Acourate: ben altro di nove misure...
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Riguardo a un software che sembra pochi usino, ecco una pagina che la dice lunga sulle sue possibilità: http://www.computeraudiophile.com/content/556-advanced-acourate-digital-xo-time-alignment-driver-linearization-walkthrough/

    :)
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-04 17:02:13
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Anche Pure Music lo permette. Il punto è: chi vuole realizzarsi un sistema di multiamplificazione attiva nel dominio digitale? :)
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Io sono su PC, quindi non conosco Pure Music. Comunque, è sicuramente più gratificante spendere un patrimonio in cavi  ;)
    Poi, oltre alla multiamp attiva, Acourate consente di Drcizzare il tutto.
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-04 16:55:09
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Ok, nessuno lo nega ma NON è certamente un software per tutti. 
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Hai ragione, ha tante possibilità che alla fine è anche assai più complesso di tutti gli altri  3:-O
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,234Member

     utilizzo Acourate da diversi mesi...avevo gia' parecchia esperienza con diversi altri software e/o hardware (Tact, Rew, audiolense)


    Acourate e' quello con cui il mio impianto suona meglio. Non e' di uso semplicissimo, soprattutto le funzioni avanzate...ad es e' possibile correggere solo alcune frequenze ma per sapere come si fa bisogna chiedere ad Uli, il quale peraltro si e' sempre dimostrato prontissimo a rispondere in modo preciso e completo


    per fare un es Acourate e' l'unico software con il quale riesco a migliorare e di molto la resa del vinile..

    Sabbath
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Ciao Fabbio,
    Mi viene subito una domanda: hai provato prima il DRC di Denis Sbragion? Credo sia l'alternativa più plausibile, per non dire la sola B-)
    A proposito di Acourate, colgo l'occasione per affermare che presenta un ottimo rapporto Q/P, specie se si compra l'interfaccia soundcard AcourateConvolver che consente una facilissima implementazione del filtraggio in multiamplificazione attiva (340€+150€ non mi sembrano uno sproposito in paragone con gli altri SW, salvo DRC-Sbragion, certo!)
    Per un panorama delle possibilità di Acourate, invito i forumisti a dare un'occhiata QUI Il solo vero punto nero sta proprio come dici nella mancata documentazione. Uli è bravissimo quanto gentilissimo, però sempre troppo impegnato in una cosa o l'altra per avere il tempo di redigere un manuale d'uso, ahimè! E io, purtroppo sono negato in inglese, ragione per la quale non intervengo mai sull'user's forum dedicato.
    A proposito di vinyle, sul piano pratico, come hai fatto la correzione? Misurando prima la risposta della testina? Hai usato i vari filtri RIAA forniti?

    PS Dimenticavo di far notare che tra gli utenti di Acourate, c'è un certo Bob Katz, che non sarà certo uno sconosciuto, anche lui reduce da Audiolense.
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-14 20:36:54
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,234Member

    ciao Mat,


    vado con ordine:


    mai provato DRC di Sbragion, cosi' come Dirac...non dubito che siano ottimi prodotti, magari in futuro


    Inglese: non e' mai troppo tardi per imparare


    ho provato acourateconvolver ma non l'ho ancora acquistato....per ora vado col convolver di jriver e mi bastano due canali....ma la multiamplificazione attiva mi incuriosisce quindi....


    e' vero che manca il manuale ma su computeraudiophile ci sono un paio di articoli molto recenti, completi ed estremamente ben fatti.....quasi un manuale step by step


    vinile: la risposta della testina non mi interessa particolarmente, idem per le varie equalizzazioni fono....a me serve per ascoltare la musica come piace al mio cervello. In pratica utilizzo l'opzione live in di jriver (con il convolver) e ovviamente un convertitore A/D, nel mio caso una focusrite forte...seguito da un D/A ecc ecc il tutto mi consente di ascoltare il vinile "corretto" in tempo reale

    Sabbath
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member


    e' vero che manca il manuale ma su computeraudiophile ci sono un paio di articoli molto recenti, completi ed estremamente ben fatti.....quasi un manuale step by step


    intanto, abbiamo dovuto aspettare a lungo finché un altro che Uli gli abbia fatto quel lavoro.
    Riguardo all'inglese, lo capisco benissimo se scritto, invece quando lo devo scrivere io, tutto mi viene in italiano, che è la mia sola lingua straniera ma che pratico ogni giorno
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-16 09:21:35
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,234Member

    intanto, complimenti per come sai la tua sola lingua straniera, cioe' benissimo


    poi, se per caso hai qualche dubbio specifico, puoi provare a chiedere a me...non pretendo di essere un esperto di Acourate ma insomma le operazioni base le so fare e se non ci riesco scrivo a Uli che in genere mi risponde con un elenco di istruzioni da seguire step by step...anche se, per quanto riguarda la multiamplificazione attiva, non avendo ancora provato, sarei di scarso aiuto


    a parte questo, e' veramente un peccato che un software di tale valore non sia corredato di un esauriente manuale di istruzioni....tra l'altro non farebbe che aumentarne la diffusione e quindi la vendita

    Sabbath
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Ciao Fabio,
    Grazie dei complimenti linguistici, ci sono sempre molto sensibile :\"> Grazie anche dell'offerta d'aiuto circa Acourate, ma dato che l'ho acquistato da quasi tre anni, ci ho fatto il callo e mi ci ritrovo parecchio nelle funzioni base. Quello che crea difficoltà invece sono tutte le funzioni che bisogna usare per implementare la multiamplificazione in modo più avanzato.
    Circa il mio inglese, non c'è il minimo problema finché lo devo leggere...
    Un'altra fonte d'nformazione è l'user manual di Audiolense.
    Se non lo hai ancora fatto, dai anche una scorsa a questo thread

    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,234Member

    grazie dei link Mat....sto studiando


    gia' che ci sono ti faccio io una domanda:  a parte il discorso della multiamplificazione, secondo te  c'e' qualche altro motivo per cui valga la pena dotarsi di acourate convolver?


    Io uso correntemente il convolver di jriver con ovviamente il file di correzione generato da acourate

    Sabbath
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Per favore chiamami piuttosto Matou (Matou pas chat = letteralmente Gattone/micione non gatto, se tagli Matou in Mat, penso di essere americano   :-(

    Io avevo comprato AC perché non mi funzionava bene JRiver per l'ingresso esterno, JR 19 invece va benissimo, ma AC mantiene un vantaggio in quanto consente di switchare istantaneamente (quasi) tra 3 bancate di correzioni, anche di filtraggi in multiamp. 

    Vedi evidenziate le caratteristiche che ritengo importanti:

    Usage of ASIO soundcards
    Free routing soundcard input to output
    Automatic switch between filters dependent on the samplerate (reported by the soundcard as master)
    The user can switch between 3 filter banks incl. gain adjustment to compensate loudness differences
    Improved localization of phantom sources by AcourateFLOW function
    Volume control in linear mode or aurally accurate according to ISO226 loudness curves
    Polarity inversion
    Possibility to add 24 bit TPDF dither for 24 bit soundcards
    Gain boost +6 dB for low level signals
    Realization of active multi-way systems with Acourate crossover filters
    Additional delay of output channels possible
    /autorun option allows an automatic convolution start
    Connection to media players by the virtual ASIO driver AcourateASIO
    Virtual ASIO driver receives 32 bit PCM resp. 32 or 64 bit floating point data
    Optical display input signal > -60 dB present
    Optical display output signal present incl. clipping display
    Use a webbrowser on iPad & Co. to remote control the program with ACRemote
    Additional remote control possibility with TCP commands by ACSendCommand
    Without compromises all AcourateConvolver calculations are carried out with 64 bit double float precision, data exchange with ASIO driver is 32 bit single precision float accoding to ASIO specification
    Acourate filter format CPV

    Insomma per parecchio meno del prezzo di DiracResearch, l'accoppiata Acourate + AcourateConvolver ti offre parecchio di più. Tutto lì...

    Ciao

    PS Strano che Flavio non si sia ancora fatto vivo @-)
    PPS Non pensare che sono commissionato da Uli Brüggemann, non ci ho nessun interesse finanziario
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-16 21:58:48
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • analafra70analafra70
    Posts: 5,631Industry
    Other than a couple ±2 dB swings, the response is ±1 dB from 32 Hz to 2
    kHz and ±0.5 dB from 2 kHz to 28 kHz within the perceptually flat
    target response. Equally important is how closely the two channels are
    identical to each other



    che dire... chapeau!

    però non ha senso confrontare questo con Dirac. Dirac è 'plug and play', in mezz'ora hai fatto tutto con risultati soddisfacenti.

    Per quello che ho letto sopra, ci vogliono anni di esperienza e mesi di prove.
    Antonio Lanfranca - Analog Mastering Services - analogmaster.net
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Anni, non direi: per fare quello che fa Dirac, ci volevano 2-3 mesi proprio per la mancanza di informazioni, ma un altro po' di pratica informatica prima. Adesso con i due siti linkati in su  (http://www.computeraudiophile.com/content/529-acourate-digital-room-and-loudspeaker-correction-software-walkthrough/ e http://www.computeraudiophile.com/content/556-advanced-acourate-digital-xo-time-alignment-driver-linearization-walkthrough/) bastano 2-5 giorni per averlo operativo in stereo monoamp e un mese in stereo multiamp, sempre usando le funzioni basiche, per quelle avanzate, sto ancora cercando.
     Il bello è che quando avevo scaricato la demo di Dirac, alla sua uscita sul mercato, a casa mia, non ha mai voluto funzionare, faceva le misurzioni e poi, scena muta. Niente in riproduzione, avrebbe dovuto intercettare lo streaming audio, ma niba!
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-16 23:16:32
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • analafra70analafra70
    Posts: 5,631Industry




    io parlavo di mesi di prove e anni di esperienza.
    i mesi servono a capire come funziona lo strumento. Gli anni servono a capire come va usato.
    Si tende a credere che le due cose coincidano, ma non è così.
    Antonio Lanfranca - Analog Mastering Services - analogmaster.net
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Salve Ingegnere, non avevo capito quello che volevi dire, tanto più che la prima volta avevi scritto "anni di esperienza e mesi di prove" e non sono neanche sicuro di avere capito adesso dove volevi andare a parare. Scusami allora se rispondo con delle generalità.
    Ci vogliono pochissimi giorni per ottenere un risultato, poi mesi/anni per affinare, variando i parametri. Dirac Live non è pargonabile nel senso che una volta effettuata l'acquisizione dati, non resta più che fidarsi ciecamente dell'algoritmo miracoloso, come del resto tutte le Case del gruppo BMW, che certo non possono pretendere che i loro clienti o i tecnici delle loro officine conseguano una laurea d'ingegneria per mettere in funzione un sistema più evoluto.
    Insomma potrei riassumere il mio pensiero dicendo che dal momento in cui ottieni una modifica del suono, con Acourate, puoi andare avanti e esplorare terre più lontane, mentre con Dirac Live sei come una capra attaccata a un palo: la corda è troppo corta,  tu non la puoi allungare e il padrone sì che non lo vuole fare  [..]
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-17 06:59:11
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Credo che Acourate sia come DRC si "equalizza" un solo punto.
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    No, con Acourate si può fare la media di più misurazioni, intevenire sull'entità della correzione di fase, su tutto, tranne l'età del capitano. In compenso, there is no free lunch --non si rade (a) gratis-- non è semplice da usare in modo avanzato quanto Dirac (eh, questo ha un solo modo, standard automatico e basta). Se vuoi più dettagli, iscriviti gratuitamente sul forum (http://groups.yahoo.com/neo/groups/acourate/info) e chiedi di persona tutto a Herr Doktor Ulrich Brüggemann aka Uli. Io purtroppo, come già detto, non me la cavo abbastanza a scrivere in inglese  :(
    Post edited by matoupaschat at 2013-12-17 13:44:59
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Mio caro "gattone": non ci penso minimamente. Se un software è solo per win se lo possono tenere :D
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Scusa, avevo dimenticato, tu sei Mac user. Ce ne sono parecchi altri come te che l'hanno comprato per fare i filtri, facendolo girare in una "virtual machine" o su un piccolo laptop, poi usano in ambiente Mac i filtri preparati sotto Window's. Tra di noi sembra di esserci un abisso. Forse ci ritroveremo su un'isola deserta in mezzo a un oceano di musica. 
    Buon vento, buona musica e come al solito, tanti saluti dal Gattone belga!
    Fernand
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    Buona Patata (fritta) :D
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Grazie, altrettanta spaghettata  :-*

    PS Suppongo la Patata che mi auguri non sia questa (vedi post #4) 

    Post edited by matoupaschat at 2013-12-17 15:40:09
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • FabioSabbatiniFabioSabbatini
    Posts: 1,234Member

    Ciao Matou,


    ho appena acquistato Acourate convolver,


    tu ne sei parzialmente "responsabile"


    e cmq la spesa e' simile a quella che serve a molti audiofili per comperare un paio di connettori...

    Sabbath
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione

    Suppongo la Patata che mi auguri non sia

    Questa :D
  • analafra70analafra70
    Posts: 5,631Industry

    Salve Ingegnere, non avevo capito quello che volevi dire, tanto più che la prima volta avevi scritto "anni di esperienza e mesi di prove" e non sono neanche sicuro di avere capito adesso dove volevi andare a parare. Scusami allora se rispondo con delle generalità.

    Ci vogliono pochissimi giorni per ottenere un risultato, poi mesi/anni per affinare, variando i parametri. Dirac Live non è pargonabile nel senso che una volta effettuata l'acquisizione dati, non resta più che fidarsi ciecamente dell'algoritmo miracoloso, come del resto tutte le Case del gruppo BMW, che certo non possono pretendere che i loro clienti o i tecnici delle loro officine conseguano una laurea d'ingegneria per mettere in funzione un sistema più evoluto.

    Insomma potrei riassumere il mio pensiero dicendo che dal momento in cui ottieni una modifica del suono, con Acourate, puoi andare avanti e esplorare terre più lontane, mentre con Dirac Live sei come una capra attaccata a un palo: la corda è troppo corta,  tu non la puoi allungare e il padrone sì che non lo vuole fare  [..]

    salvo che non sono ingegnere, e salvo che secondo me per usare strumenti così evoluti e flessibili è meglio che l'esperienza in campo di ascolto e misura uno ce l'abbia già, stiamo dicendo esattamente la stessa cosa: Dirac è  plug and play (con tutti i limiti che questo comporta) mentre il metodo in argomento è destinato agli addetti ai lavori.


    Da cui banalmente discende che i due strumenti, per quanto facciano cose similari, non sono comparabili


    Saluti

    Post edited by analafra70 at 2013-12-17 16:16:03
    Antonio Lanfranca - Analog Mastering Services - analogmaster.net
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    @ Fabio: hai fatto benone, Uli mi dà una percentuale così congrua che la posso solo spendere in connettori di latta, i migliori! Scherzo a parte ricordo che da giovane questa robbaccia manteneva un contatto sempre ottimo, non come quelli aurei odierni  :) 
        Ci penso: non dimenticare di verificare la tua versione di Acourate e di chiedere a Uli un aggiornamento: come lo sai lui non indica qual è l'ultima versione disponibile, gli occasiona un supplemento di lavoro
    @ Esprit: comunque, mi piace anche l'altra patata, belga o no 3:-O
    @ Analafra: scusa Dottore (da voi, ci sono parecchi dottori, no? Quando ci andavo, mi davano del dottore ma benché io lo sia qui nessuno me lo dà), non afferro sempre tutto il sugo dell'italiano, ma visto sotto quest'angolo, sono del tutto d'accordo :)
    Un caro saluto a tutti.
    GattoneFernando

    Post edited by matoupaschat at 2013-12-17 16:42:45
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • analafra70analafra70
    Posts: 5,631Industry

    da dottore a dottore ti confermo che il sugo è sempre lo stesso del mio post iniziale:


    non ha senso confrontare questo con Dirac.


    Saluti

    Antonio Lanfranca - Analog Mastering Services - analogmaster.net
  • matoupaschatmatoupaschat
    Posts: 734Member
    Conclusione comune: non ha senso parlarne insieme. Siam d'accordo, caro collega. Forse questo thread non ha senso, nemmeno questo forum, vai a saperlo!

    :-SS
    Tanti saluti dal Belgio! Fernand
  • EspritEsprit
    Posts: 80,041Moderator, Redazione
    image

    Parbleu!
  • FlavioFlavio
    Posts: 919Industry, SUPPORTER

    No, con Acourate si può fare la media di più misurazioni,



    Appunto, ma Dirac Live non fa nove misurazioni per fare la media ma bensì per rilevare le proprietà della stanza, cosa cambia e cosa non cambia, quali siano "early reflections" e quali no, e cosa debba essere corretto e cosa no.
    Sono aspetti fondamentali per l'algoritmo proprietario di Dirac Live che deve necessariamente utilizzare numerosi rilievi... ripeto NON per fare la media.

    Ecco, mi hai chiamato e sono venuto anche per ricambiare la tua visita nella discussione su Dirac Live :)
    Flavio
    Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede, io lavoro per Dirac Research :-)