Silcable limited star phono
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Dovendo restituire il cavo fono top di gamma della cristal cable che mio fratello mi aveva dato circa tre mesi fa da provare, mi sono messo a spulciare i vari siti ed i vari forum per trovare una alternativa che superasse le prestazioni del già ottimo extremephono crimson che aveva combattuto ad armi pari con cavi della cardas, stealth, kimber cable tutti alto di gamma.
    Leggo di Silcable e mi dico......dopotutto cosa mi costa? Ne parlano bene, lo posso provare, se mi piace, bene...se non coincide con i miei gusti pace e amen...lo restituisco e chiudo il discorso.
    Contatto Silcable, nel giro di tre giorni il cavo arriva a casa mia.
    É il Limited Star.
    Un bel cavo....ma chissenefrega..non cerco la bellezza in un cavo......mica é una gnocca da corteggiare.
    Mi colpiscono, però, i connettori che trasmettono l'impressione di una grande solidità e di una qualità elevata.
    Lo collego e.........E MI SI APRE DA SUBITO UN MONDO NUOVO.
    la sensazione immediatamente percepita é che sino ad oggi ho sentito musica con un tendone tra me ed i diffusori.
    Procediamo per gradi.
    Contatto in privato un membro di questo forum con il quale per via elettronica intratteniamo un carteggio sulla nostra passione.
    É un grande esperto di analogico, é molto equilibrato e mi mette in guardia.
    Mi dice.....attento Mario.....se vedi la Madonna controlla che non abbiano esteso il range delle alte, mettendole in evidenza ed arretrando le altre, a discapito dei bassi e dei medi
    Ebbene, procedo con prudenza.
    Faccio funzionare per una quarantina di ore il cavo come consigliato, ed inizio ad analizzare i vari range.
    Ci sono tutti, non manca nulla, anzi gli estremi di banda sono più estesi dei due riferimenti.
    Le alte non sono in evidenza, non intravvedo alcun espediente per considerare questo cavo portatore sano di ruffianerie per colpire.
    Vi é il giusto e corretto equilibrio tra medi, bassi ed alti.
    Passo, ora, a descrivere l'ascolto.
    FANTASTICO, MA VERAMENTE FANTASTICO.
    Come ho detto, la trasparenza é veramente ai massimi livelli, anzi, non si deve neppure parlare di trasparenza.
    Tra il disco la puntina ed i diffusori sembra non ci sia più alcun collegamento.
    Il disco gira e sembra che oltre al disco non ci sia nulla che si interponga all'ascolto.
    La profondità della scena é ottima come il riferimento è come il crimson.
    La naturalezza é, veramente, incredibile.
    La definizione é ad un livello di realismo che ritengo sia impossibile da superare.
    A dimostrazione di quanto dico prendete una sinfonia qualsiasi.
    Quando suonano i violini in gruppo con i miei riferimenti si sente il gruppo di violini che suona....che scoperta direte voi.
    Con questo cavo si riesce, però, a percepire che il suono del gruppo dei violini é composto da più violini separati che formano il gruppo....non so se mi spiego, si riesce a discernere chiaramente la composizione del gruppo.
    Un altro esempio per comprendere il livello di trasparenza, realismo e definizione.......il tamburello sempre nelle varie sinfonie.....nel riferimento si sente il tamburello suonare....con questo cavo si percepiscono i vari dischetti che sono posti sulla circonferenza del tamburello che suonano, trillano e vibrano.
    Le medie frequenze sono setose ma di una seta pregiatissima, nobile al tatto, con il giusto calore.
    Ma quello che mi sconvolge, oltre alla separazione netta tra i piani sonori é che sembra che l'aria sia eccitata dalla riproduzione...non riesco a spiegarmi bene.....sembra che la musica riprodotta sia viva, sia pulsante, nervosa come nella riproduzione vera nelle sale da concerto.....si sente la tensione delle pelli dei tamburi e dei timpani, l'ottone dei fiati, le vibrazioni.
    Insomma per me una incredibile sorpresa poiché non pensavo che un cavo potesse stravolgere così tanto l'ascolto......credetemi....... mi sono ricreduto.
    Faccio presente che io abito in provincia di Como, non conosco il sig. SIlcable che ho sentito solo al telefono, non so che faccia abbia, il cavo l'ho pagato e non detengo partecipazioni in Silcable.
    Non sono, ed anche con il mio presiedente nick, non sono mai stato persona facile a linguaggi così entusiastici, ma questa volta il miglioramento é stato così evidente ed oggettivo che non me la sono sentita di non comunicare le mie impressioni d'ascolto al forum al quale partecipo anche perché, per verificare quello che dico, basta farsi dare in prova il cavo per testarlo e per verificare se quanto ho detto é frutto di mie allucinazioni....."audiofile".
    Post edited by Bleach at 2016-11-25 00:50:12
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Devo avere aperto la discussione nella sezione sbagliata.
    Chiedo scusa e chiedo a moderatori se sia possibile spostare il thread nella sezione corretta.
    Grazie mille.
  • meridianmeridian
    Posts: 8,055Member
    Ciao , posso dirti che buona parte delle tue sensazioni le ho vissute ascoltando il cavo di potenza, che ho poi comprato e sul quale ho aperto anche io una discussione, se cerchi dovresti recuperarla, che sono di Milano e come te non ho interessi di nessun tipo, se non quello di ascoltare bene la musica, e i cavi di Sandro fanno proprio questo, ti mettono nella condizione, non comune , di ascoltare quantità e qualità , senza enfasi alcuna ma con un modo di porgere la musica molto concreto, reale e corretto , cosa non facile da trovare neppure in cavi di altro livello "economico" .
    Detto ciò , io ed un amico siamo rimasti molto impressionati da come possono rifinire il suono in un sistema audio, che attendiamo in prova i cavi di segnale, che a breve, spero, arriveranno in ascolto .
    Complimenti, hai scoperto un buon prodotto, di un costruttore serio e preparato, che ha le idee chiare e che offre anche dei servizi che altri non sono in grado o non vogliono offrire.

    Saluti , Dario
    Jazz : musica in cui la stessa nota può essere suonata ogni volta in modo diverso. Ornette Coleman
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Grazie Dario.
  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 601Member
    Ho diversi cavi di Sandro, fra questi anche il Limited Star Phono che uso per il mio EMT 948, confermo appieno la disamina di Mario, il cavo è semplicemente superlativo. Lo stesso è capitato anche a me, subito dai primi ascolti si è capito di avere a che fare con un vero purosangue, all'inizio quello che si ascoltava, sembrava un suono fuori di testa, quasi incredibile, dopo il rodaggio di 30-40 ore, il cavo è migliorato, è diventato più levigato senza alcuna perdita sul segnale musicale.
    Un complimento a Sandro per la sua ultima realizzazione.
    Guerino
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Cavolo Guerino io sono rimasto sconvolto più dei numerosi cambi di elettroniche che ho fatto nel corso degli anni...e non parlo (purtroppo) di robetta..........il mio basis con b razzio graham phantom iii serie e lyra Titan i sono decollati ed é un piacere riascoltare dischi sentiti e risentiti perché vengono offerti in una maniera diversa pulita, rocciosa e tridimensionale.
    Una cosa mi spiace.....credevo che aprendo questo thread avrei suscitato ire degli scettici dei cavi.
    Ho scritto egualmente per trasmettere questa piacevole sorpresa a prezzi - se paragonati ai mostri sacri - umani anche se oggigiorno con le necessità primarie di tante persone parlare di cavi di qualche centinaio di euro può essere interpretato come un comportamento immorale o indecente.
    Quello che non mi aspettavo é che dialogassimo solo noi tre del club di Silcable.
    Spero che chi abbia in mente di cambiar il cavo phono astragga dai blasoni e sperimenti questa realtà tutta italiana che, peraltro, nel caso in cui fosse ritenuta una bufala, non produrrebbe alcuna conseguenza negativa visto che tutto viene dato in prova senza costi.
  • meridianmeridian
    Posts: 8,055Member
    Ciao, capisco le tue perplessita'.
    Ma non è facile, oggi, considerare un nuovo produttore di cavi come un' opportunità di ascoltare oggetti di qualità.
    Troppi brand sono passati come meteore, troppi cavi spacciati per hi end e definitivi, sono durati il tempo di un amen.
    Soprattutto tra piccoli produttori locali, poco conosciuti, e tutto sommato, appena arrivati, se guardiamo ad un lasso temporale di qualche anno. Cavi prodotti per amici, inizialmente, da chi poi ha pensato di venderli al di fuori della cerchia di iniziati , magari anche di alimentazione ma senza un CE o altre certificazioni, senza un marchio , senza riferimenti, solo sul passaparola. Cavi che poi, nell' arco di un paio di anni, sono stati dimenticati , si sono molto deprezzati, magari il produttore è sparito, dedicandosi ad altro. Con queste premesse, non è facile considerare un nuovo nome che si affaccia in un mercato maturo, come un potenziale vincente nel proporre cavi di qualità.
    Ma, e qui forse le discussioni come questa possono dare un contributo a tutti i partecipanti al forum, i cavi di Sandro sono validi, sono musicalmente molto interessanti e coinvolgenti, sono costruiti al seguito di un serio progetto che, per quanto ho ascoltato, è corretto e sano. E devo dire che è stato abbastanza casuale il mio incrociarmi con i Silcable, legato forse al mio intervenire, spesso, in questo ambito del Forum, perché io di cavi ne ho sentiti, comprati e rivenduti molti, forse anche troppi, anche se, nell' ultimo periodo, ho stabilizzato la serie dei miei riferimenti , verso prodotti di qualità . E qui bisogna intendersi su cosa è la qualità in questo ambito, ma forse si andrebbe in lungo e non tutti sarebbero concordi.
    Rimane un fatto , a mio avviso, che se si ascoltano questi cavi in un sistema adeguato al livello che si prova, e li si confronta anche con oggetti di un certo livello, spesso superiore a quelli in prova, non si può non rimanere stupiti dalle doti che esternano, dalle performances che sono in grado di tirar fuori. Poi, non in tutti i sistemi renderanno al massimo, ci sta che in qualche caso siano superati da altri riferimenti, anche per motivi di matching, abitudini, modi di ascoltare la musica, ma per quanto ho sentito fino ad ora, sono delle potenziali alternative di alta qualità, e credo se ne sentirà parlare ancora molto, in ambito hi-fi .
    Infine, cosa non comune e scontata, sono ascoltabili previa richiesta con il solo contributo della spesa di restituzione se non convincono, ma mi risulta che pochi non li abbiano apprezzati, nella cerchia di chi conosco e li ha provati in sistemi anche importanti. Piccola considerazione anche sui prezzi, sicuramente non banali, a seconda dei modelli, ma in assoluto, confrontandosi con prodotti dai listini esagerati, essendo assemblati a mano e ben rifiniti, con dentro gran quantità di materiali, rimangono, anche acquistati da nuovi, dei prodotti coerenti anche dal punto di vista economico, e non è poco, a mio avviso, in un mondo, quello hi fi, dove il prezzo spesso fa marketing e non qualità agli ascolti.
    Voglio infine sottolineare che io non ho interessi con Silcable, se non per gli ascolti fatti ed un acquisto finora portato a termine, che mi soddisfa quotidianamente negli ascolti, di un cavo di potenza "ricondizionato" . Non sono quindi un compratore compulsivo, non ho una catena tutta Silcable, non sono invasato di un marchio e non ho seconde finalità, ma siccome parlo solo di prodotti che ascolto da me, e che mi piacciono, questi cavi direi meritano una opportunità di una prova di ascolto . . .!! ;)) ;) :D

    Saluti , Dario
    Post edited by meridian at 2016-11-27 21:40:11
    Jazz : musica in cui la stessa nota può essere suonata ogni volta in modo diverso. Ornette Coleman
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Dario io ho sono curioso di natura e da sempre ho esplorato blasoni e realtà italiane.
    Pensa che io sono tra i primi clienti di am audio quando ancora non pubblicizzava su ar con tutte le polemiche che ne sono derivate....casa abbandonata dopo tanti anni perché non facevo in tempo a cambiare per acquistare la versione aggiornata che ne usciva un'altra.
    Sta di fatto che sussiste un profondo pregiudizio nei confronti di realtà nostrane.
    Faccio un altro esempio...anni fa mi ero "intrippato" per i cavi di alimentazione.
    Arrivo ai mit ed é inutile dire il loro prezzo.
    Poi provo i cavi di rc audio engineering e ad una frazione di prezzo ho acquistato cavi con prestazioni indistinguibili...Angelo Jasparro in una sua recensione proprio su VHF è giunto alla medesima conclusione.
    Questo per dire che ritengo si debba avere la giusta curiosità nei confronti dei prodotti nazionali anche per compararli con quelli esteri che prima di diventare dei "riferimenti" erano realtà aziendali a livello individuale o familiare.
    Si tende a privilegiare l'estero e a snobbare il prodotto italico e forse é anche questa tendenza che crea e dissolve marchi, fa comparire e sparire persone.
    Quanto a Silcable non ho mai incontrato alcuno, se non qualche fido negoziante, che ti facesse provare a casa il prodotto senza neppure conoscerti...e questo ritengo sia una politica molto seria di chi ritiene che il proprio prodotto sia valido e non ha timore che venga comparato con altri marchi, nel proprio impianto e nel proprio ambiente.
    Ed é questa politica che mi ha attirato.
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 3,509Member
    Parlo per me ma potrebbe essere un discorso valido per altri utenti, il cavo phono come nel mio caso, non è sostituibile poiché parte dalla testina e in un'unica tratta arriva direttamente ai connettori , almeno che non si voglia ricablare tutto il braccio...
    Questa pratica è abbastanza comune in qualche braccio di una certa qualità, pertanto malgrado la mia curiosità sull'argomento devo "passare la mano" su questa opportunità.

    Vi continuerò a leggère volentieri ;)
    Armasan
  • meridianmeridian
    Posts: 8,055Member

    Parlo per me ma potrebbe essere un discorso valido per altri utenti, il cavo phono come nel mio caso, non è sostituibile poiché parte dalla testina e in un'unica tratta arriva direttamente ai connettori , almeno che non si voglia ricablare tutto il braccio...
    Questa pratica è abbastanza comune in qualche braccio di una certa qualità, pertanto malgrado la mia curiosità sull'argomento devo "passare la mano" su questa opportunità.

    Vi continuerò a leggère volentieri ;)






    Ciao Armando, se ti interessa sentire il possibile risultato sonoro, ti presto volentieri i miei potenza, unico avvertimento, sono lunghi 165 cm . Quando vuoi

    Saluti , Dario
    Post edited by meridian at 2016-11-28 17:13:52
    Jazz : musica in cui la stessa nota può essere suonata ogni volta in modo diverso. Ornette Coleman
  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 601Member
    ramleo2 said:

    Cavolo Guerino io sono rimasto sconvolto più dei numerosi cambi di elettroniche che ho fatto nel corso degli anni...e non parlo (purtroppo) di robetta..........il mio basis con b razzio graham phantom iii serie e lyra Titan i sono decollati ed é un piacere riascoltare dischi sentiti e risentiti perché vengono offerti in una maniera diversa pulita, rocciosa e tridimensionale.
    Una cosa mi spiace.....credevo che aprendo questo thread avrei suscitato ire degli scettici dei cavi.
    Ho scritto egualmente per trasmettere questa piacevole sorpresa a prezzi - se paragonati ai mostri sacri - umani anche se oggigiorno con le necessità primarie di tante persone parlare di cavi di qualche centinaio di euro può essere interpretato come un comportamento immorale o indecente.
    Quello che non mi aspettavo é che dialogassimo solo noi tre del club di Silcable.
    Spero che chi abbia in mente di cambiar il cavo phono astragga dai blasoni e sperimenti questa realtà tutta italiana che, peraltro, nel caso in cui fosse ritenuta una bufala, non produrrebbe alcuna conseguenza negativa visto che tutto viene dato in prova senza costi.



    Ciao Mario quello che scrivi è vero, non si tratta di di lieve sfumature che per sentirle devi essere concentrato e fare attenzione, la miglioria che apporta il cavo in questione è semplicemente travolgente, si SENTE E BASTA. Secondo il mio parere il miglioramento è tale che neanche se cambi l'amplificatore con uno piu' performante si sente tanto. Lasciamo ai cavo scettici le loro opinioni, mi piacerebbe solo vedere cosa avrebbero da dire davanti a un risultato del genere. Con l'inserimento di questo cavo, ti viene voglia di riascoltare tutti i dischi della tua discoteca. Io ascolto parecchio anche il CD,(North Star Extremo + meccanica 192)  e ne sono contento, solo che ora nel mio caso l'analogico in termini di emozioni d'ascolto e coinvolgimento ha fatto un balzo in avanti incolmabile.
    Guerino
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 601Member

    Parlo per me ma potrebbe essere un discorso valido per altri utenti, il cavo phono come nel mio caso, non è sostituibile poiché parte dalla testina e in un'unica tratta arriva direttamente ai connettori , almeno che non si voglia ricablare tutto il braccio...
    Questa pratica è abbastanza comune in qualche braccio di una certa qualità, pertanto malgrado la mia curiosità sull'argomento devo "passare la mano" su questa opportunità.

    Vi continuerò a leggère volentieri ;)



    Ciao Dario, creare un cavo dalla testina ai connettori è sicuramente l'ottimale, ma spesso si tratta solo di un semplice unico cavo di qualità senza interruzioni, nella maggior parte dei casi abbiamo il cavo che è interrotto al collegamento braccio testina e collegamento braccio pre phono. In questo ultimo tratto è stato sostituito il cavo che trasporta il segnale del quale stai leggendo i ns. entusiastici commenti. Al tuo posto parlerei con Sandro per una modifica per l'inserimento di un suo cavo phono. Quello di Sandro ha una precisa geometria a tre conduttori per canale in qualità 7N, e guaina al carbonio conduttivo, ed è quello che fà la differenza. Purtroppo il solo cavo ininterrotto non puo' darti un risultato paragonabile. Facci un pensierino!!!
    saluti, Guerino
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • grecogreco
    Posts: 365Member
    Confermo anche io la bontà dei cavi Silcable, dopo averli provati a casa ho inserito potenza, segnale e per ultimo il cavo di alimentazione ottenendo sempre dei miglioramenti. Il prossimo step sarà proprio il cavo phono previo ricablaggio del braccio Nottingham che altrimenti non lo permetterebbe.
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 3,509Member
    meridian said:

    Parlo per me ma potrebbe essere un discorso valido per altri utenti, il cavo phono come nel mio caso, non è sostituibile poiché parte dalla testina e in un'unica tratta arriva direttamente ai connettori , almeno che non si voglia ricablare tutto il braccio...
    Questa pratica è abbastanza comune in qualche braccio di una certa qualità, pertanto malgrado la mia curiosità sull'argomento devo "passare la mano" su questa opportunità.

    Vi continuerò a leggère volentieri ;)






    Ciao Armando, se ti interessa sentire il possibile risultato sonoro, ti presto volentieri i miei potenza, unico avvertimento, sono lunghi 165 cm . Quando vuoi

    Saluti , Dario


    Grazie Dario,
    Sei veramente generoso, ma purtroppo per collegare le mie Duette necessitano di almeno un cavo da 2,80 mt l'altro potrebbe essere più corto ,ma li ho di egual misura.

    Attualmente dopo una serie di prove sto attendendo un Wireworld Eclipse di segnale, per collegare il pre phono al pre ampli ...
    Vediamo se ho indovinato

    Un cordiale saluto, continuerò a leggervi con piacere ;-)

    Armasan
  • densenpfdensenpf
    Posts: 3,082Member
    Un appassionato del buon suono, una volta superato lo shock che anche un cavo completa il suono, in sinergia con il resto dell'impianto....ed una volta superata la frenesia del cambio cavi, sopratutto economici, dove si vuol ottenere qualcosa che a volte quei cavi non danno....sia approda seriamente a cercare un brand, che spendendo qualcosa in piu' rispetto agli entry level, dia' quel senso di "definitivo"e importante al suono dell'impianto.
    Silcable, e' uno di questi, dove offre una eccellente qualita' costruttiva e di materiali, ad un prezzo seppur importante,ma ancora alla portata di molti
    Ovviamente, questi cavi, si collocano per costruzione, tipologia, e prezzo su impianti di medio-alto livello. 
    Chi cerca, cavi per limare, o accentuare qualche gamma della spettro...stia lontano da loro. Sono cavi che fanno
    della naturalezza il loro punto di forza, quindi a seconda di dove vengono inseriti possono dare risultati anche
    contrastanti.Non aggiungono nulla....lasciano andare...fluire...

    A mio parere, quelli di alimentazione sono i piu' performanti, dei top in senso assoluto. Ma anche l'ultimo di  segnale che ho sentito, lo Star 2 ,e' notevolissimo.
    Un filo sotto quello di potenza ma parliamo sempre di un prodotto ottimo.



    Saluti Pier
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,733Moderator
    Cavo dal diametro umano o pure questo assomiglia ad un pitone?

  • ferroattivoferroattivo
    Posts: 601Member

    Cavo dal diametro umano o pure questo assomiglia ad un pitone?



    Se ti riferisci al cavo phono, sono 2 cordoni diametro 13 mm cad.   appaiati

    Guerino 
    Post edited by ferroattivo at 2016-11-29 15:30:02
    Impianto funzionante in triamplificazione attiva, con casse ad alta efficienza.
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,733Moderator
    mezzo pitone insomma  :-S

  • saperusasaperusa
    Posts: 4,956Industry
    un quarto di pitone...

    Silcable - Where Your music breathes
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Ma con buona flessibilità e poi, anche se non c'entra nulla, sono belli, ben rifiniti, con bei connettori.
    Il cavo di massa ha finalmente una forcella adeguata, non come quelle forcelline dove bisogna avere il microscopio per collegarlo al phono.
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    Signor Perusini e quello elettrico che dimensioni ha? Questo é un pitone o una viperetta? Ed i cavi di potenza?
  • saperusasaperusa
    Posts: 4,956Industry
    Ciao Mario,
    il cavo di alimentazione ha un diametro importante ma è maneggevole visto che uso rame 7n multifilare, mentre i cavi di potenza non sono molto impegnativi come diametro e si gestiscono abbastanza facilmente.

    Sandro
    Silcable - Where Your music breathes
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,733Moderator
    se devo togliere mobilio per farli accomodare mi spiace ma a casa mia non funziona così.....anche fossero i migliori della galassia

  • meridianmeridian
    Posts: 8,055Member

    se devo togliere mobilio per farli accomodare mi spiace ma a casa mia non funziona così.....anche fossero i migliori della galassia





    Togliere mobilio cosa intendi ? Se hai un sistema classico con rack e diffusori ai lati, i cavi di potenza non sono eccessivi, certo , se vuoi fare passare dei cavi multifilare in spazi millimetrici, perché hai situazioni particolari, meglio rivolgersi ai Nordost o similari. Questi sono cavi importanti, musicalmente parlando, ma anche dal punto di vista di Ingombri e diametri, pur essendo flessibili, io ho i potenza, un minimo di presenza fisica li mostrano. A mio avviso, vale la pena di ascoltarli a prescindere dalle misure fisiche, hanno numerosi pregi, magari non sono i migliori della galassia, ma . . . . Prova ad ascoltarli, potresti rimanere spiazzato !!! :D B-)

    Saluti , Dario
    Post edited by meridian at 2016-11-29 23:08:00
    Jazz : musica in cui la stessa nota può essere suonata ogni volta in modo diverso. Ornette Coleman
  • BEST-GROOVEBEST-GROOVE
    Posts: 29,733Moderator
    No mi spiace........ il libero passaggio di chi ci vive dev'essere garantito senza inciampare rovinosamente ...non voglio innalzare un percorso ad ostacoli come un campo di atletica.  #:-S

  • SuonatoreSuonatore
    Posts: 191Member
    Anch'io sono approdato in Silcable dopo aver contattato Sandro per un cavo di potenza.
    A gennaio 2015 mi è arrivato in prova il cavo Bi-wire che praticamente mi ha costruito custom.
    Appena collegato, non potevo credere a quello che sentivo! Premetto che provenivo da cavi di un certo pregio, non da piattina rosso/nera, eppure il messaggio che percepivo era di una tale raffinatezza che mi ha lasciato di sale.
    Dopo qualche giorno Sandro mi ha contattato per sentire come andava, con mille scuse ho tergiversato dal dargli la risposta per aver modo di ascoltare e confrontare al meglio, anche con il parere di un mio amico cavo-scettico.
    Entrambi abbiamo dovuto accettare il verdetto, troppa l'evidenza e la differenza (in meglio.......)
    Grande trasparenza e neutralità accompagnate da estensione e mancanza di grana o indurimenti, queste erano le richieste che avevo fatto a Sandro.
    A febbraio 2016, è stata la volta di quello di segnale, tra pre e finale, stessa filosofia, minore differenza rispetto al precedente cambio, ma ulteriore rifinitura del messaggio.
    I top di gamma non sono per tutte le tasche ne per tutti gli impianti, ma sicuramente hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e soprattutto fanno davvero la differenza, in più c'è la possibilità di farseli costruire praticamente custom con la possibilità di provarli nel proprio set up per diversi giorni..... e questa è tanta roba!
    Forever Saab
  • faith no more
    Posts: 588Member
    Salve a tutti,

    intervengo per portare il mio contributo in quanto recente possessore del Limited star di segnale Silcable. Avendo posseduto  anche il precedente top di gamma ( limited in rame 6n ), ed in precedenza il modello Ultimate, posso affermare che il salto qualitativo all'interno della gamma è certamente avvertibile, mantenendo però le qualità tipiche dei prodotti Silcable, che risiedono, in primis, in una gamma media assolutamente gradevole, fluida, ma non artatamente edulcorata. Rispetto al precedente Limited 6n, in questo si percepisce una maggiore estensione agli estremi gamma, con una trasparenza superiore. Inoltre, la possibilità di modificare in parte l'impostazione sonora, attraverso il collegamento (o meno) del microconnettore, consente, all'atto pratico, di poter adattare, entro certi limiti, il cavo al proprio sistema. Naturalmente il suono non viene stravolto, ma è certamente percepibile la leggera variazione, specie in gamma media.
    In confronto diretto, il mio Cardas Clear Rev1 (ultima serie) di segnale è risultato meno aggraziato e trasparente in gamma media, con un basso meno controllato ed un suono, in generale, di livello inferiore. 

    Inoltre, la politica commerciale di Sandro consente di poter accedere ai modelli superiori senza vedere in alcun modo svalutato l'acquisto precedente, visto che, restituendo il modello precedentemente acquistato, si paga esclusivamente la differenza tra i modelli in questione.
    Difetti ? Direi che il cavo ha dimensioni piuttosto importanti e non è flessibile come, ad esempio, il Cardas.

    Saluti, 
    Luca
    Cari saluti, Luca
  • luigi61luigi61
    Posts: 1,856Member
    Ottimo il cavo phono top di gamma di Silcable.
    Molto ben realizzato, ha un suono luminoso, ricco di informazioni, molto articolato e con un'immagine molto grande.
    Io lo uso con la calza in carbonio collegata, tramite l'apposito spinottino. Se la scollego, il suono si scurisce un po', l'immagine si chiude e si abbassa leggermente.
    Post edited by luigi61 at 2016-12-27 16:57:38
    "Il tempo è galantuomo"
    Set-up Maggio 2017: https://www.flickr.com/gp/luigi_fava/MW887s
  • SuonatoreSuonatore
    Posts: 191Member
    luigi61 said:

    Ottimo il cavo phono top di gamma di Silcable.
    Molto ben realizzato, ha un suono luminoso, ricco di informazioni, molto articolato e con un'immagine molto grande.
    Io lo uso con la calza in carbonio collegata, tramite l'apposito spinottino. Se la scollego, il suono si scurisce un po', l'immagine si chiude e si abbassa leggermente.



    Concordo al 100%.
     
    Da circa tre settimane è entrato nel mio set-up e lo trovo raffinatissimo, molto esteso con una immagine grande ma di una precisione estrema. Assenza di grana e naturalezza completano il quadro.

    Note stonate: dimensione ragguardevole seppur piuttosto flessibile e la necessità di una ventina di ore di rodaggio. 
    Forever Saab
  • grecogreco
    Posts: 365Member
    In attesa di riceverlo anche io, da inserire nel Nottingham ace space deck con braccio (sempre di casa Nottingham) ricablato.
  • ramleo2ramleo2
    Posts: 493Member
    In tutta franchezza quando io l'ho inserito nel mio impianto il miglioramento é stato superiore al cambio di qualsiasi elettronica.