Musica liquida: hdd vs ssd
  • stlupistlupi
    Posts: 1,053Member
    Mi chiedevo se qualcuno avesse mai effettuato una prova comparativa nel riprodurre file musicali utilizzando come supporto di registrazione un hard disk HDD oppure uno SSD in particolare se la mancanza di organi meccanici in movimento e la maggior velocità dell' SSD portasse a dei reali vantaggi a livello di riproduzione audio.
    Post edited by stlupi at 2017-07-10 23:49:29
    Stefano . Impianto : Raspberry Pi3 + Hifiberry dac+ pro, Naim Nait 5si, Epos Els 3, cavo alimentazione e segnale Ricable, cavo potenza Cable Talk 3.1
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,223Member
    Diverse volte, nessuna differenza.
    Sabbath
  • stlupistlupi
    Posts: 1,053Member

    Diverse volte, nessuna differenza.





    Ok. Grazie.
    Stefano . Impianto : Raspberry Pi3 + Hifiberry dac+ pro, Naim Nait 5si, Epos Els 3, cavo alimentazione e segnale Ricable, cavo potenza Cable Talk 3.1
  • alexisalexis
    Posts: 18,256Member
    Mentre è fondamentale avere il sistema operativo su sshd, lo è un po' meno per lo strage dei file... :-)
    “Never assume malice when stupidity will suffice”
  • TankardTankard
    Posts: 54Member
    sulla riproduzione del file in senso stretto del termine, fanno lo stesso identico lavoro, poi è ovvio che ci siano delle differenze di funzionamento e prestazione per via della diversa natura delle due soluzioni, ma qui poi bisognerebbe vedere di che HDD si parla.

    Come sappiamo ci sono vari modelli di HDD che differiscono per rumorosità, velocità, reattività e altre cose, per via di differenti caratteristiche relative a numero di giri, dimensione del buffer e così via. Ad esempio in genere se prendiamo un HDD a basso consumo e silenzioso, questo potrebbe lavorare a 5400 rpm, mentre da diverso tempo quelli standard sono passati a 7200 e i più veloci invece a 10.000. Idem tra le varie tipologie e tagli cambia la dimensione della memoria del buffer (o cache che dir si voglia) che può aiutare nella gestione dei file senza esitazioni.

    Tutto questo lo si vede ad esempio nel catalogo Western Digital, dove nella linea Caviar si trovano HDD specifici per i vari tipi di installazioni: i Green per silenziosità e risparmio energetico, i Blue che possiamo definire il modello standard, il Black quello più prestazionale, il Red specifico per i NAS.. arrivando poi alla linea "Raptor" a 10.000 rpm per il top delle prestazioni.

    Quindi poi alla fine, la scelta tra SSD, HDD e quale tipo dipende da vari fattori e ogni soluzione ha pro e contro.. l'SSD ovviamente è non fa nessun rumore, il che male non fa in campo audio e ovviamente è il top delle prestazioni, ma se abbiamo un archivio musicale di dimensioni importanti, la spesa aumenta rispetto ad un HDD e nonostante i modelli a stato solido odierni sono discretamente longevi, sappiamo già che hanno una vita determinata dai cicli di lettura e scrittura a cui li sottoponiamo.
    Invece parlando di HDD, per un utilizzo audio probabilmente il primo pensiero va ai modelli più silenziosi e a basso consumo, ma in caso di archivi musicali corposi e file pesantucci, anche se è raro potrebbero mostrare qualche incertezza, viceversa un modello più prestazionale non batterà ciglio ma potrebbe fare un po' di rumore e vibrazioni in più.. fermo restando che la questione rumore è poi minima oggigiorno, ma potrebbe essere da considerare se l'hdd se ne sta vicino all'impianto.

    Poi potremmo parlare anche di modelli Ibridi, o della creazione di un ibrido accoppiando un piccolo SSD ad un HDD, ma sinceramente non mi ha mai entusiasmato questa filosofia.
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 910Member
    Tankard said:


    Quindi poi alla fine, la scelta tra SSD, HDD e quale tipo dipende da vari fattori e ogni soluzione ha pro e contro.. l'SSD ovviamente è non fa nessun rumore, il che male non fa in campo audio e ovviamente è il top delle prestazioni, ma se abbiamo un archivio musicale di dimensioni importanti, la spesa aumenta rispetto ad un HDD e nonostante i modelli a stato solido odierni sono discretamente longevi, sappiamo già che hanno una vita determinata dai cicli di lettura e scrittura a cui li sottoponiamo.
    Lettura?
    Sicuro? Casomai scrittura che equivale a cancella/modifica di un file.

  • TankardTankard
    Posts: 54Member
    Arnaldo said:

    Tankard said:


    Quindi poi alla fine, la scelta tra SSD, HDD e quale tipo dipende da vari fattori e ogni soluzione ha pro e contro.. l'SSD ovviamente è non fa nessun rumore, il che male non fa in campo audio e ovviamente è il top delle prestazioni, ma se abbiamo un archivio musicale di dimensioni importanti, la spesa aumenta rispetto ad un HDD e nonostante i modelli a stato solido odierni sono discretamente longevi, sappiamo già che hanno una vita determinata dai cicli di lettura e scrittura a cui li sottoponiamo.
    Lettura?
    Sicuro? Casomai scrittura che equivale a cancella/modifica di un file.



    In effetti rileggendo il messaggio, mi è uscita fuori una frase fraintendibile (ecco cosa succede quando si scrive di fretta :D ) ovviamente la lettura in se, nel senso stretto e classico del termine non influisce sulla durata di un SSD.
    Mi è uscito "lettura/scrittura" perché mentre scrivevo pensavo in senso più ampio, ovvero a tutte le operazioni che fa un SSD in scrittura o quantomeno riscrittura, dove non riesce semplicemente a riscrivere, ma prima deve leggere, poi spostare/cancellare e poi scrivere.. che poi è quello che porta il problema write amplification.
    Detto molto alla veloce e alla semplice eh, giusto per capirsi ;)
    Post edited by Tankard at 2017-07-12 09:33:02
  • stlupistlupi
    Posts: 1,053Member
    Io attualmente ho un hard disk Western Digital My Passport 1 terabyte collegato e alimentato dalla porta USB del raspberry è assolutamente silenzioso l'unica cosa che ho notato è che nella riproduzione di file DSD a 256 ho delle interruzioni del segnale audio ma non so se appunto possa dipendere dall' hard disk, alla porta USB, dal rasperry stesso o dalla scheda Dac montata sul raspy
    Stefano . Impianto : Raspberry Pi3 + Hifiberry dac+ pro, Naim Nait 5si, Epos Els 3, cavo alimentazione e segnale Ricable, cavo potenza Cable Talk 3.1
  • TankardTankard
    Posts: 54Member
    in genere, salvo rari casi e modelli specifici, i modelli di HDD messi all'interno dei dischi non sono granché prestazionali (del resto tante volte un HDD esterno costa uguale o meno della sua controparte interna...) non necessariamente perché mettono "spazzatura" (anche se si sente spesso gente che sostiene che tanti produttori mettano dentro roba di seconda scelta) ma per ovvie questioni di costo complessivo, rumorosità, consumo (specialmente se parliamo di prodotti autoalimentati tramite usb e su porta singola) ecc ecc.

    In genere per togliersi il dubbio, la soluzione migliore è farsi in casa il disco USB prendendo un kit con box, controller, cavo ecc e poi mettendovi all'interno l'HDD che si ritiene migliore per l'utilizzo che bisogna farne. (discorso simile si potrebbe fare anche con i NAS)

    Tanto per dire, non so di che anno sia il tuo My Passport, ma ricordo che alcuni anni fa il modello da 1 tera all'interno aveva un HDD da 5400 rpm e 8mb di buffer. Ovvero non proprio un fulmine di guerra...

    Se ad esempio ti fai in casa un HDD esterno con kit apposito e ci butti dentro sempre di WD un Caviar Black da 1TB, ti ritrovi un disco da 7200 rpm e 64mb di buffer.. poi ovvio che il collo di bottiglia si può verificare in diverse altre cose, ma sicuramente avere un HDD un po' più veloce male non fa a nessuno, no? :)

    p.s. se non sbaglio la serie Elements di dischi esterni WD monta dischi da 7200rpm, ma non vorrei ricordare male e comunque non ricordo a quanto ammonta la cache. 
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 910Member
    Tankard said:

    Arnaldo said:

    Tankard said:


    Quindi poi alla fine, la scelta tra SSD, HDD e quale tipo dipende da vari fattori e ogni soluzione ha pro e contro.. l'SSD ovviamente è non fa nessun rumore, il che male non fa in campo audio e ovviamente è il top delle prestazioni, ma se abbiamo un archivio musicale di dimensioni importanti, la spesa aumenta rispetto ad un HDD e nonostante i modelli a stato solido odierni sono discretamente longevi, sappiamo già che hanno una vita determinata dai cicli di lettura e scrittura a cui li sottoponiamo.
    Lettura?
    Sicuro? Casomai scrittura che equivale a cancella/modifica di un file.



    In effetti rileggendo il messaggio, mi è uscita fuori una frase fraintendibile (ecco cosa succede quando si scrive di fretta :D ) ovviamente la lettura in se, nel senso stretto e classico del termine non influisce sulla durata di un SSD.
    Mi è uscito "lettura/scrittura" perché mentre scrivevo pensavo in senso più ampio, ovvero a tutte le operazioni che fa un SSD in scrittura o quantomeno riscrittura, dove non riesce semplicemente a riscrivere, ma prima deve leggere, poi spostare/cancellare e poi scrivere.. che poi è quello che porta il problema write amplification.
    Detto molto alla veloce e alla semplice eh, giusto per capirsi ;)
    Vabbè....così è corretto, altrimenti si rischia di creare leggende metropolitane......
    ....senza essere pignoli.
    Post edited by Arnaldo at 2017-07-12 10:53:54
  • bluerayblueray
    Posts: 11,925Member
    Il tallone di Achille  degli SSD  sono la scrittura -cancellazione non la  lettura., io uso un SSD  per lo storage dei file  musicali e le  prestazioni sono superiori ad un HD  meccanico.
  • ArnaldoArnaldo
    Posts: 910Member
    blueray said:

    Il tallone di Achille  degli SSD  sono la scrittura -cancellazione non la  lettura., io uso un SSD  per lo storage dei file  musicali e le  prestazioni sono superiori ad un HD  meccanico.



    modifica no?
  • stlupistlupi
    Posts: 1,053Member
    Ho verificato e in effetti il mio Western Digital è un 5400rpm 8 MB di cache non proprio una scheggia!!
    Stefano . Impianto : Raspberry Pi3 + Hifiberry dac+ pro, Naim Nait 5si, Epos Els 3, cavo alimentazione e segnale Ricable, cavo potenza Cable Talk 3.1
  • milani_elekmilani_elek
    Posts: 210Member
    ..ma per "veicolare" file .flac o .wav eccetera, (audio) non mi dite che servono chissà che HDD che non ci credo!
  • TankardTankard
    Posts: 54Member

    ..ma per "veicolare" file .flac o .wav eccetera, (audio) non mi dite che servono chissà che HDD che non ci credo!



    non serve certo un raid 0 di velociraptor, è chiaro, ma considerando che da diverso tempo (un po' di anni ormai) a questa parte un HDD standard (quantomeno parlando di PC desktop) come i Caviar Blue di WD o i Barracuda di Seagate e altri similari sono di norma 7200 rpm con 16, 32 o più MB di cache (a seconda dei tagli) un 5400 rpm con 8 MB è un HDD sotto la media in quanto a prestazioni (ma potrebbe essere superiore in silenziosità a seconda dei modelli e come detto più gestibile se lo si deve alimentare da una singola porta USB, per questo spesso si usano come HDD esterni).
    Detto questo, i file si aprono e ascoltano con qualsiasi HDD, pure un vecchio IDE se vogliamo (con tutti i limiti del caso) ma non escluderei che in caso di archivi musicali grandi e file un minimo "pesanti" (insomma non un mp3 da 3/4 MB) un HDD sotto la media come caratteristiche possa mostrare occasionalmente qualche incertezza.

    Poi ribadisco.. sono dettagli, finezze ecc ecc.. magari pure pippe mentali.. ma dal mio personalissimo punto di vista, nel momento in cui l'HDD è il custode della nostra musica e colui che la "eroga" verso l'impianto, non penso faccia male spendere una ventina di euro in più ed essere sicuri di avere un HDD veloce e sempre reattivo e togliersi tutti i dubbi.. 
  • zampexzampex
    Posts: 3,364Member
    Tankard said:

    ma non escluderei che in caso di archivi musicali grandi e file un minimo "pesanti" (insomma non un mp3 da 3/4 MB) un HDD sotto la media come caratteristiche possa mostrare occasionalmente qualche incertezza.



    Con la banda passante necessaria per l'audio, se si rilevano incertezze non sono di certo imputabili ad i dischi ma casomai alla memoria occupata, cpu e processi di sistema...

    Dischi a basso numero di giri, scaldano meno fanno meno rumore e durano di piu'.
  • milani_elekmilani_elek
    Posts: 210Member
    ..parole sante, zampex!
    ("I danni" li fanno quando li fanno le alimentazioni e le usb... e tanti per l'ascolto, "quasi" quanti li fanno i PC ed i "processi", su WIN all'incirca 80!!!  :-*)
    Post edited by milani_elek at 2017-07-12 20:16:23
  • newtonnewton
    Posts: 937Member
    alexis said:

    Mentre è fondamentale avere il sistema operativo su sshd, lo è un po' meno per lo strage dei file... :-)




  • alexisalexis
    Posts: 18,256Member
    Io ho preso per lo storage due dischi seagate ironwolf da 10 Tera cadauno, e li faccio girare in raid 0...
    Fossero ssd avrei soeso il decuplo.. Meglio aspettare ancora un po', i prezzi scenderanno pure per gli ssd..
    “Never assume malice when stupidity will suffice”
  • apprendistaapprendista
    Posts: 2,316Member
    Premetto che capisco molto poco di informatica, e che ho un pc costruito da un amico, uso un hd Western Digital my book da 4 tera, consigliatomi come uno dei più affidabili.
    L'hd va bene, tuttavia per silenziosità e vibrazioni (soprattutto le seconde) sceglierei un disco a stato solido.
    Quello tradizionale si sente, e non si può mettere in un rack audio perché trasmette vibrazioni esagerate (salvo a voler adottare basi antisismiche o piedini magici da 100 euro l'uno ecc.ecc).
    Quelli a ss costano di più...ma ci si può accontentare di capienze inferiori...e poi..il prezzo è solo questione di tempo...credo sia opportuno aspettare un po'..i prezzi degli ssd scenderanno e il vecchio li si potrà sempre tenere per back up...
    Post edited by apprendista at 2017-07-14 14:46:11
  • stanzanistanzani
    Posts: 19,959Member
    alexis said:

    Mentre è fondamentale avere il sistema operativo su sshd, lo è un po' meno per lo strage dei file... :-)



    non lo e' per niente. non e' la lettura da hdd/ssd il collo di bottiglia dello streaming

    nessuna differenza per me
    ... you aren't hearing an improvement because of the format. You're hearing it because of the remastering ...
  • stanzanistanzani
    Posts: 19,959Member

    ..ma per "veicolare" file .flac o .wav eccetera, (audio) non mi dite che servono chissà che HDD che non ci credo!



    infatti non servono. e comunque l'l'ultma versione di jriver e' possibile optare per la riprodruzione da ram tramite copia preventiva

    ... you aren't hearing an improvement because of the format. You're hearing it because of the remastering ...
  • newtonnewton
    Posts: 937Member
    detto ciò, a casa mia la differenza fra il cavo di serie che collega l'hd al mac e uno buono si sente.
  • bambulottobambulotto
    Posts: 7,085Member
    :-?
    Ciao!
    Roberto - Caserta
  • dadoxdadox
    Posts: 10,982Member
    Cavi o non cavi, i file audio per i computers sono un documento come un altro. Un conto é gestirli a livello scheda dedicata, un conto é la velocità di trasferimento fisico durante le copie etc. Fossero anche su floppy, una volta gestiti dalle Cpu, suonano tutti uguali. :-D Solo più lenti ad esser gestiti.
  • XabarasXabaras
    Posts: 7,247Member
    newton said:

    detto ciò, a casa mia la differenza fra il cavo di serie che collega l'hd al mac e uno buono si sente.



    Mah, da sistemista informatico resto perplesso da questa tua affermazione, con tutto il rispetto, sennò vorrebbe dire che il cavo di serie nel trasferire i dati dall'hd al pc o alla cpu si perde qualcosa. E se così fosse te ne accorgeresti non solo in quel frangente. Posso arrivare a capire le differenze tra cavi usb che portano poi il segnale digitale al dac, ma questo, sinceramente, no.
    Post edited by Xabaras at 2017-08-11 08:43:55
    Il locale è triste e sta sempre qua, Mauro
  • NejiroNejiro
    Posts: 2,362Member
    newton said:

    detto ciò, a casa mia la differenza fra il cavo di serie che collega l'hd al mac e uno buono si sente.



    Ne ho sentite tante ma credo che questa le supera tutte  :D
    Mark Levinson 380S/23.5 - Chord 2Qute - Vandersteen 2CE Signature II
  • Gabry963Gabry963
    Posts: 32Member
    Per quanto mi riguarda avendo molta musica in DSD e di conseguenza normalmente 200 e più mega a brano la soluzione migliore potrebbe essere NAS HDD(da un pò di tera) + Cache SSHD da 256gb. 
  • MarwitzMarwitz
    Posts: 48Member
    La questione è semplice:
    purché silenzioso e sufficientemente capace, va bene qualunque hd.
    Se vogliamo assemblare un pc audio senza compromessi, dobbiamo usare gli SSD,
    ma dobbiamo aspettare quelli con capienza di almeno 3 tera a prezzo umano.

  • TOLATOLA
    Posts: 3,037Member
    l'HD stato solido è stato da me indispensabile per gestire una libreria diventata enorme. ormai ho 7 tb di musica in aiff tutti nella stessa libreria. gli hard disk sono esterni tradizionali, sull'hd stato solido sistema operativo e libreria.
    Thomas
  • MarwitzMarwitz
    Posts: 48Member
    Questa è ormai la configurazione standard per un pc-audio:
    S.O. e player su SSD e files musicali su hd.