L'Audiofilia è una malattia?
  • xalessioxalessio
    Posts: 765Member
    dral71 said:

    ..e la barca? la moto? l'auto d'epoca? la reflex (intesa come macchina fotografica)? Se si facesse per ognuna di queste passioni (o giochi per adulti) questo sano e razionale rapporto utilizzo/costo saremmo tutti perdenti.


    Ovvero

    -  no alla barca/gommone perché costa un botto e lo uso 10 volte l'anno
    -  no alla moto perché la posso usare solo la domenica se non piove e se non fa troppo caldo e se se se......
    -  no alle reflex perché tra corpo e obiettivi una foto mi costa mediamente 30Euro
    -  no all'auto d'epoca perché è sempre ferma lì in garage...

    ...e quindi no all'impianto da 20.000 euro (oltre per me è come metterci qui a ragionare se ha senso costruire le Bentley) perché ho solo un'ora la sera (non tutte le sere) per ascoltare la musica che mi piace nel modo che mi piace.

    Alex



    Saresti un ottimo risparmiatore.... :))
  • Max20Max20
    Posts: 127Member
    Beh, anche io sono un pò audiofilo, ma non esagero mica, quando sento quelle leggere distorsioni alla fine di ogni disco, dico sempre "pazienza" e mi accontento....
  • MarziusMarzius
    Posts: 1,516Member
    Per le distorsioni a volte basta cambiare un cavo..... apriti cielo adesso :D
    Massimo
  • stereolupostereolupo
    Posts: 656Member
    Ecco la mia stronzata delle 16:15 ca.:

    L'audiofilia è una "malattia sociale", nel senso che ha una sua specifica base di classe e delle diverse declinazioni a seconda dei gruppi implicati.
    A quanto pare essa esclude i meno abbienti e in generale le classi popolari, ormai rapite nella loro disperata ambizione al consumo da oggetti secondo l'avviso generale del forum più "frivoli", quali iPod-Phone...
    Ne sono colpiti i benestanti, ovviamente, ma anche il ceto medio. Ed è  proprio in questa compagine sociale che essa provoca i danni più orrendi, spingendo ad atti inconsulti di acquisto che minano seriamente il bilancio familiare e spesso si chiudono con la morte per inedia o, peggio ancora, con la vendita dell'impianto...
    Andrea (RM)
  • MarziusMarzius
    Posts: 1,516Member
    Non è tanto una stronzata ;-)
    Massimo
  • essezetaessezeta
    Posts: 3,190Member
    Simo said:

    anche perchè in casa se non hai una stanza ad hoc per l'impianto, sempre secondo me è abbastanza inutile sacrificarsi per il meglio.



    infatti, ultimamente ascolto molto in cuffia!  :)>-

    saluti,
    stefano
  • essezetaessezeta
    Posts: 3,190Member
    Marzius said:

    Avete mai pensato di ridimensionare il vostro costoso impianto per un deficitario rapporto utilizzo/costo?


    ci penso tutti i giorni... ;))

    saluti,
    stefano


  • MarziusMarzius
    Posts: 1,516Member
    Appartieni al ceto medio? :D

    Secondo me non sei il solo.
    Post edited by Marzius at 2012-11-20 16:42:27
    Massimo
  • MarziusMarzius
    Posts: 1,516Member
    Vi è mai capitato di cominciare a fissarvi su un difetto solo dopo che qualcuno ve lo ha fatto presente?
    Massimo
  • ivantaggi78ivantaggi78
    Posts: 1,205Member
    nano70 said:

    Un hobby è un rifugio, un veicolo di sfogo. Può essere considerato una malattia? Dipende da quanto ci si vuole addentrare in quel "rifugio". :)



    grande verità.....

    aggiungo: il pericolo nell'addentrarsi in quel rifugio è quello di perdere contatto con la realtà, tanto da far diventare patologica la situazione, così come avviene per i citati casi di sperpero di danaro ai videopoker, o in scarpe, francobolli, alcool, fumo o altre manie.

    Credo che nel nostro caso il limite da non oltrepassare sia rappresentato dal rapporto costo/reddito, non intendendo il redditometro della finanza, ma qualcosa di simile....

    Quando gli acquisti diventano continui, compulsivi e 'scollati' da quanto si è guadagnato, bè allora la situazione è grave.....io corro dallo psichiatra.....
    :-)) :D
    "Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perchè non può essere comprato. I ricchi comprano rumore". Charlie Chaplin
  • colonna_durruticolonna_durruti
    Posts: 2,118Member
    dral71 said:

    ..e la barca? la moto? l'auto d'epoca? la reflex (intesa come macchina fotografica)? Se si facesse per ognuna di queste passioni (o giochi per adulti) questo sano e razionale rapporto utilizzo/costo saremmo tutti perdenti.


    Ovvero

    -  no alla barca/gommone perché costa un botto e lo uso 10 volte l'anno
    -  no alla moto perché la posso usare solo la domenica se non piove e se non fa troppo caldo e se se se......
    -  no alle reflex perché tra corpo e obiettivi una foto mi costa mediamente 30Euro
    -  no all'auto d'epoca perché è sempre ferma lì in garage...

    ...e quindi no all'impianto da 20.000 euro (oltre per me è come metterci qui a ragionare se ha senso costruire le Bentley) perché ho solo un'ora la sera (non tutte le sere) per ascoltare la musica che mi piace nel modo che mi piace.

    Alex



    citando il post di ivantaggi78 appena qua sopra; il limite da non oltrepassare sia rappresentato dal rapporto costo/reddito...

    Esempio; Se hai certe entrate puoi tranquillamente permetterti la Porsche, e nessuno ti darà mai del malato patologico. Ma se non riesci ad arrivare a fine mese con lo stipendio,  eppure guidato dalla compulsività ossessiva, ti "strozzi" nelle rate per la citata Porche, allora questo atteggiamento può rientrare tranquillamente in una patologia...

    Roby


    Post edited by colonna_durruti at 2012-11-20 19:17:45
  • HRHR
    Posts: 11,350Member

    L'argomento può sembrare leggero ma invece non lo è. Come giustamente dice il mio amico Rocco "Burmester" HR, questa passione, in alcuni casi, ha prodotto dei mostri. Ma la colpa non è nostra ma di quello che ci gira intorno.
    La paura di accendere l'impianto e di rimanere delusi viene fatta inconsciamente propria in quanto riteniamo il nostro impianto una pertinenza della propria persona, una sorta di allungamento del proprio io. E riviene, quasi sempre, dall'atteggiamento e dalle eventuali critiche che altri possono muovere al nostro impianto.E' quello che da tanti anni definisco "il gioco al massacro". Quante volte (se non sempre) vi è capitato che gli amici che vengono a sentire l'impianto abbiano fatto affermazioni del tipo: "il basso è sostanzialmente corretto ma penso che possa migliorare nell'articolazione", "gli alti sono belli ma un pochino affaticanti", "l'impianto va bene ma c'é qualcosina che non va" e via dicendo.
    Queste frasi, per quanto apparentemente innoque, sono veri e propri MACIGNI che cadono sulla testa del possessore dell'impianto che con tanti sforzi, economici e non, ha allestito il proprio set-up e con tanta fierezza lo ha presentato agli amici.
    E così inizia il periodo "critico". Sposta questo, sposta quello, cambia il primo cavo, cambia il secondo cavo, cambia il finale, cambia la stanza, cambia la casa............ con la vera e proprio 
    paura che, al ritorno, gli stessi amici sentenzino che, nonostante tutti gli sforzi profusi, l'impianto "pur suonando bene ha sempre qualcosa di indefinito che non va", anzi che forse suonava meglio prima. A quel punto ti senti un vero e proprio "imbecille frustrato". Forse avresti preferito sentirti dire che tua moglie ti tradisce con il tuo migliore amico piuttosto che essere ferito così proprio sull'argomento "impianto".

       


    Ciao Aldo,

    un consiglio spassionato: "non ti curar di loro, ma guarda e passa". Ormai con le italiote frasi che si leggono  a cadenza quotidiana sulla oggettivita', soggettivita' , correlazioni con la fisica , misurazioni ecc..si vuole fare passare una panda come una ferrari e questo e' veramente assurdo. Purtroppo serve poco a parlare con questi psuedo-personaggi; e solo una perdita di tempo. La musica e' solo percezione codificata dal connubbio naturale orecchio-cervello e dall'esperienza che ognuno di noi ha maturato negli anni a contatto con la musica vera!! Il resto fa parte del patetico visionario dell'immaginazione!

    Un saluto da Klang (Malesia).
    Ciao & Enjoy the Music!
    “Things should be done as simple as possible, but not simpler" A.E.
  • maragiaudiomaragiaudio
    Posts: 2,487Member
    HR said:




    un consiglio spassionato: "non ti curar di loro, ma guarda e passa". Ormai con le italiote frasi che si leggono  a cadenza quotidiana sulla oggettivita', soggettivita' , correlazioni con la fisica , misurazioni ecc..si vuole fare passare una panda come una ferrari e questo e' veramente assurdo. Purtroppo serve poco a parlare con questi psuedo-personaggi; e solo una perdita di tempo. La musica e' solo percezione codificata dal connubbio naturale orecchio-cervello e dall'esperienza che ognuno di noi ha maturato negli anni a contatto con la musica vera!! Il resto fa parte del patetico visionario dell'immaginazione!



    Un saluto da Klang (Malesia).


    Non sono d'accordo, tra la panda e la ferrari almeno una differenza esiste davvero, in campo audio basta ascoltare due oggetti in cieco e tutto viene ricondotto alla realtà, che corrisponde circa alla medesima prestazione elettrica.


    La valorizzazione di un oggetto high end è perlopiù un impressione visiva, come guardare un bell'orologio, se invece si deve puntare al risultato, la segnalazione dell'ora, questo va verificato.


    La musica riprodotta non è altro che una manciata di segnali elettrici, mettetevi l'anima in pace.


    Il mio setup è molto costoso, lo ammetto, ma lo possiedo perchè vi sono state delle condizioni molto favorevoli per portarmelo a casa. Oggi non lo avrei fatto.

    Distinti Saluti. Maragiaudio
  • HRHR
    Posts: 11,350Member

    HR said:




    un consiglio spassionato: "non ti curar di loro, ma guarda e passa". Ormai con le italiote frasi che si leggono  a cadenza quotidiana sulla oggettivita', soggettivita' , correlazioni con la fisica , misurazioni ecc..si vuole fare passare una panda come una ferrari e questo e' veramente assurdo. Purtroppo serve poco a parlare con questi psuedo-personaggi; e solo una perdita di tempo. La musica e' solo percezione codificata dal connubbio naturale orecchio-cervello e dall'esperienza che ognuno di noi ha maturato negli anni a contatto con la musica vera!! Il resto fa parte del patetico visionario dell'immaginazione!



    Un saluto da Klang (Malesia).


    Non sono d'accordo, tra la panda e la ferrari almeno una differenza esiste davvero, in campo audio basta ascoltare due oggetti in cieco e tutto viene ricondotto alla realtà, che corrisponde circa alla medesima prestazione elettrica.


    La valorizzazione di un oggetto high end è perlopiù un impressione visiva, come guardare un bell'orologio, se invece si deve puntare al risultato, la segnalazione dell'ora, questo va verificato.


    La musica riprodotta non è altro che una manciata di segnali elettrici, mettetevi l'anima in pace.


    Il mio setup è molto costoso, lo ammetto, ma lo possiedo perchè vi sono state delle condizioni molto favorevoli per portarmelo a casa. Oggi non lo avrei fatto.



    Quindi in cieco un ampli Nad potrebbe essere confuso con un Balabo?? Oltre che in cieco bisogna avere le orecchie completamente tappate per affermare una cosa del genere.
    Ciao & Enjoy the Music!
    “Things should be done as simple as possible, but not simpler" A.E.
  • MarziusMarzius
    Posts: 1,516Member
    Ragazzi, le prove in cieco e le differenze tra prodotti non c'entrano nulla con questo 3ad ;-)

    Qui siamo al reparto psichiatria :D

    Se avete esperienze di patologie inerenti l'HiFi o se volete solo aprirvi fatelo senza timore. Se avete spunti su cui riflettere scriveteli ma lasciamo fuori elettroniche, marchi e confronti.
    Post edited by Marzius at 2012-11-21 10:39:40
    Massimo
  • captainsensiblecaptainsensible
    Posts: 360Member
    HR said:

    HR said:


    Quindi in cieco un ampli Nad potrebbe essere confuso con un Balabo?? 


    Esagerato  :-O


  • HRHR
    Posts: 11,350Member

    HR said:

    HR said:


    Esagerato  :-O




    Maragia' cosi dice ;)
    Ciao & Enjoy the Music!
    “Things should be done as simple as possible, but not simpler" A.E.
  • maragiaudiomaragiaudio
    Posts: 2,487Member
    HR said:



    HR said:



    HR said:


    Esagerato  :-O




    Maragia' cosi dice ;)


     


    Forse non hai capito bene allora, l'esempio del Nad tende nuovamente ad estremizzare il concetto, quindi non vedo da parte tua nessun azione equilibrata, nonostante questo c'è molto meno differenza tra i due amplificatori citati che tra la panda e la ferrari, almeno nell'esempio delle auto il prezzo può avere una certa giustificazione.

    Distinti Saluti. Maragiaudio
  • HRHR
    Posts: 11,350Member

    HR said:



    HR said:



    HR said:


    Forse non hai capito bene allora, l'esempio del Nad tende nuovamente ad estremizzare il concetto, quindi non vedo da parte tua nessun azione equilibrata, nonostante questo c'è molto meno differenza tra i due amplificatori citati che tra la panda e la ferrari, almeno nell'esempio delle auto il prezzo può avere una certa giustificazione.


    ah certo, tu riesci a "misurare ed oggettivare" anche questa differenza e stabilire cio'.

    Ma mi faccia il piacere!!!
    :
    Ciao & Enjoy the Music!
    “Things should be done as simple as possible, but not simpler" A.E.
This discussion has been closed.
Tutte le discussioni