Libertà di....
  • stralicciostraliccio
    Posts: 20,453Member
    Libertà di commentare non significa libertà di offendere, ferire, diffamare. Non è neppure grafomania, logorrea, isterismo. I siti di informazione non possono diventare guardiani della morale pubblica
    di Beppe Severgnini
     
    La libertà, come tutte le cose importanti, bisogna meritarsela. Ci sono libertà maiuscole e libertà minuscole: tra queste, quella di pubblicare un commento su un giornale. Perché i siti di notizie stanno eliminando queste sezioni, si chiede Mashable in America? Perché, restando dentro le nostre sponde, abbiamo dovuto togliere la possibilità di commentare le lettere del blog «Italians» e altre sezioni di Corriere.it? Semplice. Perché stavano diventando l’equivalente digitale dei muri nei bagni delle scuole. Con un’aggravante: a scrivere insulti, volgarità e bugie non erano adolescenti eccitati. Erano adulti imperdonabili. 
    I siti d’informazione non hanno né la voglia né i titoli per diventare guardiani della morale pubblica
    Libertà di commentare non è libertà di offendere, ferire, diffamare. Non è neppure grafomania, logorrea, isterismo. I siti d’informazione - in Italia, in Europa, negli Usa - non hanno né la voglia né i titoli per diventare guardiani della morale pubblica. E neppure le risorse per pagare schiere di controllori che impediscano al pattume verbale di arrivare sul web. Il Guardian riceve un milione di commenti al mese. Per gestirli impegna uno staff di dipendenti e freelance che sorveglia la sezione, 24 ore al giorno. Non tutti possono permetterselo. Forse neppure il Guardian . 
    La cosiddetta «moderazione» - un commento per essere pubblicato deve soddisfare alcuni requisiti minimi (legali, logici) - costa. Quand’abbiamo aperto i commenti a «Italians» - nel 2011 - ci siamo accorti che occorrevano cinque persone per gestirli. Trenta scalmanati approfittavano della nuova vetrina per inveire, diffamare, pubblicare insulti sessisti o razzisti. Sapevano di rovinare il piacere della discussione a migliaia di lettori perbene? Certo. Non gliene importava nulla. Il più molesto usava dodici identità diverse, di cui due femminili. Ce ne siamo accorti perché tutti quei (pessimi) commenti arrivano dallo stesso indirizzo IP. Ovviamente, appena chiusa la sezione, lui e quelli come lui hanno cominciato a gridare: «Censura!». Troppo sciocchi per capire che la nostra libertà si ferma dove comincia quella degli altri. Il mondo oggi fornisce troppe notizie terribili per giocarci sopra con cinismo saccente. Pensate alle stragi dell’Isis, alle esecuzioni talebane, alla nuova protervia russa. O alla vita pubblica italiana, dove dramma e farsa si mescolano quotidianamente. 

    Post edited by straliccio at 2014-12-20 09:04:42
    Leone
  • stralicciostraliccio
    Posts: 20,453Member
    SEGUE
    C’è chi ha scelto la strada opposta, quella della demagogia, lasciando libertà di sproloquio. Il blog di Beppe Grillo, per esempio; e molti giornalisti - spesso additati dal capo - ne hanno fatto le spese. Anche questo, probabilmente, ha contribuito all’attuale Big Bang del Movimento 5 Stelle. Un luogo libertario è diventato uno sfogatoio di frustrazioni. Nei commenti era evidente da tempo. 
    Il dibattito partito in America
    In America - scrive «Mashable» - i commenti sono stati aboliti da «.Mic», dopo il collegamento a «Drudge Report», e da «Popular Science». «Quartz» ha aperto senza prevedere un’apposita sezione. Reuters ha tolto le possibilità di commentare le notizie (non i pezzi d’opinione). 
    «Averli o non averli è uguale», scrive Jay Rosen, docente di giornalismo alla New York University. «Basta che redattori e giornalisti siano raggiungibili, ed esista una relazione a doppio senso con i lettori». Al Corriere , ci sentiamo di dire, accade. 
    Qualcuno dirà: d’accordo. Ma, togliendo la sezione commenti, crudeltà, volgarità e insulti si trasferiscono sui social (Facebook, YouTube, Twitter etc). È vero, purtroppo. Ma almeno non è più un problema dei giornali, che di problemi ne hanno abbastanza. Siamo giornalisti, più o meno bravi; non guardiani di uno zoo. 
    20 dicembre 2014 | 08:07
    Leone
  • VelvetVelvet
    Posts: 24,105Member
    Direi che la riflessione è condivisibile. 
    Però non dice che al contempo è importante tenere in piedi degli "zoo" per consentire ai primati allontanati dai consessi civili di penzolare da un ramo all'altro.

    E' una missione fondamentale nella società contemporanea
  • VelvetVelvet
    Posts: 24,105Member
    P.S. primati fra i quali mi annovero, ovviamente
  • Pasquale Santoiemma GiacoiaPasquale Santoiemma Giacoia
    Posts: 17,756Member, Redazione
    Verrà il giorno nel quale l'anonimato non sarà più tollerato, scrivendo in rete, ovunque.
    Tuttavia - qualora quel giorno non arrivi mai - il controllo di identità potrà avvenire nella
    parte "sottostante" alla rete. Cosa ancor peggiore della situazione attuale:
    dal controllo-tracciamento della "massa-afflussi" al controllo in sorta di "STASI" 
    polizia "algoritmica" segreta... di chi sia, chi è quel nick. Carter?

    vagamente come avvenne agli albori del "telefonino":
    tutti i nuovi utenti a implorare la cancellazione degli elenchi telefonici
    come atto di libertà e di una ipotetica "praivasi".
    Di fatto oggi non esiste un elenco telefonico ma il controllo è così capillare
    che "dell'anonimo" è possibile sapere persino 
    dove egli sia in questo preciso istante e con chi e di che
    egli discuta mentre cammina da solo su un marciapiede
    sbraitando e gesticolando come il matto - considerato pazzo -
    poichè alla domanda qual è il suo nome egli rispodeva
    con ostinazione: Giuseppe, 
    Garibaldi Giuseppe eroe dei due mondi.







  • mozarteummozarteum
    Posts: 52,078Member
    questa faccenda della praivasi ha della schizofrenia.

    La maggior ambizione dell'uomo della strada (dire donna della strada suonerebbe male) oggi e' quella di apparire.

    D'altra parte si vive coralmente: in condominio, su facebook, what's app, si fa outing anche se non richiesti

    Poi, pero', si invoca codesta praivasi, un lathe biosas de noantri, che in realta' cela due cose:

    1) la speranza di un utile strumentale: hai violato la mia praivasi, mi devi risarcire, un modo per sbarcare il lunario senza fatica;


    2) un eccesso di autostima che induce a ritenere la propria esistenza uno scrigno di prelibatezze da non violare.

    Sanno che ieri ero a via merulana grazie alla cella telefonica? "ebben? L'ho fatto apposta"
    O chiammano giuvann' c'a chitarra meglio di marinella
  • Pasquale Santoiemma GiacoiaPasquale Santoiemma Giacoia
    Posts: 17,756Member, Redazione
    Appunto Mozartè, sono in accordo, davvero, con Te.
    A proposito, quindi o tuttavia, perchè mi/ci nascondi il tuo cognome? :-)
    Suppongo che tu non abbia due mondi e una faccia apposita per ogni mondo
    che frequenti. Suvvia coraggio.
    Sono le gocce che riempiono la cisterna dell'acqua da bere.

    PS
    il detto è pure cinese che, oramai, è la prima Potenza economica mondiale
    e noi "europei" casomai siamo Matera, la seconda.
    La quarta no che consuma. La terza neppure in quanto fu Editore.
    La quinta già lo sai rimane del bètovèn. pàpàpà pànn!
    le nn? Robbè le enne so' le armoniche, chetticredevi. :-)

     

  • stereolupostereolupo
    Posts: 1,746Member

    Severgnini  l'abbiamo tutti incontrato al liceo: era quello bravo, vestito sempre bene, figlio di professori, astemio e non fumatore, suonatore di chitarra e amante di De Gregori e Dalla, politicamente corretto e lievemente di sinistra (non troppo però!) educato, rappresentante di classe al quale uno di noi manigoldi, beoni, fumatori neofascisti che ascoltavamo Wagner ha scopato la fidanzata in gita scolastica dopo averla fatta ubriacare. 




    ...stai leggermente in fissa, eh? 'Na specie d'ossessione... Tenete legati i freudiani per favore!!
    Andrea (RM)
    In girum imus nocte et consumimur ignI
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,298Member
    Sì vabbè Freud, più che sufficiente er cipolla.... Che fa pure piagne......


    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • GionziGionzi
    Posts: 16,951Member
    Wagner bisogna capirlo, però.
    Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,298Member
    Wagner? Per qualcuno, sicuramente più adeguato questo:






    :O) :O)
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,420Administrator
    vedo che al solito intervengono quelli che hanno preso solo una laura nella vita, quelli di mandare in vacca qualunque discussione seria, poi diconi che non è vero che se uno è neofascista non può dire nulla di utile
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • saperusasaperusa
    Posts: 4,803Industry
    Sul sito dell'Ansa hanno fatto lo stesso, hanno aperto le notizie ed i video ai commenti esterni.
    Il risultato è che come riportato poco sopra ci sono orde di idioti che scrivono le peggiori idiozie per lo più di carattere razzista.
    In redazione vengono letti commentati e quelli che possono portare problemi di carattere legale cancellati velocemente.
    Purtroppo Tu non sai mai chi ci sta dall'altra parte e non è difficile immaginare che ci sono personaggi che con modi magari rozzi vogliono deviare l'informazione in un determinato modo magari utilizzando un italiano volutamente mediocre.
    Qui delle volte succede la stessa cosa, arriva il personaggio che magari si è inscritto due giorni prima e comincia a diffamare nella assoluta certezza della sua impunibilità.
    Viviamo in Italia e purtroppo ce ne dobbiamo fare una ragione...

    S.

     
    Silcable - Where Your music breathes
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    La libertá di espressione, uno dei diritti fondamentali della Costituzione americana, dissacrato e distorto dal fanatismo ideologico della Destra

    :D


    Il Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti (al quale questo giornale si ispira...) sancisce, tra le altre cose, la totale libertá di espressione da parte degli individui a prescindere dalla sostanza dei contenuti da essi espressi.

    Questa clausola, che fa parte della Dichiarazione dei Diritti introdotta nel piú vasto corpo costituzionale nel 1791 da James Madison, mira a sottrarre il diritto di censura dalle mani del sovrano (o del potere pubblico...) attribuendolo esclusivamente al popolo. 

    Nelle ultime settimane, il Primo Emendamento é tornato agli onori della cronaca in America in relazione a due casi molto diversi tra loro ma entrambi legati ad interpretazioni "estreme" di questo principio costituzionale. 

    Post edited by cinemascope at 2014-12-20 16:32:41
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member


    Il 25 marzo scorso, nello stato del Kansas é morto il reverendo Fred Phelps, fondatore della congregazione religiosa Westboro Baptist Church, un gruppo di fanatici fondamentalisti noto per le sue odiose dimostrazioni di protesta anti-gay. 

    La congregazione, che si puó definire un vero e proprio culto di famiglia dal momento che molti dei suoi membri sono imparentati tra loro, é divenuta famosa in America per i suoi picchettaggi ai funerali di membri della comunitá omosessuale. Nel 1998 ad esempio, Matthew Shepard un giovane ventiduenne di Laramie in Wyoming, fu attaccato, torturato e ucciso da due uomini per il solo fatto di essere gay. Comprensibilmente, l'omicidio suscitó grande clamore e indignazione che peró non impedirono al gruppo di Phelps, che include ragazzi e bambini, di organizzare una pubblica manifestazione ai funerali del giovane ostendando cartelli con scritte come "Marcisci all'inferno" e "Dio odia i froci" cioé, concepiti specificamente per essere il piú offensivi possibile. 

    matto

    Col passare del tempo e con l'acquisizione di una certa notorietá, la Westboro Baptist Church ha esteso il suo raggio d'azione passando dal picchettaggio dei funerali di omosessuali a quello di concerti pop (Lady Gaga); ai funerali dei familiari di politici famosi (la madre di Hillary Clinton e il padre di Al Gore) fino alle proteste ai funerali di soldati caduti in Irak ed Afganistan, tutti con gli stessi oltraggiosi cartelli ("Grazie a Dio per i soldati morti" e "Grazie a Dio per 9/11").

    A dispetto dell'atrocitá di queste manifestazioni tuttavia, il Primo Emendamento sulla libertá di espressione ha sempre garantito a questi idioti il diritto inalienabile di esternare i propri deliri senza alcun timore di essere censurati. Un privilegio che, per quanto difficile da digerire in un caso come questo, é anche il sintomo della considerevole maturitá giuridica di una nazione coerente con i princípi ispiratori della sua carta costituzionale.

    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,420Administrator

    vedo che al solito intervengono quelli che hanno preso solo una laura nella vita, quelli di mandare in vacca qualunque discussione seria, poi diconi che non è vero che se uno è neofascista non può dire nulla di utile



    Siamo tutti renziani quindi PD ortodossi


    ma non ti eri definito "neofascista che ascolta wagner"? E'scritto più sopra, di tuo pugno. Pure rinnegato? (chi rinnega è un rinnegato.cit.)
    suono gradevole è quello che aggrada agli altri, suono realistico quello che aggrada a noi
  • GionziGionzi
    Posts: 16,951Member

    Gionzi said:

    Wagner bisogna capirlo, però.



    Veniamo qui umili a farcelo spiegare dai geometri



    Ma no, dicevo che bisogna capirlo: conflitti irrisolti in famiglia, problemi di ego represso, appartenenza a un periodo tumultuoso, mancanza di psicologi esperti; tutto contribuì a farne una persona sofferente.
    Pensavi che mi riferissi a voi? Coda di paglia, eh? :D
    Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,298Member
    Gionzi said:

    Gionzi said:

    Wagner bisogna capirlo, però.



    Veniamo qui umili a farcelo spiegare dai geometri



    Ma no, dicevo che bisogna capirlo: conflitti irrisolti in famiglia, problemi di ego represso, appartenenza a un periodo tumultuoso, mancanza di psicologi esperti; tutto contribuì a farne una persona sofferente.
    Pensavi che mi riferissi a voi? Coda di paglia, eh? :D



    =)) =)) =))
    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • kereskeres
    Posts: 9,922Member

    No io ho detto che al liceo (ahimè qualche anno fa) eravamo neofascisti e ascoltavamo wagner. Poi siamo cresciuti e adesso votiamo Renzi e ascoltiamo wagner


    Non siete evoluti più di tanto.

  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    questo in IT/EU non si può fare... dunque...libertà... NON PERVENUTA....


    Col passare del tempo e con l'acquisizione di una certa notorietá, la Westboro Baptist Church ha esteso il suo raggio d'azione passando dal picchettaggio dei funerali di omosessuali a quello di concerti pop (Lady Gaga); ai funerali dei familiari di politici famosi (la madre di Hillary Clinton e il padre di Al Gore) fino alle proteste ai funerali di soldati caduti in Irak ed Afganistan, tutti con gli stessi oltraggiosi cartelli ("Grazie a Dio per i soldati morti" e "Grazie a Dio per 9/11").


    Post edited by cinemascope at 2014-12-20 16:37:20
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • LUIGI64LUIGI64
    Posts: 10,298Member
    keres said:

    No io ho detto che al liceo (ahimè qualche anno fa) eravamo neofascisti e ascoltavamo wagner. Poi siamo cresciuti e adesso votiamo Renzi e ascoltiamo wagner


    Non siete evoluti più di tanto.



    Ma quale Renzi, voteranno senza dubbio lui:


    Saluti, Luigi - "Se non diamo la stessa attenzione allo sviluppo materiale della tecnologia e all'evoluzione della coscienza, non faremmo che aumentare la nostra follia collettiva." (K. Wilber) - Immagine profilo: L'autorevolezza pienezza del nulla (P.A. Breccia)
  • kereskeres
    Posts: 9,922Member
    Cioe', perdona l ignoranza, in America, su un qualsiasi blog posso scrivere in forma non anonima 'Grazie a Dio per l' 11 settembre".... Possibile?
    Post edited by keres at 2014-12-20 16:45:10
  • LeonardoPLeonardoP
    Posts: 21,467Member
    Certo, poi però i parenti delle vittime sono liberi di venire a farti il party.
    Post edited by LeonardoP at 2014-12-20 16:47:25
    Avere una cattiva opinione degli uomini è forse la forma più alta di saggezza e di virtù
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    http://it.wikipedia.org/wiki/Vladimir_Konstantinovič_Bukovskij

    USANO L'ECONOMIA PER SCHIACCIARE LO STATO NAZIONALE? A ME PARE CHE LA USINO PER SCHIACCIARE LA GENTE.
    La gente la manipolano per evitare che si opponga alle novità politiche, che devono, al contrario, apparire loro come l'unica speranza.

    DUNQUE A BRUXELLES SONO TUTTI SOCIALISTI?
    È socialista il progetto. Non conosco personalmente queste persone, ma la maggior parte di loro è di sinistra, più o meno estrema. Favoriscono cioè soluzioni stataliste e la regolamentazione di tutto. E parlano tutti come nel libro di Lenin Lo Stato e la rivoluzione, che spiega come morirà lo Stato nazionale. Le sue parole sono che «appassirà fino a sparire». Dal canto loro, i conservatori mantengono la curiosa idea che il progetto si possa cambiare dall'interno. Il PPE non oppone resistenza, e cercare di influenzarlo dall'interno diventa una buona scusa per non fare nulla.

    ALLORA SI TROVA IN LENIN LA MATRICE DI QUELLO CHE STIAMO VIVENDO?
    Il sogno dei socialisti, il Program Maximum, è sempre stato di eliminare la proprietà privata, la famiglia e lo Stato nazionale. Con la proprietà privata non ci sono riusciti, ma continuano sulla via della distruzione della famiglia e della nazione. Il piano fallito all'Est è stato trasferito ad Ovest; gli europei e Mosca hanno lavorato insieme per attuare la "convergenza" della "casa comune europea" Prima del 1985 la sinistra si opponeva alla Comunità Europea perché diceva che aiutava i padroni, gli industriali, i capitalisti, e lasciava soli i lavoratori. Dopo hanno fatto dietrofront.


    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    DA NOI SOCIALISTA È UN TERMINE ASSAI DIVERSO DA COMUNISTA. LEI SEMBRA APPLICARLO AL PARADIGMA SOVIETICO COME SINONIMO DI COMUNISTA.
    No, il socialismo è la forma meno violenta e graduale del comunismo, ed è socialista il progetto di Unione Europea, che nasce a Maastricht nel 1992. L'intento era quello di salvare il socialismo in Europa dopo il crollo del Muro di Berlino e la prevedibile bancarotta dello stato sociale anche in Occidente. Le spese sociali stavano crescendo e non c'era modo di contrastarle o fermarle.
    Si possono dare benefit alla gente ma non si possono togliere senza alienarsi una parte enorme della popolazione, perché non ti rieleggeranno. Così quando i leader di sinistra si sono resi conto che stavano andando in rosso e che le loro innovazioni socialiste in Europa sarebbero andate gambe all'aria, decisero di creare questa amministrazione di non eletti, che non potesse essere mandato a casa.

    UN'AMMINISTRAZIONE CHE PERÒ ESISTEVA GIÀ!
    Prima di Maastricht non c'era nessuna Unione Europea. C'era un mercato comune, creato per facilitare i commerci, il movimento di capitale. È per questo che nessuno ha avuto da ridire per tanto tempo. Ma a metà anni Ottanta, invece di una comunità economica decisero di mettere su uno Stato. Prima di Maastricht non hanno mai detto Unione, dicevano comunità. E pubblicamente non ne parlavano.

    FRA LE SUE PREVISIONI PER L'UE-URSS C'ERA ANCHE IL GULAG. CONFERMA?
    Purtroppo sì. L'UE li sta creando lentamente. Il politicamente corretto che viene imposto non con la persuasione ma con la repressione. In Gran Bretagna appena il mese scorso hanno incarcerato per linguaggio di odio, "hate speech", un diciannovenne che aveva scritto qualcosa di offensivo su Twitter riguardo a un calciatore dalla pelle nera. È stato condannato a un mese e mezzo di prigione.
    Siccome non protesta nessuno, gradualmente allargheranno la rete e alla fine ci ritroveremo il gulag. E ricordiamoci che alla polizia europea è concessa l'immunità, una cosa che non era garantita neanche al Kgb!
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    https://forum.termometropolitico.it/165 ... uropa.html

    Fassina (Pd) a Draghi: ricreiamo l’Unione Sovietica in Europa

    29-10-2012


    di FRANCO POSSENTI

    La rotta è tracciata. Per chi non lo avesse ancora compreso, il fallimento degli Stati potrà essere dimenticato – o momentaneamente superato – dalla creazione del Super-Stato europeo. Lo abbiamo sentito dire da Monti, ma anche dai suoi ministri, poi da Casini e da diversi esponenti del Pdl. Altri si accoderanno nei prossimi mesi di crisi.

    L’ultimo in termini di tempo è il “responsabile economico del Pd”, braccio destro di Bersani: “Bene Draghi a rilanciare il dibattito sulla proposta tedesca per il super commissario per le politiche di bilancio e a ricordare la perdita di sovranità degli Stati nazionali”. E’ quanto ha dichiarato in una nota Stefano Fassina, responsabile economico del Pd. “Il potere di intervento da parte della Commissione europea sui bilanci nazionali di tutti i paesi euro – ha sottolineato – è caratteristica fondamentale della fiscal union, tappa decisiva e urgente dell’integrazione politica della zona euro”. Decisiva e urgente, certo, per evitare il sicuro default italiano, considerato che nonostante le cure da cavallo del premier, questo paese continua a spendere troppo e ad accumulare debito, ormai giunto al 126,1% del Pil..


    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    “Va chiarito – ha detto ancora Stefano Fassina - che il potere di intervento deve fondarsi su una legittimazione democratica diretta attraverso la scelta del presidente della Commissione nelle elezioni europee quale leader di una coalizione politica e attraverso il coinvolgimento del Parlamento europeo nelle decisioni”. Come dire, almeno diamo agli italiani l’illusione del voto. Secondo l’esponente democratico “va anche chiarito che il potere di intervento deve consentire di ripristinare nell’area euro lo spazio per politiche di bilancio anticicliche da affidare sia ai bilanci nazionali sia a strumenti specifici dell’area euro, come gli euro-project bonds per investimenti finalizzati a ridurre gli squilibri macro-economici tra le diverse aree della moneta unica. Infine, va chiarito che il potere di intervento, oltre che sui bilanci pubblici, deve estendersi al coordinamento delle altre politiche macro-economiche”. Ma c’è di più: nelle parole di Fassina si delineano i controni del futuro inferno fiscale continentale: “Serve coordinamento anche sulle politiche di tassazione e di contrasto dei paradisi fiscali, oltre alle politiche retributive affinché in ciascun Paese la dinamica delle retribuzioni sia agganciata all’andamento della produttività così da evitare svalutazioni interne”. 

    Fassina è un comunista, scuola Visco per intenderci, e non gli par vero poter ricreare dalle ceneri l’Unione Sovietica, che stavolta potremmo chiamere Unione delle Repubbliche Socialiste Europee.

    commenti

    Vergognoso Fassina. Il PD è pericoloso per la democrazia in quanto ex comunista: ma non per nostalgia dell'economia pianificata, bensì per i suoi storici complessi di inferiorità. Da Bruxelles può arrivare anche un treno di letame, se è a denominazione UE il PD ci fa sopra la spianata alle feste dell'Unità e tutti contenti.

    Fassina è un comunista moderno. I comunisti moderni sono quelli che fanno finta di essere liberali e che dicono che "i comunisti non esistono più" . In realtà invece questi sono i veri comunisti (più di quelli duri e puri con la falce e martello) che hanno solo abbandonato il marxismo-leninismo perché hanno capito che è fallimentare economicamente ma hanno intatta la mentalità comunista ben descritta da Vladimir Bukovskij che vuol dire avere una sete enorme di potere e di controllo sugli altri. In poche parole hanno sostituito il marxismo-leninismo col politicamente corretto che è diventato la base dell' Unione Europea sempre più simile all' URSS e avviata ormai velocemente verso il socialismo a causa della sua natura estremamente centralizzatrice. Ecco perché questi comunisti moderni sono fortemente europeisti.

    ecc.
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • cinemascopecinemascope
    Posts: 10,250Member
    FRA LE SUE PREVISIONI PER L'UE-URSS C'ERA ANCHE IL GULAG. CONFERMA?

    Purtroppo sì. L'UE li sta creando lentamente. Il politicamente corretto che viene imposto non con la persuasione ma con la repressione. In Gran Bretagna appena il mese scorso hanno incarcerato per linguaggio di odio, "hate speech", un diciannovenne che aveva scritto qualcosa di offensivo su Twitter riguardo a un calciatore dalla pelle nera. È stato condannato a un mese e mezzo di prigione.
    Siccome non protesta nessuno, gradualmente allargheranno la rete e alla fine ci ritroveremo il gulag. E ricordiamoci che alla polizia europea è concessa l'immunità, una cosa che non era garantita neanche al Kgb!
    'so tutti globalisti con il globo degli altri...
  • Pasquale Santoiemma GiacoiaPasquale Santoiemma Giacoia
    Posts: 17,756Member, Redazione
    Essù Cinemascò 
     - capisco che di Te io non conosca neppure il Tuo nome e tantomeno lo cognome -
    ma, annamo su, pe' quer santo motore di ricerca, 
    appizza armeno er linke de "tra le migliaia copia e incolla" l'archivio:

    Che se questa è la fonte del fronte chissà chessarà la nuca.