The Subjective and Objective Evaluation of Room Correction Products
  • Flavio@SandersFlavio@Sanders
    Posts: 787Industry
    Quella linkata è una ricerca da parte della Ricerca&Sviluppo di Harman International sulla correlazione fra le misurazioni e le valutazioni soggettive in cieco di diversi sistemi di correzione ambientale.
    Si conclude con il fatto che la preferita non è una curva piatta ma è una curva lievemente discendente verso le alte frequenze.

    A dire il vero Sean Olive ha confermato quanto si sapeva da tempo, già nel 1974 la Bruel&Kjaer aveva fatto delle prove di ascolto in cieco giungendo ad una anloga conclusione come da immagine che segue:

    image
    Questo può sembrare un paradosso perché una curva assolutamente piatta sembrerebbe l'obbiettivo da perseguire... interessante come Denis Sbragion avesse indicato a Sean Olive la spiegazione di questo fenomeno come dovuta alla sensibilità dell'orecchio all'inviluppo spettrale, e non al contenuto energetico medio.

    In ogni caso mi sembra che la graduatoria stilata nella ricerca serva solo a indicare una preferenza fra curve obbiettivo perché la classifica fra sistemi di correzione ambientale è inficiata dal fatto che come curva obbiettivo non è stata usata la stessa per tutti i sistemi ma per ognuno quella magari diversa indicata dal produttore.

    In ultimo mi sembra che la ricerca risenta del fatto che è vecchia di tre anni e si guarda solo alla risposta in frequenza ignorando del tutto la risposta nel dominio del tempo.
    Oggi sappiamo che sistemare la risposta in frequenza senza sistemare la risposta in fase non è una soluzione valida: http://www.hometheatershack.com/roomeq/wizardhelpv5/help_en-GB/html/iseqtheanswer.html#top

    Guarda caso ad affrontare il problema sono proprio soluzioni mixed-phase come il DRC del succitato Denis Sbragion e come Dirac Live: http://www.dirac.se/it/tecnologie/dirac-live/technical-description.aspx

    Ciao, Flavio

    Post edited by Flavio@Sanders at 2012-07-30 18:17:05