Gentili Membri, le discussioni sono momentaneamente chiuse per esigenze legate alla migrazione al nuovo sito. Fanno eccezione le discussioni inerenti la migrazione stessa. ATTENZIONE! Dopo (e solo dopo) che sarà attivato il reindirizzamento, vale a dire quando scrivendo "videohifi" vi troverete da un'altra parte, se doveste riscontrare problemi di accesso, potete comunicare con noi usando il tasto CONTATTACI sulla nuova home page.
Electrocompaniet ECI 5 a confronto
  • ste3
    Posts: 38Member
    ciao a tutti,
    ho un integrato ECI 5 con delle Dynaudio Excite X32 e lettore Vincent CD S6MKII.
    Ascolterei volentieri opinioni sull'ECI 5 e confronti con questi amplificatori (possibili scambi):
    Krell Kav 400xi, Gryphon Callisto 2200 con phono (da riparare solo l'ingresso bilanciato), Classè Cap 2200, Pathos TT RR, Nad M3 e pre-finale Jeff Rowland Capri-102. Grazie e saluti
  • dant_vinc
    Posts: 17Member
    non ho mai ascoltato il tuo ampli ho 2 impianti e nel primo ho come ampli un nad m3 e non ne posso che parlare bene
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,924Member
    Ho avuto per anni l'ECI4, poi sono passato al Supernait e li ho mantenuti per un po' di tempo tutti e due, ho deciso infine di tenere l'inglese. Gli ho confrontati per un po' e poi preso dall'entusiasmo del nuovo, e un po' perchè effettivamente il Naim è più universale negli ascolti a prescindere dal genere musicale (in più il dac interno, etc etc) ho deciso di rivendere l'ECI4.
    Ne conservo comunque un ottimo ricordo, l'ho tenuto per anni ed ha un ottimo suono e tanti watt (a maggior ragione il 5). Al 4 mancava un po' di spunto/velocità con certi generi come rock ed elettronica, ma la potenza c'è, è solo un modo di porgere la musica diverso a quello che ho deciso di tenere.
    Dipende infine dagli abbinamenti, gusti musicali, etc etc etc...le alternative che hai individuato mi sembrano valide, ma al tempo stesso molto differenti. 
    Cerca di provarli a confronto al tuo Electro per non avere brutte sorprese...

    Antonio
  • gioanglergioangler
    Posts: 555Member
    Sono un felice possessore di EC a partire dall ECi3 fino ai giorni nostri con gli AW 180 con pre 4.8. Le tue sono tutte delle ottime alternative con un fattore comune ..... l'essere tutte correntose. Spero ne abbia la giusta necessità vista la capacità di pilotaggio di tutte. I Rowland con il Capri sono una figata gli Ice Power B&O dei 102 li conosco molto bene .... nel mio secondo impianto residua da anni il Trio c100 PS Audio con gli stessi moduli e fanno cadere la mascella a chi ha la fortuna di provarli. Krell é un campione nello stato solido ma la macchina in questione non l'alternerei all I5, troppo asciutto. Il TT solo in perfetto stato elettrico altrimenti lo lascerei perdere. Il Callisto é gia da riparare e che ne parliamo a fare. Il Classé a me non piace ho dei ricordi di vecchie macchine che non mi convinsero .... correvano gli anni dei finali Nagra .... forse era il paragone troppo distante. Il NAD proprio no! 
  • ste3
    Posts: 38Member
    grazie a tutti,
    il callisto 2200 con phono mi pone dubbi: dovrebbe essere superiore agli altri e avrei l'occasione di averlo solo perchè non funziona un canale dell'ingresso bilanciato, per il resto va bene (io ora utilizzo solo RCA). Se fosse perfetto il suo valore nell'usato sarebbe parecchio superiore agli altri...Potrebbe essere un problema marginale o può indicare che l'aparecchio può andare incontro a problemi vari?So che è difficile e azzardato fare diagnosi senza visionare il prodotto però sono graditi consigli.
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 3,537Member
    La mia esperienza da soddisfatto possessore di un EC 1, è stata quando ho ricercato un degno successore ascoltai diversi integrati tra cui MA 6900 e Diablo, entrambi pur suonando bene, poco valeva (a mio avviso) la spesa per differenze sonore interessanti ma non da farmi tirare fuori i soldi necessari all'acquisto.
    Fu solo dopo, avendo ascoltato coppie di pre e finali, che riuscii a percepire la grande differenza con tutti (C.J. , Accuphase, Audio Note e Nelson Pass) tanto da farmi venire la voglia di procedere all'acquisto senza nessun indugio.

    Il mio consiglio è quello di ascoltare le amplificazioni da te evidenziate con il tuo impianto stereo, o a limite porta il tuo ampli in giro a confrontarlo inserendolo negli altri sistemi, potresti vederne delle belle...

    un cordiale saluto
  • meridianmeridian
    Posts: 8,250Member
    Electrocompaniet fa amplificazioni di grande musicalità' , buon pilotaggio, mai affaticanti, trovo siano un eccellente prodotto, soprattutto su ascolti in acustico. Sulla carta quelle da te citate non sono male, ma sonica mente anche piuttosto distanti, sta a te valutarie in funzione di cosa e come ascolti, per esempio un audiofili abituato e contento di Electrocompaniet credo potrebbe rimanere traumatizzato da Krell e Nad sotto alcuni parametri, da altri non avresti grande giovamento, vedi Classe' , forse Pathos e Gryphon i più' interessanti, sul due telai entri in un altro ambito, considera anche la necessita' di due cavi in più' . . . . .
    Saluti, Dario
    Post edited by meridian at 2013-07-26 19:57:42
  • marcellomarcello
    Posts: 4,153Member
     ... io però il Classè lo ascolterei ... anche se quelli di una volta mi piacevano di più ...
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,705Administrator
    il calisto è ottimo ma suona asai diverso da ec, gli integrati krell e classè non hanno niente da spartire con in finali degli stessi marchi, io un pensierino al jeff rowland lo farei. Se nel calisto funzionano entrambi i canali in rca e uno solo in xlr dovrebbe essere unsa stupidata risistemarlo, però ascoltalo e con calma, a volte quello che suona molto diverso ci innamora al primo colpo o si fa rifiutare la primo colpo,
  • ste3
    Posts: 38Member
    Grazie ancora, chiedo consigli perchè difficilmente avrei la possibilità di ascoltare i vari amplificatori, a parte il callisto.
    sono daccordo sulla grande musicalità dell'electrocompaniet ECI 5; ho solo pensato ad un cambio in quanto ascolto, oltre a jazz e cantautori vari, anche rock fino al metal a volte, quindi cercavo un pò più di dinamica e velocità (pur l'ECI5 avendo grandi capacità di pilotaggio).
    Un saluto a tutti
  • celestron
    Posts: 1,088Member

    Ciao

    Ho avuto per alcuni anni un eci4 poi passato a eci5 con qualche miglioramento negli spunti dinamici- ottimo con le monitor audio, un po' meno con le cheviot hpd che ora ho- comunque un suono morbido, bello e pieno - dava - a mio parere- il meglio con la musica da camera o brani non troppo tirati (chitarra acustica per intenderci). Consiglio collegamento in bilanciato (xlr) e levetta regolazione decibel a zero (pannello posteriore) -> acquista in dettaglio.

    Migliora anche il cavo di alimentazione rispetto a quello fornito di serie (fa ca...e). ti consiglio anche di mettere piedini migliori (prova 2 tipologie. Q feet Audioquest e cubetti grafite) poi tieni quelli che preferisci. Io usai i Q feet.

    Tocco finale: cambia il ridicolo fusibile di vetro con un bel hifi tuning o altro in argento e non pensare più ad altro se non alla musica.

    Buon week end......................marco.

     

  • ste3
    Posts: 38Member
    grazie marco,
    consigli di buon senso...a volte prevale la voglia di cambiare  e non ci ferma...
    secondo te con la levetta a decibel 0 non perde un poco in dinamica?
    ultima cosa: è normale in fase di riscaldamento uno sbilanciamento dei canali e lievi interferenze che poi scompaiono?
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,924Member
    Dallo sbilanciamento e lievi scariche il mio ECI4 è guarito con la pulizia del potenziometro e la sostituzione di un relè d'accensione in un centro autorizzato alle riparazioni Electrocompaniet (era il periodo del precedente importatore, qualche anno fa...).

    Antonio
  • celestron
    Posts: 1,088Member

    ciao

    Ricordo di aver letto che se da una parte perdi un poco di "forza" e grinta, acquisti in raffinatezza e capacità di dettaglio. Io ho sempre tenuto la levetta su 0. Qualche piccola differenza l'ho riscontrata come perdita lieve di dinamica e di volume, però compensabile alzando un po' il livello. Per quanto riguarda lo sbilanciamento da freddo da te osservato, io non ho mai notato questo problema, semmai un suono più chiuso e stentato la prima mezz'ora dopo l'accensione- poi tutto OK.- Occhio a smanettare con nla levetta perché è piuttosto delicata. La mia dovetti farla sostituire poco dopo l'acquisto dal centro autorizzato del Sig. Colombo (ora non ricordo il nome della sua ditta)

  • releone71releone71
    Posts: 6,151Member
    ste3 said:

    grazie marco,

    consigli di buon senso...a volte prevale la voglia di cambiare  e non ci ferma...
    secondo te con la levetta a decibel 0 non perde un poco in dinamica?
    ultima cosa: è normale in fase di riscaldamento uno sbilanciamento dei canali e lievi interferenze che poi scompaiono?



    Quoto in parte i consigli di celestron. Dico in parte perché non ho mai provato a suo tempo a sostituire piedini e fusibile, dunque non saprei cosa dire in merito. Si tratta, comunque, di affinamenti.

    Un sensibile miglioramento, invece, l'otterrai tramite questa dritta: usa cavi di potenza a bassa capacità. Io dovetti abbandonare i MIT Shotgun, appena realizzai che il suono "attufato" dipendeva da essi. Acquistai per curiosità gli ottimi cavi solid core costruiti da Richard Dunn di NVA (li trovi su ebay) e fu tutta un'altra musica (e velocità!).

    Per il resto posso confermare le raccomandazioni fin qui fornite: guadagno a 0db e uso degli ingressi bilanciati (d'altronde il tuo lettore lo consente). Possibilmente acquista due tappi per cortocircuitare i corrispondenti ingressi sbilanciati, come suggerito dal manuale d'uso. Accorgimento, questo, ventilato come possibilità dalla ditta ma, a mio avviso, imprescindibile per la corretta resa dell'apparecchio.

    Ci sarebbe poi un discorsetto da fare circa la corrente di bias, che in fabbrica viene regolata su valori fin troppo prudenziali. Ma vabbè...

    Con i semplici accorgimenti illustrati otterrai un quid di brillantezza e velocità in più, per quanto sia d'accordo sul fatto che l'ECI-5 renda al meglio con ensamble acustici piuttosto che col rock, soprattutto se tirato. Purtroppo, è una caratteristica della produzione corrente della ditta norvegese, probabilmente (opinione personale) dovuta anche al fatto di aver scelto Elna come fornitore di condensatori elettrolitici. Decidere di infarcire i circuiti esclusivamente di Silmic significa - a mio modesto avviso - volersi indirizzare verso un sound decisamente ambrato. E' innegabile che un tempo gli apparecchi EC - coi loro famigerati Frako gialli - fossero sensibilmente più universali, magari meno raffinati, ma sicuramente di più facile abbinamento. E questo al di là del fatto che tra vecchia e nuova produzione ci siano anche differenze di circuitazione e dispositivi finali.

    Quanto al problema di sbilanciamento e rumorosità, l'eventuale pulizia e sostituzione del potenziometro risolverà l'inconveniente...sperando che il salasso non raggiunga portate vampiresche!

    Infine, se proprio volessi "cambiare musica", io valuterei l'ottimo Gryphon Callisto...

    Post edited by releone71 at 2013-07-28 11:07:47
  • ste3
    Posts: 38Member
    come cavo di potenza utilizzo un Kimber 8TC, mi sembra che vada bene, ma non so se è un buon cavo per Electrocompaniet e Dynaudio o se si hanno migliori risultati con altro di simile fascia di prezzo.
    Il callisto mi intriga parecchio (visto che ascolto molto rock), però alcuni dicono che a volte presenta problemi di affidabilità...spero che il mal funzionamento dell'ingresso bilanciato non influenzi il resto dell'elettronica...comunque appena potrò lo proverò.
    grazie ancora
  • releone71releone71
    Posts: 6,151Member
    ste3 said:

    come cavo di potenza utilizzo un Kimber 8TC, mi sembra che vada bene, ma non so se è un buon cavo per Electrocompaniet e Dynaudio...




    Non è questione di resa del cavo, bensì di resa dell'amplificatore. Un cavo a bassa capacità "allevia le fatiche", per così dire, dei finali dell'ampli. Prova gli NVA che ti ho indicato. Li trovi su eBay e costano cifre ridicole:

    http://stores.ebay.it/nene-valley-audio/Loudspeaker-Cables-/_i.html?_fsub=2672793&_sc=1&_sid=132923798&_sop=15&_trksid=p4634.c0.m322

    Inoltre, ricorda di cortocircuitare i doppi ingressi che non usi. Ovvero, se usi quelli bilanciati, tappa gli RCA corrispondenti con gli appositi cappucci, oppure con RCA da quattro soldi cortocircuitati. Viceversa, se usi gli RCA, cortocircuita gli XLR. La resa degli ingressi migliorerà.