Vi aspettiamo tutti sul nuovo sito https://melius.club Nelle prossime ore metteremo a punto i particolari e lanceremo il redirect automatico ma il buffet è già aperto :-)
ultime le wilson
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,728Administrator

    ultime non certo per qualità complessiva, ma dopo il giro abuzzese sono convinto che sarebbe meglio ascoltare le wilson per ultimo.A sintonie ho avuto modo di sentire a lungo le sasha (che conoscevo poco) e meno a lungo le sophia (che però conosco bene). Si tratta di diffusori costosi (30.000 e 20.000 euro) ma non costosissimi. Il compito delle sasha era facilitato dall'essere inserito in una catena top (io forse avrrei scelto altro), in una stanza di dimensioni padeguate e sopratutto dalla ottima scelta del sw, finalmente si ascoltavano cd di normale produzione, con musica universalmente conosciuta e di grande complesità, brani piacevoli da ascoltare ma anche in grado di mettere in evidenza pregi e difetti di un diffusore, non la solita musichetta da aeroporto, che pure la radio da cucina di mia nonna digerirebbe con facilità.
    Cosa hanno di speciale le wilson? nulla, mi verrebbe polemicamente da dire, si limitano a riprodurre bene la musica, con un a risposta in frequenza estesa e più che adeghuata ad almeno il 95% del sw che generalmente si ascolta, con una dinamica adeguata alle richieste delle stesso sw, con un grande equilibrio complessivo, e sopratutto con una cosa che a me piace moltissimo,una grande dispesione in orizzantale che permette di ascoltare bene anche se si è disassati rispetto all'ideale posizione, come dico sempre spostandosi lateralmente nella salsa diove suonano le wilson è come stare a teatro in un posto laterale, ma l'immagine non collassa, per me che asclolto musica anche in compagnia, a volte seduto correttasmente, ma a volte sbracato sul divano un giorno a destra ed uno a sinistra, questo è un atout formidabiloe che rende piacevole la vita e l'ascolto. Le sasha non sono minidiffusori, ma hanno una base di circa 35 (larghezza) per 48 (profondità), insomma possono tranquillamente trovare collocazione in un salone di 35 mq. Esteticamente sono realizzate molto bene, estetica non innovativa ma comunque accettabile, richiedono una amplifficazione adeguata, ma non impossibile. E sopratutto mi sono sembrate molto universali, adatte a tutti i tipi di musica e a tutti gli ascoltatori.C'è di meglio? credo di si, per esempio il livello di rafinatezza delle tad di prezzo similare, era leggermente ma chiaramente superiore, ma la resa complessiva e l'estensione in basso rimanevano comunque a favore delle wilson.
    Per curiosità sono andato a sentire poi anche le sophia 3,  impressione generale molto simile, un po meno im autorevolezza in basso, ma anche una molto maggiore possibllità di lavorare in ambienti piccoli, le dimensioni delle sophia sono assai simili a quelle delel sasha in pianta, ma a sintonie le sophia suonavano in una stanza di dimensioni sulla carta inadeguata, con un posizionamento non ottimale per forza di cose, e ciononostate riuscivano ad esprimersi a livelli elevatissimi.
    In sintesi, sophia e sasha le trovo grandi macchne da musica (non per nulla sullìusato sono rare da trovarsi) capaci di dare grandi sioddisfazioni a chi cerca un diffusore per ascoltare la musica (e non l'impianto) a grande livello qualitativo mettendo da parte fisime audipfile. Possono essere tranquillmasnete un punto di arrivo perchè estremamente equilibrate, estremamente versatili e compstibili anche con ambienti casalinghi di dimensioni mediograndi. Ci sono molti prodotti che possono andare meglio su un singolo parametro, pochi però che possano fare meglio in qualcosa senza perdere l'equilibrio delle wilson, e per fare un vero salto di qualità tocca spendere cifre veramente assai più alte, ma sobbarccandosi ad una molto maggiore fatica di inserimento in ambienti adatti e di scelta dei partner.
     Non me ne vogliano i miei compagni di viaggio tannoisti, ma le westminer, che costano come le sasha, sono larghe un metro e profonde 56. le difficoltà di inserimento in ambiente sono evidentissime, e anche il peso (135 le tannoy, 84 le sasha), rende più ageole movimentare le americasne alal ricerca della posizione ottimale piuttosoto che le inglesi.

    Da quello che ho sentito anche (ma non solo) in questa occasione, se sasha (e a maggior ragione le sophia) sono diffusori che immodestsmente ritengo di poter sistemare in ambiente senza trooppe difficoltà, ottenendo comunque risultsti apprezzabili, con diffusori più ingombranti una prova a casa la riterrerrei indispensabile, ma avere le westmionster a casa per una prova mi pare davvero fuori da ogni possibilità (ho citato tannoy, ma potrei farer lo stesso per enne altri modelli di diffusori di quel costo).Certo i prezzi ufficiali  di sasha e sophia popolari non sono, e il mercato dell'usato non ne vede circolare molte,però per chi vuole prendere una coppia di diffusori che di listino stia tra i 20.000 ed i 30.000 euro, un ascolto serio alle due wilson, prima di decidere, lo deve concedere

    enrico

  • bovello
    Posts: 18,294Member
    Si potrebbero pero' trovare le Sophia II nell'usato.Il problema e' che ,mentre le differenze tra Sophia I e II mi sono note ed,essenzialmente,consistono in un maggior controllo del basso,ignoro invece le differenze che possono esserci tra la Sophia II e la III serie.Se qualcuno avesse voglie di dirmelo ...grazie infinite
  • Armando SannaArmando Sanna
    Posts: 3,537Member
    Enrico,
    buona analisi, usando poche parole mi viene da dire quando ascolti le Wilson, ti dimentichi dell'impianto e ascolti solo la musica...

    un cordiale saluto


    PS
    sono di parte ovviamente
    ;)
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,728Administrator

    Enrico,

    buona analisi, usando poche parole mi viene da dire quando ascolti le Wilson, ti dimentichi dell'impianto e ascolti solo la musica...

    un cordiale saluto


    PS
    sono di parte ovviamente
    ;)


    io ho le thiel, ma se una cosa suona bene,.suona bene. Con gli amici, per il gusto dello sfottò, posso sosteenre che una cisa che suina bene, siccome la hanno loro, è un lassativo,,ma fuori dallo scherzo, ci sono cose che non si possono negare
    Post edited by cactus_atomo at 2012-10-14 14:34:45
  • piergiorgiopiergiorgio
    Posts: 18,827Member
    mah, devo proprio venire a sintonie per sentir suonare decentemente una wilson ?
    potete passare la voce e dire a quelli che le espongono al top audio di fare altrettanto, o e' chiedere troppo ?
    o se qualcuno conosce qualche sistema per imbrigliare quel basso che se ne va sempre da tutte le parti...
  • eduardoeduardo
    Posts: 7,824Member

    io ho le thiel, ma se una cosa suona bene,.suona bene. Con gli amici, per il gusto dello sfottò, posso sosteenre che una cisa che suina bene, siccome la hanno loro, è un lassativo,,ma fuori dallo scherzo, ci sono cose che non si possono negare




    Eh, credo di conoscerli quei tuoi amici ;)
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,728Administrator

    mah, devo proprio venire a sintonie per sentir suonare decentemente una wilson ?
    potete passare la voce e dire a quelli che le espongono al top audio di fare altrettanto, o e' chiedere troppo ?
    o se qualcuno conosce qualche sistema per imbrigliare quel basso che se ne va sempre da tutte le parti...




    al top audio suobanavano le alexandria, ed al solito i diffusori "esagerati" sono quwlli pià difficli da far suonare, Io di wilson ne ho sentirte suonare tasnte, le cube, le sophia 1,2 e 3, le wilson watt-puppy (l6, 6 7 sicuramente), le sahe e anche le alexadria, Tolte queste. il basso wilsono l'h sentito andare da tute le parti solo una volta, a casa di un amico che loe pilotavs cion i mono classic 120, ma le aveva in un ambiente piccolo, poste su scatole c9on ruote (per potertle spostare( ed una obbligatoriamente attaccata ad un piaoforte. Alle mostre le pilotano semrepo con gli audio research, come ho detto i preferirei altro, (d'altra parte alle mostre le magneplanar spesso sono pilotate dai cj..)
    Buona musica

    enrico

  • pa2206pa2206
    Posts: 2,391Member
    Enrico complimenti, ho letto con tantissimo interesse.
    Mi permetto di citare il Direttore:
    "Premio
    assoluto per il miglior suono del Top Audio alla sala Audio Natali con
    le Wilson Alexandria XLF. Va bene, potrete dire “ a quel prezzo vorrei
    vedere”. Eh no, perché c’erano e ci sono in altre sedi, a quel prezzo
    cose che suonano decisamente peggio e perché allestire quella sala e
    farla suonare così è stato un esercizio magistrale. Nel ricordo
    affettuoso e con la supervisione del compianto Enzo Natali".

  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    Con le Wilson ormai ci convivo meravigliosamente da moltissimi anni. Le chiacchiere di chi pensa di saperne tanto di ascolti si disperdono al vento non appena queste partono a macinare musica con le loro qualità inarrivabili. Ho visto gente che si crede sappia ascoltare, storcere il nasino da pinocchio, usare terini come gobbetta, pasticca, look, prezzo, ......tutti abnormi e clamorosi autogoal che hanno sancito la incapacità totale di saper apprezzare e giudicare. Mentre alla fine chi non ha altro da offrire che la propria sincera e spassionata competenza all'ascolto, ha condiviso quanto questi diffusori sanno fare.
    Mi fa piacere che i riconoscimenti di questi diffusori vengano conquistati "sul campo" e non tra le chiacchiere degli idiofili invidiosi.... li definisco "pseduo ascoltoni da club dei vorrei ma non posso ma almeno scrivo sul forum".
    Post edited by giofist at 2012-10-14 15:01:44
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,728Administrator
    pa2206 said:

    Enrico complimenti, ho letto con tantissimo interesse.
    Mi permetto di citare il Direttore:
    "".



    non paragonarmi neppure per sbaglio al direttore, io sono un dilettante, appssionato ma dilettante, lui oltre che appassionato è un professinista, un giornalista di settore ed anche uno che ha cambiato modo di fare giornalismo in hifi. Non facciamo come nel mondo del tango romano, che c'è gente che dopo 3 anni di studio si autoproclama maestro, apre una scuola e si inventa i laboratori, a ciascuno il suo, Io per esempio non modifico elettroniche, non ne ho la competenza, per cui posso permettermi di dare un parere dopo l'intervento, ma mai mi azzarderri a fare qualcosa di mia invenzione, in questo paese ci sono già troppi "profani bene informati":
    Però se quello che ho scritto ti ha intereressato, mi fa piacere, non o nego

    enrico

  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 51,728Administrator
    giofist said:

    Con le Wilson ormai ci convivo meravigliosamente da moltissimi anni. Le chiacchiere di chi pensa di saperne tanto di ascolti si disperdono al vento non appena queste partono a macinare musica con le loro qualità inarrivabili. Ho visto gente che si crede sappia ascoltare, storcere il nasino da pinocchio, usare terini come gobbetta, pasticca, look, prezzo, ......tutti abnormi e clamorosi autogoal che hanno sancito la incapacità totale di saper apprezzare e giudicare. Mentre alla fine chi non ha altro da offrire che la propria sincera e spassionata competenza all'ascolto, ha condiviso quanto questi diffusori sanno fare.
    Mi fa piacere che i riconoscimenti di questi diffusori vengano conquistati "sul campo" e non tra le chiacchiere degli idiofili invidiosi.... li definisco "pseduo ascoltoni da club dei vorrei ma non posso ma almeno scrivo sul forum".



    perchè quuesto tono? si discyteva pacatamente su un prodotto valido, se a qualcuno non piace io gli posso dire non te lo comprare, ma finisce qui, non c'è bisogno di bollare con epiteti vari anche offensivi ed ingiuriuosi (che come sai vhf non gradisce) chi non la pensa , a torio o a ragione, come te, per fortuna non siamo tutti uguali (e sciusa se te lo dico, ma non sarebbe un bel forum se tutti parlassero come te)

    enrico

  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    non replico anche se potrei farlo con argomenti e motivazioni valide e fondate ma non  mi interessa polemizzare.
    Post edited by giofist at 2012-10-14 15:23:39
  • Rodolfo Luffarelli
    Posts: 13,923Member

    .........

    Da quello che ho sentito anche (ma non solo) in questa occasione, se sasha (e a maggior ragione le sophia) sono diffusori che immodestsmente ritengo di poter sistemare in ambiente senza trooppe difficoltà, ottenendo comunque risultsti apprezzabili, con diffusori più ingombranti una prova a casa la riterrerrei indispensabile, ma avere le westmionster a casa per una prova mi pare davvero fuori da ogni possibilità (ho citato tannoy, ma potrei farer lo stesso per enne altri modelli di diffusori di quel costo).Certo i prezzi ufficiali  di sasha e sophia popolari non sono, e il mercato dell'usato non ne vede circolare molte,però per chi vuole prendere una coppia di diffusori che di listino stia tra i 20.000 ed i 30.000 euro, un ascolto serio alle due wilson, prima di decidere, lo deve concedere

    enrico



    Ho quotato perchè lo ritengo un pensiero molto valido e come sempre assai equilibrato.

    All'epoca della mia scelta a lungo ho ascoltato la Wilson Sophia e solo la mia personale preferenza per la Revel Ultima Studio mi impedì di prenderle ma quel suono lo ricordo bene (l'ho ascoltato tante altre volte). Grande diffusore !!

    Saluti cordialissimi.
    R
  • piergiorgiopiergiorgio
    Posts: 18,827Member



    al top audio suobanavano le alexandria,

    quest'anno, ma gli anni precedenti c'erano cose meno esagerate e suonavano discutibilmente comunque.
    Forse il fatto di *doverle* far suonare con elettroniche imposte poiche' distribuite dallo stesso importatore, come purtroppo accade di solito alle fiere, risulta penalizante.

    Post edited by piergiorgio at 2012-10-14 16:12:41
  • piergiorgiopiergiorgio
    Posts: 18,827Member
    giofist said:

    le chiacchiere degli idiofili invidiosi.... li definisco "pseduo ascoltoni da club dei vorrei ma non posso ma almeno scrivo sul forum".



    ciccio, ti stai sbagliando di grosso.
    se sono invidioso (ma ci devo pensare, invidia per due pezzi di legno e ferro ? bah...) e' per qualcos'altro, e sicuramente in carne ed ossa...e culo e tette.
    tienti pure le tue wilson, che a me non fa ne' caldo ne' freddo.
  • noamnoam
    Posts: 4,304Member
    L'anno scorso il matrimonio con Vtl mi sembrava essere più discutibile rispetto a quello ottenuto con Arc quest'anno .
    Arc - Transparet - Wilson non e' una mera operazione commerciale da parte del distributore italiano ma e' una sinergia che rasenta la perfezione .


    Francesco
  • aldinohiendaldinohiend
    Posts: 3,797Moderator
    Mi permetto sommessamente di consigliarvi di ascoltare l'abbinamento Conrad Johnson / Wilson.
    Da me questi due marchi convivono da tempo e sembra che siano stato costruiti l'uno per l'altro.
  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member

    giofist said:

    le chiacchiere degli idiofili invidiosi.... li definisco "pseduo ascoltoni da club dei vorrei ma non posso ma almeno scrivo sul forum".



    ciccio, ti stai sbagliando di grosso.
    se sono invidioso (ma ci devo pensare, invidia per due pezzi di legno e ferro ? bah...) e' per qualcos'altro, e sicuramente in carne ed ossa...e culo e tette.
    tienti pure le tue wilson, che a me non fa ne' caldo ne' freddo.


    interessante...
  • bovello
    Posts: 18,294Member
    Rinnovo la mia domanda.Stante la notevole differenza nella gestione della gamma bassa nella Sophia II,decisamente piu' controllata che nella prima serie,c'e' qualcuno in grado di dirmi quali possono essere le differenze tra la seconda serie di Sophia e la terza serie,attualmente in vendita ? Grazie
  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    Renato, le differenze, e le ho ascoltate bene... sono veramente minime. Questo per una serie di motivi sia palesemente evidenti all'ascolto che per le coerenti politiche commerciali di casa Wilson. Ben più marcate quelle tra la I e la II serie per l'introduzione di tecnologie di lavorazione che dalla II serie stanno segnando tutta l'attuale produzione.
    Post edited by giofist at 2012-10-14 19:26:38
  • bovello
    Posts: 18,294Member
    giofist said:

    Renato, le differenze, e le ho ascoltate bene... sono veramente minime. Questo per una serie di motivi sia palesemente evidenti all'ascolto che per le coerenti politiche commerciali di casa Wilson.

    Ti ringrazio molto.Sei pero' d'accordo con me sulle differenze,in questo caso notevoli,tra la prima e la seconda serie ? Cercare quindi una seconda serie nell'usato potrebbe essere un'ottima idea.Che ne pensi ,a riguardo ? Grazie
  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    penso da possessore della II serie che ha avuto possibilità vantaggiose a passare alla III che sono felicemente rimasto sulla II...ascoltate le W/P ...e sono rimasto felicemente alla II....mentre le Sasha nascono dal fatto proprio che la II serie dava la  paga anche alle WP VIII. Mi pare sia chiaro...
  • bovello
    Posts: 18,294Member
    giofist said:

    penso da possessore della II serie che ha avuto possibilità vantaggiose a passare alla III che sono felicemente rimasto sulla II...ascoltate le W/P ...e sono rimasto felicemente alla II....mentre le Sasha nascono dal fatto proprio che la II serie dava la  paga anche alle WP VIII. Mi pare sia chiaro...


    Messaggio forte e chiaro.Mi sono ,stupidamente,lasciato scappare una coppia di Sophia II laccate rosso corsa con tele nere.Una vera meraviglia.Le vendevano ad Amsterdam a € 8000,00.Ci stavo pensando ma sono arrivato troppo tardi.Amen.Ciao e grazie
  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    occhio...quella foto è della III
  • deliriodelirio
    Posts: 6,992Member
    Posso sempre chiarire con David,se interessati.
  • bovello
    Posts: 18,294Member
    delirio said:

    Ho un grosso limite.Non conosco l'inglese e sono ,per natura,un tantinello diffidente.Preferisco cercarle in zona o comunque poter vedere l'oggetto prima di decidere ma,ovviamente,ti ringrazio molto per la segnalazione 
  • deliriodelirio
    Posts: 6,992Member
    Renato conosco bene David,titolare del negozio...se sei interessato,ti posso fare tranquillamente da tramite.
  • giofistgiofist
    Posts: 5,820Member
    Nel qual caso...fatevi dire se è un upgrade da I a II....(sconsigliatissimo imho). Condivido "l'approccio Bovello" ... in qusti casi fidarsi solo da chi conosce cos'ha....meglio un "Natali first owner".
  • bovello
    Posts: 18,294Member
    delirio said:

    Renato conosco bene David,titolare del negozio...se sei interessato,ti posso fare tranquillamente da tramite.


    Questa e' una bella notizia e ti ringrazio.Se ne capitasse una coppia color rosso corsa con tele nere e tu potessi avvisarmi mi interesserebbe molto.In ogni caso,grazie Adriano
  • GianGastoneGianGastone
    Posts: 37,362Member
    Sono sintetico e il mio ascolto di Wilson resta sempre lo stesso, meno male che dietro era tutto varvolare...gia' cosi' mi e' venuta la consueta emicrania da pasticcaccia tweetwarata metallica con rovesciamento frontale

    per il resto niente da dire...vedremo cosa cambiera' con la cupola a seta...