Finali Hafler...qualcuno me ne parla?
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member
    E si...ne avevo sempre sentito parlare ma non ho avuto mai occasione di ascoltarne uno,poi la scorsa settimana e' capitato un xl 600 relativamente vicino(200 km.)e me lo sono andato a prendere...a parte le condizioni estetico/elettriche eccellenti e con imballo (enorme)originale,ragazzi...suona in maniera spettacolare con una naturalezza stupefacente,e dire che "qualche" finale e' passato per casa mia....
    Post edited by peterogers at 2017-03-05 12:10:28
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • bambulottobambulotto
    Posts: 7,216Member
    Ah.....me l'hai soffiato tu?  :-w

    E' un amplificatore eccellente. L'ho ascoltato a casa di un amico e sono rimasto stupito dalla potenza, dalla capacità di pilotaggio e, allo stesso tempo, dalla raffinatezza. 
    =((
    Ciao!
    Roberto - Caserta
  • chicco98chicco98
    Posts: 3,546Member
    Ho un SE240 con preampli IRIS da circa 25 anni che pilota egregiamente delle coeve Dynaudio Contour 1. Una delizia, suono possente e delicato. Ottime amplificazioni
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member

    Ah.....me l'hai soffiato tu?  :-w



    E' un amplificatore eccellente. L'ho ascoltato a casa di un amico e sono rimasto stupito dalla potenza, dalla capacità di pilotaggio e, allo stesso tempo, dalla raffinatezza. 
    =((
    Ah..ah...scusa...si e' quello,comunque si....mi ritrovo con la descrizione che hai fatto,ha un basso profondissimo ma molto articolato e una medio/alta favolosa mai stancante....e poi la scena...gia' le 7/06 offrono di loro una scena profonda ma con l'Hafler si esaltano,unica pecca se vogliamo e' la ventola un po' rumorosa ...
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • adecleadecle
    Posts: 1,124Member
    Io ho posseduto tanti anni fa il pre Iris ed il finale più piccolo del tuo (XL 280) che pilotava delle Dynaudio Contour 1 come quelle di Chicco.....per la smania di cambiare ho venduto sia il pre (subito) sostituito da un Counterpoint SA 1000 mentre il finale è rimasto a farmi compagnia per molti anni.....confermo le impressioni già espresse sul suono e sulle capacità di pilotaggio,confessando che a quel l'annuncio avevo fatto caso anch'io e che volentieri lo avrei preso per ascoltarlo,ma ho avuto paura che mia moglie mi mettesse fuori di casa con tutti gli apparecchi che ho in questo momento..... :D

    P.S. Posseggo ancora le Contour 1 ed il lettore CD Marantz 94 e mi sarebbe piaciuto, sia per nostalgia che per l' effettiva qualità' che offriva all'ascolto,ricomporre il mio primo vero impianto "serio"
    Gianni
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member
    Ho sentito parlare riguardo agli Hafler di transnova/trasnova.....non tutti i modelli lo sono,quali con questa particolare circuitazione?
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • PimpinottoPimpinotto
    Posts: 2,677Member

    Ho sentito parlare riguardo agli Hafler di transnova/trasnova.....non tutti i modelli lo sono,quali con questa particolare circuitazione?

    Ho sentito parlare riguardo agli Hafler di transnova/trasnova.....non tutti i modelli lo sono,quali con questa particolare circuitazione?



    Da diversi anni i marchi Hafler e Acoustat appartengono allo stesso gruppo commerciale o industriale. In pratica, se non sbaglio o ricordo male, gli Hafler denominati Transnova, sfruttano una tipologia circuitale, Transnova, appunto, brevettata da Acoustat e utilizzata, per la prima volta sul finale Acoustat Twin 200 (provato con eccellenti risultati su Audio Review, intorno al 1984, forse il n°19)

    image
    image
    Post edited by Pimpinotto at 2017-03-05 00:02:16
    Cordiali Saluti. Stefano Ramo - Cagliari
  • releone71releone71
    Posts: 6,131Member
    Pimpinotto ricorda bene. La topologia circuitale denominata "Transnova", acronimo per Transconductance Nodal Voltage Amplification, venne sviluppata da Jim Strickland per Acoustat nei primissimi anni '80. Acoustat era rinomata per i propri diffusori, nel bene e nel male. Nel bene perché erano ottimi, nel male perché parecchio esigenti in termini di corrente e qualità dell'amplificazione a monte. L'abbinamento ideale per tali ostici diffusori venne, appunto, partorito dalla Acoustat stessa che propose una linea di apparecchi composta dal celeberrimo finale TNT200, dal fratellino minore TNT120 e dal preamplificatore TNP. La genialità di Strickland consiste nell'aver sviluppato una topologia circuitale innovativa del modo di sfruttare l'allora neonata tecnologia MOSFET, valorizzandone le caratteristiche intrinseche superiori ai comuni dispositivi BJT. Linearità, stabilità, elevato guadagno in un circuito relativamente semplice che funziona con una tensione contenuta, se comparato con le controparti a transistors bipolari di pari potenza. Come già accennato da Pimpinotto, Acoustat venne poi assorbita da Hafler che ne acquisì la tecnologia e propose, nei primi anni '90, le riedizioni dei finali TNT, denominate 9500 e 9300, in seguito aggiornate in 9505 e 9303. Ci sarebbe poi tutta una linea di finali più orientati all'impiego professionale che beneficia della stessa circuitazione e che, a detta di Moroni, pare sia altrettanto valida.
    Saluti. Concetto
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    Risultati immagini per trans nova schematics
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member
    Grazie a tutti per le preziose delucidazioni
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member
    Ma la serie xl penso non sia transnova...
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry

    Ma la serie xl penso non sia transnova...



    Forse no... ma lo stadio d'ingresso è MAGNIFICO... vale la pena di studiarlo un po'. :)
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    Questo lo è.

    Risultati immagini per acoustat transnova schematic
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    Nessun testo alternativo automatico disponibile.
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member
    Grazie Alberto....se hai tempo e voglia puoi vedere lo schema del xl 600?
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    Nessun testo alternativo automatico disponibile.
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • TheoTksTheoTks
    Posts: 6,362Member
    Caspita, un compensatore capacitivo su anello di reatroazione è una finezza mai vista.

     
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    TheoTks said:

    Caspita, un compensatore capacitivo su anello di reatroazione è una finezza mai vista.

     



    :D :D  =D> :D :D
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • sebalelesebalele
    Posts: 1,017Member
    TheoTks said:

    Caspita, un compensatore capacitivo su anello di reatroazione è una finezza mai vista.

     



    Quindi , un feedback un poco ritardato ?
    noo probabilmente per adattarlo all'altro ramo  ma , la retroazione sarà influenzata dalla frequenza .
    Trovata bizzarra ma avrà i suo perchè
    Anche c4 mai visto in quella posizione  ,tra i differenziali e la base del current source
    Post edited by sebalele at 2017-03-08 11:06:59
  • sebalelesebalele
    Posts: 1,017Member



    ottima recensione,
    be , le misure sono da manuale ed era venduto anche come kit .
    Mi piacerebbe ascoltarlo , reperibilità?
  • simo15simo15
    Posts: 451Member
    Concorso a premi!!!

    Trovatemi una recensione di Ken Rockwell (hifi e fotografia) che non definisca anche il peggior pezzo (amplificatore o fondo di bottiglia) come eccellente componente, con tanto di grafici pescati chissaddove.......

    Mi raccomando, dopo aver letto l'entusiastica recensione non dimenticate di fare una donazione a supporto della growing family (versione anglosassone dell'italico "tengo famiglia").

    Mitico Ken!!!!!!
    Post edited by simo15 at 2017-03-09 12:43:33
  • sebalelesebalele
    Posts: 1,017Member
    simo15 said:

    Concorso a premi!!!

    Trovatemi una recensione di Ken Rockwell (hifi e fotografia) che non definisca anche il peggior pezzo (amplificatore o fondo di bottiglia) come eccellente componente, con tanto di grafici pescati chissaddove.......

    Mi raccomando, dopo aver letto l'entusiastica recensione non dimenticate di fare una donazione a supporto della growing family (versione anglosassone dell'italico "tengo famiglia").

    Mitico Ken!!!!!!




    non conosco rockwell se non il colosso elettronico, dici che ha interessi parlando positivamente ?
    È' direttamente interessato ? Traffica sia nel mondo foto che hi-fi ?
    I grafici , per quello che vedo sono correlati allo schema. . .
    Spiega meglio .
    Saluti
  • simo15simo15
    Posts: 451Member
    Nel mondo degli appassionati di fotografia il Nostro è una barzelletta, ti dico solo questo.

    Nel mondo dell'hifi (che bazzico da modestissimo praticone, e anche meno...) niente mi fa pensare che abbia migliori referenze.

    Ogni considerazione è fatta in riferimento al recensore e non riguarda la bontà dei prodotti del marchio oggetto della discussione, naturalmente.
    Post edited by simo15 at 2017-03-09 16:32:12
  • bambulottobambulotto
    Posts: 7,216Member
    Da quotare al 100%...
    Ciao!
    Roberto - Caserta
  • ediateediate
    Posts: 4,657Member
    Conosco Ken Rockwell per le recensioni fantasiose che fa del materiale fotografico: tutto, anche il più ciofecoso, per lui è invariabilmente "eccellente". Come sostiene simo15, niente mi fa pensare che, come non è capace di essere attendibile in fotografia, possa esserlo in hifi. In ambito fotografico è veramente una barzelletta, additato da tutti come esempio da non seguire, o meglio, da seguire solo se ci si vuole fare due risate.
    Gli ampli Hafler sono quasi tutti ottimi, come affermato da molti esperti ben più attendibili del Nostro...
    Ciao!
    Edilio - Palermo
  • smilesmile
    Posts: 47,808Industry
    Un perfetto :D ESORECENSORE :D quindi...
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • chicco98chicco98
    Posts: 3,546Member
    ediate said:

    Conosco Ken Rockwell per le recensioni fantasiose che fa del materiale fotografico: tutto, anche il più ciofecoso, per lui è invariabilmente "eccellente". Come sostiene simo15, niente mi fa pensare che, come non è capace di essere attendibile in fotografia, possa esserlo in hifi. In ambito fotografico è veramente una barzelletta, additato da tutti come esempio da non seguire, o meglio, da seguire solo se ci si vuole fare due risate.
    Gli ampli Hafler sono quasi tutti ottimi, come affermato da molti esperti ben più attendibili del Nostro...



    ed anche dalle mie orecchie 
  • vaurien2005vaurien2005
    Posts: 7,334Member

    Ma la serie xl penso non sia transnova...



    Xl significa excel linear sul mio xl 280 nel manuale c'e' tutto un pippone sulla procedura da fare , forse qualche tecnico e' in grado di illuminarti meglio, al tempo avevo xl 280 dh 110 e diffusori sempre hafler dh 300, comunque pre e finale li ho ancora in uso.
    Kerguelen Islands
  • peterogerspeterogers
    Posts: 1,468Member


    Ma la serie xl penso non sia transnova...

    Xl significa excel linear sul mio xl 280 nel manuale c'e' tutto un pippone sulla procedura da fare , forse qualche tecnico e' in grado di illuminarti meglio, al tempo avevo xl 280 dh 110 e diffusori sempre hafler dh 300, comunque pre e finale li ho ancora in uso.
    Si,infatti anche il mio 600 e' excel linear e sul manuale e' piu' o meno spiegata la procedura da fare attraverso dei trimmer sulle schede driver...io non tocco nulla....va benissimo cosi'
    ;)
    un saluto a tutti, Pietro - Guidonia (dintorni) Roma
  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,476Member
    Procedura da fare a quale scopo?
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]