Sezione "Acustica architettonica": si discute dell'ambiente di ascolto tra empirismo e scienza.
Segnalate i migliori dischi del 2017
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Christopher Taylor questo il nome di Sohn
    Autore d'avanguardia, genere blues elettronico.
    Titolo Rennen
    https://youtu.be/m0uxavVdhco



    Image and video hosting by TinyPic
    Post edited by Victrix at 2017-01-14 20:03:19
  • SorgmantelSorgmantel
    Posts: 529Member
    Ohhh,mancava proprio un 3d sulle uscite 2017.Bravo!

    ;))
    Il rock progressivo è il mio manifesto.
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Mah uno è su "cosa avete ascoltato ..."
    L'altro sulle uscite del 2017 ed è implicito che un disco che esce tra 3/4/6 mesi non lo si ascolta.
    Comunque se la direzione vuole annullare la discussione nessun problema.
  • minollo63minollo63
    Posts: 3,375Member
    Questo thread va visto nell'ottica di una bacheca su cui segnalare i dischi che escono nel 2017 e che uno ritiene degni di nota, avendoli ascoltati ed essondogli piaciuti. E magari si sente di consigliarli agli amici del forum, come suggerimento per conoscere qualcosa di diverso dai soliti ascolti.
    Quindi per non mancare proprio io, segnalo il primo disco che per me può rientrare in questa discussione:
    The XX "I see you "

    Terzo lavoro del gruppo, sicuramente quello più maturo e meditato dei 3. Il suono evolve verso un sonorità più solari ed estroverse dove i suoni "cupi" che avevano caratterizzato i precedenti dischi lasciamo balenare lampi di luce attraverso cui filtrano colori che prima non erano nelle corde del trio londinese, segno secondo me di una maturità musicale sempre maggiore.
    Un bel disco che avvicina il gruppo a sonorità più facili e assimilabili da nuovi ascoltatori.
    Ciao
    Stefano R.

    Ps : e così soddisfo anche la curiosità dell'amico Andrea (rael71) espressa sull'altra discussione "gemella" !
    Post edited by minollo63 at 2017-01-14 18:47:06
    Non basta ascoltare, occorre ascoltare con orecchie che vogliono sentire, che credono in quello che sentono. (Galileo Galilei)
  • MariettMariett
    Posts: 622Member
    Sicuramente possiamo aggiungere già 3 dischi importanti:

    The Flaming Lips - Oczy Mlody
    Run the Jewels - Run the Jewels 3
    The xx - I See You

    i primi due li ho ascoltati per bene e sono certo resteranno ai vertici della produzione annuale, anche il terzo secondo molti ma non è il mio genere preferito.
    Buoni ascolti e buon anno di musica!
    Gryphon Diablo 300 + Gryphon DAC ONE + Gryphon PS2 MM/MC Phono | Sonus Faber Guarneri Evolution | Klimo Beorde + Klimo Ertanax G
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Sai che The Xx lo aspettavo con ansia, per diversi motivi, il primo era che dopo i primi due strepitosi lavori era quasi d'obbligo attendersi un lavoro diverso, cioè un cambiamento di rotta del loro sound, anche perché quel genere è difficilmente replicabile a lungo.
    A questo proposito lo stupendo lavoro di Jamie xx era propedeutico a pensare a qualcosa di simile.
    Orbene, l'ho ascoltato ieri e mi ha un po' deluso, non brutto per carità, ma si vede che è un lavoro di transizione, un po' frankestein, quá è la campionamenti del lavoro di Jamie, qualche pezzo amiccante al pop, e qualche pezzo molto bello.
    Secondo me il prossimo sarà più centrato.
  • rael71rael71
    Posts: 1,740Member
    Magari solo per continuità con l'anno scorso e visto che in un anno ne vengono segnalati veramente tanti dischi si può chiamare il nome in "segnalate i dischi interessanti del 2017" o qualcosa del genere.

    minollo63 said:

    Questo thread va visto nell'ottica di una bacheca su cui segnalare i dischi che escono nel 2017 e che uno ritiene degni di nota, avendoli ascoltati ed essondogli piaciuti. E magari si sente di consigliarli agli amici del forum, come suggerimento per conoscere qualcosa di diverso dai soliti ascolti.
    Quindi per non mancare proprio io, segnalo il primo disco che per me può rientrare in questa discussione:
    The XX "I see you "

    Ps : e così soddisfo anche la curiosità dell'amico Andrea (rael71) espressa sull'altra discussione "gemella" !



    :)>-
    Ciao! Andrea
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    rael71 said:

    Magari solo per continuità con l'anno scorso e visto che in un anno ne vengono segnalati veramente tanti dischi si può chiamare il nome in "segnalate i dischi interessanti del 2017" o qualcosa del genere.

    minollo63 said:

    Questo thread va visto nell'ottica di una bacheca su cui segnalare i dischi che escono nel 2017 e che uno ritiene degni di nota, avendoli ascoltati ed essondogli piaciuti. E magari si sente di consigliarli agli amici del forum, come suggerimento per conoscere qualcosa di diverso dai soliti ascolti.
    Quindi per non mancare proprio io, segnalo il primo disco che per me può rientrare in questa discussione:
    The XX "I see you "

    Ps : e così soddisfo anche la curiosità dell'amico Andrea (rael71) espressa sull'altra discussione "gemella" !



    :)>-




    Fatto Rael71.
  • giorgiovinylgiorgiovinyl
    Posts: 3,293Member
    Avrei aperto io il thread tra qualche giorno, vedo che sono stato battuto sul tempo, credo sia comunque importante che continuiamo a segnalarci  i nuovi dischi interessanti cha vanno via via uscendo come abbiamo fatto nei due ultimi anni.
  • rael71rael71
    Posts: 1,740Member
    Tanti o pochi, belli per uno brutti per un altro , rock o classica, etc etc, l'importante è condividere!!
    Ciao! Andrea
  • yukatanyukatan
    Posts: 496Member
    forse per essere maggiormente consultabile, man mano che le segnalazioni avanzano, sarebbe bene fare tre thread uno per genere rock, jazz e classica
    Salute a tutti. Maurizio
  • HRHR
    Posts: 14,156Member

    John Abercrombie Quartet - Up And Coming 


    image
    Ciao & Enjoy the Music!
    “The highest level of sound reproduction has been achieved when one stops thinking about where it is coming from" D.B.
  • il picchioil picchio
    Posts: 1,040Member
    sottoscrivo l'ultimo dei Flaming Lips: Oczy Mlody. Mi piacciono molto, li conosco bene e mi pare un gran bel disco. 
    cocktail X50,Oppo 105,Audio Analogue Fortissimo, Lector Digicode s192, Bryston Bha-1
    Audeze XC,Stax L700 Stax 353x,Beyer T51p,Beyer DT1770pro,Denon AHD600,Shure se846, Sony nwzx1,Sonus Faber Minima,Genelec 8020A
  • RosenbachRosenbach
    Posts: 732Member
    image

    La mente del progetto Christadoro, collettivo di consolidati musicisti italiani affiliati ai più svariati generi e formazioni musicali, è Mox Cristadoro, artista che vanta ad oggi un’attività ultra-trentennale e che ha lavorato per nomi quali MonumentuM, Carnival of Fools, La Crus, Santa Sangre, Cristina Donà, nonché in diverse band della scena Hardcore Punk italiana degli anni ’80 e ’90.

    Questa spiccata prolificità, unita a una sfrenata passione per il rock progressivo e colto, ha fatto sì che le strade di Cristadoro e di un altro prog-master che ben conosciamo, Fabio Zuffanti (Finisterre, La Maschera di cera, Höstsonaten e molti altri), si incontrassero, e dessero finalmente vita a una creatura musicale, Christadoro, che vede tra le proprie fila, oltre agli stessi Mox Cristadoro alla batteria e alle percussioni e Fabio Zuffanti al basso:
    - Pier Panzeri (attuale membro de Il Biglietto per l’Inferno) alle chitarre;
    - Paolo “Ske” Botta (fondatore di progetti di culto internazionale come Yugen e Not a Good Sign) alle tastiere;
    - Andrea “Mitzi” Dal Santo (già col supergruppo di estrazione Hard-Metal Noize Machine) alle voci;

    L’omonimo disco d’esordio dei Christadoro, registrato nella primavera 2016 e prodotto artisticamente da Livio Magnini (Bluvertigo), rilegge in maniera originale un periodo unico e prezioso della grande scuola autorale della musica italiana.

    A completare il quadro, non mancano ospiti eccellenti:
    - Franco Mussida, in quella che è la sua prima apparizione discografica ufficiale post-PFM, con “Ricercare nel mare dell’inquietudine e della paura” offre un’esclusiva introduzione in chiave acustica al brano “L’ombra della Luce”, firmato da Franco Battiato.
    - Garbo presta la sua voce recitando una frase chiave estratta dalla sceneggiatura della serie televisiva del 1971 “Il Segno del Comando”, a introdurre le note de “Il Sosia” di Giorgio Gaber.
    - Giuseppe “Pilli” Cossa, tastierista e fondatore del Biglietto per l’Inferno, chiude con una coda di pianoforte la traccia “L’operaio Gerolamo” dello straordinario binomio autorale Dalla/Roversi.
    - Zeno Gabaglio, musicista e produttore svizzero, regala una cinematografica apertura per violoncelli al celebre brano “Solo” firmato da Claudio Baglioni nel ’77.

    Così come l’omonimo esordio dei Black Sabbath fu pubblicato venerdì 13 febbraio 1970, “Christadoro” esce su AMS Records in CD e LP venerdì 13 gennaio 2017: un doveroso tributo a una delle molteplici influenze di cui è costellata questa sorprendente release.

    http://www.btf.it/catalog/product/view/id/25104/s/christadoro-lp/



    Post edited by Rosenbach at 2017-01-16 15:52:33
    "‘La proposta non è vaga, chi vuole il papa se lo paga" Francesco Di Giacomo
  • Led63Led63
    Posts: 2,474Member
    Blackfield - V
    Roger Waters - uscita prevista nel 2017 ( si spera..)

    Unison research Simply two anniversary_Klipsh Heresy III_Cd Musical fidelity A3.2 modificato Aurion audio_Thores td 318 mk2 Goldring 1042

  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Ci sarebbe un 3d apposito sulle uscite previste ma và bene così... Geffen e Wilson di nuovo insieme... bene bene... e poi Waters... però!
  • PizziPizzi
    Posts: 1,341Member

  • minollo63minollo63
    Posts: 3,375Member
    Beh si...
    su questo 3D andrebbero segnalate le nuove uscite già "uscite" e che sono degne di nota perché particolarmente interessanti o belle o innovative.
    Per le uscite future, previste e le proprie aspettative le inserirei nell'apposita discussione
    http://forum.videohifi.com/discussion/415846/uscite-previste-2017#Item_1
    solo per una questione di chiarezza e facilità di consultazione, se non vi dispiace.
    Grazie e ciao
    Stefano R.

    Mr.Alexis said:

    Ci sarebbe un 3d apposito sulle uscite previste ma và bene così... Geffen e Wilson di nuovo insieme... bene bene... e poi Waters... però!




    Post edited by minollo63 at 2017-01-17 19:08:47
    Non basta ascoltare, occorre ascoltare con orecchie che vogliono sentire, che credono in quello che sentono. (Galileo Galilei)
  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Spero anche quest'anno di conoscere nuovi artisti e band grazie a questa ottima discussione... nel mio piccolo cercherò di contribuire segnalando quelli che personalmente trovo belli e/o interessanti... non è ovviamente detto che la stessa cosa valga per qualcun'altro  :P
    - Julie Byrne con Not Even Happiness,lavoro folk che di nuovo ed interessante non ha nulla ma si fa apprezzare per la voce calda ed eterea accompagnata principalmente da delicate note di chitarra acustica https://www.youtube.com/watch?v=Y0rI17ooZII
    - Old Green Mountain con Brokenwood (The Story Of A Waiting Man),un ep che mi ha sorpreso perchè nella sua estrema semplicità ( una chitarra acustica accompagnata da un sottofondo ) ha creato una atmosfera che mi ha catturato https://www.youtube.com/watch?v=c-o67zgwY9s
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    https://youtu.be/S0Q4gqBUs7c
    Bonobo, alias Simon Green, raffinato downtempo jazzato
    Image and video hosting by TinyPic
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    https://youtu.be/GSkqM5Cd8zw
    Segnalo Loyle Carner 22 enne! Londinese, ottimo esempio di come l'hip hop se suonato bene come in questo caso possa essere raffinato rilassante e piacevole.
    La lunga mano di Lendrik Lamar.
    Credo tra i miei top di fine anno.
    Image and video hosting by TinyPic
    Post edited by Victrix at 2017-01-23 08:51:00
  • silversurfer2silversurfer2
    Posts: 620Member
    Victrix said:

    https://youtu.be/S0Q4gqBUs7c
    Bonobo, alias Simon Green, raffinato downtempo jazzato
    Image and video hosting by TinyPic



    +1
    Già bellissimo il precedente The North Borders, quest'ultimo lo devo ancora sentire e prendere.

    S.
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Brasstronaut
    Band canadese genere indie jazzato molto raffinato, è il loro terzo disco, sucessore dell'ottimo Mean Sun del 2012.

    https://youtu.be/WVeCduFRNFk

    Image and video hosting by TinyPic
  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Mi sono piaciuti,approfondirò sicuramente... un dubbio,è stato pubblicato nel 2016?!Così leggo nel loro sito... ciò non toglie che sia una bella segnalazione  ;)
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Mah non credo.
    Ad acquistare il cd o scaricarlo dopo la metà di febbraio.
    Io l'ho sentito qui
    https://brasstronaut.bandcamp.com
  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Ripeto,così dice il loro sito... Novembre 2016...
  • gabriele8gabriele8
    Posts: 529Member
    il nuovo degli Austra 
    niente male come synthpop

    image
  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Ascoltato proprio qualche giorno fa... siamo ben lontani secondo me dal bellissimo esordio Feel It Break... e dicasi la stessa cosa per il secondo Olympia... peccato perchè ero convinto che sarebbero andati a migliorare e invece...
  • VictrixVictrix
    Posts: 1,619Member
    Mr.Alexis said:

    Ripeto,così dice il loro sito... Novembre 2016...





    Ok posso farlo nel 1980 ma se lo pubblico a febbraio 2017...
  • Mr.AlexisMr.Alexis
    Posts: 1,254Member
    Dai ma stai scherzando?!A parte che non è il massimo "battibeccare" in questo bel 3d su una cosa così ridicola ma è scritto nel loro sito,nella loro pagina Facebook così come è scritto nella pagina di bandcamp che tu stesso hai linkato... "released November 11, 2016"... è già bello che pubblicato,sia in formato liquido che su vinile e cd,altro che Febbraio 2017... infatti si può procedere all'acquisto di tutti questi formati o no?!Io la finisco qui,fai buoni ascolti  :)>-
  • gabriele8gabriele8
    Posts: 529Member
    Mr.Alexis said:

    Ascoltato proprio qualche giorno fa... siamo ben lontani secondo me dal bellissimo esordio Feel It Break... e dicasi la stessa cosa per il secondo Olympia... peccato perchè ero convinto che sarebbero andati a migliorare e invece...



    Hai ragione .. molto più' ispirato il disco d'esordio
    molto più' elettronica dark/punk
    con quest'ultimo si vira un po' verso il pop
    ma non dispiace comunque