Il grande thread dei tuner
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Pensando di fare cosa gradita, apro un thread in cui elencherò i tuner che ho avuto o che comunque son passati per un certo periodo da casa mia, e che ho quindi ascoltato non occasionalmente, e in condizioni controllate (ovvero con antenna, ampli casse e ambiente ben conosciuti). Le impressioni sono relative ad ascolti live di Radio Tre; quindi concerti di musica classica e jazz, più qualche ascolto di emittenti dal suono curato quali Lifegate Radio, o le emissioni della RTSI.

    Il thread non vuole essere assolutamente esaustivo... anzi, invito chi come me ha la passione del tuner FM ed una certa esperienza d'ascolto, a mettere qui le proprie impressioni per condividerle con gli altri forumer.


    Buona lettura...
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • gbalegbale
    Posts: 6,122Member
    :)>-
    Giovanni - Forte dei Marmi
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Accuphase T107: suono regale, poco soffio, prestazioni soniche complessive eccellenti. Dettaglio e pulizia di suono ad alti livelli, tridimensionalità ottima. Solido e rifinito. Una macchina Top (anche nel prezzo)

    Akai AT 2400: ottimo suono, discreta dinamica, buone capacità di ricezione. Un componente da rack, che dei rack ha solo l'origine.

    Audio Analogue Cherubini: suono molto morbido e suadente, riposante, ma poco dinamico. Sembra mancare di vivacità, di senso del ritmo. Peccato, perché capacità di ricezione e spazialità sono buone.

    Audiolab 8000T: Suono chirurgico e preciso, luminoso ma non freddo, e molto ben scolpito. Immagine corretta e tridimensionale, sembra progettato per gli eventi live. Display chiaro e completo, costruzione poco appariscente ma di qualità. Peccato per il soffio, a volte eccessivo. Richiede un'ottima antenna per esprimersi al meglio.

    TAG McLaren 23R: parente ricco dell'Audiolab 8000T. Stesse ottime prestazioni, e stesso soffio (ad un prezzo ben più alto...).
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Denon Tu-S10: suono molto pulito, equilibrato, monitor. Ottima ambienza, eccellente per trasmissioni live. Sensibilità un po' bassa: occorre una valida antenna. Molto rifinito e solido, abbina aspetti curati (la utile quanto rara doppia presa antenna), ad altri che lasciano perplessi (mancano gli strumenti di centro sintonia ed intensità segnale). Peccato per il display e la logica di funzionamento da autoradio, perché come suono, e un SIGNOR TUNER!

    Kenwood KT615: suono dolce e riposante (ma non troppo pastoso), buon basso, ottime capacità di ricezione: con mezzo pezzo di filo va che è un piacere. Semplice da usare e gradevole da vedere. Best buy (come molti Kenwood).

    Kenwood KT6005: tuner old style, per estetica e suono. Suono dolce, quasi ovattato: per ascoltare le correnti emissioni commerciali, super digitalizzate e compresse, e quasi ideale. Ma per i miei gusti risulta un po' troppo ambrato. Grandi capacità di ricezione, come tradizione Kenwood.

    Lenco T30: discrete capacità di ricezione, ma suono secco ed asciutto.

    Magnum a Dynalab MD90 + Signal Sleuth: buonissima dinamica, timbrica chiara e pulita (in qualche caso un pelo secca), ma ambienza scarsa. Il la scena e bidimensionale, con poca profondità. Abbinato al Signal Sleuth ha una selettività da primato. Nota a latere: nel mio esemplare il telecomando non ha mai funzionato decentemente...
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Marantz 2020: suono dolce ma poco caratterizzato... inoffensivo sotto ogni punto di vista. Purtroppo non appartiene al periodo d'oro della Casa, e si sente: però è bellissimo!

    Marantz 150: un Marantz dei tempi d'oro, caratterizzato da un suono caldo, rotondo ed allo stesso tempo dinamico, scolpito, non nebbioso. Capacità di ricezione adeguate per il periodo e per il Paese d'origine, ma un po' limitate col metro attuale (la selettività non è il massimo). Ma suona molto, molto bene. Non so perché, ma il suo timbro mi ricorda quello dei registratori a bobine a 2 piste lanciati a 38 cm/secondo. Un suono vintage, ma che vintage...

    McIntosh MR7083: suono regale, voci eccezionali, poco soffio, ottima ambienza. Prestazioni globalmente eccellenti, abbinate ad uno dei loghi più amati e odiati dagli appassionati, ed ad una costruzione di prim'ordine. Al solito, un tuner Mac non delude mai. E l'unico tuner che ho comprato, venduto e poi ricomprato (due esemplari diversi).

    Mission Cyrus Tuner: dinamica ridotta, suono nebbioso sulle alte, mancanza di ritmo. Purtroppo poco a che vedere con l'ampli omonimo (che ho avuto e che andava splendidamente). In più e comandabile solo tramite telecomando, che è tutto tranne che facile ed intuitivo da usare. Da comprare solo se avete un ampli Cyrus II, e problemi di WAF in salotto....

    NAD 4155: suono pastoso e caldo, un po' troppo ambrato per i miei gusti. Poca ambienza. Peccato, perché le capacità di ricezione sono molto buone. Classico tuner poco sensibile all'antenna: un pezzo di filo e va... L'esemplare che ho avuto in uso, prestato da un amico, aveva un fastidioso ronzio meccanico proveniente dal trasformatore che non c'è stato mezzo di eliminare.
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Onkyo T9090II: lo comprai perché si abbinava al pre + finale della stessa Casa che avevo all'epoca. Una macchina Top: capacità di ricezione eccezionali, pochissimo soffio, suono dolce ma pulito e ben scolpito. Buona tridimensionalità. Costruzione solida ed imponente, e telecomando di serie (ai tempi una rarità). Difficile pretendere di più. Ai prezzi odierni, e un affarone.

    Philips 22AH673: un tuner che qualsiasi appassionato del tema dovrebbe ascoltare: ottima dinamica, spazialità da primato mondiale (cin le buone emissioni i diffusori scompaiono letteralmente), timbrica chiara e pulita, con bassi solidi e ben controllati. Purtroppo ha un marchio dall'appeal non elevato, ed un'estetica poco riuscita. Non è retro, non è vintage... e vecchio e basta. E meno male, perché la concorrenza non avrebbe avuto scampo. Il canto del cigno dei grandi tuner analogici. Top assoluto

    Pioneer F-28: l'ho avuto ed ascoltato per poco tempo: me ne sono liberato (regalandolo) per uno stupido guasto che mi aveva fatto girare le scatole. A parte ciò, grande macchina: suono netto e definito, basso profondissimo, voci eccellenti, ottima ambienza; styling semplice, elegante e raffinato. Insieme al'AH673, il miglior tuner con scala parlante tradizionale che mi sia passato tra le mani (ma l'ambienza del Philips e sublime).

    Pioneer TX606: selettività scarsa, timbrica modesta, costruzione al risparmio. Un prodotto da coordinato economico: si vede e si sente. Peccato, perché Akai nella stessa categoria con l'AT2400 ha fatto un oggetto di ben altra caratura...

    Pioneer TX7800 e TX9800: li ho avuti entrambi, e sono al mio orecchio molto simili (se non uguali). Suono pieno, grintoso, pulitissimo e dall'ottimo basso. Ottime capacità di ricezione, costruzione buona, finiture eccellenti. 100% a Pioneer nel senso migliore del termine.
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Proton AT670: un oggetto oggi del tutto dimenticato, ma che alla presentazione (metà anni ottanta più o meno), ebbe un momento di grande notorietà. Capacità di ricezione eccezionali, selettività mostruosa, poco rumore di fondo e zero disturbi grazie al l'esclusivo circuito Sholz. Ma sonicamente non coinvolge: timbrica asciutta, povera, design tra l'anonimo ed il discutibile, e costruzione plasticosa. Abbinabili (forse) agli ampli della stessa casa.

    Revox B160-B260-B26 Emotion: macchine molto simili: capacità di ricezione eccezionali (vanno anche con mezzo filo, e con un'antenna decente volano), grande versatilità d'uso (tranne il B26, derivato dalla sfortunata H-Line), suono da strumento di misura (preciso ed asciutto), poco soffio, e costruzione di primissimo ordine. Scelta razionale: ai tempi costavano una follia, mentre oggi un B160 si trova anche a 300 €.

    Sansui TU217: inoffensivo. Prodotto da rack: il meglio della casa sta altrove. Però è carino.

    Superscope T220. Carino... e basta. Suono così così... Ma Il problema grosso e la mancanza di selettività (come nel Pioneer TX606). Se però piace la scala parlante rosa...

    Teac TX3000: suono secco, spigoloso e tagliente sulle alte. Credo l'unico tuner che mi abbia procurato fatica d'ascolto. Ho il dubbio che emettesse anche frequenze oltre l'udibile: la fatica d'ascolto era esagerata, ed appena lo accendevo il gatto scappava (gatto che quando accendevo il T107, il 673 o l'MR7083, con le voci cercava gli "umani" dietro i diffusori...).

    Unison Unico Tuner: suono molto piacione, dolce e dagli acuti un po' nebbiosi. Ambienza così così. Capacità di ricezione normali... ma un po' troppo colorato nel suono per i miei gusti.



    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • parehouseparehouse
    Posts: 2,461Member
    Porca miseria
    complimenti
  • miky8miky8
    Posts: 1,095Member
    Argomento molto interessante.
    Da qualche giorno possiedo un Kenwood kt 6040 ...e devo dire che me lo sto godendo.
    Rega p5 modded/Aurion pha 100/Naim cd5xs+hicap dr/Sn2+hicap dr/B&w 804d2/ tellurium q black & din
  • bambulottobambulotto
    Posts: 7,101Member
    Complimenti per l'assortimento ma ti sei fatto sfuggire il Grundig T7500 che tra tutti i tuner che ho posseduto (non al tuo livello ma 4 dei tuoi li ho avuti) è l'unico che è rimasto nel mio impianto. Ricezione fantastica, selettività incredibile, suono dolce ma dettagliato, stupendo con le voci. Certo non è un campione di bellezza ma lo trovi facilmente al costo di una serata in pizzeria....forse è questo il suo più gran difetto.
    Ciao!
    Roberto - Caserta
  • SuperciukSuperciuk
    Posts: 16,762Member
    miky8 said:

    Argomento molto interessante.
    Da qualche giorno possiedo un Kenwood kt 6040 ...e devo dire che me lo sto godendo.



    Pensa che il 6040 da me aveva sostituito l'F28 ( Frovalta lo regalò a me: ormai gli aveva dichiarato guerra ) senza rimpianti.... Quindi sei messo benino....
    A proposito: lascia perdere il telecomando..... dai su, il tuner va smanopolato!
    Aloha
    Mattia
    Sator arepo tenet opera rotas
  • miky8miky8
    Posts: 1,095Member
    Superciuk said:

    miky8 said:

    Argomento molto interessante.
    Da qualche giorno possiedo un Kenwood kt 6040 ...e devo dire che me lo sto godendo.

    i

    Pensa che il 6040 da me aveva sostituito l'F28 ( Frovalta lo regalò a me: ormai gli aveva dichiarato guerra ) senza rimpianti.... Quindi sei messo benino....
    A proposito: lascia perdere il telecomando..... dai su, il tuner va smanopolato!
    Aloha
    Mattia


    Sì, ok va smanopolato...ma avere la possibilità, abbastanza rara in questo tipo di apparecchi, di poterlo usare con il telecomando... :D
    Rega p5 modded/Aurion pha 100/Naim cd5xs+hicap dr/Sn2+hicap dr/B&w 804d2/ tellurium q black & din
  • ErreottoErreotto
    Posts: 41Member
    Grazie. Bellissima iniziativa. Poche parole ma che fanno capire pregi/difetti dei diversi apparecchi. Complimenti anche per il numero di sintonizzatori ascoltati.
    A quando, se possibile, simile iniziativa riservata ai sintoamplificatori?.

    renato

  • jopavirandojopavirando
    Posts: 1,320Member
    Ottimo Frovalta.
    Non sei il primo a decantare il Philips 22AH673.
    Peccato perchè brutto e ingombrante e introvabile se non a prezzi inconcepibili.
    La Philips con il suo know-how poteva fare qualcosa di esteticamente migliore.
    Saluti da Giordano.Impianto: Cd Audio Aero Capitole Reference Signature Edition, pre Audio Research LS17, finale Pass Aleph 30, giradischi Systemdek,braccio Syrinx LE profile, testina Mayware MC 7, pre phono Trichord Dino MK3 con Dino+,diffusori Jean Marie Reynaud Evolution 1.
  • gbalegbale
    Posts: 6,122Member
    In casa mia è rimasto solo il 673 insostituibile e il tu777 restaurato dal nostro caro amico ormai ex forumer. Il t7500 invece non mi ha fatto impazzire preso a 80 e rivenduto a 80.
    Giovanni - Forte dei Marmi
  • kailkail
    Posts: 143Member
    grazie davvero
    thread molto interessante!
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    Ringrazio tutti per gli apprezzamenti.

    Il thread vuole essere un'occasione per rendere comuni ad altri appassionati le proprie conoscenze su un mondo che io trovo affascinante. E non nascondo che il tuner e la sorgente che utilizzo di più. Guardo pochissimo la televisione, e per conseguenza appena arrivo a casa la sera accendo l'impianto ed il tuner. E se l'emissione serale di Radio Tre e di mio interesse, l'ascolto e quello. Ho anche un tuner DAB+ ed un tuner internet: li utilizzo, in alcuni casi forniscono ascolti di tutto rilievo... ma l'FM ha ancora un grosso fascino.

    I tuner che ho avuto sono stati comprati un po' per caso, senza seguire un percorso rigoroso: essendo un componente che usato di solito non costa molto (salvo i Top), e che raramente è sfruttato o tenuto male, mi sono tolto parecchie curiosità sborsando cifre modeste. Tra i tuner che ho avuto, i Top sono pochi... ma è anche difficile reperirli. Facile invece che per pochi spiccioli si compri un tuner di categoria media, o anche economica, che magari si rivela una buona macchina da musica. L'AKAI AT 2400 lo pagai usato ma ben tenuto 70.000 lire; il Kenwood KT615 lo presi nuovo per 120.000 lire. Il Philips AH673, un po' vissuto ma integro e funzionante, per 100 €... il Magnum Dynalab ad esempio invece lo presi nuovo, con antenna ST-2 e Signal Sleuth, spendendo una fucilata. Troppa la curiosità... bella macchina, ma non del tutto risolta. Riceve bene, il suono e complessivamente Ok, ma il 673 lo ha spianato. Come ha spianato praticamente tutto ciò che gli è capitato a tiro. Eppoi il Denon TU-S10: e una macchina dal suono secondo me eccellente: peccato per la logica ed il display da autoradio. Ho la sensazione che in questo caso i tecnici abbiano progettato una grande macchina da musica, senza quasi rendersene conto. Con poco sarebbe diventato un oggetto di assoluto rilievo. Che occasione persa...

    Cosa mi piacerebbe ascoltare in condizioni controllate? Sicuramente il Day Sequerra (l'ho ascoltato a casa di amici. Mah...), il Sansui TU-X1, gli Accuphase 109V e 1000, il Wega Lab Zero. E qualche tedesco cheap, ma sonicamente quotato tipo Telefunken o Saba.

    Prima o poi... ;)
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • argonath07argonath07
    Posts: 1,479Member
    Grazie per questo 3D a dir poco interessante, e complimenti per i tuner che hai recensito!
    Il suo teschio è una bandiera che vuol dire LIBERTA'...
    ------------------------------------------------------------------------
    Piacere a tanta gente è una gabbia seducente...
  • PimpinottoPimpinotto
    Posts: 2,668Member
    Grazie e complimenti anche da parte mia per aver voluto condividere con gli altri forumer le tue esperienze in materia di tuner. Complimenti anche per il tuo modo di scrivere efficace, sintetico e 'pacato'.
    Cordiali Saluti. Stefano Ramo - Cagliari
  • kailkail
    Posts: 143Member
    Frovalta said:

    Ringrazio tutti per gli apprezzamenti.

    Il thread vuole essere un'occasione per rendere comuni ad altri appassionati le proprie conoscenze su un mondo che io trovo affascinante. E non nascondo che il tuner e la sorgente che utilizzo di più. Guardo pochissimo la televisione, e per conseguenza appena arrivo a casa la sera accendo l'impianto ed il tuner. E se l'emissione serale di Radio Tre e di mio interesse, l'ascolto e quello. Ho anche un tuner DAB+ ed un tuner internet: li utilizzo, in alcuni casi forniscono ascolti di tutto rilievo... ma l'FM ha ancora un grosso fascino.

    dato che sei molto competente, sarei curioso di sapere quali hai scelto (se vuoi dircelo ovviamente)
    grazie!
    Post edited by kail at 2016-09-13 21:40:27
  • magomerlino69magomerlino69
    Posts: 12,445Member
    sono appassionato di ascolto di radio 3 ..... ORA sto ascoltando mentre scrivo un concerto jazz .......

    mi associo ai complimenti ....e rinnovo a frovalta l'invito a provare l'altra meta' del cielo ....tuner a valvole ....

    io uso un Grundig RT50 ...ma ho anche Citation III ....Fisher ....Leak ....quad....

    ho avuto Accuphase 105 e 101 .....ottimi ....e altri meno blasonati ....Pioneer .....Tandberg ....grundig a ss .... ....ma la voce della valvola e' un'altra cosa .....
    ;)

    l'RT50 poi e' un vero fuoriclasse ......
    Post edited by magomerlino69 at 2016-09-13 21:46:31
  • magomerlino69magomerlino69
    Posts: 12,445Member
    PS non valuto le qualita' tecniche dei tuner ...... tanto li sintonizzo su radio 3 ...... posiziono l'antenna conseguentemente ....e fine ..... per me potrebbe essere anche monofrequenza .....
    :D
    Post edited by magomerlino69 at 2016-09-13 21:49:03
  • SuperciukSuperciuk
    Posts: 16,762Member
    Mi hanno sempre affascinato i tuner K&H... ma troppo costosi per me....
    Aloha
    Mattia
    Sator arepo tenet opera rotas
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 4,847Member
    kail said:

    Frovalta said:

    Ringrazio tutti per gli apprezzamenti.

    Il thread vuole essere un'occasione per rendere comuni ad altri appassionati le proprie conoscenze su un mondo che io trovo affascinante. E non nascondo che il tuner e la sorgente che utilizzo di più. Guardo pochissimo la televisione, e per conseguenza appena arrivo a casa la sera accendo l'impianto ed il tuner. E se l'emissione serale di Radio Tre e di mio interesse, l'ascolto e quello. Ho anche un tuner DAB+ ed un tuner internet: li utilizzo, in alcuni casi forniscono ascolti di tutto rilievo... ma l'FM ha ancora un grosso fascino.

    dato che sei molto competente, sarei curioso di sapere quali hai scelto (se vuoi dircelo ovviamente)
    grazie!





    Dopo varie sostituzioni dovute al cambio standard da DAB a DAB+, attualmente utilizzo per radio digitale ed internet un economico Muvid IR815, collegato ad un convertitore Accuphase DC801. Secondo me in quest'ambito ciò che conta non è tanto il ricevitore in se, quanto l'antenna (per il DAB+), ed il convertitore D/A. Per le radio internet il Muvid sfrutta la rete Wi-Fi di casa (niente di che: un banalissimo "cubetto" della Tre), alla quale è connessa anche una radio da tavolo Monitor Audio Airsteram 10.


    Un saluto, Frovalta.
    Bella l'alta fedeltà. Peccato che poi bisogna ascoltarla... (Commento di un amico quando ha visto il mio impianto)
  • kailkail
    Posts: 143Member
    Grazie mille per le informazioni.
    andrò a dare un'occhiata :)
  • MxcolomboMxcolombo
    Posts: 234Member
    Frovalta said:

    Ringrazio tutti per gli apprezzamenti.

    Il thread vuole essere un'occasione per rendere comuni ad altri appassionati le proprie conoscenze su un mondo che io trovo affascinante. E non nascondo che il tuner e la sorgente che utilizzo di più. Guardo pochissimo la televisione, e per conseguenza appena arrivo a casa la sera accendo l'impianto ed il tuner. E se l'emissione serale di Radio Tre e di mio interesse, l'ascolto e quello. Ho anche un tuner DAB+ ed un tuner internet: li utilizzo, in alcuni casi forniscono ascolti di tutto rilievo... ma l'FM ha ancora un grosso fascino.

    Grazie per la disamina dei diversi sintonizzatori.Decismante interessante. Anch'io ascolto (e registro) spesso le trasmissioni di Radio 3. Fino a ieri lo facevo con un TU717. Da oggi con un MR71. Non vedo l'ora della diretta di questa sera. The turn of the screw di Britten in diretta dalla Scala.
    Massimiliano. Mi piace ascoltare il silenzio tra le note
  • metal_1076metal_1076
    Posts: 803Member
    Grazie Frovalta per l'apertura e sviluppo di questo interessante argomento, che in questo periodo mi cade proprio a pennello ;-)

    Possiedo un moderno Marantz ST-17, e vorrei affiancarlo a qualcosa di vintage (senza grosse pretese). Il mio grande problema è lo spazio in altezza dato che ho il resto dei componenti in verticale (l'uno sopra l'altro). Quindi, modelli tipo Sansui TU-519/719/919 e simili sono purtroppo esclusi per via della loro altezza elevata. Avrei individuato un altro modello, ovvero il Kenwood KT-1100 (con scala analogica e lettura frequenza digitale, come il 919 Sansui), la cui dimensione in altezza è compatibile con le mie esigenze. 

    Avete prodotti simili da consigliarmi?

    grazie ;-)



  • poeta_m1poeta_m1
    Posts: 9,437Member

    Grazie Frovalta per l'apertura e sviluppo di questo interessante argomento, che in questo periodo mi cade proprio a pennello ;-)


    Possiedo un moderno Marantz ST-17, e vorrei affiancarlo a qualcosa di vintage (senza grosse pretese). Il mio grande problema è lo spazio in altezza dato che ho il resto dei componenti in verticale (l'uno sopra l'altro). Quindi, modelli tipo Sansui TU-519/719/919 e simili sono purtroppo esclusi per via della loro altezza elevata. Avrei individuato un altro modello, ovvero il Kenwood KT-1100 (con scala analogica e lettura frequenza digitale, come il 919 Sansui), la cui dimensione in altezza è compatibile con le mie esigenze. 

    Avete prodotti simili da consigliarmi?

    grazie ;-)



    Si te gusta sottile, valuta il Technics ST-9030.
    Saluti. Gherardo
    Proud founder of the Technics Direct Drive's gang // SL-1210 MkII + SL-1610 MkII + SL-10 // "con cinghia e puleggia il gira scorreggia" [cit.]
  • miky8miky8
    Posts: 1,095Member
    e questo spettacolo di tuner?
    qualcuno lo conosce ?

    Kenwood L 1000 T
    imageimage


    prodotto tra il 90 ed il 93...spettacolo!
    @-)
    Rega p5 modded/Aurion pha 100/Naim cd5xs+hicap dr/Sn2+hicap dr/B&w 804d2/ tellurium q black & din
  • argonath07argonath07
    Posts: 1,479Member
    Ciclicamente mi prende la voglia di prendere un bel tuner, ovviamente qualcosa di vintage, con le scale parlanti e tanto legno...bellissimi! poi penso che: lo utilizzerei solo ed esclusivamente per una stazione radio, forse due; la qualità delle emittenti radio è una ciofeca e via dicendo...quindi mi passa la voglia, visto che resterebbe un magnifico soprammobile......Non lo so, forse sbaglio approccio.
    Il suo teschio è una bandiera che vuol dire LIBERTA'...
    ------------------------------------------------------------------------
    Piacere a tanta gente è una gabbia seducente...
  • eccheqquaeccheqqua
    Posts: 1,026Member

    Ciclicamente mi prende la voglia di prendere un bel tuner, ovviamente qualcosa di vintage, con le scale parlanti e tanto legno...bellissimi! poi penso che: lo utilizzerei solo ed esclusivamente per una stazione radio, forse due; la qualità delle emittenti radio è una ciofeca e via dicendo...quindi mi passa la voglia, visto che resterebbe un magnifico soprammobile......Non lo so, forse sbaglio approccio.



    Nemmeno io lo ascolto molto, ma ho scoperto il piacere di accenderlo, dare un'occhiata alla scala illuminata di un bell'azzurrino, il legno, mettermi in poltrona anche solo per 5 minuti ed ascoltare. Il cosiddetto piacere di possederlo? Puó essere visto che da giovine non c'erano i dindi per comprarlo, ma ora é lí, non mi pento nemmeno per un secondo di averlo preso.
    Vincent CD-S1.1 - Cayin 220CU - Kudos X2