2013, un po' di novità...
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,237Member
    Ne segnalo giusto un paio che mi hanno messo molta curiosità e volevo sapere che ne pensate:

    -Ps Audio Dac New Wave (recensione su Qobuz - ha un toroidale degno di un amplificatore da 70-100watt!);

    -Naim Dac V1 (con potenziometro, funziona come pre e dovrebbe avere un'uscita cuffie di ottima qualità).


    Prezzi per entrambi intorno ai 1000€, chissà se sono in arrivo novità anche da M2Tech, perchè questi due sopra sembrano davvero alternative molto interessanti per questa fascia di prezzo...

    Antonio
    Antonio
    ::The time is gone the song is over, thought i'd something more to say::PF::
  • antonewantonew
    Posts: 3,675Member
    penso che il NAIM costerà ben di più..
  • 24e19224e192
    Posts: 489Member
    Spero che m2TECH aggiorni lo young con uscita cuffia e possibilta' di lettura del dsd nativo.
    Emilio
    Emilio
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,237Member
    penso che il NAIM costerà ben di più..


    Purtroppo potresti avere ragione, mi sono lasciato prendere dall'entusiasmo...ho letto su What-hifi un articolo sulle novità CES2013 e riportava come prezzo di vendita in sterline 1250, che in euro sono circa 1500, poi sappiamo tutti che i prezzi lievitano un po' durante l'attraversata della manica...   :-w 

    Comunque sembra un bell'oggettino, spero ne esca presto qualche recensione approfondita.


    Antonio
    Antonio
    ::The time is gone the song is over, thought i'd something more to say::PF::
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,237Member
    24e192 said:

    Spero che m2TECH aggiorni lo young con uscita cuffia e possibilta' di lettura del dsd nativo.
    Emilio



    E sì sarebbe un bell'up grade, certo che anche un'alimentazione di serie più ''coraggiosa'' non guasterebbe...   ;)

    Antonio
    Antonio
    ::The time is gone the song is over, thought i'd something more to say::PF::
  • antonewantonew
    Posts: 3,675Member
    spedey_74 said:

    penso che il NAIM costerà ben di più..


    Purtroppo potresti avere ragione, mi sono lasciato prendere dall'entusiasmo...ho letto su What-hifi un articolo sulle novità CES2013 e riportava come prezzo di vendita in sterline 1250, che in euro sono circa 1500, poi sappiamo tutti che i prezzi lievitano un po' durante l'attraversata della manica...   :-w 

    Comunque sembra un bell'oggettino, spero ne esca presto qualche recensione approfondita.


    Antonio


    secondo me ne costerà almeno 1700/1800 .
    Francamente non vedo che ci sia tanto d'interessante, non ascolto in cuffia, il pre non mi permette di aggiungerci un pre phono , delle  console, tv ecc. me ne può fregar de meno , concettualmente non dovrebbe esserci bisogno delle entrate digitali per le meccaniche  perchè è costruito attorno all'alta fruizione audio  da pc (che comq. dovrebbe essere superiore alle precedenti soluzioni su network/UpNP)

  • WillyWilly
    Posts: 3,696Member
    Le novità targate M2Tech ci sono, hanno tirato fuori 2 nuovi modelli il Joplin ed il Vaughan, il secondo ho avuto modo di vederlo di presenza ed è veramente impressionante per dimensioni e costruzioni..... in realtà anche per il prezzo ;)

    Bye
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,237Member
    Sai Antonio, questo nuovo dac di Naim è importante perché sancisce il loro ingresso nella combattuta arena dei dac per computer, hanno temporeggiato parecchio forse anche perché difendevano il mercato dei loro server musicali, ma vista la vivacità e l'interesse per questo tipo di prodotti (possiamo girarci intorno quanto vogliamo, anch'io ho spesso nostalgia per un bel compact caricato nel cd player, ma il trend del momento è la musica riprodotta dal computer), be' insomma anche Naim apre con questo dac al collegamento diretto USB da computer.

    E questo succede dopo avere dato un altro segno di abbassamento delle difese nei confronti di un agguerrito concorrente dei loro server, ovvero Apple e i computer di questo marchio, iniziando a rendere disponibili anche le versioni AIFF dei loro files musicali (quindi quelle maggiormente compatibili con iTunes e i sistemi Apple).

    Per me, da fans di Apple e Naim, è una buona notizia... :)

    Antonio
    Antonio
    ::The time is gone the song is over, thought i'd something more to say::PF::
  • gianventugianventu
    Posts: 874Member
    Non mi riferisco a questo prodotto in particolare, ma della produzione Naim in ambito liquida, comincio a perdere il filo. Prodotti su prodotti, un dedalo di sigle....mah! Eppure il mercato chiede cose semplici: convertitore con ingresso usb, lettore di rete puro, lettore di rete con convertitore. Tre tipologie che soddisferebbero tutte le esigenze. Invece no, si progettano dac con stadio di preamplificazione, dac ethernet, lettori cd che rippano con o senza hd, lettori di rete che leggono i cd e magari facciano anche da pre, lettori di rete amplificati.... Poi ci si lamenta se qualcuno di fronte alla liquida se la da' a gambe.... Per restare tra i grandi Linn riesce a far di peggio, Audio Research ha fatto un accrocchio che se non fosse per il prezzo, potrebbe sembrare per la babele di funzioni che hanno implementato, un compattone di Mediaworld, Ayon ha fatto un lettore di rete che necessita abbinamento ad un dac....evviva! Invece nisba pure qui: gli anno infilato dentro un convertitore analogico/digitale, forse per giustificare i quasi 4k di spesa. Te lo compri e puoi convertire un segnale analogico in digitale. Come avro' fatto a star senza fino ad ora, mi chiedo.
    E qui mi fermo per non tediare, ma la lista sarebbe ancora molto lunga.
    "L'esperienza non ha alcun valore etico.: è semplicemente il nome che gli uomini danno ai loro errori."
    O.Wilde
  • antonewantonew
    Posts: 3,675Member
    spedey_74 said:

    Sai Antonio, questo nuovo dac di Naim è importante perché sancisce il loro ingresso nella combattuta arena dei dac per computer, hanno temporeggiato parecchio forse anche perché difendevano il mercato dei loro server musicali, ma vista la vivacità e l'interesse per questo tipo di prodotti (possiamo girarci intorno quanto vogliamo, anch'io ho spesso nostalgia per un bel compact caricato nel cd player, ma il trend del momento è la musica riprodotta dal computer), be' insomma anche Naim apre con questo dac al collegamento diretto USB da computer.

    E questo succede dopo avere dato un altro segno di abbassamento delle difese nei confronti di un agguerrito concorrente dei loro server, ovvero Apple e i computer di questo marchio, iniziando a rendere disponibili anche le versioni AIFF dei loro files musicali (quindi quelle maggiormente compatibili con iTunes e i sistemi Apple).

    Per me, da fans di Apple e Naim, è una buona notizia... :)

    Antonio



    nulla da eccepire al tuo discorso  Antonio e le tue esigenze ,peraltro NAIM è sempre stata e sarà una delle espressioni più 'uniche' sonicamente , e al passo coi tempi ,nella realtà audio mondiale  .
    E personalmente non ho alcuna nostalgia per il cd player , fatto sta ,però,ed è mia opinione  che ad oggi si sta evidenziando sempre più un massiccio e  selvaggio marketing che per vendere ha sfornato una miriade di prodotti con l'occhio rivolto al fatturato e alla tecnologia più che alle esigenze del cliente .
    Io ho più nostalgia per la politica commerciale di un tempo quando il prodotto non diveniva subito  obsoleto e prevedeva l'integrazione di moduli   .
    Quanti di questi nuovi prodotti possono vantarsi di avere questo?Mah..personalmente oggi 22 01 2013 sono più vicino alle osservazioni di Giaventù che della questione di itunes me ne può fregar de meno (uso anche io itunes e mac). 




  • EspritEsprit
    Posts: 64,370Moderator
    Il Joplin è un AD: in linea di massima al 99% di noi, e non solo, non serve  :)
  • gianventugianventu
    Posts: 874Member
    Esprit said:

    Il Joplin è un AD: in linea di massima al 99% di noi, e non solo, non serve  :)



    ...99,9 con 9 periodico...
    "L'esperienza non ha alcun valore etico.: è semplicemente il nome che gli uomini danno ai loro errori."
    O.Wilde
  • WillyWilly
    Posts: 3,696Member
    ... azzz non me ne ero accorto :-)
  • EspritEsprit
    Posts: 64,370Moderator
    Pensa a chi lo acquista e prova a collegarlo  :D
  • stralicciostraliccio
    Posts: 14,456Member

    Non mi pare che ci siano novità dal momento che non é uscito alcun nuovo componente che possa fare da base per una vera novità. Al massimo hanno  tolto un po' di polvere ai cerchioni della cinquecento.


    IMHO ormai ci possono essere due sole novità. Anzi una e mezza. Dai, due e stiamo tranquilli. La prima é che creino un sistema di digitalizzazione a risoluzione maggiore delle attuali (ma chi non ha mai inventato niente asserisce che non si può e perciò attendiamo tranquilli ) ma credo che non interessi (economicamente) ancora a nessuno perciò tutto dorme.La seconda é che scompaiano del tutto i comandi dagli apparecchi e siano comandabili sempre comunque e dovunque dal telefono o dalla tavoletta. Un'altra mezza sarebbe la scomparsa degli HD e la definitiva sostituzione dagli SSD.


    leone

    Leone
  • spedey_74spedey_74
    Posts: 2,237Member
    Ciao Leone, accetto il tuo punto di vista, ma non lo condivido per il semplice fatto che non tutti possono viaggiare in Rolls, e magari c'è ancora chi riesce a stupirsi e rallegrarsi se le novità che erano tali un giorno per chi poteva spendere grandi somme, adesso lo sono ad un prezzo più accessibile per tanti.

    E l'elettronica e l'informatica con gli anni ha reso democratica la riproduzione veramente hifi della musica, perché un file HD è spesso distinguibile dalla versione standard già investendo somme non eccezionali e usando un computer che è a disposizione di quasi tutti e un dac con ingresso usb entry level.

    E' chiaro che nessun dac da 1000 euro può costituire una rivoluzione in questo settore, ma due nuovi modelli da due marchi importanti come PS AUDIO e NAIM in questa classe di prezzo per me sono apparecchi importanti da tenere d'occhio, almeno finché non vinciamo tutti alla lotteria... 
    :P

    Antonio
    Antonio
    ::The time is gone the song is over, thought i'd something more to say::PF::
  • WillyWilly
    Posts: 3,696Member
    Esprit said:

    Pensa a chi lo acquista e prova a collegarlo  :D



    :D
  • EspritEsprit
    Posts: 64,370Moderator
    Devono venderci il 4K video: si inventeranno qualcosa per l'audio...
  • xinxin
    Posts: 2,649Member
    spedey_74 said:

    Sai Antonio, questo nuovo dac di Naim è importante perché sancisce il loro ingresso nella combattuta arena dei dac per computer, hanno temporeggiato parecchio forse anche perché difendevano il mercato dei loro server musicali, ma vista la vivacità e l'interesse per questo tipo di prodotti (possiamo girarci intorno quanto vogliamo, anch'io ho spesso nostalgia per un bel compact caricato nel cd player, ma il trend del momento è la musica riprodotta dal computer), be' insomma anche Naim apre con questo dac al collegamento diretto USB da computer. E questo succede dopo avere dato un altro segno di abbassamento delle difese nei confronti di un agguerrito concorrente dei loro server, ovvero Apple e i computer di questo marchio, iniziando a rendere disponibili anche le versioni AIFF dei loro files musicali (quindi quelle maggiormente compatibili con iTunes e i sistemi Apple). Per me, da fans di Apple e Naim, è una buona notizia... :) Antonio


    Concordo con antonio e mi par di capire che questo piccolo V1, mutuerà diverse cose dal fratello maggiore che a quanto pare costa il doppio.
  • stralicciostraliccio
    Posts: 14,456Member

    @spedey_74


    Non é questione di costo degli apparecchi: il mercato costruisce OBBLIGATORIAMENTE la propria piramide dei prezzi degli oggetti offerti in vendita. Negli ultimi anni l'UNICO* convertitore DA che in un certo qual modo costituisce una (leggera) novità é il Sabre, una sorta di coltellino svizzero nella conversione che viene usato sia da macchine da 30K come macchine d 1K. Novità nel senso che é facilissmo da interfacciare con tutti i tipi di ingressi anche se ancora pochi ne sfruttano appieno il valore dell'i2S. Che ovviamente a qualcuno non piace ed anche questa non é una novità visto che stava fin dall'inizio sulle meccaniche cd.


    Quanto alla liquida finché non sarà superato il gap tra chi riceve a 56kb e chi può avere 20Mb o 100 Mb di banda il discorso cozza contro il muro. Quanti sono gli italiani che ricevono stabilmente in maniera costante 10Mb? il 10%? Non ci credo: forse nemmeno il 5% degli utenti della rete italiana. Quindi un blocco anche li.


    leone


     

    Leone
  • shoegazer_82shoegazer_82
    Posts: 30Member

    La seconda é che scompaiano del tutto i comandi dagli apparecchi e siano comandabili sempre comunque e dovunque dal telefono o dalla tavoletta. Un'altra mezza sarebbe la scomparsa degli HD e la definitiva sostituzione dagli SSD.


    leone



    riguardo la seconda che apparecchi ci sono in commercio che permettono di essere comandati via smartphone/tablet senza necessità di una connessione internet* (quindi tramite wi-fi direct o bluetooth)?

    mi viene in mente l'Interface Maxresearch, e poi?

    * il mio Olive può essere comandato con l'app Maestro, ma è necessario che l'apparecchio e il device mobile siano connessi entrambi alla stessa rete internet, uno strazio
    Post edited by shoegazer_82 at 2013-12-09 12:54:14
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 35,169Moderator, Redazione
    purtroppo le aziende paertono dalla tecnologia, con l'occhio del tecnologo, e non dalle reale esigenze dell'utente. Mi ripeto, è vero, ma basta pensare come sono stati sottovalutati gli sms e come è stato sopravvalutata la videochiamata. L'utente ha bisogno di sistemi semplici da usare, che non richiedano la lettura di pagien e pagine di manuali per essere operativi, l'eccessiva dotazione di opportunità (il più delle volte inutili) è più un freno che un reale vantaggio, la troppa complicazione  ha ucciso il superotto, le reflex e tante altre cose. Bisognerebbe ripaerrie dall esigenze dei consumatori basici, perchè senza una base estesa nell'elettronica di consumo non c'è speranza di sviluppo anche del resto.
    la radio a transistor, che va a pile, è sensibile al verso della spina (cit.)
  • titano62titano62
    Posts: 552Member

    La seconda é che scompaiano del tutto i comandi dagli apparecchi e siano comandabili sempre comunque e dovunque dal telefono o dalla tavoletta. Un'altra mezza sarebbe la scomparsa degli HD e la definitiva sostituzione dagli SSD.


    leone



    riguardo la seconda che apparecchi ci sono in commercio che permettono di essere comandati via smartphone/tablet senza necessità di una connessione internet* (quindi tramite wi-fi direct o bluetooth)?

    mi viene in mente l'Interface Maxresearch, e poi?

    * il mio Olive può essere comandato con l'app Maestro, ma è necessario che l'apparecchio e il device mobile siano connessi entrambi alla stessa rete internet, uno strazio


    Non è che ti confondi tra rete locale e internet?

    Ciao
    Max
  • shoegazer_82shoegazer_82
    Posts: 30Member
    ho utilizzato un termine improprio ma il senso è quello; occorre che sia l'Olive che il device mobile (smartphone/tablet) siano connessi alla stessa rete locale (in quanto l'App Maestro funziona inserendo nel device l'indirizzo IP locale dell'Olive)

    io ho sempre preferito non avere una rete wireless domestica, per cui non l'ho mai utilizzato

    mi hai fatto venire il dubbio però che possa funzionare con un router senza connessione internet (quindi rete locale isolata), mah

    di certo il wi-fi direct o il bluetooth mi paiono soluzioni infinitamente più ergonomiche
    Post edited by shoegazer_82 at 2013-12-10 23:38:24
  • titano62titano62
    Posts: 552Member
    Sicuramente funzionerà anche senza la connessione internet, non so quale modello tu abbia della Olive, però sono macchine adatte a leggere dati dalla rete con funzionalità server/streamer e wifi integrato. Insomma per sfruttarne completamente le funzioni si presume l'esistenza di una rete locale, i modem wifi sono diffusissimi come le apparecchiature che possono connettersi alla rete, per esempio le smart TV, le consolle ecc.

    Ciao
    Max