Gentili membri della community, a breve installeremo un aggiornamento molto importante del software. Stiamo facendo alcune operazioni necessarie alla migliore transizione. Ci scusiamo per i possibili disagi.
Suono CD di ultima generazione
  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 533Member
    Da diversi anni molti nuovi CD sono maggiormente caricati in gamma mediobassa, cosa ne pensate ?
    Saluti
    Guerino
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • Rossano.MarcheRossano.Marche
    Posts: 4,887Member
    Al dire il vero per me è l'esatto contrario.
    Poi magari mi sbaglio boh.. O:-)
    La vita è bella..soprattutto se c'hai una bella sardella.!...(ex gosten84)
  • silviomeccasilviomecca
    Posts: 1,193Member

    Al dire il vero per me è l'esatto contrario.
    Poi magari mi sbaglio boh.. O:-)



    e certo te con le Maggies quali bassi vorresti sentire?
    :D
  • ClasseAClasseA
    Posts: 1,456Member
    Il digitale ha fatto un po' di passi in avanti e suona meglio di quanto non facesse prima.
    Naturalmente c'è digitale di pregio ed economico .
    Ma che tutti siano corposi sul medio basso non direi proprio.
  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 533Member
    ClasseA said:

    Il digitale ha fatto un po' di passi in avanti e suona meglio di quanto non facesse prima.
    Naturalmente c'è digitale di pregio ed economico .
    Ma che tutti siano corposi sul medio basso non direi proprio.






    È vero, il digitale è migliorato, ho scritto molti CD hanno una gamma mediobassa più pronunciata, non tutti. Secondo gli esperti del settore, questo per favorire l'ascolto in cuffia che ha raggiunto una buona fetta di mercato. Ascolto anche il vinile, e il mio EMT 948 con TDS 15 non è povero di gamma mediobassa, ma su diversi CD la gamma mediobassa è tale da far sembrare il vinile quello più lineare.
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • piergiorgiopiergiorgio
    Posts: 17,955Member

    Da diversi anni molti nuovi CD sono maggiormente caricati in gamma mediobassa, cosa ne pensate ?
    Saluti
    Guerino



    non direi, dipende dalla filosofia della casa.
    piuttosto guarderei a come sono *equalizzati* i cd intesi come supporto
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 33,064Member
    Dipende dal genere, dalla Casa produttrice, dallo stesso artista ecc..
    In generale trovo le registrazioni pop/rock su cd più compresse, più spinte sui registri alti, ma anche più lineari e dinamiche nel jazz e nella classica.
    Per quanto riguarda i lettori o i chip di conversione credo che abbiano fatto un bel passo in avanti rispetto 20 anni fa, oggi anche un bluray da 300 euro suona bene..
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 792Member
    Non noto differenze generalizzabili nei cd e non credo che il digitale ( inteso nel senso lettori, convertitori) sia migliorato significativamente negli ultimi anni
    Sabbath
  • corradocorrado
    Posts: 5,464Member
    Ma si parla di cd come supporto o come lettori?
  • goodmaxgoodmax
    Posts: 33,064Member
    Il 3ad è sui Cd, come supporto, ma la lettura passa dai convertitori per cui non si può fare a meno di citare anche i dac moderni e passati



    Post edited by goodmax at 2017-03-20 11:56:10
  • eduardoeduardo
    Posts: 7,427Member
    Relativamente a rock, blues, e collegati, trovo che ci sia una sempre maggiore compressione.
    Non e'  questione di bande di frequenze piu'  o meno pronunciate,  e'  che bisogna accettare di scendere a pesanti compromessi con le proprie orecchie.
    Ma tant'e' ............ 
    Eduardo
    con Tannoy non t'annoi -
    Il miglior vicino e' sempre quello piu' lontano