Sezione "Acustica architettonica": si discute dell'ambiente di ascolto tra empirismo e scienza.
PS Audio P10
  • gilaxgilax
    Posts: 81Member
    cari amici

    Vorrei conoscere le vostre esperienze di ascolto con questo apparecchio installato nell'impianto. Non tanto in confronto con altri condizionatori/rigeneratori (ci sono dei thread già aperti per questo), quanto le differenze soniche percepite con e senza il suddetto apparecchio. 
    La macchina è certamente interessante, non certo economica e nemmeno facile da trovare usata purtroppo (la cerco da un po' senza successo). Per altro ho letto sul forum della casa madre che stanno lavorando ad un prossimo modello P20, ovviamente più grosso e capace (e quindi immagino ancora più costoso).
    Post edited by cactus_atomo at 2017-02-16 17:23:36
  • raindograindog
    Posts: 3,248Member
    L'ho avuto, la differenza sostanziale è che faceva suonare l'impianto allo stesso modo a qualsiasi ora del giorno come se fosse di notte (rumore di fondo permettendo), ma parlare di differenze soniche lo trovo imbarazzante.
    Se ti accorgi che il tuo impianto suona decisamente meglio di sera potrebbe essere un investimento, se non noti differenze stai molto attento, almeno provane uno prima di acquistarlo...
    Lumin T1 - Transrotor DarkStar (SME 309 Dynavector 20X2L) - MCIntosh MA 8000 - Magnepan 1.7 - Velodyne 10 DD+ Trasformatori Aloia Big e Little
  • Alerosso10Alerosso10
    Posts: 859Member
    raindog said:

    L'ho avuto, la differenza sostanziale è che faceva suonare l'impianto allo stesso modo a qualsiasi ora del giorno come se fosse di notte (rumore di fondo permettendo), ma parlare di differenze soniche lo trovo imbarazzante.
    Se ti accorgi che il tuo impianto suona decisamente meglio di sera potrebbe essere un investimento, se non noti differenze stai molto attento, almeno provane uno prima di acquistarlo...





    Quindi se ho capito bene nel tuo caso non apportava miglioramenti ma solo stabilitá. Nel caso che il tuo impianto avesse bisogno di quella stabilitá posso chiedere il motivo per cui ci hai rinunciato? É un articolo che mi ha sempre incuriosito ma sul quale si sentono spesso pareri contrastanti.
  • MonisiMonisi
    Posts: 813Member
    Anche a me incuriosisce molto l'esperienza di chi l'ha posseduto...
    Roberto
  • gilaxgilax
    Posts: 81Member
    Qualche altra esperienza in merito?
  • raindograindog
    Posts: 3,248Member
    Alla fine l'ho venduto perche' non riscontravo miglioramenti tangibili da giustificare un apparecchio costoso e ingombrante, questo dopo aver traslocato in casa ristrutturata quindi impianto elettrico nuovo, in zona residenziale, no industria nelle immediate vicinanze



    raindog said:

    L'ho avuto, la differenza sostanziale è che faceva suonare l'impianto allo stesso modo a qualsiasi ora del giorno come se fosse di notte (rumore di fondo permettendo), ma parlare di differenze soniche lo trovo imbarazzante.
    Se ti accorgi che il tuo impianto suona decisamente meglio di sera potrebbe essere un investimento, se non noti differenze stai molto attento, almeno provane uno prima di acquistarlo...





    Quindi se ho capito bene nel tuo caso non apportava miglioramenti ma solo stabilitá. Nel caso che il tuo impianto avesse bisogno di quella stabilitá posso chiedere il motivo per cui ci hai rinunciato? É un articolo che mi ha sempre incuriosito ma sul quale si sentono spesso pareri contrastanti.



    Lumin T1 - Transrotor DarkStar (SME 309 Dynavector 20X2L) - MCIntosh MA 8000 - Magnepan 1.7 - Velodyne 10 DD+ Trasformatori Aloia Big e Little
  • BiggyBiggy
    Posts: 3,256Member
    Da una parte, chi usa questi apparecchi non ne potrebbe più fare a meno.

    Dall'altra, chi non li conosce (oppure chi traslocando ha dovuto ridimensionare per spazio e necessità di monetizzare?) dice che non servono.

    ;;)
    Post edited by Biggy at 2017-02-23 09:57:21
    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)

  • BiggyBiggy
    Posts: 3,256Member
    gilax said:

    cari amici


    La macchina è certamente interessante, non certo economica e nemmeno facile da trovare usata purtroppo (la cerco da un po' senza successo).


    Non ne troverai mai, a meno che non becchi la b0tt@ d1 cu£0 di trovare qualcuno che passa a un P20.

    Gli oggetti che danno felicità non li trovi usati.

    Compra il P10 e poi maledirai te stesso per essere stato così indeciso per tanto tempo ... succede a tutti così :)

    Post edited by Biggy at 2017-02-23 10:00:09
    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)

  • macarunomacaruno
    Posts: 83Member
    Mi spiace contraddire l'amico Emanuele ma, nella mia esperienza, sottolineo, nella mia personale esperienza non e stato un acquisto riuscito.

    Linea elettrica dedicata e tensione di rete sufficientemente stabile, queste le condizioni di esercizio.
    Ho tenuto il P10 per circa sei mesi, per pochissimo tempo a servizio di tutto l'impianto, finali compresi, successivamente finali esclusi.

    Venduto il Ps Audio, ho guadagnato in termini di dinamica e trasparenza. Morale? Consiglio di provarlo (e su questo saremo tutti d'accordo)
    MSB Technology, Michell, Aestetix, Vitus Audio, Zanden, Wilson Audio, Nordost.
  • mauri71mauri71
    Posts: 467Member
    buongiorno,sono un felice possessore del ps audio p5, ma non per questo consiglierei l'acquisto....ho avuto la felice idea di provarlo,e non nè posso fare a meno..quello che va bene per te, non è detto che vada bene per gli altri, purtroppo in questi forum esiste il rischio di rendere tutto ciò che si possiede la soluzione ideale per ogni forumer...

  • gela80gela80
    Posts: 234Member
    Io a giorni proverò un Isotek nova nel mio impianto per una settimana. Vi farò sapere se sentirò differenze rispetto il mio Belkin pure Av40.
  • BiggyBiggy
    Posts: 3,256Member
    Un rigeneratore di tensione deve essere sempre discretamente sovradimensionato rispetto alle necessitá teoriche dell'amplificazione per evitare limitazioni nei picchi dinamici (che per brevi istanti possono assorbire molto di più di quello che si legge).

    Per un integrato da 120W nominali uso una macchina da 3000VA che non supera il 10% di utilizzo quando l'impianto stereo raggiunge volumi di ascolto non più tollerabili dalla stanza e dalle orecchie (poi al rigeneratore c'é collegato tutto l'home theater, e allora arriviamo a circa il 50%).

    Se a qualcuno (ciao Massimo ;) ) é andato male il P10, forse é perché un sistema multitelaio aveva bisogno di un P10 per ciascun finale, oppure di un P20 (che staranno facendo per questo motivo) e non perché il rigeneratore "a qualcuno serve, ad altri non serve"?

    La corrente, se non sei la prima utenza a riceverla dalla centrale elettrica, é sempre disturbata e instabile, e anche se non disastrata non potrà mai essere sufficientemente stabile per gestire un sistema hifi, perché il suo stesso funzionamento genera fluttuazioni istantanee nella tensione misurata nella stessa presa da cui si alimenta il sistema, alterandone la resa, e neppure un Ps Audio ma solo un rigeneratore in classe D con batterie (seguito poi da trasformatori di isolamento almeno su sorgente e pre, per sopprimere rumore e transienti di switching) come i Purepower (non importati più in Italia a causa di leggi troppo restrittive per le batterie) possono ovviare a questo.

    L'hifi non è un motorino elettrico, un frigorifero, una lavatrice, che sostanzialmente ti accorgi che sono accesi o spenti.

    L'hifi é modulazione della tensione di rete e trasduzione della stessa in suoni, e pertanto un risultato ottimale non può prescindere da una corrente ottimale in ogni momento.

    Il rigeneratore serve a tutti, e va (sopra)dimensionato all'assorbimento dell'impianto per non incorrere in linitazioni dinamiche, e soprattutto é dopo essersi assicurati che la cirrente é a posto che si devono fare gli abbinamenti, non prima.

    I sistemi che ciascuno si allestisce usando la corrente del muro non supereranno mai la metá delle loro potenzialità, e saranno sempre allestiti per compensazione di errori, ad esempio: la corrente del muro mi dá un suono acido, secco e faticoso (un "evergreen"!) -> inserisco cavi o componenti dal suono morbido/rotondo -> inserendo poi un rigeneratore in quel contesto avvertiró "perdita di trasparenza", attribuendola erroneamente al rigeneratore.


    mauri71 said:

    purtroppo in questi forum esiste il rischio di rendere tutto ciò che si possiede la soluzione ideale per ogni forumer...



    Diciamo che purtroppo quando si parla di rigeneratori esiste l'abitudine a fare degli errori (non dimensionare correttamente il rigeneratore al sistema, o provarne modelli molto economici per mettersi la coscienza a posto di averlo fatto o peggio, provare generici filtri e condizionatori magari di basso costo, e fare di tutta l'erba un fascio) e poi estendere questa esperienza negativa causata dai propri errori a tutta la categoria di questi apparecchi.

    L'aleatorietá della resa di un rigeneratore di tensione la capisco per il primo condominio servito dalla centrale elettrica se ci si é tirati la linea dedicata dal contatore (e non dal pannello di casa, come ho potuto fare io al terzo piano), oppure se ciascun apparecchio del proprio sistema ha una alimentazione separata (che di fatto faccia il lavoro di un rigeneratore) ... per il resto mi sembra un falso mito generato dagli errori di cui sopra.

    Non esiste presupposto logico prima che scientifico per dire che la corrente in casa di qualcuno può essere immune da problemi, o che un apparecchio di questi possa fare bene ad alcuni apparecchi e non ad altri.

    raindog said:

    L'ho avuto, la differenza sostanziale è che faceva suonare l'impianto allo stesso modo a qualsiasi ora del giorno come se fosse di notte (rumore di fondo permettendo), ma parlare di differenze soniche lo trovo imbarazzante.
    Se ti accorgi che il tuo impianto suona decisamente meglio di sera potrebbe essere un investimento, se non noti differenze stai molto attento, almeno provane uno prima di acquistarlo...



    Come se fosse roba da niente!

    Una contraddizione netta affermare prima questo, e poi che non ci sarebbero differenze soniche.

    Mi sa proprio di convincimento di chi aveva bisogno di spazio (e/o soldi, ma mi pare antipatico ipotizzarlo) per cui ridimensionando ha sacrificato il rigeneratore... ci può stare, ma non dire tutto e il contrario di tutto nella stessa frase ...


    C'era un Architetto molto ingegnoso che aveva escogitato un nuovo Metodo per costruire Case, cominciando dal tetto, e lavorando all'ingiu' fino alle Fondamenta (Jonathan Swift)

  • emaspacemaspac
    Posts: 4,711Member
    io uso un rigeneratore per ogni componente, a parte il pc customizzato 
    un rigeneratore per la scheda audio con uscita USB, è un rigeneratore AC-DC-AC da 70 watt.
    un rigeneratore per l'interfaccia usb->spdif, è un rigeneratore AC-DC-AC da 70 watt.
    un rigeneratore per il buffer/reclocker,  è un rigeneratore AC-DC-AC da 70 watt.
    un rigeneratore per il DAC, è un rigeneratore che corregge la forma d'onda, quindi non trasforma l'AC in DC, ma lavora sui delta.
    un rigeneratore per l'amplificatore, è un rigeneratore che corregge la forma d'onda, quindi non trasforma l'AC in DC, ma lavora sui delta.
    io lo consiglio sempre sulle sorgenti. e sempre sui DAC e sui pre.
    sugli amplificatori, a parte per i finali di grossa potenza, può andare molto bene ma non sempre opterei per un AC-DC-AC, perchè bisogna dimensionarlo adeguatamente altrimenti è un collo di bottiglia per la dinamica.
    e dimensionare adeguatamente significa spendere di più. molto di più...
  • xrobboxrobbo
    Posts: 473Member
    Anch'io ho il P10 e lo trovo molto utile. L'abitazione ha un impianto elettrico nuovo, con linea dedicata per l'impianto audio, ma avevo problemi di ronzio dei trasformatori. Il P10 ha ovviamente risolto questo problema ma anche aumentato la trasparenza del messaggio. La differenza non è gigantesca, ma comunque significativa. In proporzione al valore del mio impianto per me è una spesa giustificata, lo possiedo da circa un anno e mai ho avuto il dubbio se rivenderlo.

    HQPlayer + NAA --> DI 2014 --> Audio-GD Master 7/ DSD Nodac - VTL tl 6.5i -- VTL MB 185 -- Magneplanar MG 3.7