Gentili membri della community, a breve installeremo un aggiornamento molto importante del software. Stiamo facendo alcune operazioni necessarie alla migliore transizione. Ci scusiamo per i possibili disagi.
Per chi le conosce o le ha conosciute. Stand per Sonus Faber Extrema
  • vittorio58vittorio58
    Posts: 736Member
    So che non è un diffusore diffuso e oltretutto è anche di vent'anni fa. Gli stand in dotazione a 6 gambe (per intenderci quelli con 3 file da 2) hanno la base di appoggio per il diffusore che misura 31 x 20 cm. mentre la base dell'Extrema misura 50 x 28 cm. Vi è una notevole differenza delle dimensioni della base di appoggio 620 cmq contro 1400 cmq. Secondo voi questo potrebbe comportare qualcosa o considerato che era lo stand consigliato sono soltanto pippe audiofile? Pensavo di mettere sopra la base del piedistallo una lastra di ferro di 1 o 2 cm di spessore e saldarla alla base o considerato che la base del piedistallo ha 2 fori di forare la piastra e imbullonarla al piedistallo con eventualmente interposto qualcosa di smorzante.
    Cosa  ne pensate?
    Ciao.
    Post edited by cactus_atomo at 2017-01-16 08:25:09
    Vittorio
  • newtonnewton
    Posts: 628Member
    Se il sistema era pensato per avere una connessione rigida, accoppiata, diffusore/stand non interporre nulla di smorzante, cambieresti l'idea progettuale. Ci possono essere differenze importanti di resa in basso a seconda se crei un blocco unico o no, ma dipende anche dal resto, punte e pavimento...
  • vittorio58vittorio58
    Posts: 736Member
    Ok, diciamo di fare un blocco unico con la piastra delle dimensioni dei diffusori. E' utile?  E se si: come mai in sonus faber hanno fatto uno stand più piccolo della base?
    Vittorio
  • newtonnewton
    Posts: 628Member
    Chiedilo a loro..secondo me in quegli anni non era ancora diffusa la pratica di fare diffusori e stand dedicati.
    Non ho capito perché vuoi fare modifiche comunque fare un unico blocco pesante, sordo, può essere corretto, almeno a casa mia il giorno che ho tolto i famosi feltrini e ho avvitato i diffusori (sono filettati alla base) è migliorato nettamente estensione in basso e pulizia. Però i feltrini, piedini, gommini vanno di gran moda sugli stand.
    Detto questo prima di fare modifiche non reversibili su Extrema ci penserei...
  • maverickmaverick
    Posts: 10,602Member
    Non mi riferisco al caso specifico, (non avendo le Extrema), .. ma niente è più indispensabile, in questi casi, di fare una prova, all'inizio reversibile, e poi ascoltare.
    In linea di massima sarei contrario, se un diffusore nasce così, .. si pensa che sia stato ottimizzato così; ma non è sempre vero.
    Le mie Guarneri Homage hanno letteralmente cambiato suono ( ma non nel senso di averlo "stravolto", ma nel senso di aver migliorato OGNI parametro in maniera evidente) quando ho poggiato la base su punte (che in origine non c'erano), e  ho interposto sue cuscinetti smorzanti tra stand e base del diffusore.
    Un miscuglio, apparentemente incomprensibile ( me ne rendo conto) di accoppiamento e disaccoppiamento,.. forse diverso da quanto era stato pensato in origine, .. ma nel MIO ambiente e nel MIO pavimento è di gran lunga la soluzione migliore, non chiedetemi fisicamente il perchè.
    Quindi io non disdegnerei una prova, .. uno dei tanti "fine tuning" che,se imbroccati, possono dare immense soddisfazioni.
    L'importante, come già si scriveva sopra, è che almeno all'inizio la cosa sia reversibile.
    Buona fortuna
  • vittorio58vittorio58
    Posts: 736Member
    Reversibile ovviamente, e considerando che la parte superiore del piedistallo (quella dove poggia la cassa) ha 2 fori pensavo di comprare una piastra in ferro delle misure del diffusore, forare la piastra e imbullonarla alla parte superiore del  piedistallo con eventualmente interposto qualcosa di smorzante. Eventualmente solo in un secondo tempo saldarla. Quello che non capisco è come mai la base della cassa ha dimensioni maggiori della parte su cui poggia come si ve de dalla foto.
    Ciao.
    Vittorio