Dirac Live soluzione definitiva ad ambienti problematici
  • xbitxbit
    Posts: 11Member

    salve .. io ho l'impianto montato in un salone addossato su una parete laterale ,con soffitto in cartongesso sospeso , ed ho seri problemi di vibrazione a volume medio alto , e serissimi problemi sulle basse frequenze , dopo aver misurato con appositi software la risposta ,specie in gamma bassa risulta piena di picchi e valli di diversi db ... ma nell ' insieme credo pure si siano messi di mezzo le riflessioni modali , riverberi ,ecc.. per ora non ho fatto nessun intervento al cartongesso ( troppo invasivo ) ho inserito qualche bass trap , ma la svolta è stata con l'uso di Dirac Live , correzione ambientale digitale ,acquistato con il solo scopo di aiutarmi nello spettro basso delle frequenze , ma la cosa incredibile , è come mi ha stravolto il suono anche nel resto della gamma audio , e non parlo solo di equilibrio tonale , ma di scena , pulizia , separazione , assenza di affaticamento , soundstage ...  inizialmente mi sembrava poco dinamico , aveva tutte le qualità descritte poco fa , ma non era dinamico , e quindi sono intervenuto sul DSP gain aumentando di 4 db il valore di default , e a quel punto si è arricchito di corpo e vivacità che gli mancava ... davvero notevole , considerando il mio ambiente assolutamente deleterio ...                                                                                                                               può sembrare costoso , ma se consideriamo che spesso si spende la stessa cifra per un cavetto rca... usb o altro , e dopo giorni e giorni di ascolti , ancora si è assorti nel dubbio se fosse migliore il precedente o quello appena acquistato ;)

  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Che sia Dirac o un altro dei software gratuiti o a pagamento la soluzione della correzione attiva andrebbe sempre persa in considerazione.
    Non sarebbe male anche intervenire passivamente ma spesso per innumerevoli motivi non si fa o non si può fare.
    Spero che con la nuova piattaforma di VHF si riesca ad offrire servizi di consulenza convenzionandosi con qualche tecnico sul territorio nazionale. 
    :)
  • ZapuanZapuan
    Posts: 5,000Member
    Occhio che il gain deve essere corretto a seconda del disco. Con alcuni 4db porta al clipping.
    La soluzione definitiva è avere ampli e casse ben dimensionati...
    Il PIL misura tutto, tranne quello che rende la vita degna di essere vissuta. (Bob Kennedy). (Casualmente ucciso).
  • xbitxbit
    Posts: 11Member
    Esprit said:

    Che sia Dirac o un altro dei software gratuiti o a pagamento la soluzione della correzione attiva andrebbe sempre persa in considerazione.

    Non sarebbe male anche intervenire passivamente ma spesso per innumerevoli motivi non si fa o non si può fare.
    Spero che con la nuova piattaforma di VHF si riesca ad offrire servizi di consulenza convenzionandosi con qualche tecnico sul territorio nazionale. 
    :)



  • xbitxbit
    Posts: 11Member
    ciaoo.infatti..la maggior parte di noi audiofili , ha il proprio impianto inserito nel contesto del salone , e quindi per ovvi motivi l'intervento passivo definitivo,diventa difficile , come nel mio caso , ottima idea quella della consulenza professionale ;)
  • xbitxbit
    Posts: 11Member
    Zapuan said:

    Occhio che il gain deve essere corretto a seconda del disco. Con alcuni 4db porta al clipping.
    La soluzione definitiva è avere ampli e casse ben dimensionati...




  • xbitxbit
    Posts: 11Member
    infatti...ho comunque fatto diverse prove , per trovare il giusto compromesso , e sembra di aver trovato il livello ottimale, anche perchè così è più piacevole con gli ascolti serali..ha un minimo di effetto loudeness ;)
  • gianventugianventu
    Posts: 2,425Member

    xbit said:

    infatti...ho comunque fatto diverse prove , per trovare il giusto compromesso , e sembra di aver trovato il livello ottimale, anche perchè così è più piacevole con gli ascolti serali..ha un minimo di effetto loudeness ;)



    Il consiglio che posso darti dopo quasi due anni che lo utilizzo, è di arrivare, magari gradualmente, ai livelli di default. Anche per quanto riguarda la curva, dopo varie prove, mi sono reso conto che la migliore è proprio quella "liscia" che scaturisce dalle misurazioni. Ha veramente dell'incredibile quanto una correzione attiva possa fare in un ambiente domestico: da quando lo utilizzo non ho più cambiato un componente del mio impianto tranne un downgrade di cavi...
  • xbitxbit
    Posts: 11Member
    graziee... anche per me .. risultato davvero inaspettato .. gran bel software dirac ..complimenti ai progettisti ..