Voyage MPD - impressioni d'uso
  • freddyfreddy
    Posts: 224Member
    E' da qualche tempo che utilizzo la distribuzione in oggetto con una interfaccia Hiface2 ed una scheda mini itx con Atom.

    Vorrei conoscere il parere di altri utilizzatori, in particolare sul confronto con altre sorgenti per quanto riguarda la qualità di riproduzione.

    Buoni ascolti
    In theory, there is no difference between theory and practice. But, in practice, there is. (Jan L. A. van de Snepscheut)
  • freddyfreddy
    Posts: 224Member

    Aggiungo un pò di informazioni e qualche dettaglio, per contribuire alla discussione.

    Sono molto contento delle prestazioni in termini di comodità e precisione di funzionamento, ed è interessante il fatto che il risultato venga raggiunto utilizzando un hardware di potenza limitata.

    La versione 0.9 rc1 provata in precedenza ha mostrato nella mia installazione qualche problema nel riconoscere la pennetta M2Tech, alle volte all'avvio non veniva correttamente inizializzata. Con la versione 0.9 invece il funzionamento è diventato molto stabile. Da poco è uscita la 0.9.1.

    Alcune caratteristiche che ritengo interessanti:

    1. Volendo si potrebbe utilizzare anche con un sistema senza parti in
    movimento. Nel mio caso la memoria è a stato solido (CF), ma c'è una ventola
    sulla scheda madre per il raffreddamento.
    2. Il sistema funziona nativamente utilizzando la memoria RAM, che funziona da buffer. La CF viene utilizzata generalmente in modalità read only, a tutto vantaggio della sua durata. I file musicali vengono letti direttamente tramite rete.
    3. Il kernel utilizzato è realtime, e ciò suggerisce prestazioni di timing elevate. Il sistema operativo inoltre è dedicato ed ottimizzato per fare da music player.  
    4. Utilizzando per l'uscita una pennetta usb M2Tech si ottiene un dispositivo che alle buone caratteristiche di timing di base aggiunge il protocollo asincrono per la trasmissione dei dati da media player a spdif. In teoria le prestazioni dovrebbero essere elevate.
    5. I costi di un sistema di questo tipo sono contenuti.
    6. Purtroppo l'installazione non è alla portata di utenti poco esperi di informatica e Linux in particolare.

    In theory, there is no difference between theory and practice. But, in practice, there is. (Jan L. A. van de Snepscheut)
  • burmarburmar
    Posts: 818Member
    Anche io uso Voyage-Mpd, l'ho installato su un vecchio pc ibm 2gb di ram, dac Arcam rDac in usb ovviamente.
    Che dire.. spesa nulla (il pc era di recupero) e massima resa... per me si sente molto bene, sicuramente a livello della mia meccanica Arcam collegata in coaxial allo stesso dac.
    Anzi, come dinamica e controllo del basso su certi brani lo preferisco decisamente.
    Unico scotto da pagare e la menata all'installazione, ma fatta una volta ad ogni nuova release mi creo una bella immagine disco con acronis e vivo tranquillo. Qualsiasi cosa succeda ricarico l'immagine.
    Lo controllo da remoto con lo smart android, l'app è mpdroid. Fantastica.

    Marco
    Sorgenti: Arcam Delta 170 - Systemdek IIX-900 (RB-250 - Dl-103 - AU-310 - Lehmann Black Cube) - Denafrips Pontus - RaspyPi3 + MoOde
    Pre e finale: Lector Zoe - Nuforce Ref.9 SE 3.01 - Diffusori: Opera Seconda 2006 + S Spikes - Cond. Rete Angstrom R. Ref.3 HC
  • freddyfreddy
    Posts: 224Member

    Uso anche io sopratutto mpdroid, che è molto comoda da smartphone e/o tablet, e la possibilità di controllare la musica riprodotta da qualsiasi parte della casa con estrema facilità è notevole.

    Tra l'altro esistono client per molte piattaforme, per cui è possibile installare una applicazione su ogni terminale che c'è in casa rendendo il controllo molto intuitivo.

    Aggiungo altre due caratteristiche che mi sono venute in mente:

    7. Si può facilmente configurare in modo che l'uscita sia bit-perfect escludendo tutti i controlli e le elaborazioni, oppure si possono inserire ad esempio gestione del volume e/o moduli aggiuntivi come sovracampionatori
    8. Si può configurare per effettuare streaming dello stesso flusso audio in parallelo, realizzando una sorta di 'radio' via rete interna oltre all'ascolto via dac collegato

    @ Burmar - per quanto riguarda l'ascolto ti è capitato di fare confronti solo con la meccanica Arcam?

    Buoni ascolti
    In theory, there is no difference between theory and practice. But, in practice, there is. (Jan L. A. van de Snepscheut)
  • burmarburmar
    Posts: 818Member

    freddy said:


    @ Burmar - per quanto riguarda l'ascolto ti è capitato di fare confronti solo con la meccanica Arcam?



    Certo.. nel senso che sono entrambi collegati, uno in usb e l'altra in coaxial allo stesso dac.
    Come dicevo sopra non mi pare da meno la liquida rispetto alla parte cd.
    Anzi, in alcuni brani mi pare più musicale e dinamica la liquida rispetto al cd.
    Potrebbe anche dipendere dai diversi chip che sovraintendono all'ingresso spdif o usb del dac però...
    Marco
    Sorgenti: Arcam Delta 170 - Systemdek IIX-900 (RB-250 - Dl-103 - AU-310 - Lehmann Black Cube) - Denafrips Pontus - RaspyPi3 + MoOde
    Pre e finale: Lector Zoe - Nuforce Ref.9 SE 3.01 - Diffusori: Opera Seconda 2006 + S Spikes - Cond. Rete Angstrom R. Ref.3 HC
  • freddyfreddy
    Posts: 224Member
    A quanto pare siamo in pochi ad utilizzarla, peccato, è una soluzione che almeno in teoria offre prestazioni al vertice della categoria.

    Forse è penalizzata dal fatto che lo storage dei file non è sulla stessa macchina, e ciò rappresenta una complicazione, anche se è probabilmente un vantaggio dal punto di vista delle prestazioni.

    O forse è la complessità di installazione il problema?

    Buoni ascolti.
    In theory, there is no difference between theory and practice. But, in practice, there is. (Jan L. A. van de Snepscheut)
  • ipociipoci
    Posts: 6,346Member
    freddy said:


    O forse è la complessità di installazione il problema?

    Buoni ascolti.



    Per quello che e' la mia esperienza, ho installato su chiavetta ma alla fine mi sono fermato perché non supporta i dischi USB formattati NTFS ( questo lo posso capire ) ma nemmeno gli exFAT ... probabilmente e' pensato solo per chi ha un NAS attaccato in rete ( che io non voglio ) ... quindi alla fine il sistema e' per utenti Linux ... che hanno NAS ... che immagino siano pochini.

    Un cordiale saluto, Massimiliano
  • burmarburmar
    Posts: 818Member
    Come sarebbe che non supporta i dischi ntfs?
    La distro voyage-mpd ha già tutto outofthebox... basta configurare il tutto con fstab e li monta all'avvio.
    Io ho 2 hd usb, da 2Tb e 1,5 Tb in NTFS (backuppati su altrettanti uguali) e vivo felice.
    Installato il sistema su HD interno al pc dedicato a server audio, neanche a me piacciono i nas in rete

    Penso che abbia ragione freddy, il problema è che è un poco complessa l'installazione, ma una volta fatta è una roccia, inoltre ha i tempi di avvio di un lettore Blue Ray ed è comandabile da remoto con miriadi di clients.
    Le prestazioni dovrebbero essere al top.
    Personalmente ho anche un hard disk con su Seven+Foobar, ma preferisco come dettaglio e dinamica l'altro con Mpd.
    Post edited by burmar at 2013-07-19 14:56:06
    Marco
    Sorgenti: Arcam Delta 170 - Systemdek IIX-900 (RB-250 - Dl-103 - AU-310 - Lehmann Black Cube) - Denafrips Pontus - RaspyPi3 + MoOde
    Pre e finale: Lector Zoe - Nuforce Ref.9 SE 3.01 - Diffusori: Opera Seconda 2006 + S Spikes - Cond. Rete Angstrom R. Ref.3 HC
  • ipociipoci
    Posts: 6,346Member
    Ma li vedi via USB o li hai sempre visti tramite controller integrato ?

    Un cordiale saluto, Massimiliano
  • freddyfreddy
    Posts: 224Member

    @ipoci non credo che faccia differenza per come è fatto linux, l'usb emula i controller pata e sata, per cui dovrebbe essere lo stesso.

    Per la verità mi pare strano anche che non supporti exFAT, visto che il kernel è recente ed il supporto dovrebbe essere nel kernel.

    Appena riesco faccio qualche verifica e ti so dire.
    Post edited by freddy at 2013-07-19 19:39:53
    In theory, there is no difference between theory and practice. But, in practice, there is. (Jan L. A. van de Snepscheut)
  • burmarburmar
    Posts: 818Member
    ipoci said:

    Ma li vedi via USB o li hai sempre visti tramite controller integrato ?


    Un cordiale saluto, Massimiliano


    Scusa.. sarà il caldo ma non capisco la domanda
    Li vedo come li vedrei su un pc con windows... voyage si monta i dischi usb collegati alle prese usb del pc, poi fai l'upgrade del db e li vede mpd.
    Il problemino è che devi montare i dischi nella cartella dove mpd farà la ricerca dei files, fatto quello sei a posto.

    http://guidainstallazionevoyagempdlinux.blogspot.it/2012/06/81-monta-disco-formattato-in-ntfs.html

    In realtà nelle ultime versioni i drivers ntfs-3g sono già compresi
    Marco
    Sorgenti: Arcam Delta 170 - Systemdek IIX-900 (RB-250 - Dl-103 - AU-310 - Lehmann Black Cube) - Denafrips Pontus - RaspyPi3 + MoOde
    Pre e finale: Lector Zoe - Nuforce Ref.9 SE 3.01 - Diffusori: Opera Seconda 2006 + S Spikes - Cond. Rete Angstrom R. Ref.3 HC
  • BasBassBasBass
    Posts: 2,791Member
    Scusate, errore nel postare.
    Post edited by BasBass at 2014-02-08 23:02:29
    Giovanni. "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).