Arriva la nuova piattaforma: inventiamo insieme un gioco tutto nuovo.
Primo giradischi semiserio...con un occhio al vintage.
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    Salve a tutti,
    poco tempo fa ho comprato un Audio Technica AT-LP120.
    Devo ammettere di averlo trovato piuttosto silenzioso, preciso nei giri (rispetto al mio precedente simil-technics a cinghia), sempre troppo leggerino nel braccio e tutto sommato ben suonante, per quanto fare paragoni in assoluto mi risulti difficile, considerata la sostituzione, insieme al giradischi, dei diffusori, che basterebbero da soli a marcare una differenza tale rispetto ai precedenti, da essere imbarazzante persino se come fonte si utilizzasse lo stesso compattone da 60 euro.
    Il risultato, nel complesso, in ogni caso, non è malvagio.
    Da quando ho effettuato l'ordine sino ad oggi, ho dedicato molto tempo a documentarmi su giradischi alternativi da ricercare nell'usato, viste le mie disponibilità non faraoniche di 350/400 euro (con qualche piccolo strappo giustificabile solo da oggetti veramente speciali), con cui non credo si possa puntare a migliorie esoteriche sul nuovo.
    Dell'AT, che seguivo da tempo col tracker e che sono riuscito a prendere ad un prezzo relativamente conveniente, mi convincono pochissimo i dati dichiarati di "wow and flutter" e il rapporto segnale/rumore, rispettivamente attestatisi su dei fittizi "<0.2% WRMS" e ">50dB".
    Lo stesso AT-LP1240, che molti qui segnalano come un buon modello (almeno a confronto col fratello minore), ha dei poco esaltanti valori che si collocano per i due parametri su "0,1% WRMS" e "55 dB".
    Anche se non dicono tutto, sono dati anniluce distanti dall'ispiratore-progenitore Technics SL-1200, così come da molti altri giradischi storici che si collocano più o meno sulla stessa fascia di prezzo.
    Inoltre ho scoperto che quasi tutti i giradischi con preamp integrato, e gli AT non fanno eccezione, avendo i cavi di segnale che passano proprio dalla zona del preamp, tendono a restituire un suono impastato sul medio-alto, anche quando il preamp è bypassato impostando l'uscita phono.
    Su internet ci sono decine di guide su come rimuovere il preamplificatore, ma divergono - e non poco - dalle mie capacità.
    Inoltre, se scegliessi di imbarcarmi in un'impresa simile, e se anche mi andasse bene, invaliderei comunque la garanzia, che è forse il motivo principale per cui si opta per un giradischi nuovo.
    Alla luce di tutte queste considerazioni, volendo puntare su un piatto che sia quanto più possibile definitivo o che almeno possa accompagnarmi per un buon numero di anni (visto che risulterebbe probabilmente superiore al resto dell'impianto, dunque l'adeguamento sarebbe da spalmare nel tempo), stavo cominciando ad orientarmi sull'usato.
    Tra i modelli che sto attenzionando ci sono:
    - Pro-Ject 6 (anche se ancora non ho capito le differenze tra 6, 6.1 e 6.9);
    - Technics SL-1200;
    - Era 444;
    - Thorens TD160 Super MkV (ma anche altri Thorens, come il TD320);

    Per il momento questi, ma sono aperto ad altre "vecchie" novità.
    Tendenzialmente preferirei un modello coi connettori RCA esterni, che mi consenta un minimo di smanettare coi cavi, possedendo dei Ricable Hi-End RH05.
    Tra i giradischi segnalati, mi sembra che solo il Pro-Ject abbia questa peculiarità, ma al limite quella coppia di cavi potrei riservarla al lettore CD che dovrei prendere a breve, quindi non resterebbe a prendere polvere.
    Purtroppo, abitando lontano dalla civiltà, avrei possibilità di vedere soltanto due dei piatti indicati.
    Avendo l'opportunità di ispezionarli di persona, quali aspetti dovrei attenzionare per ogni modello?
    Quali di questi giradischi - in violazione ai sacri principi dell'audiofilo non Hi-pollo - potrei prendere online con meno margini di rischio?
    Quale mi porrebbe maggiori vincoli in ambito di testine (coi bracci originali), ed eventualmente, più in là, di bracci?
    Quali richiedono una manutenzione assurda, oppure calibrazioni troppo complicate (anche se la voglia di sbattermi ed imparare eventualmente non mi mancherebbe, pur di trovare qualche guida o qualcuno che con pazienza mi spieghi come fare. Però eviterei i modelli con manutenzione troppo ardimentosa. Ad esempio, per un attimo avevo tenuto in considerazione anche l'Era 666, difficile da trovare e sicuramente fuori budget, ma poi ho letto che per sostituire la cinghia bisognava smontare il braccio e l'ho depennato).
    Comunque sono aperto ad ogni sorta di suggerimento.
    Anticipatamente grazie.

    P.S. L'AT posso restituirlo entro il 16. Probabilmente non riuscirò a prendere un giradischi vintage entro quella data, però dovrei decidere se andare o meno in quella direzione, per comportarmi di conseguenza.
    Post edited by tonino94 at 2017-06-08 15:32:10
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • janijani
    Posts: 1,087Member
    Tra quelli in lista escluderei senz'altro il project e valuterei seriamente TD320 o SL1200 perchè, se in ordine, sono più semplici da settare/usare e costanti come prestazioni, oltre naturalmente ad essere degli ottimi gira.
    Gianni
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    Mi stavo orientando parecchio sul Thorens TD160 Super MkV. A 120 km da dove abito ne vendono uno, ma il negoziante chiede 600 euro.
    Troppo difficile da settare?
    A una sessantina di chilometri invece un privato propone un SL-1200 (essendo neri i mobili e il resto preferirei il 1210, ma pazienza). Quale potrebbe essere un prezzo onesto se è in buone condizioni?
    In assoluto, tra i due, quale suona meglio (ammesso che sia una domanda fattibile)?
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    tonino94 said:

    Mi stavo orientando parecchio sul Thorens TD160 Super MkV. A 120 km da dove abito ne vendono uno, ma il negoziante chiede 600 euro.
    Troppo difficile da settare?
    A una sessantina di chilometri invece un privato propone un SL-1200 (essendo neri i mobili e il resto preferirei il 1210, ma pazienza). Quale potrebbe essere un prezzo onesto se è in buone condizioni?
    In assoluto, tra i due, quale suona meglio (ammesso che sia una domanda fattibile)?



    Ambedue suonano a dovere.
    L'SL-1200 è una garanzia, facile da settare per il neofita e ancora oggi trovi pressochè tutti i ricambi, se ti occorre nero non avere fretta e orientati su un SL-1210, non capisco per quale motivo dovresti "accontentarti", gli SL-1210 non sono oggetti rari.
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    poeta_m1 said:

    tonino94 said:

    Mi stavo orientando parecchio sul Thorens TD160 Super MkV. A 120 km da dove abito ne vendono uno, ma il negoziante chiede 600 euro.
    Troppo difficile da settare?
    A una sessantina di chilometri invece un privato propone un SL-1200 (essendo neri i mobili e il resto preferirei il 1210, ma pazienza). Quale potrebbe essere un prezzo onesto se è in buone condizioni?
    In assoluto, tra i due, quale suona meglio (ammesso che sia una domanda fattibile)?



    Ambedue suonano a dovere.
    L'SL-1200 è una garanzia, facile da settare per il neofita e ancora oggi trovi pressochè tutti i ricambi, se ti occorre nero non avere fretta e orientati su un SL-1210, non capisco per quale motivo dovresti "accontentarti", gli SL-1210 non sono oggetti rari.


    Capisco, grazie.
    Sto guardando qualche offerta in zona. C'è un tizio che vende un SL1210, un Thorens TD280 e 100 dischi a 600 euro, ma non pare disposto a smembrare.
    Adesso provo a contattarlo.
    Quindi il 160 super è troppo complesso da settare e gestire per un neofita?
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 828Member
    tonino94 said:

    poeta_m1 said:


    Quindi il 160 super è troppo complesso da settare e gestire per un neofita?


    Non necessariamente, (dipende dal braccio che monta) rispetto al SL1200 sono due filosofie diverse: il Technics è un trazione diretta, il Thorens ha la cinghia, Il Technics è un mulo e (se in ordine) non pretende particolari attenzioni (occhio solo che non sia stato stra-sfruttato da qualche DJ), il Thorens necessita periodicamente del cambio della cinghia ed era un gira più dedicato agli audiofili (quindi più difficile che sia stato maltrattato) comunque sono entrambe ottime macchine (il 160 è fra i  miei giradischi ed il SL1200 l'ho avuto per casa tre o quattro mesi)
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • joe1949joe1949
    Posts: 35,915Member
    Purtroppo, indipendentemente dai "numeri" tra l' A.T. 120 e il 1240 c' è un bell' abisso, sia riguardo alla macchina in se stessa che al braccio!
    Qualche anno fà me ne è stato gentilmente regalato uno (nuovo imballato) e devo dire che mi ha sorpreso non poco sia sonicamente che costruttivamente, e questo me lo ha confermato un amico rivenditore che li tratta entrambi, e che secondo lui il 1240 (che pesa il doppio rispetto al 120) se la gioca alla pari con l' sl 1200/1210
    Il braccio non è indicatissimo per le testine mc, ma con le mm di media cedevolezza funziona benone

    PS: tra i vari giradischi di casa ho anche un Thorens td 125 con braccio Sme II e ti posso dire che sono agli antipodi: Thorens va tarato bene a livello di molle, specie se si parla di macchina un po' vissuta, bisogna curare particolarmente la cinghia, che sia quella originale e in buone condizioni, non ci devi "starnutire" nelle vicinanze altrimenti salta il disco, ma se lo curi bene un 160 super con un buon braccio può essere una macchina "definitiva"!
    Post edited by joe1949 at 2017-06-08 20:33:27
    Saluti a tutti - Fabio, Valdobbiadene (TV) - Je suis Paris
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    joe1949 said:

    Thorens va tarato bene a livello di molle, specie se si parla di macchina un po' vissuta, bisogna curare particolarmente la cinghia, che sia quella originale e in buone condizioni, non ci devi "starnutire" nelle vicinanze altrimenti salta il disco, ma se lo curi bene un 160 super con un buon braccio può essere una macchina "definitiva"!


    La presenza del controtelaio, con le relative molle, dovrebbe garantire un certo grado di isolamento dal piano d'appoggio.
    Se non ci si può nemmeno starnutire nelle vicinanze, non ne comprendo il vantaggio a fronte della maggiore complicazione.
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 50,311Administrator
    tutti i thorens che ho avuto e che hanno avuto i miei amici era piuttosto insenbili alle vibrazioi, la soluzione alla thorens era comunissima proprio perchè allepoca il gira lo avevano tutti e quai tutti lo mettevano dove c'era spazio, sulla scrivania su un diffusore su un libreria nn audiofila
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    joe1949 said:

    Purtroppo, indipendentemente dai "numeri" tra l' A.T. 120 e il 1240 c' è un bell' abisso, sia riguardo alla macchina in se stessa che al braccio!
    Qualche anno fà me ne è stato gentilmente regalato uno (nuovo imballato) e devo dire che mi ha sorpreso non poco sia sonicamente che costruttivamente, e questo me lo ha confermato un amico rivenditore che li tratta entrambi, e che secondo lui il 1240 (che pesa il doppio rispetto al 120) se la gioca alla pari con l' sl 1200/1210
    Il braccio non è indicatissimo per le testine mc, ma con le mm di media cedevolezza funziona benone

    PS: tra i vari giradischi di casa ho anche un Thorens td 125 con braccio Sme II e ti posso dire che sono agli antipodi: Thorens va tarato bene a livello di molle, specie se si parla di macchina un po' vissuta, bisogna curare particolarmente la cinghia, che sia quella originale e in buone condizioni, non ci devi "starnutire" nelle vicinanze altrimenti salta il disco, ma se lo curi bene un 160 super con un buon braccio può essere una macchina "definitiva"!



    Ho letto un po' ovunque paragoni con distinguo analoghi tra i due AT.
    Purtroppo bisognerebbe effettuare una sessione di confronto col Technics, per fugare i dubbi.
    In ogni caso i dati sono talmente distanti, da collocare teoricamente i prodotti su due livelli molto diversi.
    L'SL1200 Mk2 vanta un rapporto segnale/rumore di 78 dB ed un wow and flutter di 0,025% WRMS.
    Come puntualizzato sopra, i dati non diranno tutto, ma se scarti simili non si traducessero in una distanza funzionale (anche piuttosto marcata, ad un buon orecchio), vorrebbe dire che non indicherebbero proprio nulla.
    Il peso dei due AT non è poi così distante, considerando che il più piccolo pesa 10,7 kg, mentre l'altro 12,5. Le differenze principali credo siano nel piatto, in quanto quello dell'AT120 pesa poco più di 700 grammi (quanto il piatto associato al mio vecchio JB Systems Q1), mentre quello montato sull'AT LP1240 dovrebbe vantare una massa più che doppia.
    Il motore del più performante dovrebbe produrre circa 3 volte la coppia iniziale del minore. 
    Infine, molti dubitano che ci siano grosse differenze nel braccio.

    Per quanto riguarda i Thorens, mi preoccupa un po' la configurazione macchinosa. Ho letto da qualche parte che tendono facilmente a perdere i settaggi e che bisogna controllare e rifare molto spesso le tarature.
    Solo chiacchiere da bar o c'è un fondo di verità?


    tonino94 said:

    poeta_m1 said:


    Quindi il 160 super è troppo complesso da settare e gestire per un neofita?


    Non necessariamente, (dipende dal braccio che monta) rispetto al SL1200 sono due filosofie diverse: il Technics è un trazione diretta, il Thorens ha la cinghia, Il Technics è un mulo e (se in ordine) non pretende particolari attenzioni (occhio solo che non sia stato stra-sfruttato da qualche DJ), il Thorens necessita periodicamente del cambio della cinghia ed era un gira più dedicato agli audiofili (quindi più difficile che sia stato maltrattato) comunque sono entrambe ottime macchine (il 160 è fra i  miei giradischi ed il SL1200 l'ho avuto per casa tre o quattro mesi)


    Quello in vendita in zona monta un braccio Mission 774LC.
    Ho contattato il venditore, che chiede 600 euro.

    Nel Technics cosa dovrei attenzionare in particolare? Di certi prodotti può essere impossibile riuscire a ricostruire la storia, o comunque si è "costretti" a fidarsi della parola del venditore, che ha tutto l'interesse a vendere...quindi quali segnali possono farmi capire se un esemplare sia stato sfruttato in discoteca, oltre a telai troppo rovinati, puntine modello martello pneumatico, ambiente, ecc?


    tutti i thorens che ho avuto e che hanno avuto i miei amici era piuttosto insenbili alle vibrazioi, la soluzione alla thorens era comunissima proprio perchè allepoca il gira lo avevano tutti e quai tutti lo mettevano dove c'era spazio, sulla scrivania su un diffusore su un libreria nn audiofila



    Quindi è solo mitologia?
    Tra questi modelli quale mi consiglieresti (ammesso che si possa selezionare un migliore in senso assoluto)?


    Grazie mille a tutti.
    Post edited by tonino94 at 2017-06-09 01:23:09
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 28,020Moderator
    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro
  • argonath07argonath07
    Posts: 1,376Member

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000
    Il suo teschio è una bandiera che vuol dire LIBERTA'...
    ------------------------------------------------------------------------
    Piacere a tanta gente è una gabbia seducente...
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 828Member
    Anche secondo me 600 euro sono troppi, valuta qualche altra alternativa o aspetta un'occasione migliore. Anche il TD 166 Mk V è una buona macchina che non costa troppo e lavora bene (ne ho avuto uno per una decina di anni e non ho mai avuto problemi)
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • CanoCano
    Posts: 21,866Member

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000


    si...o anche un thorens 125 che è ben altra cosa
  • janijani
    Posts: 1,087Member
    Tonino, 

    ti avevo consigliato il TD320 proprio perchè il tipo di sospensione è diverso dai classici thorens, molto più semplice da installare e praticamente invariante nel mantenere i settaggi.

    In ogni caso 600 euro sono comunque veramente troppi per un TD160 e non disdegnerei il consiglio di Fabio di acquistare  un AT1240.

    Gianni
  • appecundriaappecundria
    Posts: 6,454Member
    Quoto Thorens serie TD 3xx. Robusti, senza tarature, si trovano i ricambi, prezzo non ancora decollato.
    Col tuo budget ci prendi anche una Grado Silver nuova e un phono decente usato.
    in melius muto
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 28,020Moderator
    teniamo presente che il Mission si trova usato attorno ai 100 euro max 120 euro lo dico con cognizione in quanto ne ho preso uno non molto tempo fa .....quindi i rimanenti 500 euro per un TD 160 qualunque versione di MK si tratti sono  
    e s a g e r a t i 

  • tapesrctapesrc
    Posts: 1,379Member

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000


    +2
    E se opti per un trazione diretta ..... beh okkio nel momento dell'acquisto a farti guidare più dalla ragione che dal cuore ( e questo, forse, non lo avrei detto, che so, 4 / 5 anni or sono ..... dove la "fede" per i direct drive aveva un solo nome ..... SL 1200 !!! ;) ), ora come ora i competitori del mito sono diversi e parimenti performanti, ad un prezzo che confrontato a Technics del "dopo la rinascita" lascia pochi dubbi sulla scelta ..... :-B

    imageimage
    Post edited by tapesrc at 2017-06-09 15:43:52
    Fabio _ fonovaligia Europhone Ultimate Mk II + Reader Diges turntable Signature Mk III
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    Un prezzo onesto quale potrebbe essere?
    Sinceramente, non avendo ancora deciso su che modello orientarmi, non ho provato nemmeno ad intavolare una trattativa preliminare, credo necessaria, per non fare 240 km inutilmente.


    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000


    Incredibilmente ha dati peggiori del famoso Technics.
    Comunque ho deciso che se dovessi orientarmi su quel tipo di giradischi, andrei diritto al capostipite della famiglia, evitando discendenti più o meno prossimi, sia per la curiosità di approcciare ad un oggetto mitologico la cui immagine è abusata ovunque, per saggiarne l'effettiva bontà, sia perché rappresenterebbe, come aveva scritto qualcuno, "un assegno circolare", qualora decidessi in futuro di cambiare fonte.


    Anche secondo me 600 euro sono troppi, valuta qualche altra alternativa o aspetta un'occasione migliore. Anche il TD 166 Mk V è una buona macchina che non costa troppo e lavora bene (ne ho avuto uno per una decina di anni e non ho mai avuto problemi)



    Nella guida di Bebo, veniva definito "quasi un 160 super".
    Quel "quasi" ha molte sfumature?
    Ho cercato qualche esemplare in vendita. I prezzi oscillano tra i 300 e i 400 euro.
    Economicamente, a parità di condizioni, rispetto a un 160 Super, quanta differenza dovrebbe esserci?


    Cano said:

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000


    si...o anche un thorens 125 che è ben altra cosa


    Non è che costi pochissimo...
    450 euro senza cappa il prezzo più basso.
    È antecedente al 160, ma il rendimento sarebbe superiore?



    jani said:

    Tonino, 


    ti avevo consigliato il TD320 proprio perchè il tipo di sospensione è diverso dai classici thorens, molto più semplice da installare e praticamente invariante nel mantenere i settaggi.

    In ogni caso 600 euro sono comunque veramente troppi per un TD160 e non disdegnerei il consiglio di Fabio di acquistare  un AT1240.



    IL TD320 non mi dispiace affatto, anche perché dovrebbe avere meno anni sulle spalle.
    Appena finisco di scrivere questo commento, leggo il seguente post:
    http://forum.videohifi.com/discussion/51933/thorens-td166-mkv-o-td-320/p1
    Qui vicino vendono un TD321 a 500 euro, "con braccio mission e puntina prestige grado green".
    Se ne vedono pochi, ma mi sembra altino.


    Quoto Thorens serie TD 3xx. Robusti, senza tarature, si trovano i ricambi, prezzo non ancora decollato.
    Col tuo budget ci prendi anche una Grado Silver nuova e un phono decente usato.



    I prezzi sembrano già decollati, in realtà.
    Il prephono al momento vorrei evitarlo, per questioni logistiche.
    Perdo troppo utilizzando direttamente lo stadio dell'amplificatore integrato?
    Post edited by tonino94 at 2017-06-09 13:20:18
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • janijani
    Posts: 1,087Member
    Il TD321 che indichi mi sembra a posto, magari proverei a trattare x 450, ma la quotazione è più o meno quella.

    Il TD125, anche se più vecchio,è senz'altro superiore al 160, anzi è proprio un'altra macchina, pur senza nulla togliere a quest'ultimo che rimane un ottima semplificazione dello stesso concetto, pertanto 450 è sicuramente un prezzo più corretto rispetto ai 600 del TD160, inoltre il TD125 era venduto di base senza cappa.

    Riguardo al prephono integrato del tuo Denon, non credo ci siano grosse differenze rispetto a quello integrato nell'attuale AT-LP120(strano che tu non abbia fatto confronti al riguardo), di sicuro migliorando il gira, 321, 125 o 1200 che sia, il passo successivo per sfruttarlo a dovere è investire in una testina ed un pre-phono migliori.  
    Gianni
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    jani said:

    Il TD321 che indichi mi sembra a posto, magari proverei a trattare x 450, ma la quotazione è più o meno quella.


    Il TD125, anche se più vecchio,è senz'altro superiore al 160, anzi è proprio un'altra macchina, pur senza nulla togliere a quest'ultimo che rimane un ottima semplificazione dello stesso concetto, pertanto 450 è sicuramente un prezzo più corretto rispetto ai 600 del TD160, inoltre il TD125 era venduto di base senza cappa.

    Riguardo al prephono integrato del tuo Denon, non credo ci siano grosse differenze rispetto a quello integrato nell'attuale AT-LP120(strano che tu non abbia fatto confronti al riguardo), di sicuro migliorando il gira, 321, 125 o 1200 che sia, il passo successivo per sfruttarlo a dovere è investire in una testina ed un pre-phono migliori.  


    Le differenze sostanziali tra TD320 e TD321 quali sarebbero?
    Il secondo mi pare abbia quotazioni più alte, anche se ho trovato solo due annunci, quindi la cosa potrebbe essere poco indicativa.
    Tra TD320/21 e TD125, viste le quotazioni simili, su quale modello converrebbe puntare?
    Devo ammettere di essere molto affascinato dai giradischi a telaio flottante, visto che le casse non sono molto distanti mobile con l'impianto, sebbene collecate su una coppia di NorStone Stylum 3 con le punte, altrimenti sarei già andato sul Technics.

    Sinceramente ho sempre dato per scontato che il prephono integrato nel giradischi fosse di qualità molto ma molto inferiore, infatti non ho provato nemmeno col precedente JB che aveva uno switch con analoga funzione.
    Per quanto riguarda il prephono dedicato il problema è che il mobile che possiedo, vanta solo tre ripiani per le elettroniche.
    Al momento ne sono impiegati soltanto due, ma in un futuro anche piuttosto prossimo vorrei prendere un lettore CD, quindi dovrei ingegnarmi su dove collocare il prephono, eventualmente...
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    tapesrc said:

    anche se un buon prodotto quel Thorens con il Mission mi sembra un po caro a 600 euro



    +1
    A quella cifri ci prendi un PLX-1000


    +2
    E se opti per un trazione diretta ..... beh okkio nel momento dell'acquisto a farti guidare più dalla ragione che dal cuore ( e questo, forse, non lo avrei detto, che so, 4 / 5 anni or sono ..... dove la "fede" per i direct drive aveva un solo nome ..... SL 1200 !!! ;) ), ora come ora i competitori del mito sono diversi e parimenti performanti, ad un prezzo che confrontato a Technics del "dopo la rinascita" lascia pochi dubbi sulla scelta ..... :-B

    imageimage


    Sicuramente rispetto ai nuovi Technics, andrei su questi, o magari sull'ancora più nuovo Denon VL12 Prime.
    Ma considerando che molti Technics usati costano quanto AT-LP1240, dati alla mano molto inferiore rispetto all'ispiratore, che in più non si svaluta, la scelta, con tutti i rischi del caso, non mi sembra difficile...
    Il PLX già è su un'altra fascia.
    Post edited by tonino94 at 2017-06-09 14:49:42
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    Anche io andrei sempre sul Technics, in ogni caso i "cloni" sul mercato del nuovo devi considerare che sono nuovi, con garanzia ufficiale. Per me non riveste grande importanza, ma è in ogni caso un valore, un parametro da considerare.
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    Valuta anche un SL-1800 MkII (o SL-1810 MkII), sono molto rari da reperire, ma di fatto coincidenti tecnicamente con un SL-1200, con il quale condividono elettronica di controllo, motore e braccio.
    La differenza risiede nel tipo di telaio, rigido sul 1200, sospeso sul 1800 (per impiego home vanno benone ambedue i giradischi, lo asserisco possedendoli entrambi).
    Ricordo che gli SL-1800 MkII, le rare volte che saltano fuori sull'usato, viaggiano su cifre sensibilmente inferiori rispetto al 1200.
    Post edited by poeta_m1 at 2017-06-09 14:59:27
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    Cito da altro, ma vetusto (13 anni fa), topic sul sito:
    "...E poi non dimenticate la classifica ormai quasi "universalmente accettata dei Thorens: 124 - 125 - 160, tutti gli altri a seguire..."

    Poiché 124, 125 e 126 sono codici che riesco ad associare soltanto alla Fiat, chi mi spiega le differenze sostanziale tra questi tre modelli?

    Correggo: tra il TD 125 e il 126.
    Il 124, di cui non avevo mai sentito parlare, costa millanta euri.
    Post edited by tonino94 at 2017-06-09 15:27:39
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • tonino94tonino94
    Posts: 149Member
    poeta_m1 said:

    Valuta anche un SL-1800 MkII (o SL-1810 MkII), sono molto rari da reperire, ma di fatto coincidenti tecnicamente con un SL-1200, con il quale condividono elettronica di controllo, motore e braccio.
    La differenza risiede nel tipo di telaio, rigido sul 1200, sospeso sul 1800 (per impiego home vanno benone ambedue i giradischi, lo asserisco possedendoli entrambi).
    Ricordo che gli SL-1800 MkII, le rare volte che saltano fuori sull'usato, viaggiano su cifre sensibilmente inferiori rispetto al 1200.



    Sì, l'SL-1800 lo stavo tenendo un minimo in considerazione, ma al momento comunque i più scarsi costano sui 300 euro.
    Tanto vale fare uno sforzo e prendere il fratello noto, anche in ottica di tenuta del valore nel tempo.
    Mi stupiscono i 2,8 kg di differenza a parità di versione. I flottanti non dovrebbero essere più pesanti per via del doppio telaio?
    Vero che il 1200 ha tutto il sistema di regolazione del pitch, ma non credo incida tantissimo.
    Audio Technica AT-LP120 - Denon PMA-720AE - Ricable Speaker Premium 2.5 - Wharfedale Diamond 220 (Sennheiser HD 598 Cs)
  • oscilloscopiooscilloscopio
    Posts: 828Member
    tonino94 said:

    Anche secondo me 600 euro sono troppi, valuta qualche altra alternativa o aspetta un'occasione migliore. Anche il TD 166 Mk V è una buona macchina che non costa troppo e lavora bene (ne ho avuto uno per una decina di anni e non ho mai avuto problemi)



    Nella guida di Bebo, veniva definito "quasi un 160 super".
    Quel "quasi" ha molte sfumature?
    Ho cercato qualche esemplare in vendita. I prezzi oscillano tra i 300 e i 400 euro.
    Economicamente, a parità di condizioni, rispetto a un 160 Super, quanta differenza dovrebbe esserci?


    Ritengo che le "sfumature" si riferiscano in particolar modo al braccio (il 166 monta un braccio di serie discreto mentre il 160 super non aveva un braccio standard ma si montava quello che si voleva (di solito migliore rispetto a quello del 166) inoltre anche meccanicamente c'erano alcune differenze (contropiatto, capstan) reali ma non "abbissali". Per quanto riguarda la differenza di prezzo, dipende soprattutto dal braccio montato sul 160, mentre per un 166 Mk V standard reputo un prezzo corretto dai 200 ai 250 euro. Inoltre ti consigliavo anche il 166 in quanto il braccio standard non ha particolari complicazioni per il settaggio, mentre se ti capita un 160 super come il mio che monta uno SME 3009 III le cose si complicano un po'
    Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.... noi non abbiamo questo problema!!!
    Tito
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    tonino94 said:

    poeta_m1 said:

    Valuta anche un SL-1800 MkII (o SL-1810 MkII), sono molto rari da reperire, ma di fatto coincidenti tecnicamente con un SL-1200, con il quale condividono elettronica di controllo, motore e braccio.
    La differenza risiede nel tipo di telaio, rigido sul 1200, sospeso sul 1800 (per impiego home vanno benone ambedue i giradischi, lo asserisco possedendoli entrambi).
    Ricordo che gli SL-1800 MkII, le rare volte che saltano fuori sull'usato, viaggiano su cifre sensibilmente inferiori rispetto al 1200.



    Sì, l'SL-1800 lo stavo tenendo un minimo in considerazione, ma al momento comunque i più scarsi costano sui 300 euro.
    Tanto vale fare uno sforzo e prendere il fratello noto, anche in ottica di tenuta del valore nel tempo.
    Mi stupiscono i 2,8 kg di differenza a parità di versione. I flottanti non dovrebbero essere più pesanti per via del doppio telaio?
    Vero che il 1200 ha tutto il sistema di regolazione del pitch, ma non credo incida tantissimo.


    Il valore nel tempo lo mantengono entrambi i modelli, e gli SL-1800 MkII che oggi trovi in vendita a 300 euro, sino a pochi anni fa li portavi a casa con 200 euro o poco più.
    La differenza di peso non è legata - ovviamente - al differente cursore di regolazione del pitch, ma ai diversi materiali impiegati: il 1200 ha la porzione inferiore del telaio di un materiale estremamente sordo e anti-risonante (T.N.R.C.), una sorta di gomma durissima al tatto, che è molto pesante.
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,394Member
    Occhio poi che l'SL-1800 prima versione è una macchina differente rispetto al 1800 MkII (l'MkII è migliore).
    Post edited by poeta_m1 at 2017-06-09 16:21:33
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • tapesrctapesrc
    Posts: 1,379Member
    Incredibilmente ha dati peggiori del famoso Technics.
    Comunque ho deciso che se dovessi orientarmi su quel tipo di giradischi, andrei diritto al capostipite della famiglia, evitando discendenti più o meno prossimi, sia per la curiosità di approcciare ad un oggetto mitologico la cui immagine è abusata ovunque, per saggiarne l'effettiva bontà, sia perché rappresenterebbe, come aveva scritto qualcuno, "un assegno circolare", qualora decidessi in futuro di cambiare fonte.

    le tue parole mi fanno ricordare una mia scelta nel lontanisssssimoooooo 1983 !!!
    dopo aver letto ( allora internet e forum erano nei sogni di chi guardava Spazio 1999 ..... eheheehh ) riviste su riviste decisi di optare, per il mio esordio nel Campionato Regionale Cadetti Cross classe 125, su un acclamatissima Aprilia 125 MC ... motore stratosferico ! ... sospensioni top del top .... estetica come solo Aprilia sapeva fare .....
    ero al settimo cielo, mi sentivo invincibile ( e te credo su tutte le pubblicazioni avano dato il massimo dei voti su ogni singolo aspetto della mia moto !!!! )
    per farla breve il Campionato parte e non passano + di due / tre gare e .... ma come .. noooooo .... osti ......... nnoooooooooo !!!! mi passano anche quelli con mezzi della stagione precedente .......
    io mi sento un "minchia", ma mi consolo essendo anche gli altri piloti con la mia stessa moto nella medesima mia situazione ....
    ciliegina sulla torta .... intorno a metà degli anni 90, vado dal + blasonato concessionario / preparatore della mia regione e chiedo se posso portargli la "belva" per un bel tagliando ...... risposta .... :
    "se la vedo entrare dal quel cancello, gliela taglio in due e la butto nel rottame !!!" 

    quindi, tornando in OT, non sempre il MEGLIO del MEGLIO ( parlo di dati tecnici ) è il max a cui aspirare .....
    se poi il MEGLIO mi costa il doppio .. boh, io ci penserei su due volte ( e dedicherei la differenza a completare il set-up analogico con testina e pre-phono di livello medio / alto )  :D ;)

    Post edited by tapesrc at 2017-06-09 16:30:48
    Fabio _ fonovaligia Europhone Ultimate Mk II + Reader Diges turntable Signature Mk III
  • janijani
    Posts: 1,087Member
    Mi pare che il TD320 avesse il braccio Thorens mentre il 321 fosse venduto senza braccio o, come in questo caso, col Mission, il gira è lo stesso.

    Il TD124 è un gira a puleggia, ottimo come potrai anche intuire dalle quotazioni, ma non semplice da installare e far rendere al meglio.

    Il TD125 è un gradino sotto, ma è\era più plug&play, sull'usato però richiede competenza e capacità per sfruttarlo al meglio, vedi anche questo articolo: 


    Al pre-phono potrai pensarci in seguito, valuta anche che ci sono ampli sull'usato con ottimi pre-phono di serie per cui potresti investire su uno di questi ottenendo anche un miglioramento a livello globale rispetto al tuo Denon entry level.
    Gianni