Gentili membri della community, a breve installeremo un aggiornamento molto importante del software. Stiamo facendo alcune operazioni necessarie alla migliore transizione. Ci scusiamo per i possibili disagi.
Ups, consigli per il mio caso
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ciao,
    Stavo valutando l acquisto di un ups per "proteggere" il mio impianto audio da fluttuazioni di tensione e cdt.
    Praticamente dove vivo io la tensione non è mai stabile oscilla tra circa i 210v fino a circa 243v nell arco delle 24h. Da aggiungersi dei disturbi in rete dovuti a persone (vicini) che sporadicamente usano saldatrici.
    Detto questo, sicuramente la tensione non è delle migliori, non conosco l' entità di disturbi in frequenza.

    Per il mio caso cosa mi consigliate un ups line interactive o online?
    Qualche modello silenzioso a prescindere.
    Aggiungo che ho letto diverse discussioni, ma ho le idee confuse perché si parlava che sugli online la ricostruzione della forma d onda a causa di trasformatori switch inducesse disturbi in frequenza che magari potrei non avere sulla rete enel anche se diciamo non troppo buona.

    Cosa ne pensate?

    Post edited by Esprit at 2017-03-05 12:17:16
  • RiseFall123RiseFall123
    Posts: 24Member
    Dopo risponderanno gli altri, più esperti.

    Io non proteggo l'amplificatore (Roksan K3), lui è sotto una ciabatta con surge protection che è a sua volta sotto un UPS (l'uscita senza battery-protection).

    Quindi godo di un doppio filtro (oltre quello dell'ampli stesso che ha il fusibile).

    Esistono stabilizzatori che fanno solo quello (non danno corrente in caso di black-out ma la stabilizzano), io ne ho perfino uno messo da parte e mai usato.

    Personalmente non mi fido degli UPS e degli stabilizzatori per questo genere di apparecchiature e li lascio a computer e TV dove ho necessità che il funzionamento non si interrompa in caso di mancanza di elettricità (se si spegne invece l'amplificatore non mi interessa nulla).

    Se proprio si vuole mettere sotto protezione un apparecchio audio delicato opterei senz'altro per un prodotto proporzionato in termini di potenza, con onda sinuisoidale pura e di buona marca.
    Roksan K3 / B&W 685 S2 / B&W ASW610 S2 / Asus Xonar Essence One USB / Dirac Live / Sennheiser HD650 / G&BL 5555 Serie HPN / Supra Classic 2.5 / Apple Watch Sport
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ma sapevo, anzi me l hanno detto proprio quelli dell APC, che non si può collegare una presa filtrata al gruppo di continuità!
  • RiseFall123RiseFall123
    Posts: 24Member
    No, probabilmente il contrario, e hanno ragione, l'UPS va alla presa a muro senza alcun filtro.

    Il mio caso è che la presa filtrata (ciabatta filtrata) è collegata all'UPS nell'uscita non protetta dalla batteria.
    Roksan K3 / B&W 685 S2 / B&W ASW610 S2 / Asus Xonar Essence One USB / Dirac Live / Sennheiser HD650 / G&BL 5555 Serie HPN / Supra Classic 2.5 / Apple Watch Sport
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Si si, giusto!
    Ricordavo il contrario!

  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ps: per 2 minuti in OT, mi descriveresti il tuo roksan come suona? A paragone con un NAD com è?
  • WebbyWebby
    Posts: 195Member
    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)
    Post edited by Webby at 2017-03-05 14:58:27
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Webby said:

    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)



    Se vedessi la forma d'onda che ha in uscita lo butteresti immediatamente.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    shikamaru said:

    Ciao,
    Stavo valutando l acquisto di un ups per "proteggere" il mio impianto audio da fluttuazioni di tensione e cdt.
    Praticamente dove vivo io la tensione non è mai stabile oscilla tra circa i 210v fino a circa 243v nell arco delle 24h. Da aggiungersi dei disturbi in rete dovuti a persone (vicini) che sporadicamente usano saldatrici.
    Detto questo, sicuramente la tensione non è delle migliori, non conosco l' entità di disturbi in frequenza.

    Per il mio caso cosa mi consigliate un ups line interactive o online?
    Qualche modello silenzioso a prescindere.
    Aggiungo che ho letto diverse discussioni, ma ho le idee confuse perché si parlava che sugli online la ricostruzione della forma d onda a causa di trasformatori switch inducesse disturbi in frequenza che magari potrei non avere sulla rete enel anche se diciamo non troppo buona.

    Cosa ne pensate?



    Sei assolutamente nella norma, lascerei perdere gli ups a te eventualmente serve un buon filtro ma la cosa va analizzata attentamente.
  • WebbyWebby
    Posts: 195Member
    corrado said:

    Webby said:

    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)



    Se vedessi la forma d'onda che ha in uscita lo butteresti immediatamente.


    perché?
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Webby said:

    corrado said:

    Webby said:

    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)



    Se vedessi la forma d'onda che ha in uscita lo butteresti immediatamente.


    perché?

    Post edited by corrado at 2017-03-05 20:41:02
  • WebbyWebby
    Posts: 195Member
    corrado said:

    Webby said:

    corrado said:

    Webby said:

    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)



    Se vedessi la forma d'onda che ha in uscita lo butteresti immediatamente.


    perché?



    ?
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Che forma d onda avrebbe, non ce l ha sinusoidale lo smart?
     x webby: è silenzioso il tuo apc quando entra in funzione a batterie e/o con l avr?

  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Quando vanno a batteria non proprio, visto e provato personalmente visualizzando il tutto sull'oscilloscopio. Non sò questo modello in particolare, ma credo che praticamente tutti quelli pensati per uso computer quando vanno a batteria facciano così. Vero è che se ci attacchi l'impianto e va via la corrente poi lo spegni, anche perchè l'autonomia sarebbe molto ridotta.
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ma tu stai parlando proprio degli apc modello smart-ups? Sarebbe anche il caso della versione precedente a quella suggerita da webby, cioè quella senza lcd?
    E con non proprio cosa intendi, potresti spiegarmelo che sono curioso?
    Grazie.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Shikamaru la variazione di tensione che tu hai riscontrato è del tutto normale. L'unica cosa che mi sento di consigliarti è l'uso dei filtri di rete, ma non è detto che risolvi.
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 47,733Administrator
    gli ups normali servono a proteggere l'utilizzatore in caso di interruzione di corrente, non hanno il compito di stabilizzare la tensione di rete, per questo scopo si possono usare i cosiddetti ups a doppia conversione dove, in soldoni, la rete alimenta un pacco di batterie e le batterie alimentano l'impianto, in questo modo frequenza e tensione possono essere finemente regolate e rese stabilissime
    Per legge (e in tutti i paesi del mondo), il fornitore deve garantire una tensione di rete compresa tra ll +10 ed il -10% rispetto a quella nominale, siccome in italia la tensione nominale è 230, la tensione di rete può legittimamente oscillare tra 207 e 245, quindi quello che tu misuri è perfettamente nella norma e nessuna apparecchiatura audio a norma deve avere problemi a lavorare entro questi limiti
    Sui dist8urbi di rete, gli ups non possono fare nulla, servono doie filtri di ret ma devi azzeccare e non è facile quello adatto al disuturbo che vuoi eliminare
    Gli ups a dopia conversione costano cari, sono affidabilissimi (nascono per applicazioni critiche quali lepelttromedicale)ma rumorosi (hanno le ventole)
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ma non mi hai spiegato il discorso della uscita sinusoidale dello smart-ups!
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 47,733Administrator
    mica posso spiegare tutto io :D (anche perché non avevo toccato quell'argomneto)
    Gli ups di cui parlo io ricostruscono un sinusoide pressoché perfetta, dovendo alimentare gli apparecchi in luogi della rete, gli ups tradizionali, che hanno io solo scopo di proteggere le apparecchiature da eventuali distacchi dalla rete, non si pongono il problema, Quello citato sopra non lo conosco personalmente, il prduttore dice che ricrea la sinusoide, atri qui dicono che non lo fa, non ho elementi per sapere chi ha torro e chi ha ragiomne
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Si, certamente cactus, nn era rivolta a te la richiesta di ulteriori spiegazioni, anzi tu sei stato gentilissimo e disponibilissimo ad intervenire. 
    La richiesta era rivolta a corrado, solo che il mio tablet non và molto d'accordo con la piattaforma di questo forum e non sono riuscito a quotare.
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 47,733Administrator
    no problem, ogni tanto is scherza
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Nel post 14 ho scritto che quel modello in particolare non sò come sia la sinusoide in uscita, magari è pure buona, però come già detto se anche fosse perfetta non capisco a cosa serva nel tuo caso un ups.
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    No, ho insistito perché volevo approfondire la questione in quanto in altri "luoghi" avevo letto che l onda seppur sinusoidale di questi ups quando vanno a batteria seppur sinusoidale soffrisse della presenza di alcune "componenti" (frequenze) che anche se minime sporcassero l onda, sempre entro certi limiti di tollerabilità, ma sempre peggio se paragonata a una ipotetica migliore fornita dall enel.
    Appunto, scandagliavo per vedere se qualcuno ne sapesse di più in merito.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    shikamaru said:

    No, ho insistito perché volevo approfondire la questione in quanto in altri "luoghi" avevo letto che l onda seppur sinusoidale di questi ups quando vanno a batteria seppur sinusoidale soffrisse della presenza di alcune "componenti" (frequenze) che anche se minime sporcassero l onda, sempre entro certi limiti di tollerabilità, ma sempre peggio se paragonata a una ipotetica migliore fornita dall enel.
    Appunto, scandagliavo per vedere se qualcuno ne sapesse di più in merito.


    Esatto.Praticamente in assenza di corrente e quindi quando funziona a batteria, la 220 è generata da un inverter e la sinusoide in uscita presenta componenti in alta frequenza. Un po' quello che succede con gli alimentatori switching.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Detto in modo molto approssimativo.
    :\">
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    Ma a questo punto, corrado, mi viene da chiederti:

    Perché la tensione generata da un alternatore dell enel non avrebbe tali componenti?
    E se effettivamente l onda proveniente da una cabina di derivazione enel lontana per esempio 2-3 km non si "sporc asse" comunque lungo il tragitto verso casa mia con frequenze rilasciate da altri utenti che magari usano elettrodomestici con motori, per esempio condizionatori?
    Sicuramente l utente domestico non usa rifasatori.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    L'Enel usa dei trasformatori per abbassare la tensione e portarla a 230 volt, un inverter usa dei componenti attivi (transistor) che lavorano commutando ad alta frequenza.
  • corradocorrado
    Posts: 5,481Member
    Se un tuo vicino usa elettrodomestici che inquinano la tensione di rete, comunque sono relativamente lontani e la distanza attenua l'entità delle spurie. Preoccupati semmai se in casa hai accesi apparecchi che funzionano con alimentatori switching quando hai l'impianto acceso, tipicamente i caricabatterie di tablet e cellulari, le lampade a risparmio energetico, i dimmer (che possano essere maledetti), i computer. Come vedi il vicino è l'ultimo dei tuoi problemi.
    ;)
  • shikamarushikamaru
    Posts: 205Member
    ho tutte di quelle cose che hai menzionato tu!
    Ma fra lampadine led e a fluorescenza (risp armio energetico) quale da meno disturbi?
  • BiggyBiggy
    Posts: 3,340Member
    corrado said:

    Webby said:

    Io ho questo APC, fa tutto quello che serve mi sembra, te lo consiglio vivamente :)



    Se vedessi la forma d'onda che ha in uscita lo butteresti immediatamente.


    Webby said:


    perché?



    image
    Post edited by Biggy at 2017-03-17 19:02:26
    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)

  • BiggyBiggy
    Posts: 3,340Member
    shikamaru said:

    Ciao,
    Stavo valutando l acquisto di un ups per "proteggere" il mio impianto audio da fluttuazioni di tensione e cdt.
    Praticamente dove vivo io la tensione non è mai stabile oscilla tra circa i 210v fino a circa 243v nell arco delle 24h. Da aggiungersi dei disturbi in rete dovuti a persone (vicini) che sporadicamente usano saldatrici.
    Detto questo, sicuramente la tensione non è delle migliori, non conosco l' entità di disturbi in frequenza.

    Per il mio caso cosa mi consigliate un ups line interactive o online?
    Qualche modello silenzioso a prescindere.
    Aggiungo che ho letto diverse discussioni, ma ho le idee confuse perché si parlava che sugli online la ricostruzione della forma d onda a causa di trasformatori switch inducesse disturbi in frequenza che magari potrei non avere sulla rete enel anche se diciamo non troppo buona.

    Cosa ne pensate?




    corrado said:


    Sei assolutamente nella norma, lascerei perdere gli ups a te eventualmente serve un buon filtro ma la cosa va analizzata attentamente.





    Vorrei fare tante esclamazioni, ma non voglio essere offensivo.

    Una corrente così variabile può fare funzionare (male) una lampadina, ma é assolutamente inadatta ad ascoltare impianti ad alta fedeltà.

    Post edited by Biggy at 2017-03-17 19:52:51
    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)