Mulholland drive
  • stanzanistanzani
    Posts: 20,021Member
    rivisto ieri, spinto dalla notizia che è stato giudixato da un pool si critici il miglior film del 21 secolo. lo so, voi critici voi personaggi alteri ... pero' piuttosto che ascoltare ***** ****** oppure the average joe ...

    sempre straordinario comunque: cinema allo stato puro ma non per tutti i gusti
    astenersi i sodali di fricka 
    'Il tradizionale sempre
    e soltanto tu puoi comprendere:
    ma quel che mai non avvenne,
    a questo il mio spirito aspira.
    ... you aren't hearing an improvement because of the format. You're hearing it because of the remastering ...
  • smilesmile
    Posts: 48,001Industry
    Ma i sodali di fricka sarebbero i "fricchettoni"...?  :-?
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • iciogoodtimemusiciciogoodtimemusic
    Posts: 4,321Member

    "cinema allo stato puro ma non per tutti i gusti"
    E' proprio così... l'ho già visto due volte ma non ci sono entrato dentro, sempre che si possa farlo. ho il blu-ray, me lo proietterò stasera dopo Arvottomat.

    ciao, Icio / Ci vuole la grana per vivere bene. E tanta! (Ben rivolto ad Elita)
  • bluesman74bluesman74
    Posts: 6,044Member
    Preferisco Inland empire...
    Free Bird
  • smilesmile
    Posts: 48,001Industry

    Preferisco Inland empire...



    Uhm... ce l'ho ma devo ancora vedermelo...  :-?
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    Mulholland Drive non è un film, è L'Esperienza visiva, visionaria, prima e ultima, un terremoto lirico-emozionale, viaggio allucinato/nte e ricco di quadri onirici meravigliosi che nasce e cresce dentro e fuori dell'"es" e del "se", senza soluzione di continuità e preminenze dei piani. E' una cosa "religiosa" (religere), che rende folli e insieme savi. E questa mia specie di disanima non vuole essere una supercazzola... :D è per me tutto vero...
    Il parere di questa critica che lo da come miglior film del 21mo secolo (le solite "classifiche".., questa falsa necessità di creare le liste e le graduatorie convenzionali, tipico dell'arrivismo piccolo borghese...) non rende giustizia all'autentica portata di questo capolavoro sacrale dell'anima, della trascendenza, del dolore profondo e infinito. Siamo già dentro il "club Silencio"... quindo oltre le "parole"... 
    Che non sia un film per tutti a me la cosa "rassicura",  mi rende maggiormente felice.., in fondo tutte le cose "altre" non sono "per tutti". (che poi non è affatto vero.., confondiamo con il non sapere che sia invece cosa/valore inalienabile che riguarda tutti.. che lo si voglia o meno.., ne restiamo fatalmente risucchiati).

    Inland Empire ha le sue meraviglie, ma rispetto a MD siamo al qualcosa di già visto; non è folgorante, imprevisto, devastante come un accidente che ci spacca... non morde l'anima, la mente e le viscere come è capace invece di fare, dilaniandoli, MD. 

    "No hay banda" .... 

    :)


    Post edited by analogico_09 at 2016-11-03 19:59:43
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • tuvoktuvok
    Posts: 386Member
    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,811Member

    Preferisco Inland empire...



    :)
    È un' altra cosa. Rinuncia a una narrazione lineare per fare cinepittura.
    Bello, ma non per tutti.
    Post edited by ClasseA at 2016-11-03 20:43:33
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,811Member
    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    Perché capire una storia secondo una concezione narratologica lineare dal punto di vista logico e cronologico non è tutto.
    Le immagini in se' emozionano.

  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    La magia di questo film è anche in questo
    .. se la si spiega pluff!... per fortuna impossibile spiegare ciò che appartiene al magico... al massimo si potrebbe cercare fi ricomporre il filo logico della trama ma sarebbe uno sforzo da ragionieri che mon spiegherebbe nulla... questo film si vede e si sente... in quanto cinema allo stato puro pura arte dell'immagine, e basta.
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    ClasseA said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    Perché capire una storia secondo una concezione narratologica lineare dal punto di vista logico e cronologico non è tutto.
    Le immagini in se' emozionano.



    Che cosa piccola e poca l'emozione così primitiva e automatica... MD o sconvolge, devasta, scardina, fa gemere, provoca cambiamenti oppure si cambia canale.. ci si emoziona con "Ore 10 lezioni di canto" con Claudio Villa.... :)
    Post edited by analogico_09 at 2016-11-03 21:11:04
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • ClasseAClasseA
    Posts: 2,811Member

    ClasseA said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere ... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    Perché capire una storia secondo una concezione narratologica lineare dal punto di vista logico e cronologico non è tutto.
    Le immagini in se' emozionano.



    MD o sconvolge, devasta, scardina, fa gemere, provoca cambiamenti .. :)


    Stiamo parlando della stessa cosa: emozioni
  • meliddo
    Posts: 933Member

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    La magia di questo film è anche in questo
    .. se la si spiega pluff!... per fortuna impossibile spiegare ciò che appartiene al magico... al massimo si potrebbe cercare fi ricomporre il filo logico della trama ma sarebbe uno sforzo da ragionieri che mon spiegherebbe nulla... questo film si vede e si sente... in quanto cinema allo stato puro pura arte dell'immagine, e basta.


    Mi permetto di dissentire, il narrato del film si spiega benissimo (anche se occorre una seconda visione per ricomporre la trama), capire quello che accade  non toglie nulla allo splendore e alla magia delle immagini.
    Lost Highways, Mulholland Drive e Inland Empire costituiscono una trilogia visionaria ma insieme rigorosa.
    Nico
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member

    ClasseA said:

    ClasseA said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere ... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    Perché capire una storia secondo una concezione narratologica lineare dal punto di vista logico e cronologico non è tutto.
    Le immagini in se' emozionano.



    MD o sconvolge, devasta, scardina, fa gemere, provoca cambiamenti .. :)


    Stiamo parlando della stessa cosa: emozioni


    Io parlo dell'intelletto, della coscienza critica, della dimensione
    spirituale che è sentire e insieme agire, capacità di sceglire,
    conoscere, riconoscere. Cultura e poesia. L'emozione primitiva è un fatto legato al sistema nervoso centrale vegetativo.., è come una molla di un
    automatismo cieco che scatta per induzione...
    In ogni caso ci sono gradi e gradi del "sentire" e dell'emozionalità che non sia emozionismo...
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    meliddo said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    La magia di questo film è anche in questo
    .. se la si spiega pluff!... per fortuna impossibile spiegare ciò che appartiene al magico... al massimo si potrebbe cercare fi ricomporre il filo logico della trama ma sarebbe uno sforzo da ragionieri che mon spiegherebbe nulla... questo film si vede e si sente... in quanto cinema allo stato puro pura arte dell'immagine, e basta.


    Mi permetto di dissentire, il narrato del film si spiega benissimo (anche se occorre una seconda visione per ricomporre la trama), capire quello che accade  non toglie nulla allo splendore e alla magia delle immagini.
    Lost Highways, Mulholland Drive e Inland Empire costituiscono una trilogia visionaria ma insieme rigorosa.
    Nico


    Giusto.., una trilogia visionaria con MD situato nel mezzo della poderosa, quantuque corta, catena... (a dire il vero andrebbero legati ad essa altri film di Lynch, compresa la "serie" di Twin Peaks.., e avremmo un catenone...).
    E il visionario, per sua natura, non si "spiega"... Cmq (non restiamo attaccati al significato diretto, letterale, stretto, delle parole...) , mi spiego meglio: in questo genere di arte, di rappresentazione, di messinscena, di cinema dell'"es", è inutile cercare la logica, la verosimiglianza.., resta fondamentale e imprescindibile, prioritario, un tipo di approccio pre-logico che non è tuttavia ad capocchiam, bensì mmaginario poetico, paradigmatico, esperienza, cultura, comune denominatore cosciente e sub-cosciete condiviso... pertanto "riconoscibile" pur nelle profonde adtattezze che sono il sale della poesia che è il sale dell'arte. 
    Riuscire a comprendere il senso logico-narrativo della trama di un qualsiasi film, di un film come MD oppure IE, oppure Un Chien Andalou di Bunuel (la scatola azzurra di MD..., mutuata non solo dal citato film di Bunuel che ha ripetutamente riproposto la "scatola".., vedi anche quella del "cinese" in Belle de Jour... Lynch prende molto dal grande regista aragonese... ) non è disdicevole di per se, non pregiudica la visione, la possibilità di scendere nelle profondità dell'opera; tuttavia, se si da troppa importanza a questo, più di quanto non la si dia al resto (che sto per dire) si rischia, in stato di "distrazione", di perdere l'occasione di afferrare le molteplici "sottotestualità" (simboli, metafore, allegorie, burle, prese in giro, provocazioni, facezie, tragedia.., vestiamole come ci pare..) che sono enormemente più profonde ed "importanti" del "testo" logico, apparentemente "centrale".
    Post edited by analogico_09 at 2016-11-04 22:56:50
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • meliddo
    Posts: 933Member
    Siamo d'accordo, mi riferivo ai tanti, anche critici di professione, che per pigrizia o incompetenza  se la cavano dicendo che non c'è nulla da capire.
    Nico

    P.S. Non si perda Breaking Bad e neppure The Affair, una serie di ineffable raffinatezza che deve qualcosa a Rashomon.

    P.P.S. che ne pensa di Dune? Lo vidi a suo tempo e non mi piacque, poi ne ho rivisto qualcosa in tv e l'ho rivalutato.
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    meliddo said:

    Siamo d'accordo, mi riferivo ai tanti, anche critici di professione, che per pigrizia o incompetenza  se la cavano dicendo che non c'è nulla da capire.

    Nico

    P.S. Non si perda Breaking Bad e neppure The Affair, una serie di ineffable raffinatezza che deve qualcosa a Rashomon.

    P.P.S. che ne pensa di Dune? Lo vidi a suo tempo e non mi piacque, poi ne ho rivisto qualcosa in tv e l'ho rivalutato.
    Scusa meliddo se ti do del tu, qui nel forum non riesco a dare del lei.., in genere lo si fa quando durante un litigio tizio minaccia caio di adire le vie legali... :)
    Cercherò di vedere le serie che suggerisci, anzi avevo iniziato la prima ma ho smesso mi pere al secondo episodio per quelli che mi sono sembrati eccessi di ipeetrofia visiva e narrativa.., ma di fronte alla praticamente totale unanimità di giudizi positivi riproverò...
    Dune non lo vidi ai tempi dell'uscita.., non ricordo esattamente perchè.., e stranamente non l'ho mai più recuperato; è stato sempre un film che divide.., ma essendo pur sempre di marca lynciana,quindi da vedere.., mi dichiaro colpevole e lo vedrò prima o poi con la speranza che sia premio e non pena... :D
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • ordelleordelle
    Posts: 378Member

    meliddo said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?



    La magia di questo film è anche in questo
    .. se la si spiega pluff!... per fortuna impossibile spiegare ciò che appartiene al magico... al massimo si potrebbe cercare fi ricomporre il filo logico della trama ma sarebbe uno sforzo da ragionieri che mon spiegherebbe nulla... questo film si vede e si sente... in quanto cinema allo stato puro pura arte dell'immagine, e basta.


    Mi permetto di dissentire, il narrato del film si spiega benissimo (anche se occorre una seconda visione per ricomporre la trama), capire quello che accade  non toglie nulla allo splendore e alla magia delle immagini.
    Lost Highways, Mulholland Drive e Inland Empire costituiscono una trilogia visionaria ma insieme rigorosa.
    Nico


    Giusto.., una trilogia visionaria con MD situato nel mezzo della poderosa, quantuque corta, catena... (a dire il vero andrebbero legati ad essa altri film di Lynch, compresa la "serie" di Twin Peaks.., e avremmo un catenone...).
    E il visionario, per sua natura, non si "spiega"... Cmq (non restiamo attaccati al significato diretto, letterale, stretto, delle parole...) , mi spiego meglio: in questo genere di arte, di rappresentazione, di messinscena, di cinema dell'"es", è inutile cercare la logica, la verosimiglianza.., resta fondamentale e imprescindibile, prioritario, un tipo di approccio pre-logico che non è tuttavia ad capocchiam, bensì mmaginario poetico, paradigmatico, esperienza, cultura, comune denominatore cosciente e sub-cosciete condiviso... pertanto "riconoscibile" pur nelle profonde adtattezze che sono il sale della poesia che è il sale dell'arte. 
    Riuscire a comprendere il senso logico-narrativo della trama di un qualsiasi film, di un film come MD oppure IE, oppure Un Chien Andalou di Bunuel (la scatola azzurra di MD..., mutuata non solo dal citato film di Bunuel che ha ripetutamente riproposto la "scatola".., vedi anche quella del "cinese" in Belle de Jour... Lynch prende molto dal grande regista aragonese... ) non è disdicevole di per se, non pregiudica la visione, la possibilità di scendere nelle profondità dell'opera; tuttavia, se si da troppa importanza a questo, più di quanto non la si dia al resto (che sto per dire) si rischia, in stato di "distrazione", di perdere l'occasione di afferrare le molteplici "sottotestualità" (simboli, metafore, allegorie, burle, prese in giro, provocazioni, facezie, tragedia.., vestiamole come ci pare..) che sono enormemente più profonde ed "importanti" del "testo" logico, apparentemente "centrale".


    Ti stimo !!!!!
  • PIEPPIEP
    Posts: 5,292Member
    stanzani said:

     il miglior film del 21 secolo.



    =))  , cmq venne Lynchiato dal pubblico ; era solo un tentativo di serial TV , poi fallito; anche un po' noioso.


    mulollandrai e u firm de una che pare na suorina che vaffa' lattrice a ollimud. infatti pero' poi incontra una mora che ia occupato lappartamento. allora lei nunzencazza. anzi sammucchia. poi ce'uno che vede un barboncino e sepia nosturbo. allora poi lattrice va colla mora anteatro e ce' una che canta e loro piagnono lei canta e loro piagnono lei canta e loro piagnono lei canta. e loro piagnono e piiano nascatoletta. poi dalla scatoletta escono duvecchi piccoletti chesserano presi li sputefacenti. lei se sveia umpo' storta. io navorta ossognato de fa ungo' arderbi sottolasudd. meso' sveiato coi ginocchi rotti.

    Post edited by PIEP at 2017-07-12 08:12:01
    Marantz PM6004 / B&W 603S2 / B&W 610 sub / Philips CD624 bitstream / Dual CS506 gira / Shure M97XE / Panasonic PX70EA plasma - Firenze - Ne uccide più la lingua che la spada
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    MD è un film "sacro!, altrochè... però la filastrocca del lei canta e loro piagnono è eseziale da incarcerare, anzi, incorniciare... :D
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • NAIROMNAIROM
    Posts: 185Member
    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?


    Forse perché non c'è niente da capire.
    Le emozioni che genera vanno al di le del senso della trama.

    PAOLO
  • aldina
    Posts: 3,662Member
    andai al cinema a vederlo appena uscito.
    appena uscito ho giurato a me stesso che LYnch con me aveva chiuso, e ho mantenuto la promessa.
    simply bad.
    Marco
  • analogico_09analogico_09
    Posts: 22,482Member
    aldina said:

    ho giurato a me stesso che LYnch con me aveva chiuso, e ho mantenuto la promessa.



    Chissa, forse si sarà offeso... :D ;)
    Peppe. - "Tradizione significa custodire il fuoco, non adorare le ceneri". Mahler
    - "Fare un film - cioè raccontare la storia di un uomo, di una donna, di due o più persone, in meno di due ore, o in almeno due ore - è un'impresa terrificante, che merita molto più dell'abilità tecnica di una prostituta." - John Cassavetes
  • ordelleordelle
    Posts: 378Member
    NAIROM said:

    tuvok said:

    Ci sono molti film che non ho capito eppure continuo a rivedere... questo è uno di quelli. Qualcuno mi spiega perché? :-?


    Forse perché non c'è niente da capire.
    Le emozioni che genera vanno al di le del senso della trama.


    Perché questo è Lynch..... c'è poco da capire e molto da sentire......Film superlativo che continua ad emozionare fortemente anche le nuove generazioni.
  • _Subzero__Subzero_
    Posts: 448Member
    Assolutamente Strepitoso.
    C è molto da guardare e tutto si incastra perfettamente.