Sezione "Acustica architettonica": si discute dell'ambiente di ascolto tra empirismo e scienza.
  • leikaleika
    Posts: 1,788Member
    Saluti, Giacomo
  • amusamus
    Posts: 517Member
    si parla di elevata compatibilità..ma come fa a rendere autofocus tutti quegli obbiettivi (e sono molti) con gruppi interni flottanti? 
    spostando tutto l'obbiettivo si modifica il tiraggio..
    koetsu / sme / oracle / audio research / auralic / dcs / nakamichi / revox / krell / apogee
  • leikaleika
    Posts: 1,788Member
    amus said:

    si parla di elevata compatibilità..ma come fa a rendere autofocus tutti quegli obbiettivi (e sono molti) con gruppi interni flottanti? 

    spostando tutto l'obbiettivo si modifica il tiraggio..

    La domanda a mio avviso è interessante!
    Premesso che io ancora non lo provato , ma un dato è importante , parlando di Leica , per tanto parliamo di eccellenza ottica su tutta la distanza di messa a fuoco , cioè dalla minima all infinito , questo accessorio lavora bene , ma bisogna impostarlo all infinito , di conseguenza l'anello gioca con il tiraggio grazie all AF a contrasto , e credo che sarà preciso , ma la domanda è : montare un ottica dove è stato ottimizzato in tutto il suo range di messa a fuoco ricorrendo al costosissimo sistema FLE ( tenendoci in casa Leica) dove ottimizza la nitidezza alle brevi distanze, per poi utilizzarlo fermo alla messa a fuoco all infinito...
    Mi sono promesso di acquistarlo ,
    Ma bisogna dire che oggi i mirini ottici delle nuove mirrorless agevolono il lavoro in fuoco manuale in modo eccezionale, credo che in questo senso la nuova SL abbia il primato, io per adesso con anello sto provando la Sony a7r II con ottiche Leica e devi dire che mi piace molto focheggiare , soprattutto dove nel mio lavoro la luce è sempre meno
    Post edited by leika at 2017-02-05 11:58:33
    Saluti, Giacomo
  • amusamus
    Posts: 517Member
    dovrei ripassare un po' di principi di ottica..ma credo che si finisca per ottenere una sorta di applicazione "macro"..come un tubo di prolunga a tiraggio variabile con conseguente aumento delle aberrazioni laterali e minore contrasto: più il soggetto è vicino più sarà lontano il piano di messa a fuoco ideale dei raggi alle varie frequenze dello spettro da quello del sensore..
    per contro si guadagna la possibilità di riprese ravvicinate che vanno oltre le possibilità degli obbiettivi impiegati ;)
    koetsu / sme / oracle / audio research / auralic / dcs / nakamichi / revox / krell / apogee
  • amusamus
    Posts: 517Member
    lo so, è un pò difficile figurarsi la questione, ma se non si ha un'idea di quali sforzi vengano fatti per ottenere il massimo contrasto e incisività dell'ottica bisogna guardare lo schemino che illustra il significato di apocromatico e immaginare di spostarsi da quel "punto ideale".. i segnali cromatici non saranno "in fase" con conseguenze nella restituzione dell'immagine note agli audiofili più incalliti :D
    koetsu / sme / oracle / audio research / auralic / dcs / nakamichi / revox / krell / apogee
  • amusamus
    Posts: 517Member
    ripassato un pò di teoria e.. si, confermo quello che avevo intuito: lascia perdere, la qualità leica fa a farsi benedire e si usa l'obbiettivo (a parte quando è su infinito) al di fuori dei parametri di progetto.
    con obbiettivi a schema simmetrico l'abbassamento qualitativo dovrebbe essere lineare e inversamente proporzionale alla distanza di messa a fuoco..coi supergrandangolari l'aberrazione laterale risulterebbe incontrollabile..
    col trielmar a distanza ravvicinata mi sa che si ottiene l'effetto fog senza usare il filtro..o la vaselina..non dettaglio oltre ma avrai già capito cosa penso di quell'anello autofocus :D
    molto meglio quello che stai già facendo con l'anello classico..focheggiatura manuale e "pallino verde" di riscontro al posto della sovrapposizione telemetrica dell'immagine..e il non plus ultra delle prestazioni ottiche a disposizione ;)
    Post edited by amus at 2017-02-07 14:56:44
    koetsu / sme / oracle / audio research / auralic / dcs / nakamichi / revox / krell / apogee
  • conticcontic
    Posts: 1,318Member
    Negli obiettivi semplici è normale che si muova tutta l'ottica per mettere a fuoco, come avveniva agli albori della fotografia.
    Nelle ottiche più complesse, specie gli zoom, la messa a fuoco è ottenuta facendo muovere contemporaneamente più gruppi di lenti, in maniera differente. Queste permette di correggere gran parte delle aberrazioni presenti.
    Insomma, non mi sembra una buona idea.
  • leikaleika
    Posts: 1,788Member
    Semplice curiosità, mi piace sempre scoprire e provare soluzioni , come dire non ci faccio affidamento, per adesso ho in prova una a7rII dove con apposito anello sto montando sia ottiche Canon e Leitz con grande soddisfazione, per me è il sale del mio lavoro, se mi capita un occasione lo prendo , tutto qui
    Saluti, Giacomo
  • gpbgpb
    Posts: 21,254Member
    Notato differenze nella resa delle ottiche sulla a7?
    Post edited by gpb at 2017-02-11 16:41:52
    Ciao Gian Paolo
  • leikaleika
    Posts: 1,788Member
    gpb said:

    Notato differenze nella resa delle ottiche sulla a7?


    Che dire ... ho montato solo il 35 summilux su corpo 7r 2 ma per adesso non voglio pronunciarmi , è da un mese che faccio prove , ma mi sono soffermato sulle ottiche Canon ad alti ISO , per adesso posso affermare che la trovo scomoda nei comandi e nel menù, ovviamente parere mio
    Saluti, Giacomo