa che vi riporta (anche irrazionalmente) a quei momenti, o anche semplicemente perchè lo avete apprezzato tantissimo (ma questo è banalmente scontato). Cercherò di listare solo i miei più "gettonati", altrimenti non finisco più.
    La mia classifica dei film che mi "chiamano" (senza un apparente ragione o classificazione) che ho acquistato o registrato.
    - Elephant man
    - la trilogia di Fantomas
    - il Pianeta Proibito
    - i western di John Wayne (Chisum e La Stella di Latta)
    - Per qualche dollaro in più (boh, son belli tutti e tre, ma ogni tanto mi attizza il secondo)
    - F.I.S.T.
    - Stati di Allucinazione
    - Meteor
    - i primi due Airport
    - Terremoto
    - 2001
    - il Salario della Paura
    - Dune
    - Al servizio Segreto di sua Maestá
    - la Spia che mi amava
    - Solo per i tuoi occhi

    E ancora ce ne sarebbero. Ma in linea generale, per puro e semplice istinto, ogni tanto questi (ed altri che non ho menzionato per evitare ingorghi :-D ) richiedono di essere messi in riproduzione, o piazzarmi davanti alla tv (con frittatona di cipolle e rutto libero) all'ennesima replica su di una emittente a casaccio.
    Voi di quali pellicole non riuscite a liberarvi? Al punto di chiedervi "perchè riguardo sempre questo film con tutti quelli che ho?" :-/
    Post edited by dadox at 2017-07-15 18:37:18
  • jimbojimbo
    Posts: 12,765Member
    Ce ne son tanti,ma se devo fare un nomi su tutti Fuga di Mezzanotte
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    jimbo said:

    Ce ne son tanti,ma se devo fare un nomi su tutti Fuga di Mezzanotte




    Quindi tu senza un apparente motivo senti il "bisogno" materiale di occasionalmente riguardarlo, senza mai stancarti?
  • jimbojimbo
    Posts: 12,765Member
    dadox said:

    jimbo said:

    Ce ne son tanti,ma se devo fare un nomi su tutti Fuga di Mezzanotte




    Quindi tu senza un apparente motivo senti il "bisogno" materiale di occasionalmente riguardarlo, senza mai stancarti?


    Se un film mi piace(e non sono molti)e se lo danno in Tv lo rivedo volentieri,ma non mi son mai comprato niente,perchè altrimenti non c'è più gusto a rivederlo.Altri nomi Scarface,Heat,L'ultimo  dei Mohicani,Collateral,e si mi piace Mann :D
  • jimbojimbo
    Posts: 12,765Member
    Amo anche Cronenberg",Inseparabili",e la "zona morta su tutti",senza dimenticare Scanners,e anche The History of Violence.
  • iciogoodtimemusiciciogoodtimemusic
    Posts: 4,341Member
    Si, e sono tantissimi quelli che ho rivisto più e più volte, anche qualche decina di volte, non sto scherzando, e molti li so "a memoria", scena per scena e battuta per battuta... al cinema quando ancora c'era la II^ o III^ visione, e poi a casa, prima VHS, poi DVD, e poi se pubblicati, anche in Blu-Ray.
    Prima i miei due preferiti in assoluto:
    Arancia meccanica (1971 Stanley Kubrick)
    Voglio la testa di Garcia (1974 Sam Peckinpah) solo per Isela Vega e Warren Oates anche su Arancia meccanica... ma appena appena...
    in ordine alfabetico...
    1997: fuga da New York (1981 John Carpenter)
    A qualcuno piace caldo (1959 Billy Wilder)
    Alien (1979 Ridley Scott)
    Avatar (2009 James Cameron)
    Balla coi lupi (1990 Kevin Costner)
    Barry Lyndon (1975 Stanley Kubrick)
    Blade runner (1982 Ridley Scott)
    Blues Brothers (1980 John Landis)
    Butch Cassidy and the Sundance Kid (1969 George Roy Hill)
    Byzantium (2012 Neil Jordan)
    Casablanca (1942 Michael Curtiz)
    C'era una volta in America (1984 Sergio Leone)
    Chiamami aquila (1981 Michael Apted)
    Chinatown (1974 Roman Polanski)
    Coraggio… fatti ammazzare (1983 Clint Eastwood) il 4° Callaghan
    Dersu Uzala (1975 Akira Kurosawa)
    Dillinger (1973 John Milius)
    Distretto 13 le brigate della morte (1976 John Carpenter)
    Don Camillo (1952 Julien Duvivier)
    Dove osano le aquile (1968 Brian G. Hutton) Eastwood / Ingrid Pitt
    Dracula (1931 Tod Browning)
    Driver l'imprendibile (1978 Walter Hill)
    Easy rider (1969 Dennis Hopper)
    Edward mani di forbice (1990 Tim Burton)
    Faster, pussycat! Kill! Kill! (1965 Russ Meyer)
    Frankenstein (1931 James Whale)
    Freaks (1932 Tod Browning)
    Getaway (1972 Sam Peckinpah)
    Heat: la sfida (1995 Michael Mann)
    Ho affittato un killer (1990 Aki Kaurismaki)
    I cancelli del cielo (1980 Michael Cimino)
    I cavalieri dalle lunghe ombre (1980 Walter Hill)
    I racconti del terrore (1962 Roger Corman)
    I senza valore / Arvottomat (1982 Mika Kaurismaki)
    Il clan dei Barker (1970 Roger Corman)
    Il grande Lebowski (1998 Joel e Ethan Coen)
    Il mistero del cadavere scomparso (1982 Carl Reiner)
    Il mucchio selvaggio (1969 Sam Peckinpah)
    Il ritorno di Don Camillo (1953 Julien Duvivier)
    Il salario della paura (1977 William Friedkin)
    Il serpente e l'arcobaleno (1988 Wes Craven)
    Irma la dolce (1963 Billy Wilder)
    La cosa (1982 John Carpenter)
    La morte corre sul fiume (1955 Charles Laughton)
    La zona morta (1983 David Cronenberg)
    Le ali della libertà (1994 Frank Darabont)
    L'uomo venuto dall'impossibile (1979 Nicholas Meyer)
    Mississippi Masala (1992 Mira Nair)
    Pat Garrett & Billy the Kid (1973 Sam Peckinpah)
    Piccolo grande uomo (1970 Arthur Penn)
    Point break (1991 Kathryn Bigelow)
    Prima pagina (1974 Billy Wilder)
    Quadrophenia (1979 Franc Roddam)
    Qualcosa è cambiato (1997 Richard Marks)
    Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975 Miloš Forman)
    Riff raff (1991 Ken Loach)
    Stalingrad (1993 Joseph Vilsmaier)
    Star Wars episodio 4: una nuova speranza (1977 George Lucas)
    Star Wars episodio 5: l'impero colpisce ancora (1980 Irvin Kershner)
    Star Wars episodio 6: il ritorno dello Jedi (1983 Richard Marquand)
    Starman (1984 John Carpenter)
    Stella solitaria (1996 John Sayles)
    Strada a doppia corsia (1971 Monte Hellman)
    The wicker man (1973 Robin Hardy) mai uscito al cine in Italia, preso qualche anno fa il DVD con Ingrid Pitt
    Twilight saga 1: Twilight (2008 Catherine Hardwicke) il 1°
    Un tranquillo weekend di paura (1972 John Boorman)
    Un uomo chiamato cavallo (1970 Elliot Silverstein)
    Una calibro 20 per lo specialista (1974 Michael Cimino)
    Vampiri amanti (1970 Roy Ward Baker) con Ingrid Pitt, la Dea tra le Dee
    Vita da bohème (1992 Aki Kaurismaki)
    e poi tanti altri...
    Post edited by iciogoodtimemusic at 2017-07-15 20:20:29
    ciao, Icio / Ci vuole la grana per vivere bene. E tanta! (Ben rivolto ad Elita)
  • kaukokauko
    Posts: 23,653Member
    io come tutti ho diversi film, quello che chiama più forte è 'Il temerario', un vecchio film con R Redford, una sorta di impulso di regressione infantile.
    Ciao, Aurelio
    VHF tartarunner
  • iciogoodtimemusiciciogoodtimemusic
    Posts: 4,341Member
    Credo di non averlo mai visto... anzi, ho fatto una ricerca e no, non l'ho mai visto. Diretto poi da George Roy Hill, "Butch Cassidy and the Sundance Kid" è uno tra i miei stravisti, ma anche la "Stangata". Lo recupererò... ;)
    ciao, Icio / Ci vuole la grana per vivere bene. E tanta! (Ben rivolto ad Elita)
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,909Member
    Non perchè ritenga che siano dei capolavori (e in molti casi lo sono...), li considero i miel film del "cuore" che ogni tanto devo rivedere...

    La Cagata pazzesca (manco un topic in memoriam abbiamo aperto :( Ciao grande Fantozzi, ci hai fatto ridere e un pò anche riflettere) - Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
    Donne in amore, L'altra faccia dell'amore, Il Messia selvaggio - Ken Russel
    Il Pranzo di Babette - Gabriel Axel
    Harold e Maude - Al Hasby
    L'ultimo spettacolo - P. Bogdanovic
    Chinatown, Rosemary's Baby, quasi tutti i film di Polansky
    Tutte le mattine del mondo - Alain Corneau
    The Dead - J Huston
    Aurora e Nosferatu - Murnau
    L'Atalante - Vigo
    La "trilogia" surrealista e molti altri film di Luis Bunuel, in particolare Viridianna, Bella di giorno, I Figli della violenza, El, Quell'oscuro oggetto del desiderio...
    Quel treno per Yuma - Delmer Daves
    Notte senza fine - Raoul Walsh
    Falstaff , L'infernale Quinlan - Orson Welles
    Il bacio delle Pantera, Ho camminato con uno zombi, L'uomo leopardo, Le catene della colpa - J. Tourneur
    The Black Cat, Derour, La follia di Barbablu, Fratelli messicani - E. G. Ulmer
    Manhunter, Collateral - Michael Mann
    Dillinger è morto - M. Ferreri
    Roma, La dolce vita, Casanova - Fellini

    ... per ora questi ordinati alla come mi sono venuti in mente...


    Post edited by analogico_09 at 2017-07-16 01:56:55
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    kauko said:

    io come tutti ho diversi film, quello che chiama più forte è 'Il temerario', un vecchio film con R Redford, una sorta di impulso di regressione infantile.




    Si, più o meno intendevo proprio questo. Una regressione, ma che spesso non se ne sa dare una spiegazione. Ci si ritrova a guardare e riguardare certi films (oggi tra l'altro molto più facile, viste la tecnologie a disposizione, una volta si doveva pagare il biglietto ad ogni visione), senza necessariamente che siano stati dei capolavori o dei colossals. Spesso mi ritrovo a rivedere "Superargo contro Diabolikus", una immane "bambinata" anni 60, ma che fosse per me (e senza una apparente ragione) ce la metterei in cima alla classifica dei migliori film di sempre :-D =))
    Devo essere matto...
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    @iciogoodtimemusic sei un caso disperato. :O) ;))
  • BrignoBrigno
    Posts: 6,604Member
    ...solo se li trasmettono in TV

    I film di Bud Spencer, di Fantozzi, in generale quelli di fantascienza, Don Camillo ma in generale quelli visti da bambino e quelli che fanno ridere (a qualcuno piace caldo, holliwood party, operazione sottoveste...)

    Mi diverto a ripetere le battute e a volte anche ad anticiparle.
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    Brigno said:

    ...solo se li trasmettono in TV

    I film di Bud Spencer, di Fantozzi, in generale quelli di fantascienza, Don Camillo ma in generale quelli visti da bambino e quelli che fanno ridere (a qualcuno piace caldo, holliwood party, operazione sottoveste...)

    Mi diverto a ripetere le battute e a volte anche ad anticiparle.



    Anche! ma alcuni ad ogni modo ho sentito il desiderio di averli in casa, ben sapendo che spesso prima o poi escono di catalogo e diventano irreperibili. Ad esempio, alcuni li ho acquistati per il semplice fatto che contenevano i vecchi doppiaggi, e che in tv li iniziano a trasmettere con quelli nuovi. Vedi ad esempio Grease, la Febbre del Sabato Sera, lo Squalo. Al contrario, alcuni film invece hanno patito molto più il remastering, infatti non portano in dote la versione coi doppiaggi originali (Incontri Ravvicinati, Superman).
    Purtroppo, i films ridoppiati travisano i ricordi delle battute imparate a memoria nel corso degli anni, oltre al fatto che gli attori non "parlano" più con le voci a cui si era da sempre abituati...
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    Credo di aver fatto la fortuna dei botteghini, quando all'epoca che non esistevano ancora le videocassette, andai a vedere per ben 23 volte (in un paio di occasioni riuscii a rimanere in poltrona anche allo spettacolo successivo) "I Tre dell'Operazione Drago". Stendiamo un velo pietoso sul resto delle volte quando finalmente nacquero i videoregistratori e la Warner commercializzò il film in videocassetta... X_X
  • GabrilupoGabrilupo
    Posts: 3,222Member
    Non ho una lista lunga e "colta" come quelle di Icio e Peppe ma solo un film, per me un grandissimo film: La vita è meravigliosa di Frank Capra. Lo vidi da bambino per la prima volta, quando i film erano appannaggio della prima rete in prima serata e si faceva visione collettiva con gli altri familiari...
    Nelle successive, innumerevoli visioni, ho imparato ad apprezzare la descrizione della grettezza, della disperazione, oltre alla morale di fondo di facile comprensione anche per il me bambino di allora.
    Diciamo che il film è cresciuto con me
    ;)
  • GabrilupoGabrilupo
    Posts: 3,222Member
    dadox said:

    Brigno said:

    ...solo se li trasmettono in TV

    I film di Bud Spencer, di Fantozzi, in generale quelli di fantascienza, Don Camillo ma in generale quelli visti da bambino e quelli che fanno ridere (a qualcuno piace caldo, holliwood party, operazione sottoveste...)

    Mi diverto a ripetere le battute e a volte anche ad anticiparle.



    Anche! ma alcuni ad ogni modo ho sentito il desiderio di averli in casa, ben sapendo che spesso prima o poi escono di catalogo e diventano irreperibili. Ad esempio, alcuni li ho acquistati per il semplice fatto che contenevano i vecchi doppiaggi, e che in tv li iniziano a trasmettere con quelli nuovi. Vedi ad esempio Grease, la Febbre del Sabato Sera, lo Squalo. Al contrario, alcuni film invece hanno patito molto più il remastering, infatti non portano in dote la versione coi doppiaggi originali (Incontri Ravvicinati, Superman).
    Purtroppo, i films ridoppiati travisano i ricordi delle battute imparate a memoria nel corso degli anni, oltre al fatto che gli attori non "parlano" più con le voci a cui si era da sempre abituati...


    Come dimenticare A qualcuno piace caldo, Holliwood Party e Operazione sottoveste?
    Oltre all'indubbia qualità intrinseca dei film sono il ricordo di un'epoca.
  • iciogoodtimemusiciciogoodtimemusic
    Posts: 4,341Member
    Ecco, era da un pezzo che avevo voglia di rivederlo e ieri sera ho cacciato su il DVD:
    Un gioco estremamente pericoloso (1975 Robert Aldrich)
    un cupo noir "romantico" con Burt Reynolds (antieroe tenente della squadra omicidi) in coppia con una splendida Catherine Deneuve (la "sua" donna, prostituta di lusso), un grandissimo Ben Johnson e una piccola parte per Ernest Borgnine e Robert Englund.
    ciao, Icio / Ci vuole la grana per vivere bene. E tanta! (Ben rivolto ad Elita)
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,909Member
    dadox said:

    Credo di aver fatto la fortuna dei botteghini, quando all'epoca che non esistevano ancora le videocassette, andai a vedere per ben 23 volte (in un paio di occasioni riuscii a rimanere in poltrona anche allo spettacolo successivo) "I Tre dell'Operazione Drago". Stendiamo un velo pietoso sul resto delle volte quando finalmente nacquero i videoregistratori e la Warner commercializzò il film in videocassetta... X_X



    Secondo me cercavi disperatamente di capire in che modo saresti potuto diventare il "quarto" dell'operazione dragone... :D


    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,909Member
    Gabrilupo said:

    Non ho una lista lunga e "colta" come quelle di Icio e Peppe ma solo un film, per me un grandissimo film: La vita è meravigliosa di Frank Capra. Lo vidi da bambino per la prima volta, quando i film erano appannaggio della prima rete in prima serata e si faceva visione collettiva con gli altri familiari...

    Nelle successive, innumerevoli visioni, ho imparato ad apprezzare la descrizione della grettezza, della disperazione, oltre alla morale di fondo di facile comprensione anche per il me bambino di allora.
    Diciamo che il film è cresciuto con me
    ;)


    Ma no.., non categorizziamo, gran parte dei film che ho citato, e anche quelli di Icio, sono film popolari, anche commerciali, anche di serie B destinati all'intrattenimento nei cinemacci delle provincie americane, nei metrodrive, poi rivelatisi capolavori..., anche la Vita è un miracolo, altro capolavoro, è un film "colto", tutto è cultura, "memorie" con le quali cresciamo, ed esse con noi.., se non è solo moda e consumo.
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 21,909Member
    La corazzata potiomki che oramai assurge scherzosamente (ma non troppo...) a emblema di film "cagata pazzesca" è opera di propaganda invero di suprema bellezza, tutt'altro che intellettuale, colta, o snob, ecc... destinato alle masse spettatoriali dentro le quali c'è di tutto, cultura, sapere e ignoranza che hanno non di rado dalla loro entrambe molta poesia...
    Post edited by analogico_09 at 2017-07-16 23:45:36
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member

    dadox said:

    Credo di aver fatto la fortuna dei botteghini, quando all'epoca che non esistevano ancora le videocassette, andai a vedere per ben 23 volte (in un paio di occasioni riuscii a rimanere in poltrona anche allo spettacolo successivo) "I Tre dell'Operazione Drago". Stendiamo un velo pietoso sul resto delle volte quando finalmente nacquero i videoregistratori e la Warner commercializzò il film in videocassetta... X_X



    Secondo me cercavi disperatamente di capire in che modo saresti potuto diventare il "quarto" dell'operazione dragone... :D





    Beh, col tempo questo film è stato considerato il capostipite delle pellicole di genere, impossibile trarne un qualsiasi remake. Il protagonista non ha nemmeno un lontanissimo emulo degno della sua bravura. Evidentemente non ero poi così matto nell'andare al cinema a vederlo per così tante volte. :-D
    L'unico sbaglio che (cone al solito) fecero nella versione italiana, è stato proprio di cambiare il titolo, che in pratica non c'entra nulla con l'originale.
  • BrignoBrigno
    Posts: 6,604Member
    Dimenticavo.... Irma la Dolce, e' ricca la sposo l'ammazzo e Frankenstein Junior più alcuni classici italiani come i complessi, il marchese del grillo...

    Di questi e quelli citati in precedenza ho i DVD/BR ma tranne quando li ho comprati non li ho più visti.

    ...ma se li passano in TV.....

    PS: ora con netflix e sky ho una marea di serie TV da vedere e quindi il (poco) tempo lo dedico a questi
  • BazzaBazza
    Posts: 2,963Member
    Quelli che ripesco spesso sono la trilogia di Amici Miei e Goodbye Lenin.
    Sa' dì dan'da ?
    Tu ma' a di' indò ...
  • LibraLibra
    Posts: 11,102Industry
    Hands of Steel, 1985 di Martin Dolman.
    カセットデッキのスペシャリスト。
    βVTRスペシャリスト。
  • musicaandomusicaando
    Posts: 290Member
    punto zero  .....................poi  un lupo mannaro americano a londra  ...e per tetto un cielo di stelle  

    non so perche' diano benessere al mio umore ma lo fanno

    aggiungo che li vidi  la prima volta non piu' bambino
    Post edited by musicaando at 2017-07-18 04:53:16
    Non sono più abbastanza giovane per sapere tutto.
  • PanurgePanurge
    Posts: 26,097Member
    La trilogia della cavalleria di Ford. Con i figli un sacco di Marvel, Signori degli anelli e similia.
    "Noi i bogioma nen".
  • briandinazarethbriandinazareth
    Posts: 43,511Member

    La corazzata potiomki che oramai assurge scherzosamente (ma non troppo...) a emblema di film "cagata pazzesca" è opera di propaganda invero di suprema bellezza, tutt'altro che intellettuale, colta, o snob, ecc... destinato alle masse spettatoriali dentro le quali c'è di tutto, cultura, sapere e ignoranza che hanno non di rado dalla loro entrambe molta poesia...



    ed è pure un film con tantissima azione e breve ;)
    la vita ha un significato? Perché esistiamo? Che cosa è l'uomo? Tutti i tentativi di rispondere a questa domanda prima del 1859 sono privi di valore, e faremmo meglio ad ignorarli completamente
  • briandinazarethbriandinazareth
    Posts: 43,511Member
    film che rivedo sempre con molto piacere:

    2001 odissea nello spazio di kubrick
    brazil di terry gilliam
    brian di nazareth (naturalmente) e il senso della vita dei monty python 
    priscilla la regina del deserto stephan elliot
    la corazzata potemkin e ottobre di ejzenstejn
    gattaca di andrew nicoll
    inside man e la 25° ora di spike lee
    la guerra del fuoco di jean jacques annaud (l'ho rivisto pochi giorni fa, sempre magnifico)
    i film di brancaleone  monicelli
    non è un paese per vecchi fratelli e il grande lebowsky cohen
    stalker e solaris di tarkovskji
    das boot di petersen (raramente un film è arrivato ad un'accuratezza storica simile ma è potente in ogni suo aspetto)
    american beauty di sam mendes
    una separazione di farhadi
    the social network di fincher
    rashomon, kagemusha e i sette samurai di kurosawa
    bella di giorno bunuel
    l'uomo che amava le donne truffaut
    freaks browning
    stalingrad vilsmeier
    chinatown polanski
    m il mostro di dusseldorf e metropolis fritz lang

    ma ce ne sarebbero molti altri e mi sto sicuramente dimenticando qualcuno di quelli che più amo.




    la vita ha un significato? Perché esistiamo? Che cosa è l'uomo? Tutti i tentativi di rispondere a questa domanda prima del 1859 sono privi di valore, e faremmo meglio ad ignorarli completamente
  • lillo475lillo475
    Posts: 293Member
    Lo faccio spesso. L'altra sera ad esempio ho rivisto Lo Squalo. Doppiaggio rigorosamente originale del 75. Ha i miei anni e per me un capolavoro.
  • dadoxdadox
    Posts: 10,996Member
    lillo475 said:

    Lo faccio spesso. L'altra sera ad esempio ho rivisto Lo Squalo. Doppiaggio rigorosamente originale del 75. Ha i miei anni e per me un capolavoro.




    Chissá come mai, il vecchio doppiaggio ha più "pathos" ;;)
  • °Guru°°Guru°
    Posts: 17,708Member
    lillo475 said:

    Lo faccio spesso. L'altra sera ad esempio ho rivisto Lo Squalo. Doppiaggio rigorosamente originale del 75. Ha i miei anni e per me un capolavoro.

    Eh... Nonostante lo si sia visto cento volte quando sta per arrivare lo squalo fa sempre paura, non foss'altro che per la colonna sonora fantastica.

    Francesco. VHF Running Team.