Sezione "Acustica architettonica": si discute dell'ambiente di ascolto tra empirismo e scienza.
Velut Luna si trasferisce a Washington DC...
  • VELUT LUNAVELUT LUNA
    Posts: 1,782Industry
    ...provvisoriamente ...per il grande concerto conclusivo dei lunghi festeggiamenti che hanno celebrato i 20 anni di attività - Martedì 5 aprile 2016.

    Siamo arrivati dunque alla conclusione in grande stile del grande progetto di gemellaggio Italia-USA, che ha preso le mosse ormai quasi due anni fa, durante l'incontro che Marco Lincetto ha avuto, per la prima volta, con Mrs.Elisabetta Savigni Ullmann di AIFIC (American Initiative For Italian Culture), il 5 luglio del 2014 durante una colazione nel bistrò della National Gallery a Washington DC. Grazie all'idea originale di Lincetto, al suo intenso lavoro ed al lavoro di Elisabetta, la grande avventura nota sotto il nome di TWO COUNTRIES, ONE HEART è stata possibile. Un avventura che ha coinvolto e visti protagonisti quasi 200 giovani musicisti Italiani e Americani, in un disco e due grandi concerti, con scambi culturali da un lato e dall'altro dell'oceano, sotto l'alto patrocinio del Consolato Americano in Italia, a Milano, e dell'Ambasciata Italiana in USA, a Washington DC.
    Martedì 5 aprile prossimo, nella meravigliosa cornice di Villa Firenze, sede dell'Ambasciata Italiana di Washington DC con presente l'Ambasciatore Italiano in USA, Armando Varricchio, ed altri 500 selezionatissimi ospiti della scena politico-istituzionale americana, la grande orchestra sinfonica dell' AYPO (American Youth Philarmonic Orchestra), che ha appena suonato alla Casa Bianca per il Presidente Obama, composta da oltre 80 elementi, accompagnerà le nostre Rosella Caporale e Cheryl Porter, dirette dai maestri Christopher Zimmermann e Simone Tonin, nell'originalissimo programma musicale che già conoscete come TWO COUNTRIES, ONE HEART.

    Riceviamo e giriamo pari pari i pubblici ringraziamenti di Marco Lincetto:

    "Voglio qui ringraziare in ordine sparso le persone che sono state essenziali al progetto e quelle che sono essenziali tutti i giorni per Velut Luna e quindi grazie:
    a Elisabetta Savigni Ullmann, Maria Gliozzi e Pamla Moore di AIFIC;
    a Leopoldo Armellini e a tutto lo staff del Conservatorio C.Pollini di Padova;
    a tutto lo staff di AYPO;
    a Simone Tonin, Giuliano Medeossi, Rosella Caporale e Cheryl Porter;
    al Console Americano a Milano, Ambasciatore Philip T.Reeker; all'ambasciatore Italiano a Washington DC, Armando Varricchio;
    a tutto lo staff dell'Istituto di Cultura Italiano a Washington DC e all'Attachè Culturale Renato Miracco;
    ad Aldo Zaninello, di Extreme Audio, a Fabrizio Baretta di Faber's Cable e a Massimiliano Grandinote Magri, di Grandinote.

    ... e poi grazie ai miei grandi collaboratori di tutti i giorni:
    Michele Sartor, Mattia Zanatta e Maurizio Ciato.

    Infine - last but not least - grazie alla mia famiglia: mia mamma Paola, mia moglie Patrizia, mio suocero Sergio, mio fratello Francesco, mio nipote Adriano, mia cognata Tetjana e mia zia Anna-Patrizia e tutti i cugini, fra cui ricordo qui Daria Lincetto con cui da sempre ho una particolare affinità per le cose dell'arte e della vita. E naturalmente a quelli che da non molto tempo non ci sono più: Danilo, Renza e Pini.

    Ricordo che questo grande progetto è dedicato alla memoria delle due figure artisticamente (ma anche umanamente, insieme a mia mamma Paola) per me più importanti: mio papà Adriano Lincetto (1936 - 1996) ed il mio papà elettivo
    Giorgio Gaslini (1929 - 2014)

    God Bless You All, God Bless Italy and The USA"

    Post edited by Re_Frain at 2016-04-01 00:07:39
    Ufficio di Segreteria di Velut Luna