Beyerdynamic DT 1990
  • marillionmarillion
    Posts: 7,872Moderator, Redazione
    Ne abbiamo già parlato nei vari 3d, ma più leggo notizie in rete e più mi intriga.
    La nuova top della casa tedesca per il professionale sembra prendere il meglio dalla tecnologia Tesla ad un prezzo più abbordabile.
    Da quello che leggo è in arrivo a settembre. Già presentata al Cam Jam di Londra e chi ha avuto modo di ascoltarla ne parla molto bene. Così come della nuova Ether. Insomma nuovi modelli in arrivo per noi appassionati. Anche in casa Audeze e Hifiman sembrano non dormirci sopra... Sarà un autunno/inverno molto interessante.
    Post edited by marillion at 2016-08-17 11:50:47
    Howdy
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    Col senno di poi, non spenderei quasi 2000€ per le Ether, a parte la difficoltà di venderle nell'usato, per ben due volte all'acquirente, due diversi, sono arrivate rotte...il cup si è sfilato dall'inserto in metallo.
    La prima volta venduta in Spagna ad un headfier con molti feedback mi ha subito bloccato il pagamento paypal,, ha preteso,, ed ottenuto,, che gli pagassi pure la spedizione di ritorno,, la cuffia è partita poi per gli USA dove Dan di MrSpeaker l'ha sistemata, altri 100€ per spedizione in USA, il ritorno l'ha pagato MrSpeaker.
    Rimessa in vendita ad un altro utente Headfier finlandese è arrivata con lo stesso difetto,, a questo punto gli ho dovuto pagare un altra spedizione in USA che però abbiamo diviso perché Dan gli ha proposto di aggiornarla alla 1.1 gratis.
    Ovviamente è un caso, come quello della Audeze el8 open spedita ed arrivata in Francia all'acquirente con un canale non funzionante.
    Tanti nuovi modelli, prezzi sempre più alti ma la qualità?
    Audeze campa ancora con la LcdX e la 3f, le el8 e le Sine sono dei flop clamorosi,, per dirne una alla el8 open preferivo e di gran lunga la vecchia 650,, le Sine devi avere le orecchie da bambino e comunque dopo mezz'ora le orecchie incominciano a fumare.

    Sal
  • piodegliulivipiodegliulivi
    Posts: 19,286Member
    Quando il costo di una cuffia dinamica supera i 500€ comincio a considerare superfluo il suo acquisto potendo prendere una Stax di livello con una spesa di quella portata.
    Onestamente sono sempre più sospettoso ,che siano solo operazioni per ridefinire verso l'alto l'asticella delle cuffie e del loro costo ?
    "La Grecia è il più grande (in)Successo dell' Euro" M. Monti.
    Gaetano
  • marillionmarillion
    Posts: 7,872Moderator, Redazione
    Pio, con 500 euro che Stax ci prendi ? E poi quanto devi spendere per amplificarla?
    Per quanto riguarda la seconda parte del tuo post, potrei essere d'accordo con te. Del resto il mondo delle cuffie tira sempre di più, specie tra le giovani generazioni, e il risultato non può essere che questo.
    Howdy
  • piodegliulivipiodegliulivi
    Posts: 19,286Member
    marillion said:

    Pio, con 500 euro che Stax ci prendi ? E poi quanto devi spendere per amplificarla?
    Per quanto riguarda la seconda parte del tuo post, potrei essere d'accordo con te. Del resto il mondo delle cuffie tira sempre di più, specie tra le giovani generazioni, e il risultato non può essere che questo.



    Ho trovato una decina di 507 e 407 entro quella cifra.
    Perchè chi spende più di 500 € per una dinamica s'accontenta del telefono cellulare per utilizzarla?
    (ci sono gli energizer della Stax che si prendono per 150€ o per 550 quello della wee che va una bomba)
    Ribadisco ,chi decidesse di investire una cifra del genere forse sarebbe il caso che ascoltasse una Stax della serie Lambda,,,,prima di acquistare.
    Il mondo delle cuffie sta prendendo la medesima piega di quello che fu il mercato dei cavi negli anni 90,con il rischio che poi imploderà di brutto.
    Se pensate che sia positivo per il nostro hobby......
    Post edited by piodegliulivi at 2016-08-17 22:17:22
    "La Grecia è il più grande (in)Successo dell' Euro" M. Monti.
    Gaetano
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    Un 323x+L500 costa meno di un Bryston o di un Violetric nuovo...
    Sal
  • marillionmarillion
    Posts: 7,872Moderator, Redazione
    Non era mia intenzione ritornare sulla solita questione "meglio le dinamiche o le elettrostatiche" , trita e ritrita.
    Direi che è abbastanza stucchevole ..
    Per rispondere a Pio, si ci sono cuffie che suonano dignitosamente anche con un semplice cellulare ..dimentichi le inear ad esempio ...
    È' evidente a tutti oramai che i costruttori stanno puntando molto sull'ascolto portatile. Poi se questo tipo di ascolto piaccia o meno ..rientriamo nei gusti e nelle esigenze personali.
    Post edited by marillion at 2016-08-18 04:15:16
    Howdy
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    A te non piacciono le elettrostatiche, ok, ma non c'è niente di stucchevole nei ragionamenti che abbiamo fatto io e Gaetano,, è solo informazione.
    Si parla sempre di cuffie che ormai viaggiano sui 2k, ma poi ci dimentichiamo che anche gli ampli per farle suonare non è che te li regalano,, per cui il suggerimento che abbiamo dato noi è perfettamente calzante.
    Sal
  • marillionmarillion
    Posts: 7,872Moderator, Redazione
    A me sembra che state andando fuori tema. Se non sbaglio ho "dedicato" il 3d alla nuova Beyer e ho parlato delle nuove uscite ..c'è anche qualche elettrostatica in uscita magari, non lo so.
    Non vedo cosa ci azzecchi tornare sempre su quale cuffia ci piace a noi o abbiamo in casa.
    Sul costante aumento dei prezzi possiamo Essere d'accordo. È' anche vero che ci sono in produzione cuffie per tutte le tasche, anche non costose e di qualità dignitosa, Vedi le Philps, le stesse Bayer Pro, Sennheiser etc.
    Post edited by marillion at 2016-08-18 08:42:48
    Howdy
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    marillion said:

    A me sembra che state andando fuori tema. Se non sbaglio ho "dedicato" il 3d alla nuova Beyer e ho parlato delle nuove uscite ..c'è anche qualche elettrostatica in uscita magari, non lo so.
    Non vedo cosa ci azzecchi tornare sempre su quale cuffia ci piace a noi o abbiamo in casa.
    Sul costante aumento dei prezzi possiamo Essere d'accordo. È' anche vero che ci sono in produzione cuffie per tutte le tasche, anche non costose e di qualità dignitosa, Vedi le Philps, le stesse Bayer Pro, Sennheiser etc.






    Io ho risposto al tuo post n.4,, in ogni caso,, se dedichi un thread alle nuove Beyer, e poi parli anche di "nuove uscite"....di Audeze, Hifiman, MrSpeaker e di inverno interessante...è inevitabile che ciascuno dica la sua.
    Io la mia l'ho detta, se non ti garba vai oltre.
    Sal
  • marillionmarillion
    Posts: 7,872Moderator, Redazione
    Sarebbe? Lasciamo perdere le nuove uscite ?
    Almeno ascoltiamole prima di esprimere giudizi ...
    Howdy
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    marillion said:

    Sarebbe? Lasciamo perdere le nuove uscite ?
    Almeno ascoltiamole prima di esprimere giudizi ...






    Audeze non ha nuove uscite, ma solo ritocchi ai prezzi
    Hifiman solo dei pad nuovi per la 1000
    Mr speaker, ho già dato, grazie
    Focal, le sentirò dal rivenditore con calma
    Beyer, non sono mai state le "mie cuffie",, ma se capita di ascoltarle non disdegno

    Il discorso che si faceva con Gaetano, e che vanno bene le nuove uscite, ma queste non sempre mantengono ciò che promettono, e magari quando lo fanno si chiede un impegno economico notevole e senza essere sicuri nemmeno che l'investimento sarà preservato nel tempo( vedi il mio esempio delle Ether).
    Post edited by MCnerone at 2016-08-18 09:37:19
    Sal
  • MCneroneMCnerone
    Posts: 8,975Member
    In ogni caso, le dt1990/dt1770 si pongono ad un prezzo inferiore alle top t1, e avendole avute quest'ultime per due volte, tra cui una ricablare Air, dubito che possono farmi impazzire.
    Invece, quella che trovo molto interessante come nuova uscita è la 800s...
    Sal
  • marcellomarcellomarcellomarcello
    Posts: 4,149Member

    Quando il costo di una cuffia dinamica supera i 500€ comincio a considerare superfluo il suo acquisto .

    Onestamente sono sempre più sospettoso ,che siano solo operazioni per ridefinire verso l'alto l'asticella delle cuffie e del loro costo ?


    Concordo ...
    Post edited by marcellomarcello at 2016-08-18 17:47:45
  • IllbegoodIllbegood
    Posts: 604Member
    Le ho ascoltate a Berlino, avevano costruito due box semiaperti in cui si era parzialmente avvolti da materiale fonoassorbente ma purtroppo non era sufficiente per isolarsi completamente dal casino circostante. 
    Mi sono sembrate molto simili alle DT1770 come impostazione ma con un suono un po' più aperto e basso un po' più indietro, forse più equilibrate della DT1770 come rapporto tra i piani sonori... Giudizio da prendere con le pinze vista la situazione... Costruzione, materiali e comodità ai massimi livelli. Suonavano con il mitico A20.

    image
    Post edited by Illbegood at 2016-09-08 13:29:45
  • PliskinPliskin
    Posts: 320Member
    Per quel poco che hai ascoltato, un mini confronto con le "nostre" Beyerdynamic T90 è possibile?  :)

    Grazie.


    Andrea
  • quentin74quentin74
    Posts: 93Member
    Qualcuno ha avuto modo di provarla (1990) a parte illbegood?
  • giovanni67giovanni67
    Posts: 57Member
    Dall'ultimo post degli inizi di Novembre nessuno ha avuto occasione di sentire queste cuffie o le Amiron sempre di casa Beyerdynamic?
    Se si come si comportano con la musica sinfonica?
    Come suonano rispetto alle Akg serie 7 (701,702,712)?

    Giovanni
  • quentin74quentin74
    Posts: 93Member
    Alcuni possessori della dt880 affermano,dopo avere comprato o provato la dt1990,che quest'ultima supera la 880 in tutti i parametri; molti la definiscono una dt880 migliorata (basso piu pronunciato).  Tutto cio letto in altri siti...Se cio' corrispondesse al vero ci troveremmo davanti un ad capolavoro assoluto.Io me la sono fatta sfuggire qualche giorno fa quando in un attimo di follia amazon aveva abbassato,per un giorno solo,il prezzo da 598 a 444...mi mangio ancora le mani.
  • VELUT LUNAVELUT LUNA
    Posts: 1,709Industry
    Il nostro Chief Sound Engineer, Marco Lincetto - già utilizzatore da lunghi anni del modello DT880 Pro - ha recentemente scelto la nuova cuffia di riferimento per il monitor di mastering delle nostre produzioni.

    Dopo aver vagliato ed ascoltato con attenzione i seguenti modelli della Beyerdynamic:
    - T90
    - T70
    - DT1990
    - DT1770
    - T1 MarkII
    ha scelto senza particolari dubbi quest'ultima BEYERDYNAMIC T1 Mark II

    La T1 MarkII si va ad affiancare come strumento di riferimento, ai quattro esemplari di DT880 Pro, tutt'ora regolarmente in funzione.
    Post edited by VELUT LUNA at 2016-12-28 21:05:15
    Ufficio di Segreteria di Velut Luna
  • quentin74quentin74
    Posts: 93Member
    Tanto di cappello alla T1 gen 2,tuttavia secondo me,va collocata su di un altro campo da gioco,non fosse altro perche costa piu del doppio delle cuffie su menzionate...
  • contrappuntocontrappunto
    Posts: 298Member
    Personalmente ho preferito la dt 1990 Pro alla T1-2.

    Sicuramente la T1-2 è più lineare ma la dt 1990 Pro risulta più coinvolgente e meno algida.

    Stesso discorso con la T90 che risulta più ariosa ma tanto per cambiare un po' pungente.

    Si tratta di tutte cuffie che mi sembrano sensibili all'amplificazione e quindi in parte correggibili.

    Ma non ho dubbi che quella con il miglior rapporto costi/prestazioni sia la DT-1990 Pro.

    Anzi, ci sto facendo un pensierino

    Buon Anno
  • eccheqquaeccheqqua
    Posts: 1,026Member
    Differenze con la antenata Dt990pro?
    Post edited by eccheqqua at 2016-12-29 10:09:56
    Vincent CD-S1.1 - Cayin 220CU - Kudos X2
  • contrappuntocontrappunto
    Posts: 298Member
    La DT1990 pro implementa il driver della serie Tesla.

    Da un punto di vista sonoro la DT990 pro non mi è mai piaciuta prevalentemente per una gamma alta un po' troppo fuori dalle righe.

    La DT1990 pro risulta complessivamente più equilibrata  Si tratta della prima Beyer che mi convince. Fino ad ora non sono stato particolarmente amante del marchio e quindi ritengo che questa evoluzione sia un fatto positivo.
  • contrappuntocontrappunto
    Posts: 298Member

    Dall'ultimo post degli inizi di Novembre nessuno ha avuto occasione di sentire queste cuffie o le Amiron sempre di casa Beyerdynamic?
    Se si come si comportano con la musica sinfonica?
    Come suonano rispetto alle Akg serie 7 (701,702,712)?

    Giovanni



    L'impostazione timbrica si avvicina a quella dell'AKG K712 pro ma con una sensazione complessiva di minore fatica di ascolto.

    Rispetto alla AKG K701 invece è proprio diversa. Considero la AKG K701 perfetta solo se si ascolta musica cameristica.

    Con altri generi musicali, ed in particolare la musica sinfonica, la K712 pro è decisamente superiore ed ancora meglio la Beyerdynamic DT1990 pro.
  • VELUT LUNAVELUT LUNA
    Posts: 1,709Industry
    La T1 MarkII rappresenta oggi, a nostro parere, la massima espressione di trasparenza e neutralità.
    Ovviamente necessita di amplificatori all'altezza e noi finora ne abbiamo identificati solo due in grado di farla rendere al meglio: il nostro ampli cuffie custom Velut Luna OTL Hexfet II, da noi progettato all'insegna della più completa possibilità di taratura micrometrica sulle singole cuffie.
    E l'altro è di prossimo acquisto ed è il QES LABS HPBA-2s, macchina pèiù unica che rara, ancora una volta di costruzione artigianale.

    Ciò detto, le altre cuffie che ho ascoltato, compresa la DT1990, sono senza dubbio molto buone, ma assolutamente "piacione" - alcune più "calde", alcune più "frizzanti"-  e non così rigorose come sa essere la T1 MarkII.
    E noi abbiamo bisogno di fedeltà, massima fedeltà...
    Ufficio di Segreteria di Velut Luna
  • contrappuntocontrappunto
    Posts: 298Member
    Chissà?
    A volte son piacione le cuffie. A volte sono piacione le amplificazioni. Altre volte sono gli apparati auditivi ad essere differenti. E la fedeltà assoluta e spesso solo una chimera.

    L'importante è saper fare la tara.

    Saluti ed auguri.
  • eccheqquaeccheqqua
    Posts: 1,026Member
    Grazie a chi ha voluto dire la sua. In effetti la 1990 potrebbe essere la mia prossima cuffia, al momento ho la 990pro, da qui la mia richiesta.
    Al momento ascolto con il lettore ibrido in firma e il Docet 10D, che ammorbidiscono le asprezze in gamma alta rendendo l'ascolto molto piacevole. Ma io non sono per un suono neutrale, questo é da premettere.   
    Vincent CD-S1.1 - Cayin 220CU - Kudos X2
  • VELUT LUNAVELUT LUNA
    Posts: 1,709Industry
    Noi con le cuffie lavoriamo...
    Ufficio di Segreteria di Velut Luna
  • contrappuntocontrappunto
    Posts: 298Member
    Questo si era capito.

    Ma temo che ci sia il rischio di confondere le esigenze di un tecnico del suono con quelle di chi aspira ad un ascolto mediano e non esasperato tra registrazioni diverse non della stessa produzione.

    Alcune anche datate come avviene per chi ascolta musica classica con registrazioni fatte in epoche in cui l'equalizzazione doveva tenere conto di altre necessità.

    Personalmente ho fatto la scelta di privilegiare apparecchiature di riproduzione professionale. Attualmente uso prevalentemente Lynx Studio Hilo e mi soddisfa.

    Ma non sono disposto a farmi trapanare le orecchie con cuffie apparentemente neutrali.

    Poi certo che ci sono molti disposti ad investire in ampli valvolari o dal timbro caldo per compensarne l'esuberanza. Ma, come dicevo, si tratta di scelte.

    L'importante è fare la tara.

    Ancora auguri
    Post edited by contrappunto at 2016-12-29 12:49:43
  • IllbegoodIllbegood
    Posts: 604Member

    Noi con le cuffie lavoriamo...



    Sono perfettamente d'accordo con il parere autorevole dell'ottimo Marco Lincetto. Anche io ho scelto le T1 dopo averne possedute ed ascoltate diverse e non solo in casa Beyerdynamic sebbene abbia da anni un debole per i prodotti di questo marchio a mio avviso unici anche per il comfort oltre che per le doti sonore.

    Ho sempre apprezzato le T1 2nd proprio per la loro RIGOROSA coerenza e per la mancanza di quel colore, spesso molto gradevole anche se poco corretto, che si può riscontrare nelle pur ottime T90 o, in misura minore, nelle DT1770/1990 che personalmente non mi sono piaciute. 

    Per fare un esempio, alcune registrazioni, ad un ascolto superficiale, potevamo sembrare più piacevoli con le T90.
    Mi viene in mente MASADA LIVE IN JERUSALEM, ascoltato con le T90 era una goduria e con le T1 mi sembrava meno piacevole.
    Ascoltando con maggiore attenzione, mi sono accordo che le percussioni sembravano finte, per quanto godibili, con le T90 ma con le T1 la riproduzione era infinitamente più corretta, si poteva sentire la tensione delle pelli - o quello che sono, sebbene l'impatto sembrasse inferiore... L'altro aspetto che mi ha colpito è che con le T90 avevo la tendenza ad alzare di più il volume mentre le T1 le trovo godibili anche con un filo di volume.

    Cosa darei per provarle con gli amplificatori custom di Lincetto...
    Post edited by Illbegood at 2016-12-29 13:01:16