Microfono Per Dirac Live
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Salve,
    potete dirmi se questo microfono può andare per le misurazioni con Dirac? Lo avrei ad un buon prezzo su Amazon.
    Ho cercato un pò in rete ma non mi è tanto chiaro...

    Ringrazio anticipatamente
    Post edited by Esprit at 2014-11-28 20:04:17
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    cosa non ti è chiaro ?
    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    È valido se hai una scheda audio con preamplificatore microfonico ed alimentazione phamtom, un file di calibrazione.
    Chiedi su Acustica architettonica (se vuoi ti sposto il thread).
    Alcuni utenti presero dei microfoni calibrati ad hoc, anche USB (il che ti evita la scheda con preamplificatore microfonico...), e qualcuno potrebbe anche volerlo vendere (per scarso utilizzo...).
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Esprit said:

    È valido se hai una scheda audio con preamplificatore microfonico ed alimentazione phamtom, un file di calibrazione.

    Chiedi su Acustica architettonica (se vuoi ti sposto il thread).
    Alcuni utenti presero dei microfoni calibrati ad hoc, anche USB (il che ti evita la scheda con preamplificatore microfonico...), e qualcuno potrebbe anche volerlo vendere (per scarso utilizzo...).


    Grazie Esprit,
    sposta pure il 3d. Posso chiederti qualche nome di microfono senza necessita' di scheda che potrei utilizzare? E' solo una prova con un semplice macbook e la versione trial di Dirac. Ho poi letto su un tuo vecchio post che serve anche un cavo usb attivo e....cos'altro?
    Grazie
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    giordy60 said:

    cosa non ti è chiaro ?



    praticamente tutto...totalmente vergine in materia
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    Allora il mic è l'UMIK-1 che la stessa Dirac inserisce tra i prodotti che consiglia.
    Puoi acquistarlo così come è e scaricare la calibrazione automatica della ditta oppure acquistare nuovo, ma qui se qualcuno non lo usa anche usato, lo stesso mic ma calibrato singolarmente.
    In questo modo non necessiti di scheda audio e con Dirac va più che bene.
    Il cavo attivo ti serve solo se sei molto lontano dal PC che eseguirà le misurazioni.
    Aggiungi uno stand per il microfono, un supporto microfonico migliore (non obbligatorio ma utile), un puntatore laser da pochi euro e sei a posto.
  • Andrea ParentiAndrea Parenti
    Posts: 510Member

    Credo che il più diffuso sia quello che ho usato io, cioè il microfono UMIK-1 che trovi sul sito minidsp.
    Si collega direttamente in USB al PC, senza bisogno di nessuna diavoleria: serve solo un cavo USB di prolunga (5 metri, terminali tipo A-femmina - A-maschio. Si trova in qualsiasi supermercato), perché quello della confezione è corto.
    Come ha suggerito Esprit, un'asta microfonica con base è molto utile, per non dire indispensabile.


    Ciao!


    Martin Logan Electromotion ESL - Jeff Rowland Model 2 - Matrix Mini-i Pro 2015 - PC fanless Acer Swift 1 (2017), 1 TB SSD Crucial - Dirac Live - Cavi Wireworld, Audioquest e Cardas - Sennheiser HD 650
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    Sei riuscito con una normale prolunga USB senza che la stessa fosse attiva?
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    Esprit said:

    Sei riuscito con una normale prolunga USB senza che la stessa fosse attiva?



    se rimani entro i 5 metri, l'usb attiva potrebbe non servire.
    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    l'umik-1 si trova anche su un sito italiano di un noto venditore di vpr 
    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Ragazzi grazie a tutti. Mi pare sia opinione diffusa che il più idoneo e mi auguro il più semplice da usare sia l'UMIK-1. Ho trovato il sito italiano dove posso ordinarlo. 
    Speriamo di riuscire a combinare qualcosa di buono, altrimenti sarò' costretto a scassarvi le palle nuovamente...
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    umik-1 e dirac Live sono un binomio perfetto per le misure ambientali  ;)
    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • Andrea ParentiAndrea Parenti
    Posts: 510Member
    Esprit said:

    Sei riuscito con una normale prolunga USB senza che la stessa fosse attiva?

    Con 5 metri di cavo non ho avuto nessun problema.
    :\">

    Martin Logan Electromotion ESL - Jeff Rowland Model 2 - Matrix Mini-i Pro 2015 - PC fanless Acer Swift 1 (2017), 1 TB SSD Crucial - Dirac Live - Cavi Wireworld, Audioquest e Cardas - Sennheiser HD 650
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    giordy60 said:

    se rimani entro i 5 metri, l'usb attiva potrebbe non servire.

    5 metri di prolunga più 1,5 di cavo del mic è ben oltre gli standard. Se funziona meglio così :>
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    Silvio, forse mi sono spiegato male io.
    quando ho detto " se rimani entro i 5 metri " intendevo dire " totali " ovvero cavo usb del mic in dotazione + prolunga usb per un max di 5 metri.

    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • remix
    Posts: 2,494Member
    Esprit said:

    un puntatore laser da pochi euro e sei a posto.



    mi spieghi il puntatore come lo utilizzi????
    ciao Antonio
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    giordy60 said:

    Silvio, forse mi sono spiegato male io.

    quando ho detto " se rimani entro i 5 metri " intendevo dire " totali " ovvero cavo usb del mic in dotazione + prolunga usb per un max di 5 metri.
    Parrebbe che Andrea utilizzi il mic + 5 metri di prolunga: ecco perché chiedevo :)
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    remix said:

    mi spieghi il puntatore come lo utilizzi????

    Come lo utilizzerò. :)
    Poiché Dirac richiede "n" misurazioni *speculari* rispetto al punto centrale e poiché non è semplice prendere le misure nello "spazio" (il mic e sul suo adattatore avvitato sullo stand...), se riporti sul pavimento con lo scotch di carta o ancor meglio su un foglio o su più fogli che ti sei preparato le varie distanze quotate, ti basterà legare con lo scotch o elastici al tuo microfono un piccolo puntatore laser rivolto verso il pavimento. In questo modo sposti, ruoti, etc... la tu struttura in modo da far cadere il laser sul tuo segno, sui tuoi segni o fogli[*] (margine di errore se sei in bolla nemmeno un centimetro).
    Già di per se questo ti semplifica e velocizza il lavoro ma nel caso di problemi dovuti ad errori, malfunzionamenti, etc..se tu dovessi rieseguire le misure avresti un ulteriore vantaggio.

    [*] Considera di poterti stampare un A3 o ancor meglio un A2 su un foglio, incollarlo ad un supporto rigido da posare sul pavimento e da utilizzare tutte le volte che vuoi misurare con sopra tutti i segni magari numerati nell'ordine che richiede Dirac (Dirac potrebbe realizzare un PDF da far scaricare agli utenti e, per il consiglio gratuito, regalarmi una licenza full :D )
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    Questo utente lo cercava anche calibrato a 90° (preferibile per Dirac...) e lo ha trovato.
  • giordy60giordy60
    Posts: 2,541Member
    Flavio ha un'applicazione ( che gira su win ) che ricalibra l'umik-1 da 0° a 90° utilizzando il proprio file di calibrazione.
    la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre ( A. Einstein )
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    Sì, è un buon compromesso (anche il "suo" file).  :)
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Appena ordinato l'umik-1. Dovrebbe arrivarmi in settimana. Io ci provo....
  • remix
    Posts: 2,494Member
    Esprit said:

    remix said:

    mi spieghi il puntatore come lo utilizzi????

    Come lo utilizzerò. :)
    Poiché Dirac richiede "n" misurazioni *speculari* rispetto al punto centrale e poiché non è semplice prendere le misure nello "spazio" (il mic e sul suo adattatore avvitato sullo stand...), se riporti sul pavimento con lo scotch di carta o ancor meglio su un foglio o su più fogli che ti sei preparato le varie distanze quotate, ti basterà legare con lo scotch o elastici al tuo microfono un piccolo puntatore laser rivolto verso il pavimento. In questo modo sposti, ruoti, etc... la tu struttura in modo da far cadere il laser sul tuo segno, sui tuoi segni o fogli[*] (margine di errore se sei in bolla nemmeno un centimetro).
    Già di per se questo ti semplifica e velocizza il lavoro ma nel caso di problemi dovuti ad errori, malfunzionamenti, etc..se tu dovessi rieseguire le misure avresti un ulteriore vantaggio.

    [*] Considera di poterti stampare un A3 o ancor meglio un A2 su un foglio, incollarlo ad un supporto rigido da posare sul pavimento e da utilizzare tutte le volte che vuoi misurare con sopra tutti i segni magari numerati nell'ordine che richiede Dirac (Dirac potrebbe realizzare un PDF da far scaricare agli utenti e, per il consiglio gratuito, regalarmi una licenza full :D )


    ....niente male grazie...a casa mia se prendo l'asta con il mic mi guardano da alieno...se poi ci aggiungiamo anche il laser :D :D :D ...scherzi a parte l'idea non è malvagia...
    ciao Antonio
  • FlavioFlavio
    Posts: 947Industry, SUPPORTER
    Esprit said:

    Sì, è un buon compromesso (anche il "suo" file).  :)



    E' grazie ad Esprit che si è potuta verificare l'affidabilità della utility di conversione.
    In questo i forums sono molto utili... è stato un divertimento in comune, sono partito dall'ipotesi che nonostante le risposte in frequenza dei vari microfoni fossero diverse fra loro il delta fra 0° e 90° fosse invece sempre lo stesso e calcolabile con precisione... grazie ad Esprit che ha fornito i dati delle calibrazioni individuali in entrambi le condizioni di una decina di microfoni si è potuto verificare che le cose stavano proprio così mentre il merito più rilevante di aver scritto l'utility stessa è di Robert Cohen con il quale ero in contatto in un altro forum.

    Ciao, Flavio
    Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede, io lavoro per Dirac Research :-)
  • Esprit
    Posts: 79,900Moderator, Redazione
    Link alla utility?
    Ho appena visto questo ma non l'ho letto sino in fondo:
  • FlavioFlavio
    Posts: 947Industry, SUPPORTER
    Esprit said:

    Link alla utility?

    Ho appena visto questo ma non l'ho letto sino in fondo:


    Si, ma con l'utility per l'UMIK-1 non solo è già tutto pronto ma la conversione è molto precisa... ma vale solo per l'UMIK-1, per altri microfoni dovremmo avere le curve di risposta misurate individualmente e verificare la costanza del delta.

    Questo è il grafico nel quale si possono confrontare le dieci curve di risposta a 0° misurate da CSL... sono molto diverse:

    image

    Questo è invece il grafico nel quale sono mostrate le dieci curve di risposta sempre misurate da CSL ma a 90°, sempre molto diverse:

    image

    La cosa interessante è che invece come ipotizzavo la curva differenza della risposta a 0° e quella a 90° secondo le misure individuali di calibrazione di CSL è praticamente sempre la stessa, come si può osservare nel seguente grafico... la scala permette di osservare differenze anche minime:

    image

    Questo ha permesso di calcolare invece di misurare la curva di risposta a 90° partendo da quella a 0°, il link per scaricarla e le istruzioni sono qui: http://diracdocs.com/micdelta.zip

    Ciao e nuovamente grazie Esprit (oltre che a Rob Cohen naturalmente),
    Flavio

    Post edited by Flavio at 2014-12-03 12:52:50
    Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede, io lavoro per Dirac Research :-)
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Mi è arrivato l'UMIK 1 e stasera vorrei fare qualche prova. Ho scaricato la guida sul sito e subito una cosa non mi è chiara (e te pareva!). Si parla di collegare la scheda audio all'ampli o al pre, io uso un MacBook con hiface collegato ad un Dac Lector Digicode. Va bene o devo cambiare tipo di collegamento?
    Portate pazienza ragazzi.....
    Grazie!
  • FlavioFlavio
    Posts: 947Industry, SUPPORTER
    Ciao Gianventu,
    il DAC consideralo come scheda audio... non ci sono problemi, colleghi il microfono alla presa USB e sei a posto.
    Più che la guida sul sito ti suggerisco il manuale in italiano: http://diracdocs.com/DiracLiveManualeItaliano.pdf
    fammi sapere se incontri difficoltà

    :) Flavio
    Post edited by Flavio at 2014-12-03 19:24:22
    Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede, io lavoro per Dirac Research :-)
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Flavio said:

    Ciao Gianventu,
    il DAC consideralo come scheda audio... non ci sono problemi, colleghi il microfono alla presa USB e sei a posto.
    Più che la guida sul sito ti suggerisco il manuale in italiano: http://diracdocs.com/DiracLiveManualeItaliano.pdf
    fammi sapere se incontri difficoltà

    :) Flavio



    Grazie mille Flavio. Se incontro qualche difficoltà, non mancherò'.... Grazie per il link!
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Fatte le misurazioni e un'ora abbondante di ascolti. Al momento posso solo dire di essere rimasto fortemente impressionato per non dire stupefatto... Domani, con calma, spiegherò i motivi e magari chiederò agli esperti qualche aiuto e/o spiegazione.
  • gianventugianventu
    Posts: 2,461Member
    Buongiorno,
    dopo la prima esperienza di ieri sera con il Dirac, sono ovviamente qui a chiedere consigli.... Premetto che oggi. tempo permettendo, vorrei ripetere le misurazioni con maggior accuratezza. 
    Come detto nel post precedente, le prime impressioni sono state di stupore: il mio impianto, bene o male che suonasse prima, con l'utilizzo del Dirac e' profondamente cambiato. Il mio problema erano alcune risonanze in gamma bassa che sentivo particolarmente forti in certi brani, uno su tutti, per fare un esempio, "Caruso" interpretato dalla Mannoia, nei primi 20/30 secondi, a un certo momento scende molto in basso: in quel punto dai diffusori (sarebbe forse meglio dire dall'ambiente...) usciva un basso totalmente fuori controllo. Il Dirac lo ha totalmente corretto. Continuando poi gli ascolti e facendo comparazioni con e senza Dirac, mi sono anche reso conto che cambiamenti ci sono stati, anche se meno evidenti in gamma alta: su tutto, maggior morbidezza sulle voci, Queste le note positive. Veniamo al lato oscuro, e in questo sono a chiedere lumi e consigli.
    - Innanzi tutto il guadagno: ho un pre (Arc LS27) con tre livelli di gain selezionabili per ogni ingresso, low-mid-high. Bene, solitamente utilizzavo il mid o il low con il volume settato da 5 a un max di 25 (in una scala da 0a100). Con Dirac ho dovuto settare il gain su high con il volume a 40/45! Mi chiedo: e' normale una così' elevata perdita di guadagno?
    - La scena. La prima sensazione, che voglio verificare, e' quella di un arretramento della scena e un leggero abbassamento. Se questo dovesse essere confermato, si puo' intervenire in qualche modo?
    Tengo a precisare che le prove comparate sono state fatte con i volumi livellati e che io non ho effettuato alcuna modifica al grafico risultato dalle misurazioni. Non so se sia o meno importante ma come diffusori ho degli elettrostatici ibridi (Martin Logan).
    Ringrazio fin d'ora chiunque possa darmi qualche buon suggerimento e spiegazione.