Schiit Audio BIFROST DELTA-SIGMA o MULTIBIT
  • germegerme
    Posts: 466Member
    Salve ragazzi
    sono molto tentato da questo DAC

    sapete la differenza effettiva tra le due configurazioni?

    qui le specifiche dei due chip

    Bifrost

    D/A Conversion IC: AKM Verita® AK4490 
    Analog Stage: Fully discrete, DC coupled

    Frequency Response: 20Hz-20KHz, +/-0.1dB, 2Hz-100KHz, -1dB 

    Maximum Output: 2.0V RMS


    THD: <0.003%, 20Hz-20KHz, at max output

    IMD: <0.004%, CCIR

    S/N: >108dB, referenced to 2V RMS

    Bifrost Multibit

    D/A Conversion IC: Analog Devices AD5547CRUZ
    Digital Filter: proprietary Schiit bitperfect closed-form digital filter implemented on Analog Devices SHARC DSP processor
    Analog Stage: precision I/V converter and output buffer based on AD8512

    Frequency Response: 20Hz-20KHz, +/-0.1dB, 2Hz-150KHz, -1dB 

    Maximum Output: 2.0V RMS


    THD: <0.005%, 20Hz-20KHz, at max output

    IMD: <0.008%, CCIR

    S/N: >109dB, referenced to 2V RMS

    vale la pena spendere 200 euro in più?

    grazie

    Post edited by germe at 2016-01-02 11:35:01
    Project debut carbon 2m red/Daphile su Dell OptiPlex FX160+Schiit gungnir multibit+XTZ class a100 d3+XTZ 99.36 FLR 2015
  • leon77leon77
    Posts: 2,497Member
    Bella domanda, praticamente sono due dac diversi... Resta solo in nome in comune, vedi se puoi farteli inviare entrambi, il loro modello top è multibit, ma quest'ultimo ha anche altri accorgimenti tecnici che sono stati esclusi al piccolo, se deve avere un multibit che poi nasce già limitato meglio avere un delta sigma come il l'akm4490
  • leon77leon77
    Posts: 2,497Member
    Cmq il prezzo del bifrost von Ak4490 è veramente un affare.
    A quel prezzo si compra solo dac diy....quasi quasi...
  • germegerme
    Posts: 466Member
    Potrei prendere l ak4490 e poi fare lupgrade un secondo momento. Cmq ora vedo se me li fanno provare entrambi
    Project debut carbon 2m red/Daphile su Dell OptiPlex FX160+Schiit gungnir multibit+XTZ class a100 d3+XTZ 99.36 FLR 2015
  • germegerme
    Posts: 466Member
    purtroppo non spediscono prodotti in prova. 
    qualcuno possiede i nuovi o i vecchi dac schiit e mi può dare un'opinione?

    grazie 
    Post edited by germe at 2016-01-05 11:38:19
    Project debut carbon 2m red/Daphile su Dell OptiPlex FX160+Schiit gungnir multibit+XTZ class a100 d3+XTZ 99.36 FLR 2015
  • QuakeeQuakee
    Posts: 2,491Member
    Lo devi acquistare, poi se non ti piace ti avvali del diritto di recesso.
    Il Marietto.
  • germegerme
    Posts: 466Member
    si penso che farò così e prendo il gungnir multibit
    Project debut carbon 2m red/Daphile su Dell OptiPlex FX160+Schiit gungnir multibit+XTZ class a100 d3+XTZ 99.36 FLR 2015
  • robylitrobylit
    Posts: 399Member
    Ritiro su questa vecchia discussione per chiedere: qualcuno lo ha poi provato il Bifrost delta-sigma con l'AK4490? Come va? Come va in rapporto ai soliti noti: Arcam irDAC, Rega-R, Teac UD-501, ecc.?
  • sbrigliosbriglio
    Posts: 801Member
    Ho il Modi Multibit, pensavo anch'io di prendere il Bifrost ma ho avuto l'occasione di provare il Modi e debbo dire che non va male.
    Suona molto naturale, fluido, con il giusto PRAT; l'ho confrontato con un lettore YBA Initial, con cui condivide l'impostazione sonora, e quasi lo raggiunge: dove il lettore integrato vince è nella ricostruzione della scena sonora, mentre quanto a timbrica e dinamica sono sullo stesso piano.
    Non ho dubbi che tra le due versioni del Bifrost prenderei la Multibit.
    Salvatore
  • robylitrobylit
    Posts: 399Member
    Grazie per la risposta.
    Nel frattempo ho trovato un Arcam irDAC (non il II, il modello precedente, col DAC Burr Brown) usato di un solo anno, tenuto benissimo, a 250 euro compreso l'alimentatore lineare (un ciofecone ZetaGi, che sto rifacendo io come si deve) e non ho saputo resistere...
  • XabarasXabaras
    Posts: 7,247Member
    Posso chiedere se decodifica file hd, che so, 24 / 192?
    Post edited by Xabaras at 2017-09-17 00:10:42
    Il locale è triste e sta sempre qua, Mauro