Sezione "Acustica architettonica": si discute dell'ambiente di ascolto tra empirismo e scienza.
Sintoamplificatore
  • TrivellaTrivella
    Posts: 945Member
    Buongiorno, ho letto da qualcuno che gli i Sintoamplificatori di 10/15 anni fa sono ancora molto validi ed affidabili. Vorrei farmi un piccolo sistema senza spendere una fortuna.
    Vorrei quindi un suggerimento in proposito su quali modelli potrei orientarmi e, magari, le caratteristiche sonore di questi.
    Grazie a tutti
  • Fabio CottatellucciFabio Cottatellucci
    Posts: 21,235Member

    Un sistema per l'Hi-Fi, un ssitema per l'HT o un sistema per entrambi e, in tal caso, con quali percentuali di utilizzo?

    Le casse le hai già?

    Quando il saggio indica la luna, l’audiofilo gli morde il dito.
  • TrivellaTrivella
    Posts: 945Member
    L'impianto Hi End già ce l'ho.
    Volevo un sistemino per l' home theatre 2.1
    Per adesso non ho velleità di 5.1 perchè avrei difficoltà nella gestione degli spazi.
    I diffusori ancora non li ho ma credo di potere attingere alle collezioni di amici.
    Il sub, che devo ancora comprare, sarà principalmente per l'audio ed in secondo ordine per il cinema.
    Stavo pensando al JL Audio Phatom 113.
    Pensavo per le elttroniche a marche come Denon, Marantz ecc ecc...
    Sono aperto a suggerimenti. Grazie
    Post edited by Trivella at 2017-03-02 20:06:08
  • Fabio CottatellucciFabio Cottatellucci
    Posts: 21,235Member
    Trivella said:

    Buongiorno, ho letto da qualcuno che gli i Sintoamplificatori di 10/15 anni fa sono ancora molto validi ed affidabili. Vorrei farmi un piccolo sistema senza spendere una fortuna.

    Vorrei quindi un suggerimento in proposito su quali modelli potrei orientarmi e, magari, le caratteristiche sonore di questi.



    Marantz 7000, 8000 e fratelli se le casse non sono troppo "dure", Sherwood, NAD.

    Attenzione perché non avrai le decodifiche recenti.

    Come sub, cerca un JBL in bass-reflex, tipo i successori dei vecchi PWS (o PSW, non ricordo).

    L'HT inizia dal 5.1 ;-).
    Post edited by Fabio Cottatellucci at 2017-03-02 21:45:53
    Quando il saggio indica la luna, l’audiofilo gli morde il dito.
  • ernesto62ernesto62
    Posts: 4,188Member
    Come ho più detto altre volte e trovandomi d'accordo con l' ottimo Fabio, oltre i marantz che ti ha suggerito ( che io ho ) nei modelli specifici, aggiungerei se lo trovi un Denon AVR 3300 che forse pochi non sanno la bontà di questo modello . Per il sub , dicasi lo stesso discorso analogamente , ma riferito a un nome piuttosto noto nel novero e nello specifico Velodyne CT 120( o a secondo l ' ambiente il 100 oppure il top gamma 150) Proprio stavo pensando in questi giorni ,ogni volta che accendo gli impianti con questi componenti( tra cui vari lettori dvd marantz datati anno 2000/2002, è un altro Sub ,stavolta della REL, sono felice e lontano anni luce delle onnipresenti insoddisfazioni che stanno nel mondo degli audiofili che pure anche io appartengo, e appartenevo quando ero nell' HiFi hiend
    Post edited by ernesto62 at 2017-03-02 23:29:35
  • TrivellaTrivella
    Posts: 945Member
    Grazie per i suggerimenti.
    Inizio con il 2.1 perché mi interessano soprattutto i concerti e delle ultime elaborazioni digitali non mi importa più di tanto al momento.
  • TrivellaTrivella
    Posts: 945Member
    Ho provato a cercare il Denon, ma non ha il telecomando?

    Inoltre mi domandavo: come risulta l'audio da un amplificatore normale se deve riprodurre dei formati tipo Doldy Digital o altri?
    Post edited by Trivella at 2017-03-07 18:12:25
  • ernesto62ernesto62
    Posts: 4,188Member
    Certo. Un Sintoampli poi specialmente audiovideo necessita di: obbligo del telecomando per entrare nelle schermate menù atto ai settaggi. Molti Sintoampli hanno ovviamente la possibilità alla funzione stereo e alcuni in modalità Direct come per esempio il 3300 che ho io , ma quasi tutti gli ampli audiovideo li hanno. Come vuoi che suonino questi Sintoampli? Ovviamente per la maggior parte di essi meno performanti dei loro controparte a due canali, ma ci sono comunque anche notevoli apparecchi dalle prerogative di ottime performance musicali di cui per certi aspetti da potersi ritenere valide alternative appunto agli ampli 2 canali , tali da non farli rimpiangere .