isolamento acustico di una porta
  • noaknoak
    Posts: 361Member
    salve, vorrei un consiglio su come isolare acusticamente la porta in legno della mia stanza dedicata in modo da impedire il più possibile al suono di propagarsi al di la della stessa per non disturbare chi è dall'altra parte.
    attualmente ho incollato alla porta un pannello assorbente di un materiale simile alla gommapiuma, ma con scarsi risultati.un amico mi ha consigliato dei pannelli adesivi di sughero, ma ritengo che ci siano soluzion migliori che non vadano anche a modificare troppo il riflesso o l'assorbimento ambientale pur se parliamo di solo circa 2 mq. di superficie. per una questione estetica, posso collocare gli eventuali pannelli solo da un lato, mi scuso con la redazione se non è questa la sezione giusta per il mio topic, ma dopo aver provato nella sezione Acustica il sistema mi ha risposto che non avevo il permesso per postare; eventualmente fatelo voi.
    Post edited by VHF Tech Team at 2013-10-29 08:20:29
    "Quanto ho sofferto quando ho saputo che l'inventore dell'alta fedeltà è cornuto". Marcello Marchesi.
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    Ancora per poco poi la sezione sarà fruibile da tutti noi :)
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 2,231Member
    Soluzione molto empirica, prova ad appendere una trapunta/ piumino sulla porta con due occhielli sulla stessa e due gancetti a L sulla parte superiore della porta.
    La monti e smoti all'occorrenza vedrai che avrai poco impatto visivo e funziona bene...

    Un saluto
    Armasan
  • corradocorrado
    Posts: 2,422Member

    Soluzione molto empirica, prova ad appendere una trapunta/ piumino sulla porta con due occhielli sulla stessa e due gancetti a L sulla parte superiore della porta.
    La monti e smoti all'occorrenza vedrai che avrai poco impatto visivo e funziona bene...

    Un saluto



    con una trapunta non isola nulla.
  • Marc1Marc1
    Posts: 361Industry, SUPPORTER
    In effetti farebbe di più un tendaggio pesante tipo cinema da tirare quando si ascolta.
    Ma un sistema più efficace è una doppia porta antagonista, in modo da avere una intercapedine d'aria quando le due porte sono chiuse.
    Post edited by Marc1 at 2013-10-29 07:43:57
    Marco - Le opinioni espresse sono le mie personali e per nulla riconducibili alle aziende con le quali collaboro.
  • GasVanTarGasVanTar
    Posts: 1,245Member
    Se non vado errato una volta si diceva che per isolare acusticamente una stanza alla porta si applicavano lastre di piombo! Altro che trapunte...
    Gaspare iVan atTardi
  • jumpjump
    Posts: 1,329Industry
    Per isolare una porta si possono scegliere due strade:
    - incremento della massa del battente;
    - posizionamento di una seconda porta (metodo in assoluto più efficace) montata con apertura inversa alla prima.

    Nel primo caso il perimetro del serramento (telaio, fessurazioni inferiori e laterali, fessurazioni nei punti di ancoraggio alla muratura) è un punto debole, soprattutto quando si modificano porte interne di appartamenti, normalmente non realizzate e installate con criteri di isolamento acustico. Inutile (o comunque poco efficace) incrementare la massa di un battente per poi avere ponti acustici tutt'intorno.
    Il metodo delle due porte antagoniste (ammesso di avere spazio a sufficienza per il montaggio) è più sicuro, in quanto la soglia tra i due serramenti può fungere da battuta inferiore (le spazzoline sul bordo inferiore del battente servono a poco) e sussiste la possibilità di rendere fortemente fonoassorbente il volume che si viene a creare tra i due serramenti, a formare un silenziatore piuttosto efficace.

    Come esempio porto la schematizzazione di un intervento recentemente realizzato su degli uffici in cui era necessario un grado di privacy molto superiore alla norma. Il disegno è numerato come segue:
    1 = ufficio "A"
    2 = ufficio "B"
    3= corridoio
    L'isolamento misurato in opera (R'w) è risultato pari a 64 dB tra 1 e 2, pari a 58 dB tra 1 e 3 e pari a 64 dB tra 2 e 3.
    Tra 1 e 3 è stata modificata la parete mobile in vetro esistente.
    Il potere fonoisolante apparente (R'w) rilevato prima dell'intervento era pari a 28 dB tra 1 e 2, 24 dB tra 1 e 3 e 25 dB tra 2 e 3.
    Fra 2 e 3 era installata una parete mobile in vetro, rimossa per installare al suo posto una parete a secco (cartongesso) a 5 lastre. Chiaramente l'ufficio 2 era il più critico per quanto riguarda il raggiungimento di valori di potere fonoisolante elevati.
    Nel caso specifico è stato fatto un grosso lavoro di fonoisolamento anche al di sopra del controsoffitto: sono in pratica stati realizzati due controsoffitti separati, uno dei quali è servito per l'isolamento dei passaggi degli impianti (HVAC, elettrico, dati) e il secondo è stato impiegato come controsoffitto estetico, utile alla posa dei materiali fonoassorbenti destinati a migliorare il comfort acustico degli ambienti di lavoro. T60 medio rilevato a fine lavori pari a 0,35 secondi negli ambienti 1 e 2.

    image
    Post edited by jump at 2013-10-29 09:28:38
    Capisco il bacio al lebbroso ma non la stretta di mano al cretino.
    Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 2,231Member
    corrado said:

    Soluzione molto empirica, prova ad appendere una trapunta/ piumino sulla porta con due occhielli sulla stessa e due gancetti a L sulla parte superiore della porta.
    La monti e smoti all'occorrenza vedrai che avrai poco impatto visivo e funziona bene...

    Un saluto



    con una trapunta non isola nulla.


    Fai una prova non costa nulla e una volta effettuata sentirai subito la differenza.
    Io la feci con la porta mia di ingresso, che è' già blindata di suo, montato una trapunta di quelle non esili ,andai ad ascoltare con lo stesso volume dello stereo sul pianerottolo, la differenza c'era.
    Non sto dicendo che insonorizza una stanza ;-)

    Armasan
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 2,231Member
    GasVanTar said:

    Se non vado errato una volta si diceva che per isolare acusticamente una stanza alla porta si applicavano lastre di piombo! Altro che trapunte...



    Altra persona che non sa leggere...
    Parlava di isolare ( il mio era un consiglio low cost) una porta , non insonorizzare una stanza e non fare un auditorium

    Armasan
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,174Member

    GasVanTar said:

    Se non vado errato una volta si diceva che per isolare acusticamente una stanza alla porta si applicavano lastre di piombo! Altro che trapunte...



    Altra persona che non sa leggere...
    Parlava di isolare ( il mio era un consiglio low cost) una porta , non insonorizzare una stanza e non fare un auditorium



    mi sembra che non siano ancora chiari i due concetti fondamentali:
    1- isolamento (passaggio del suono da un locale all'altro) - 
    2- assorbimento (attenuazione del riverbero) -
    AMT330, bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 2,231Member
    andreazac said:

    GasVanTar said:

    Se non vado errato una volta si diceva che per isolare acusticamente una stanza alla porta si applicavano lastre di piombo! Altro che trapunte...



    Altra persona che non sa leggere...
    Parlava di isolare ( il mio era un consiglio low cost) una porta , non insonorizzare una stanza e non fare un auditorium



    mi sembra che non siano ancora chiari i due concetti fondamentali:
    1- isolamento (passaggio del suono da un locale all'altro) - 
    2- assorbimento (attenuazione del riverbero) -


     io mi fermerei all'isolamento, poichè l'amico nel suo post parla di quest'ultimo.
    Armasan
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    jump said:

    in quanto la soglia tra i due serramenti può fungere da battuta inferiore

    Non mi è chiaro questo passaggio.
  • jumpjump
    Posts: 1,329Industry
    Esprit said:

    jump said:

    in quanto la soglia tra i due serramenti può fungere da battuta inferiore

    Non mi è chiaro questo passaggio.


    Guarda la freccia rossa nel disegno... ;)

    image


    Capisco il bacio al lebbroso ma non la stretta di mano al cretino.
    Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953
  • eddy73eddy73
    Posts: 1,304Member
    se le due porte si aprono una verso l'interno e una verso l'esterno , vi rimane tra le due uno spazio vuoto , ovvero lo spazio della muratura (l'imbotte delle porte ) , solitamente per le tramezzature interne si parla di 10 cm di spessore .
    Se sovrappongo al pavimento esistente una soglia in marmo -pietra  di almeno 2-3 cm vado a creare una sorta di battuta che una volta chiuse le due porte non fanno altro che creare un'impedimento al trasmissione del suono proprio grazie a questo scalino !! 

  • eddy73eddy73
    Posts: 1,304Member
    L'ingegnere e' molto pratico !!!! :D
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,174Member
    eddy73 said:

    se le due porte si aprono una verso l'interno e una verso l'esterno , vi rimane tra le due uno spazio vuoto , ovvero lo spazio della muratura (l'imbotte delle porte ) , solitamente per le tramezzature interne si parla di 10 cm di spessore .

    Se sovrappongo al pavimento esistente una soglia in marmo -pietra  di almeno 2-3 cm vado a creare una sorta di battuta che una volta chiuse le due porte non fanno altro che creare un'impedimento al trasmissione del suono proprio grazie a questo scalino !! 



    ottima soluzione. bisogna però considerare che nei 10cm di un tramezzo non è possibile istallare una doppia porta. il minimo sono 15cm a causa delle maniglie.
    la soglia avrebbe una larghezza di circa 7cm (da "scavalcare" nel passaggio)
    AMT330, bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
  • noaknoak
    Posts: 361Member

    ringrazio tutti per i consigli.


    in verità intendevo qualcosa di molto semplice da "incollare" alla porta ma più efficace


    della mia soluzione attuale (gommapiuma).


    cercando in rete ho trovato dei pannelli che potrebbero fare al caso mio senza un esborso notevole:


    http://www.edilsughero.it/aphon15.html


    cosa ne pensate ?

    "Quanto ho sofferto quando ho saputo che l'inventore dell'alta fedeltà è cornuto". Marcello Marchesi.
  • GasVanTarGasVanTar
    Posts: 1,245Member
    noak said:


    ringrazio tutti per i consigli.


    in verità intendevo qualcosa di molto semplice da "incollare" alla porta ma più efficace


    della mia soluzione attuale (gommapiuma).


    cercando in rete ho trovato dei pannelli che potrebbero fare al caso mio senza un esborso notevole:


    http://www.edilsughero.it/aphon15.html


    cosa ne pensate ?

    Che nella peggiore delle ipotesi, (isolamento acustico non sufficiente), ti resta una porta rivestita in fogli di sughero; non male.
    Gaspare iVan atTardi
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,174Member
    il pannello che citi non è male ma avere una porta perfettamente isolante e lasciarla senza battuta inferiore è come avere delle finestre perfette che lasciano lo spiffero di aria fredda.
    AMT330, bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
  • GasVanTarGasVanTar
    Posts: 1,245Member


    GasVanTar said:

    Se non vado errato una volta si diceva che per isolare acusticamente una stanza alla porta si applicavano lastre di piombo! Altro che trapunte...

    Altra persona che non sa leggere... Parlava di isolare ( il mio era un consiglio low cost) una porta , non insonorizzare una stanza e non fare un auditorium

    Gentile Armando, la risposta che hai fatto seguire al mio post deduco e ritengo sia frutto di una tua personalissima e un pò fantasiosa interpretazione.
    Gaspare iVan atTardi
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    jump said:

    in quanto la soglia tra i due serramenti può fungere da battuta inferiore

    Spiegamelo come se avessi 5 anni: se c'è una soglia/battuta ci sarebbe comunque anche con una sola porta no? Oppure hai una "protuberanza aggiunta" dove potrei inciamparmi ma che facciamo lavorare come battuta in basso? :)
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    Ok, ho letto il commento sucessivo. Tra l'altro qui stiamo parlando di mantenere la porta attuale e quindi di posizionarne una simile abbattendo i costi. Però, faccio l'avocato del diavolo: che spessore ha il muro e la prima porta chiude a filo? Sto buttando un occhio sulle mie e si trovano esattamente, da chiuse, a metà. ;)
  • jumpjump
    Posts: 1,329Industry
    L'operazione di isolamento di una porta va sempre condotta realizzando una controparete in cartongesso sulla divisoria (spessore minimo 65 mm usando doppia lastra da 12.5 mm e guide da 27 mm distanziate di 13 mm dalla parete per lasciar spazio a 40 mm di materiale fonoassorbente). Senza controparete, oltre a non sussistere gli spessori adatti all'installazione del doppio serramento, si dovrebbero montare entrambe le porte leggermente a sbalzo (3-4 cm) rispetto alla muratura, spessorando sotto i coprifili per ridurre le fessurazioni. L'anello debole della catena sarebbe però la muratura stessa: un tramezzo in scatole di laterizio 8 x 25 x 25 intonacato da entrambi i lati non può superare, in opera, il valore di potere fonoisolante apparente (R'w) di 35 dB per propri limiti fisici. L'applicazione della controparete, se ben eseguita, può portare questo valore a circa 48 dB R'w.
    Quanto ai serramenti, si possono utilizzare due comuni porte da interni acquistate al Brico (purché dotate di guarnizioni perimetrali), con risultati sicuramente superiori (e costi inferiori) rispetto a quanto ottenibile modificando una porta singola (occorre ricavare la doppia battuta pannellando esternamente, interporre un materiale smorzante tra il battente originale e la pannellatura applicata, modificare i cardini per far fronte all'ingente incremento di massa, applicare la spazzolina inferiore, eccetera).
    Post edited by jump at 2013-10-30 01:56:53
    Capisco il bacio al lebbroso ma non la stretta di mano al cretino.
    Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    Ma con tutto questo lavoro e costo: una "normale" porta *acustica* con battuta e chiusura sui 4 lati del telaio che abbattimento permetterebbe?
  • carlottinacarlottina
    Posts: 16,829Member
    Esprit said:

    Ma con tutto questo lavoro e costo: una "normale" porta *acustica* con battuta e chiusura sui 4 lati del telaio che abbattimento permetterebbe?


    una "normale" (quelle usate in alberghi ecc.), una quarantina di db, ma non a tutte le frequenze ovviamente...
    Antonino.
    "You can't kill jazz. Jazz is not a body, it's a spirit" (Sonny Rollins)
  • jumpjump
    Posts: 1,329Industry

    Una quarantina di dB di certificato. Reali (in opera) raramente si superano i 35. Parlo a ragion veduta, ne ho verificate alcune centinaia. Valori riferiti a serramenti commerciali, con i custom si fa di meglio, ma a caro prezzo: a puro titolo di esempio, le porte dell'Hotel Armani a Milano (edificio di cui ho seguito totalmente la progettazione acustica ed elettroacustica), complici anche i materiali di finitura, hanno un potere fonoisolante apparente pari a 46 dB R'w ma costano circa 7000 euro ciascuna.
    Da notare: il valore di potere fonoisolante apparente (R'w) è pari al valore a 500 Hz della curva di riferimento traslata, con metodo di rilevamento secondo la ISO 140-4 e metodo di calcolo secondo la ISO 717-1. I valori di R' nella tabella a sinistra del grafico (valori che generano la curva di colore blu) mostrano invece il potere fonoisolante apparente frequenza per frequenza (pesati per tempo di riverbero e rumore di fondo).

    Questo è il valore rilevato in opera di una porta certificata 40 dB (ed è una di quelle che vanno bene, con pochi problemi di posa e di allineamento dei cardini), trovato a caso nel database delle verifiche che ho eseguito. Ovviamente ho scelto una porta da hotel, proprio per esemplificare il caso specifico. Lo spessore del battente è pari a 75 mm.

    image
    Post edited by jump at 2013-10-30 10:31:02
    Capisco il bacio al lebbroso ma non la stretta di mano al cretino.
    Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953
  • jumpjump
    Posts: 1,329Industry
    Certificato delle misure in opera della porta Armani Hotel (spessore battente 65 mm), per confronto con la precedente. Da notare che l'isolamento alle basse frequenze è inferiore a quello fornito dalla porta dell'esempio precedente. Scelta voluta, dal momento che i corridoi sono particolarmente silenziosi e il range di isolamento identificato come target è quello della banda vocale. Inoltre la verifica è stata condotta nel vestibolo, che a sua volta isola i due ambienti della suite dal corridoio. L'isolamento totale tra corridoio e stanza è in ogni caso pari a 63 dB R'w.
    Una porta destinata ad isolamento di ambienti dove si ascolta musica deve avere buone prestazioni a bassa frequenza, il che presuppone differenti tipologie di stratificazione del battente e la presenza di una camera d'aria tra due battenti di porte antagoniste.

    image
    Post edited by jump at 2013-10-30 10:38:16
    Capisco il bacio al lebbroso ma non la stretta di mano al cretino.
    Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator

    una "normale" (quelle usate in alberghi ecc.), una quarantina di db, ma non a tutte le frequenze ovviamente...

    Non hanno la battuta in basso comunque :)
  • andreazacandreazac
    Posts: 2,174Member
    Esprit said:

    una "normale" (quelle usate in alberghi ecc.), una quarantina di db, ma non a tutte le frequenze ovviamente...

    Non hanno la battuta in basso comunque :)


    ce ne sono con una ghigliottina automatica...
    AMT330, bi-amp attiva aloia ST140+ST13.01i, Linn Karik+Numerik
  • EspritEsprit
    Posts: 65,233Moderator
    Giusto come per le porte blindate.