Isolamento acustico parete del vicino: rimedi?
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Come da titolo,
    vorrei isolare acusticamente la parete del mio soggiorno che confina con quello del vicino; insomma vorrei che il mio vicino non ascoltasse il mio impianto anche quando è a manetta :D (o cmq ad alto volume).
    Mi è stato proposto del cartogesso con la stra di piobo "incorporata".
    E' sufficiente oppure è bene aggiuangere alla lastra di cartongesso/piombo anche della lana di vetro (o di roccia) a mo di "sandwich" ?
    Inoltre, il tutto, non deve inficiare l'impianto hifi...che sarà posizionato proprio davanti alla parete in questione.
    Grazie per il vostro contributo.
    Fabio
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    le basse frequenze saranno comunque trasmesse dalla continuità dei muri e dei solai esistenti. non c'è niente da fare.
    per le alte frequenze la soluzione che ti è stata proposta va bene: controparete con lastra di cartongesso e piombo distante circa 10cm dal muro esistente e su struttura desolidarizzata. nell'intercapedine puoi mettere dei pannelli di lana di roccia.

    funziona per abbassare le immissioni al vicino ma non le annulla.

    il fatto che non ci siano pannelli assorbenti verso il tuo locale, non dovrebbe modificare l'acustica della stanza.
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Grazie del tuo intervento e, visto che ci siamo, chiedo:
    la struttura desolidarizzata imagino sia quella in alluminio (telaio per cartongesso)che ai suo bordi ha una specie di nastro in gomma, giusto?
    Se è quella che penso, dovrebbe rappresentare discontinuità (isolante) tra muri e solaio esistenti?
    Infine, capisco che sia impossibile abbattere del 100% i db delle basse frequenze, dunque quanti db si riesce ad eliminare? Insomma se la mia vicina sente un sibilo va bene l'investimento se, invece, sente -10db evito di fare sta contro parete...o no?

    P.s.: che  caretteristiche dovrebbero avere la lastra in cartongesso, quella in piombo e la lana di roccia/vetro?
    Post edited by scubi at 2017-07-11 14:37:48
    Fabio
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    scubi said:

    Grazie del tuo intervento e, visto che ci siamo, chiedo:
    la struttura desolidarizzata imagino sia quella in alluminio (telaio per cartongesso)che ai suo bordi ha una specie di nastro in gomma, giusto?
    Se è quella che penso, dovrebbe rappresentare discontinuità (isolante) tra muri e solaio esistenti?
    Infine, capisco che sia impossibile abbattere del 100% i db delle basse frequenze, dunque quanti db si riesce ad eliminare? Insomma se la mia vicina sente un sibilo va bene l'investimento se, invece, sente -10db evito di fare sta contro parete...o no?

    P.s.: che  caretteristiche dovrebbero avere la lastra in cartongesso, quella in piombo e la lana di roccia/vetro?



    1- il telaio delle pareti in cartongesso è in ferro zincato.
    2- ok nastro in gomma ma ci sono prodotti specifici
    3- è proprio questa la desolidarizzazione
    4 - per le caratteristiche fonoimpedenti della parete e quelle di ciascun componente, sono molto utili i manuali delle varie case produttrici, per esempio knauff

    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Perfetto!
    Grazie
    Fabio
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 912Member
    scubi said:

    Come da titolo,
    vorrei isolare acusticamente la parete del mio soggiorno che confina con quello del vicino; insomma vorrei che il mio vicino non ascoltasse il mio impianto anche quando è a manetta :D (o cmq ad alto volume).
    Mi è stato proposto del cartogesso con la stra di piobo "incorporata".
    E' sufficiente oppure è bene aggiuangere alla lastra di cartongesso/piombo anche della lana di vetro (o di roccia) a mo di "sandwich" ?
    Inoltre, il tutto, non deve inficiare l'impianto hifi...che sarà posizionato proprio davanti alla parete in questione.
    Grazie per il vostro contributo.

    Usare il legno al posto della struttura solita zincata?
    Non dovrebbe aggiungere elasticità che attenua maggiormente le vibrazoni?
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Non ci avevo pensato...abituato a vedere sempre strutture metalliche.
    Nessuna controindicazione usando il legno ...audio a parte?
    Fabio
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    scubi said:

    Non ci avevo pensato...abituato a vedere sempre strutture metalliche.
    Nessuna controindicazione usando il legno ...audio a parte?



    è più difficile da lavorare e costa di più
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 912Member
    andreazac said:

    scubi said:

    Non ci avevo pensato...abituato a vedere sempre strutture metalliche.
    Nessuna controindicazione usando il legno ...audio a parte?



    è più difficile da lavorare e costa di più
    negli USA è uso :D comune.
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    Arnaldo said:

    andreazac said:

    scubi said:

    Non ci avevo pensato...abituato a vedere sempre strutture metalliche.
    Nessuna controindicazione usando il legno ...audio a parte?



    è più difficile da lavorare e costa di più
    negli USA è uso :D comune.


    è così. scusa non sapevo che Scubi abitasse oltreoceano :-)
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • Paolo_ANPaolo_AN
    Posts: 896Member
    Ciao Fabio. Ho avuto la tua stessa esigenza, ma per una parete laterale. Ciò che ti è stato detto finora è assolutamente corretto. Bene il sandwich di materiali più o meno "pesanti" e desolidarizzazione, anche delle eventuali prese elettriche, che dovranno essere riproposte sul pannello finale in cartongesso, completamente svincolate dalle originali sul muro. Purtroppo però non risolvi. Tutte le pareti in comune con l'altro appartamento, solai compresi, trasportano suono. Però, posso dirti che limiti sicuramente il disturbo in una consistente percentuale. Fatti fare un progetto da una ditta che tratta materiale isolante e senti, innanzitutto, la loro opinione.
    SME Model 10+SME Series IV; Benz Micro Glider SL; Lehmann Black Cube+PWX; Rega Apollo; Audio Research Reference 6; Audio Analogue Class A SE; B&W 802 Diamond; stanza 6,5x9x2,7 con trattamento acustico.
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    Paolo_AN said:

    Ciao Fabio. Ho avuto la tua stessa esigenza, ma per una parete laterale. Ciò che ti è stato detto finora è assolutamente corretto. Bene il sandwich di materiali più o meno "pesanti" e desolidarizzazione, anche delle eventuali prese elettriche, che dovranno essere riproposte sul pannello finale in cartongesso, completamente svincolate dalle originali sul muro. Purtroppo però non risolvi. Tutte le pareti in comune con l'altro appartamento, solai compresi, trasportano suono. Però, posso dirti che limiti sicuramente il disturbo in una consistente percentuale. Fatti fare un progetto da una ditta che tratta materiale isolante e senti, innanzitutto, la loro opinione.



    l'osservazione sulle prese è giusta e molto importante.
    la controparete NON deve essere forata in nessun punto, altrimenti diventa pressoché inutile.
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Intanto ringrazio per gli ulteriori chiarimenti.
    Dunque mi state dicendo che non potrò inserire prese sul cartongesso?
    Dove le metto? :D
    Pensandoci bene, anche se riuscissi ad attenuare di un 30/40% i db sarebbe comunque un ottimo risultato:
    Non ascolto mai o quasi a livelli da stadio ed inoltre ho scoperto che la vicina è leggermente sorda :D ...ulteriori db guadagnati.
    Fabio
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    scubi said:

    Intanto ringrazio per gli ulteriori chiarimenti.
    Dunque mi state dicendo che non potrò inserire prese sul cartongesso?
    Dove le metto? :D
    Pensandoci bene, anche se riuscissi ad attenuare di un 30/40% i db sarebbe comunque un ottimo risultato:
    Non ascolto mai o quasi a livelli da stadio ed inoltre ho scoperto che la vicina è leggermente sorda :D ...ulteriori db guadagnati.



    le prese le metti di lato su una parete esistente oppure in una scatola esterna alla parete
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Buona idea...potrei anche pensare a prese a pavimento.
    Grazie
    Fabio
  • marcellomarcellomarcellomarcello
    Posts: 4,149Member
    scubi said:

    Pensandoci bene, anche se riuscissi ad attenuare di un 30/40% i db sarebbe comunque un ottimo risultato:
    Non ascolto mai o quasi a livelli da stadio ed inoltre ho scoperto che la vicina è leggermente sorda :D ...ulteriori db guadagnati.



    Forse tale riduzione potrai ottenerla a media frequenza ...

  • PietroPDPPietroPDP
    Posts: 10,823Member
    scubi said:

    Intanto ringrazio per gli ulteriori chiarimenti.
    Dunque mi state dicendo che non potrò inserire prese sul cartongesso?
    Dove le metto? :D
    Pensandoci bene, anche se riuscissi ad attenuare di un 30/40% i db sarebbe comunque un ottimo risultato:
    Non ascolto mai o quasi a livelli da stadio ed inoltre ho scoperto che la vicina è leggermente sorda :D ...ulteriori db guadagnati.



    Fabbiè allora la tua vicina sarà in buona compagnia, se mi inviti saremo in 3 :P ...
    Pietro De Palma - San Cesareo (Roma) Gli anni passano, le orecchie migliorano.
    Molti sono convinti di essere più furbi degli altri, ma non si rendono conto che gli altri non sono fessi ...
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,476Member
    scubi said:

    Buona idea...potrei anche pensare a prese a pavimento.
    Grazie



    le prese a pavimento raccolgono polvere e cedo non siano a norma (in caso di spandimento di liquidi)
    Andrea
    bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
    diffusori dismessi: AMT330
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    PietroPDP said:

    scubi said:

    Intanto ringrazio per gli ulteriori chiarimenti.
    Dunque mi state dicendo che non potrò inserire prese sul cartongesso?
    Dove le metto? :D
    Pensandoci bene, anche se riuscissi ad attenuare di un 30/40% i db sarebbe comunque un ottimo risultato:
    Non ascolto mai o quasi a livelli da stadio ed inoltre ho scoperto che la vicina è leggermente sorda :D ...ulteriori db guadagnati.



    Fabbiè allora la tua vicina sarà in buona compagnia, se mi inviti saremo in 3 :P ...



    :D
    Fabio
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    andreazac said:

    scubi said:

    Buona idea...potrei anche pensare a prese a pavimento.
    Grazie



    le prese a pavimento raccolgono polvere e cedo non siano a norma (in caso di spandimento di liquidi)


    Anche questo è vero...però, su qualche rivista, mi pare di aver visto prese a pavimento. Bo
    Fabio
  • Gigi_TOGigi_TO
    Posts: 1,077Member
    Nella mia vecchia abitazione avevo messo dei pannelli di ecorubber. Ha efficacia sulle basse frequenze. 3 cm di gomma con 1 cm di cartongesso.
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 912Member
    scubi said:

    andreazac said:

    scubi said:

    Buona idea...potrei anche pensare a prese a pavimento.
    Grazie



    le prese a pavimento raccolgono polvere e cedo non siano a norma (in caso di spandimento di liquidi)


    Anche questo è vero...però, su qualche rivista, mi pare di aver visto prese a pavimento. Bo


    A me le prese a torretta risultano a norma, se non erro ce ne sono anche a scomparsa nel pavimento ma si chiudono, un poco scomode....ma sempre a norma.
  • skunkskunk
    Posts: 1,648Member
    Io ho il cappotto interno, e dividendo la casa ci un vicino mi sono preoccupato anche dell'isolamento acustico. Non sono per niente soddisfatto, passa certamente meno rumore, ma non sono per niente isolato, quando il vicino suona il pianoforte lo sento, sento anche quando parla ad alta voce. Il cappotto è 8 cm, Cartongesso foglio e lana di roccia. Come se non bastasse la pressione sonora delle basse frequenze fa vibrare i pannelli con un terribile effetto Car audio, avete presente quando la portiera col woofer vibra? Ci sono aziende specializzate, ma credo che la soluzione sia inscatolare la stanza, pavimento e soffitto inclusi, e si arriva ad una progressiva riduzione di qualche decibel, in proporzione al l'importanza dell'intervento. Questo per medi e alti, per i bassi credo sia necessario altro.
    MacBook Pro - Audirvana - Tidal - Supernait - Martin Logan Vantage
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    Arnaldo said:

    scubi said:

    andreazac said:

    scubi said:

    Buona idea...potrei anche pensare a prese a pavimento.
    Grazie



    le prese a pavimento raccolgono polvere e cedo non siano a norma (in caso di spandimento di liquidi)


    Anche questo è vero...però, su qualche rivista, mi pare di aver visto prese a pavimento. Bo


    A me le prese a torretta risultano a norma, se non erro ce ne sono anche a scomparsa nel pavimento ma si chiudono, un poco scomode....ma sempre a norma.


    Mi pare prio che erano quelle che avevo visto io...anzi, alcune cucine le prevedono tipo questa:

    image
    Post edited by scubi at 2017-07-13 09:58:44
    Fabio
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    skunk said:

    Io ho il cappotto interno, e dividendo la casa ci un vicino mi sono preoccupato anche dell'isolamento acustico. Non sono per niente soddisfatto, passa certamente meno rumore, ma non sono per niente isolato, quando il vicino suona il pianoforte lo sento, sento anche quando parla ad alta voce. Il cappotto è 8 cm, Cartongesso foglio e lana di roccia. Come se non bastasse la pressione sonora delle basse frequenze fa vibrare i pannelli con un terribile effetto Car audio, avete presente quando la portiera col woofer vibra? Ci sono aziende specializzate, ma credo che la soluzione sia inscatolare la stanza, pavimento e soffitto inclusi, e si arriva ad una progressiva riduzione di qualche decibel, in proporzione al l'importanza dell'intervento. Questo per medi e alti, per i bassi credo sia necessario altro.



    Ah!
    Poco confortante come notizia.
    Fabio
  • M.B.M.B.
    Posts: 11,422Member
    Al di là dei materiali utilizzati, è fondamentale che la messa in opera sia eseguita da personale specializzato a regola d'arte sotto il controllo di un tecnico progettista! Quest'ultimo, ha anche il compito di verificare strumentalmente il lavoro, rilasciando poi idonea certificazione. Tenete presente che nell'isolamento acustico basta una piccolissima cazzata per inficiare il raggiungimento dell'obiettivo prefisso...
  • marcellomarcellomarcellomarcello
    Posts: 4,149Member
    scubi said:

    skunk said:

    Io ho il cappotto interno, e dividendo la casa ci un vicino mi sono preoccupato anche dell'isolamento acustico. Non sono per niente soddisfatto, passa certamente meno rumore, ma non sono per niente isolato, quando il vicino suona il pianoforte lo sento, sento anche quando parla ad alta voce. Il cappotto è 8 cm, Cartongesso foglio e lana di roccia. Come se non bastasse la pressione sonora delle basse frequenze fa vibrare i pannelli con un terribile effetto Car audio, avete presente quando la portiera col woofer vibra? Ci sono aziende specializzate, ma credo che la soluzione sia inscatolare la stanza, pavimento e soffitto inclusi, e si arriva ad una progressiva riduzione di qualche decibel, in proporzione al l'importanza dell'intervento. Questo per medi e alti, per i bassi credo sia necessario altro.



    Ah!
    Poco confortante come notizia.


    Appunto - per le basse frequenze questa soluzione non serve quasi a nulla .
    A mio parere è una partita persa - devi intervenire con investimenti seri e strutturali come una parete di mattoni pieni o fogli di piombo sistemati da persone competenti -

    Post edited by marcellomarcello at 2017-07-14 16:10:50
  • scubiscubi
    Posts: 3,031Member
    ...credo che la seconda via è quella da seguire (piombo).
    Grazie a tutti per gli interventi e se pensate di aggiungerne di nuovi, sono qui.
    Fabio
  • gpbgpb
    Posts: 23,210Member
    poiché quello che conta è il peso della parete (per quello il piombo...) puoi appricarlo direttamente in aderenza alla parete esistente (che però bisogna vedere come è fatta)
    ottimi anche i pannelli in cartongesso con strato di gomma pesante di vario spessore
    Ciao Gian Paolo
  • maverickmaverick
    Posts: 11,245Member
    gpb said:

    poiché quello che conta è il peso della parete (per quello il piombo...) puoi appricarlo direttamente in aderenza alla parete esistente (che però bisogna vedere come è fatta)
    ottimi anche i pannelli in cartongesso con strato di gomma pesante di vario spessore



    esatto.
    Non se ne esce, .. il fonoisolamento (che è roba diversa dal fonoassorbimento) passa da un concetto principale : tanta massa, e quindi tanto peso: la fisica non è un'opinione.
    Questa è una condizione NECESSARIA, ma ovviamente non sufficiente, perchè come hanno perfettamente detto più forumer sopra, tutto è vano se non si curano i dettagli e non c'è un progetto, realizzato e soprattutto seguito da uno specialista.
    Già fonoisolare un manufatto esistente è roba complicata e costosa, .. se poi  è fatto alla valachelavaben, leggendo un po' di depliant .. è una battaglia persa.