possibile acquisto per secondo impianto amplificatori autocostruiti
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    Buonasera a tutti, come da titolo mi sono balzati agli occhi questi due finali monofonici, due cloni degli aleph 2.
    Come vi sebrano assemblati ad una prima vista?
    Ho aperto questa discussione per chiedere a voi esperti cosa domandare al venditore nello specifico, ed io da neofita avevo stilato la seguente lista di domande:
    )dove hai acquistato le pcb?
    2) il contenitore di che materiale è? Le alettature in che materiale sono?
    3)Cosa utilizza negli stadi finali?
    4)Da quanto è il toroidale, di che marca è?
    5)che condensatori monta per l’alimentazione?
    6)che ΔT (Tcase-Tamb)?
    8)per il ritardo all'accensione e protezione in caso di guasto ai mosfet e stato fatto il circuitino?
    9) chi lo ha costruito?
    10) hai seguito il progetto originale?
    a me non viene in mente altro, (sono un neofita) cosa altro dovrei chiedergli?  quali dati tecnici devo farmi dire?
    Deve ancora comunicarmi il prezzo ma a sua detta è stracciato.
    Quale potrebbe essere un prezzo equo che potrei offrire per questi due finali, visto che sono le ultime cose che gli rimangono dell'impianto e se ne vuole liberare?
    Sono ben accetti tutti i consigli.
    grazie a coloro che risponderanno.
    imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    Nessuno mi aiuta?
  • camaro71camaro71
    Posts: 21,970Member
    Quanto costerebbero?
    accuphase dp 77 - gryphon sonata - pass labs x250.5 - dufay "katja"
  • versys66versys66
    Posts: 359Member
    Lascia perdere, sembrano messi insieme alla meno peggio....
  • camaro71camaro71
    Posts: 21,970Member
    Con poche centinaia di euro ti prendi un finale usato originale, al limite da ricappare
    accuphase dp 77 - gryphon sonata - pass labs x250.5 - dufay "katja"
  • hnjmklhnjmkl
    Posts: 5,965Member
    neanche regalato.
  • ErpecoraErpecora
    Posts: 418Member
    Bah...a parte le foto da mal di testa è uno dei tanti cloni kit da assemblare al quale è stato aggiunto un capbank artigianale, personalmente non ci vedo niente di male...
    Certo che poi dipende dal prezzo e se non hai esperienza forse è meglio se ti orienti su qualcosa di piu sicuro...
  • stefaninostefanino
    Posts: 31,206Member

    si se non fosse che nessuno ha fatto una certificazione di compatibilita' elettromagnetica o di isolamento

    personalmente roba che va con il 220 fatta in cantina la lascio lontana da casa
    Ciao. Stefanino
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    Erpecora said:

    Bah...a parte le foto da mal di testa è uno dei tanti cloni kit da assemblare al quale è stato aggiunto un capbank artigianale, personalmente non ci vedo niente di male...
    Certo che poi dipende dal prezzo e se non hai esperienza forse è meglio se ti orienti su qualcosa di piu sicuro...


    Foto da mal di testa nel senso costruito con i piedi?
    Sinceramente anche a me da neofita sembra un po' asseblato non a regola d'arte, banalmente i fori esterni storti già per me è indice di costruzione coi piedi, che ci vuole a farli in squadra, per l'assemblamento interno non metto bocca non sono esperto ma quelle induttanze? Messe li così bha non so a cosa servono ma non mi sembrano posizionate a regola d'arte, la basetta sottostante in rame anche quella posticcia, comunque ne chiede 700 euro e a suo dire pochi spiccioli per me son soldi, non disdegno l'autocostruzione mi ha sempre affascinato, ma 700 euro?
    Nel mentre gli go sottoposto le domande ma non ha saputo rispondere se non dicendo toroidale da 1kw artigianale fatto da un fantomatico "artigiano ingegnere aereo navale di palermo" . Per quanto riguarda i condensatori non mi ha dato risposta, anzi dicendo che non sono il top ma sono comunque di buona qualità...dicendo inoltre che non poteva mica spendere di soli condensatori di alimentazione 300 euro , dice di aver fatto seguire il progetto fedelmente tranne appunto quel circuito con induttanze?
    Inoltre dice che sono stati revisionati dal medesimo artigiano palermitano questa estate senza però saperi dire cosa abbia fatto nello specifico. Un controllo generale anche con oscilloscopio.
    Bo sinceramente non vorrei prendere una sola vista comunque la richiesta di 700 euro ora si parlasse di 200-300 euro uno può anche correre il rischio ( e son comunque soldi) ma 700 mi pare troppo visto a mio parere di inesperto l'assemblaggio sommario?
    P.s. a cosa servirebbe la basetta in rame con quella roba sopra?

    Per l'esperienza ti do ragione, comunque conosco a chi portarli in caso di revisione o riparazione, pertanto essendo inesperto ho chiesto aiuto a voi :)
    Post edited by alexpizz12 at 2017-02-15 14:46:04
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    stefanino said:


    si se non fosse che nessuno ha fatto una certificazione di compatibilita' elettromagnetica o di isolamento

    personalmente roba che va con il 220 fatta in cantina la lascio lontana da casa

    Oddio essendo finali autoscostruiti non vorrrei andasse a fuoco casa, in teoria con il fusibile posteriore non dovrei essere in sicurezza?

  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    hnjmkl said:

    neanche regalato.


    Ecco un commento drastico secondo te fanno schifo come assemblaggio ?senza conoscerne gli esatti componenti che non conosco a tutt'oggi neanche io visto che il proprietario non li sa manco lui avendoli fatti costruire a terze persone? Quindi già a prima vista? Anche a me da neofita non convincono molto
  • radioelasaisradioelasais
    Posts: 550Member
    ho venduto qualche amp e preamp assemblato da me (sia valvole che stato solido) e sempre ad una frazione ragionevoel del costo dei componenti per motivi comprensibili e ovvi. quel finale avrà 500eu di materiale.
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member

    ho venduto qualche amp e preamp assemblato da me (sia valvole che stato solido) e sempre ad una frazione ragionevoel del costo dei componenti per motivi comprensibili e ovvi. quel finale avrà 500eu di materiale.


    Quindi se capisco bene il tuo commento suddetti finali valgono non più di 300 euro?
  • camaro71camaro71
    Posts: 21,970Member
    sembra un clone pass con schede kk pcb
    accuphase dp 77 - gryphon sonata - pass labs x250.5 - dufay "katja"
  • radioelasaisradioelasais
    Posts: 550Member

    ho venduto qualche amp e preamp assemblato da me (sia valvole che stato solido) e sempre ad una frazione ragionevoel del costo dei componenti per motivi comprensibili e ovvi. quel finale avrà 500eu di materiale.


    Quindi se capisco bene il tuo commento suddetti finali valgono non più di 300 euro?


    penso tu possa comprare finali meglio assemblati per quella cifra e con componenti più pregiati oppure lo compri per riciclare le sole parti nobili (come ho fatto anche io) chiaramente ad un prezzo ben diverso. i progetti di PASS suonano molto bene (ne ho avuti 3 e ne farò ancora un altro in futuro) e sono molto diffusi, dovrebbe essere facile trovare altre occasioni.
  • camaro71camaro71
    Posts: 21,970Member

    ho venduto qualche amp e preamp assemblato da me (sia valvole che stato solido) e sempre ad una frazione ragionevoel del costo dei componenti per motivi comprensibili e ovvi. quel finale avrà 500eu di materiale.


    Quindi se capisco bene il tuo commento suddetti finali valgono non più di 300 euro?


    penso tu possa comprare finali meglio assemblati per quella cifra e con componenti più pregiati 


    quoto.
    a meno di mille euro puoi trovare un naka pa5 o pa7 per esempio
    accuphase dp 77 - gryphon sonata - pass labs x250.5 - dufay "katja"
  • ErpecoraErpecora
    Posts: 418Member
    Foto da mal di testa nel senso costruito con i piedi?

    No, nel senso che le foto storte mi danno il mal di testa

    per l'assemblamento interno non metto bocca non sono esperto ma quelle
    induttanze? Messe li così bha non so a cosa servono ma non mi sembrano
    posizionate a regola d'arte, la basetta sottostante in rame anche quella
    posticcia


    Se non sai a cosa servono come fai a dire se sono posizionate bene o no?
    Sicuro che la basetta sottostante sia posticcia e non ben fissata?

    comunque ne chiede 700 euro

    Come dice giustamente radioelais con 700€ li fai nuovi e probabilmente ti avanza anche qualcosa
    Con quella cifra trovi roba usata "commerciale" e moderna di buon livello ed eventualmente rivendibile.


  • sureelasureela
    Posts: 1,103Member
    Al di la' delle considerazioni sulla rivendibilita' (assolutamente sensate) e sulla sicurezza...io il mio finale Am Audio Am3A l'ho pagato 600 euro più un centinaio per un controllo completo nella maison vigevanese dove è risultato perfettissimo.
    Fai tu....
  • fauntleroyfauntleroy
    Posts: 1,141Member
    A parte tutte le considerazioni sulla rivendibilità, peraltro giustissime, ricordo che per acquistare una coppia di Aleph 2 occorrevano circa 24000000 di lire, ovvero circa 12000 euro tralasciando la rivalutazione (penso che in questo caso saremmo vicini ai 20000).
    I dubbi sulla realizzazione sono legittimi, ma penso che chi si imbarca in un progetto del genere un minimo sappia quello che fa, anche perchè, a quanto pare, funzionano.
    Per quanto riguarda i costi, invece, non mi trovo d'accordo.
    Non sono per nulla convinto che con meno di 700 euro si riesca a farseli nuovi.
    Non con quei contenitori (che costano un bel po'), non con quei trasformatori (che da progetto sono da 1,2 - 1,5kW), senza contare che anche solo di condensatori si spende un fottio e senza contare che, sempre da progetto, i dispositivi attivi vanno selezionati, quindi, anche se ne servono una quindicina per canale, bisogna comprarne molti di più e quelli che ti avanzano... te li tieni.
    Insomma, secondo me il venditore sta tentando di venderli al costo di quanto ha speso lui; se ciò ne valga la pena non lo so.
    Non so quanto uno di questi cloni (peraltro realizzati con il benestare di Pass in persona, che ha reso disponibili schemi ed aiuto sul suo forum, consigliando anche questi dispositivi finali al posto degli originali) suoni vicino all'originale, ma si sta parlando comunque di oggetti che, da nuovi, avevano costi proibitivi e sono, mi sembra, ritenuti tra gli ampli meglio suonanti di sempre.
    Insomma, si spendono 700 euro, ma non è che si entri in possesso di un oggetto che vale 700 euro.
    CDP: Pioneer PD-D9 MkII-K, Pioneer PD-D1; Giradischi: Pioneer PL-70LII; Benz Micro Ebony H; Denon DL-103R, Pioneer PL-L1000; Benz Micro MC20E2H; Amplificazione Pioneer serie Z1: H-Z1; C-Z1a; M-Z1a; Tape: Pioneer CT-A1; Diffusori DIY
  • sm63sm63
    Posts: 5,632Member
    stefanino said:


    si se non fosse che nessuno ha fatto una certificazione di compatibilita' elettromagnetica o di isolamento

    personalmente roba che va con il 220 fatta in cantina la lascio lontana da casa


    In parte sono daccordo ...pero questo ancora peggio altro che compatibilita' elettromagnetica secondo me mancano i requisiti minimi per potersi definire apparecchio sicuro  ...

    image


    Salvatore
  • radioelasaisradioelasais
    Posts: 550Member

    A parte tutte le considerazioni sulla rivendibilità, peraltro giustissime, ricordo che per acquistare una coppia di Aleph 2 occorrevano circa 24000000 di lire, ovvero circa 12000 euro tralasciando la rivalutazione (penso che in questo caso saremmo vicini ai 20000).

    I dubbi sulla realizzazione sono legittimi, ma penso che chi si imbarca in un progetto del genere un minimo sappia quello che fa, anche perchè, a quanto pare, funzionano.
    Per quanto riguarda i costi, invece, non mi trovo d'accordo.
    Non sono per nulla convinto che con meno di 700 euro si riesca a farseli nuovi.
    Non con quei contenitori (che costano un bel po'), non con quei trasformatori (che da progetto sono da 1,2 - 1,5kW), senza contare che anche solo di condensatori si spende un fottio e senza contare che, sempre da progetto, i dispositivi attivi vanno selezionati, quindi, anche se ne servono una quindicina per canale, bisogna comprarne molti di più e quelli che ti avanzano... te li tieni.
    Insomma, secondo me il venditore sta tentando di venderli al costo di quanto ha speso lui; se ciò ne valga la pena non lo so.
    Non so quanto uno di questi cloni (peraltro realizzati con il benestare di Pass in persona, che ha reso disponibili schemi ed aiuto sul suo forum, consigliando anche questi dispositivi finali al posto degli originali) suoni vicino all'originale, ma si sta parlando comunque di oggetti che, da nuovi, avevano costi proibitivi e sono, mi sembra, ritenuti tra gli ampli meglio suonanti di sempre.
    Insomma, si spendono 700 euro, ma non è che si entri in possesso di un oggetto che vale 700 euro.


    colgo la palla al balzo dato che ho deciso, proprio spinto da questa discussione, di farmi un aleph5 avendo già una bella alimentazione pronta.
    alla fine per basette e mosfet selezionati se ne vanno 130-150e (stereo), di telaio 3-400e personalizzato e lavorato CNC, 200e di trafo di alimentazione, condensatori dipende veramente da quanto si vuole spendere più eventuale induttore di filtro 50-100e. ovviamente moltiplicato per due mono. il 5 costa molto meno (ed ha metà potenza).

    però sinceramente, e non me ne voglia il venditore, quel trafo ha dati di targa ignoti, i condensatori sono probabilmente dei snap in ordinari e quel filtro con bobine questionabile. il telaio se fatto male si sfonda con questi pesi
  • leosamleosam
    Posts: 420Member
    E cosa ne pensate di costruire un ampli con i moduli n-core hypex tipo i bel canto o simili?
  • domenico80domenico80
    Posts: 2,449Member

    Buonasera a tutti, come da titolo mi sono balzati agli occhi questi due finali monofonici, due cloni degli aleph 2.

    Come vi sebrano assemblati ad una prima vista?
    Ho aperto questa discussione per chiedere a voi esperti cosa domandare al venditore nello specifico, ed io da neofita avevo stilato la seguente lista di domande:
    )dove hai acquistato le pcb?
    2) il contenitore di che materiale è? Le alettature in che materiale sono?
    3)Cosa utilizza negli stadi finali?
    4)Da quanto è il toroidale, di che marca è?
    5)che condensatori monta per l’alimentazione?
    6)che ΔT (Tcase-Tamb)?
    8)per il ritardo all'accensione e protezione in caso di guasto ai mosfet e stato fatto il circuitino?
    9) chi lo ha costruito?
    10) hai seguito il progetto originale?
    a me non viene in mente altro, (sono un neofita) cosa altro dovrei chiedergli?  quali dati tecnici devo farmi dire?
    Deve ancora comunicarmi il prezzo ma a sua detta è stracciato.
    Quale potrebbe essere un prezzo equo che potrei offrire per questi due finali, visto che sono le ultime cose che gli rimangono dell'impianto e se ne vuole liberare?
    Sono ben accetti tutti i consigli.
    grazie a coloro che risponderanno.
    imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage



    Io li lascerei all'attuale proprietario . Tralasciando l'esecuzione allegra , ricorda che è presente la 220 e con apparecchi raffazzonati si rischia grosso . Ne vale la pena , anche se fosse il miglior ampli al mondo ?
  • ferdydurkeferdydurke
    Posts: 3,055Member
    Non vedo una mano professionale nell'assemblaggio...
    Luca
  • smilesmile
    Posts: 47,400Industry

    Non vedo una mano professionale nell'assemblaggio...



    Ma nemmeno piedi... al massimo, membri di segugio.
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • martinogallmartinogall
    Posts: 2,282Member
    La scheda in bachelite è fantastica, fatta con le piste tranciate da un taglierino e con i fusibili ripristinati tramite un filo saldato sopra. 
  • hnjmklhnjmkl
    Posts: 5,965Member
    Pagherei per non riceverlo in regalo.
  • alexpizz12alexpizz12
    Posts: 264Member
    bene non li prendo, ma qualcosa bolle in pentola  :) stay tuned (all'inglese)