Forsa ragasssi!
  • mattia.dsmattia.ds
    Posts: 3,405Member
    Agli emiliani e romagnoli: non mollate! Siete gente di una simpatia e cordialità uniche,vengo spesso nel bolognese e vi conosco bene.Vi auguro con tutto il cuore di tornare al più presto ad una vita serena. Vi sono vicino.Mattia da Padova
    Mattia (Padova)
  • maverickmaverick
    Posts: 11,369Member
    Mi unisco alle belle parole del mio concittadino: probabilmente quelle povere popolazioni adesso hanno poco tempo di sfarfugliare sul forum, ....ma se qualcuno c'è ,...... dia ai conterranei il messaggio che, seppur spiritualmente o poco più, anche il forum di videohifi, nuovo di zecca, partecipa al vostro dolore: ho degli amici lì sul posto e mi dicono che la situazione anche e soprattutto psicologica delle persone è veramente triste.
    Ma con l'aiuto di tanti ( e mi pare che nessuno stia mettendo in dubbio la straordinaria catena umana di solidarietà che il popolo italiano sa dare in queste circostanze), ne verrete fuori, più forti di prima.
    Un abbraccio
  • JoytoyJoytoy
    Posts: 1,512Member

    Qui a Mantova si balla continuamente, speriamo che finisca presto e che non faccia più danni come nei giorni scorsi.

    Tenete duro ragazzi !

    Joy!


    Appreciation of audio is a completely subjective human experience.
    Measurements can provide a measure of insight, but are no substitute for human judgment.
  • regiowebregioweb
    Posts: 5,939Member

    ...tranquillo Mattia, qui non molla nessuno, a tal proposito vorrei farti leggere una cosa che circola sul web in questi giorni che a mio avviso fotografa benissimo lo spirito della gente di qui... eccola...


    [i]


    Gentile Sig. Terremoto,

    c'è una cosa che non hai capito della mia terra, ora te la racconto:
    Per chiamarci non basta una parola sola: Emilia-Romagna, Emiliano-Romagnoli, ce ne vogliono almeno due; e anche un trattino per unirle, e poi non bastano neanche quelle.
    Perché siamo tante cose, tutte insieme e tutte diverse, un inverno continentale, con un freddo che ti ghiaccia il respiro, e una estate... tropicale che ti scioglie la testa, e a volte tutto insieme come diceva Pierpaolo Pasolini, capaci di avere un inverno con il sole e la neve, pianure che si perdono piatte all’orizzonte, e montagne fra le più alte d’Italia, la terra e l’acqua che si fondono alle foci dei fiumi in un paesaggio che sembra di essere alla fine del mondo.
    Città d’arte e distretti industriali, le spiagge delle riviere che pulsano sia di giorno che di notte, e spesso soltanto una strada o una ferrovia a separare tutto questo; e noi le viviamo tutte queste cose, nello stesso momento, perché siamo gente che lavora a Bologna, dorme a Modena, e va a ballare a Rimini come diceva Pier Vittorio Tondelli, e tutto ci sembra comunque la stessa città che si chiama Emilia Romagna.
    Siamo tante cose, tutte diverse e tutte insieme, per esempio siamo una regione nel cuore dell’Italia, quasi al centro dell’Italia, eppure siamo una regione di frontiera, siamo anche noi un trattino, una cerniera fra il nord e il sud, e se dal nord al sud vuoi andare e viceversa devi passare per forza da qui, dall’Emilia Romagna, e come tutti i posti di frontiera, qualcosa dà ma qualcosa prende a chi passa, e soprattutto a chi resta, ad esempio a chi è venuto qui per studiare a lavorare oppure a divertirsi e poi ha decido di rimanerci tutta la vita… in questa terra che non è soltanto un luogo, un posto fisico dove stare, ma è soprattutto un modo di fare e vedere le cose.
    Perché ad esempio qui la terra prende forma e diventa vasi e piastrelle di ceramica, la campagna diventa prodotto, e anche la notte e il mare diventano divertimento, diventano industria, qui si va, veloci come le strade che attraversano la regione, così dritte che sembrano tirate con il righello.
    E si fa per avere certo, anche per essere, ma si fa soprattutto per stare, per stare meglio, gli asili, le biblioteche, gli ospedali, le macchine e le moto più belle del mondo.
    In nessun altro posto al mondo la gente parla così tanto a tavola di quello che mangia, lo racconta, ci litiga, l’aceto balsamico, il ripieno dei tortellini, la cottura dei gnocchini fritti e della piadina e mica solo questo, sono più di 4000 le ricette depositate in emilia romagna; ecco, la gente studia quello che mangia, perché ogni cosa, anche la più terrena, anche il cibo, anche il maiale diventa filosofia, ma non resta lassù per aria, poi la si mangia. se in tutti i posti del mondo i cervelli si incontrano e dialogano nei salotti, da noi invece lo si fa in cucina, perché siamo gente che parla, che discute, che litiga, gente che a stare zitta proprio non ci sa stare, allora ci mettiamo insieme per farci sentire, fondiamo associazioni, comitati, cooperative, consorzi, movimenti, per fare le cose insieme, spesso come un motore che batte a quattro tempi, con una testa che sogna cose fantastiche, però con le mani che davvero ci arrivano a fare quelle cose li, e quello che resta da fare va bene, diventa un altro sogno.
    A Volte ci riusciamo a volte no, perché tante cose spesso vogliono dire tante contraddizioni. Che spesso non si fondono per niente, al contrario non ci stanno proprio, però convivono sempre.
    Tante cose tutte diverse, tutte insieme, perché questa è una regione che per raccontarla un nome solo non basta.
    Ora ti ho raccontato quello che siamo, non credere di farmi o farci paura con due giri di mazurca facendo ballare la nostra terra, io questa terra l’amo e come mi ha detto una persona di Mirandola poche ore fa… questa è la mia casa e io non l’abbandonerò mai. [/i]

    <?XML:NAMESPACE PREFIX = O /> 

    Luca "Regio" Reggiani
  • smilesmile
    Posts: 48,013Industry
    Egregio Signor Giorgio Napolitano,chi le scrive è un terremotato Emiliano,mi scuso per eventuali errori,qui nella tendopoli il villaggio che ci avete donato non e facile scriverle, e continuano sempre i rumori abbiamo paura del boato...Anche il 2 giugno è passato,"abbiamo mangiato",abbiamo pensato,con qualche sigaretta e qualche soldato.A come reagire a questa involuta tragedia di calamità naturale che ci ha fatto il massimo del male. Certo che è proprio strano Presidente,una persona la settimana prima ha il suo piccolo e dopo un attimo non ha piu niente....Qui si vedono accanto alle tende bimbi che giocano a pallone,piccoli che credono nella loro ingenuità che sia un posto di vacanza, o di ricreazione.Gli adulti invece piangono e non se ne fanno una ragione purtoppo il terremoto distrugge case forti e forti persone... Ho intravisto la Parata, che bella processione, in un cavo tv allacciato ad un lampione,poi avete anche mangiato,un grande rinfrescone se non mi sbaglio piu di 2000 persone? Chissà quanti brindisi per quell' occasione. Bello favoloso e sicuramente anche costoso,ma avete fatto bene del resto non si ha colpa se arriva un terremoto, la colpa invece la hanno quelle belle persone che lei conosce in faccia ed io tramite televisione,quei presunti "italiani" Dai nomi : Bossi,Monti,Berlusconi che invece di aiutarci ci rubano ed hanno rubato i milioni..Oppure i Giocatori che scommettono miliardi su una partita falsa per accumularli... Il fatto Presidente è che non vorremmo rimanere, come l'Irpinia o l'Aquila,riparano le chiese i bei monumenti consegnano 100 chiavi e ci lasciano a sedere...A volte mi domandavo come mai un Cinese, un Indiano e a volte anche un Americano appena gli chiedevo chi era il Presidente della Repubblica Italiano rimaneva perplesso e diceva : Berlusconi o Monti oppure Alfano?.... Non se la prenda Caro Presidente, un po' di ironia ci vuole,non si puo' piangere sempre....Ma lei è molto assente dal Popolo Italiano che la conosce appena ed errare è umano. Adesso la saluto caro Presidente, sono molto stanco ed ho un sacco a pelo che mi attende... ho anche dei bambini di 5 e 7 anni magari un'altra parata la faremo assieme del resto cosa sono 3milioni di euro solo dei piccoli nostri danni .....La ringrazio di aver letto queste mie parole, semplici,scorrette ma scritte con il cuore,volevo solo che capisse che abbiamo solo tende, sciacalli alle porte e poi niente di niente. Ah, volevo che capisse che io sono Di Firenze quindi Toscano che non ho avuto il terremoto,e mi sono messo per un attimo il cuore in mano, pensando a quella gente alla vostra parata e al vostro bel cenone non serviti a un cazzo sfruttando le persone! Volevo anche sapere se si è mai immedesimato come me, di come puo' stare un suo Cittadino Italiano in un tenda abbandonato..Ma so che un minuto di silenzio a voi Politici è bastato per capire quello che sta passando e passerà un terremotato ! Egregio Presidente se è lei il Capo dello Stato,li mandi tutti a casa da Montecitorio il suo Popolo è stufo di essere DERUBATO !
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • smilesmile
    Posts: 48,013Industry
    Bella, neh? Gira su facebook... L-)
    La croce portata dagli altri è sempre leggerissima.
  • rock56rock56
    Posts: 9,044Member

    ...intanto grazie a tutti, anche se io sono uno dei "fortunati" in quanto ora sono in casa, devo dire che la cosa è stata parecchio sentita...

    Ieri ho visto i ragazzi ultras tifosi gialloblu che andavano a dare aiuti con beni acquistati grazie alle raccolte fatte nei giorni scorsi davanti allo stadio: avevano le macchine con sopra un'immagine dell'Emilia con scritto: "l'Emilia Romagna trema ma non si spezza" . La cosa mi ha parecchio commosso, e sono andato ad abbracciarli e ringraziarli: SONO DA AMMIRARE! (loro e tutti gli altri volontari)

    Sono due giorni comunque che sembra essersi calmato: piccole scosse che comunque riesco a "non sentire", mentre prima al primo rumore si era già sul chi vive...

    ....prima la Musica, poi tutto il resto!
    Maurizio (Carpi-MO)
  • fabri61fabri61
    Posts: 5,619Member
    ...a ghe dla ginta e di popol inter chi sen tire so al madghi...
    la me ginta le neda col madghi curti...e anca al breghi...perchè asfeva prema...
    la prema parola di putin dal mond...al piò dal volti le "mamma"...da nueter..."lavurer".
    I noster non di non...ian schanchè la tera al paludi dla padania...e nueter i piò zoven...
    insoma chi dades...e gom de a dre...
    iom impare a lavurer in tna nebia da pogereg al bicicleti...in tun cheld cal dasfeva al gienghi e in mez a dal sarabighi grosi cme di capoun...scet spigolos e cun pochi bali.
    Sal vol continuer a tarmer...lasa cal facia...e se stricarom un po i mudand...che ala tremarela ag vaga mia dre i maron...e farom i capanoun cun iamortizador e ligarom al cà cun ielasteg(anc qui di mudand sle necesari)...
    Mo ndrom avanti...testa basa...man calosi e canutera...mo pigheres la sla dura...
    anc prun cme lo...anc pral teremot...

    le un gran mond difecil!!!
    Cmande.
    fabrizio.

  • regiowebregioweb
    Posts: 5,939Member
    fabri61 said:

    ...a ghe dla ginta e di popol inter chi sen tire so al madghi...
    la me ginta le neda col madghi curti...e anca al breghi...perchè asfeva prema...
    la prema parola di putin dal mond...al piò dal volti le "mamma"...da nueter..."lavurer".
    I noster non di non...ian schanchè la tera al paludi dla padania...e nueter i piò zoven...
    insoma chi dades...e gom de a dre...
    iom impare a lavurer in tna nebia da pogereg al bicicleti...in tun cheld cal dasfeva al gienghi e in mez a dal sarabighi grosi cme di capoun...scet spigolos e cun pochi bali.
    Sal vol continuer a tarmer...lasa cal facia...e se stricarom un po i mudand...che ala tremarela ag vaga mia dre i maron...e farom i capanoun cun iamortizador e ligarom al cà cun ielasteg(anc qui di mudand sle necesari)...
    Mo ndrom avanti...testa basa...man calosi e canutera...mo pigheres la sla dura...
    anc prun cme lo...anc pral teremot...

    le un gran mond difecil!!!
    Cmande.
    fabrizio.


    ...ciao Fabri, spero di non offenderti se traduco perchè ciò che hai scritto è troppo bello perchè non possano leggerlo e capirlo tutti...


    ..."c'è gente, popoli interi, che si sono tirati su le maniche...


    la mia gente è nata con le maniche corte...a anche le braghe... perchè si faceva prima...


    la prima parola dei bambini di tutto il mondo di solito è MAMMA... da noi è LAVORARE...


    i nonni dei nostri nonni hanno strappato la terra alle paludi della pianura padana... e noi, i più giovani, insomma quelli di oggi, ci siamo dati da fare...


    abbiamo imparato a lavorare in mezzo ad una nebbia così fitta da appoggiarci le biciclette... in un caldo da disfare (?) e in mezzo a zanzare grosse come capponi... schietti, spigolosi e con poche balle...


    se vorrà continuare a tremare che faccia pure... ci stringeremo un po' le mutande... perchè alla tremarella non ci vadano dietro i maroni... e faremo i capannoni con gli ammortizzatori e legheremo le case con gli elastici (anche quelli delle mutande se necessario)... ma andremo avanti a testa bassa... mani callose e canottiera... perchè piegarci sarà dura anche per uno come lui... anche per il terremoto..."


     


    grande Fabri, sei sempre il numero UNO!!!


     


    Regio



     

    Luca "Regio" Reggiani
  • beatle1951
    Posts: 7,253Member
    regioweb said:

    fabri61 said:

    ...a ghe dla ginta e di popol inter chi sen tire so al madghi...
    la me ginta le neda col madghi curti...e anca al breghi...perchè asfeva prema...
    la prema parola di putin dal mond...al piò dal volti le "mamma"...da nueter..."lavurer".
    I noster non di non...ian schanchè la tera al paludi dla padania...e nueter i piò zoven...
    insoma chi dades...e gom de a dre...
    iom impare a lavurer in tna nebia da pogereg al bicicleti...in tun cheld cal dasfeva al gienghi e in mez a dal sarabighi grosi cme di capoun...scet spigolos e cun pochi bali.
    Sal vol continuer a tarmer...lasa cal facia...e se stricarom un po i mudand...che ala tremarela ag vaga mia dre i maron...e farom i capanoun cun iamortizador e ligarom al cà cun ielasteg(anc qui di mudand sle necesari)...
    Mo ndrom avanti...testa basa...man calosi e canutera...mo pigheres la sla dura...
    anc prun cme lo...anc pral teremot...

    le un gran mond difecil!!!
    Cmande.
    fabrizio.


    ...ciao Fabri, spero di non offenderti se traduco perchè ciò che hai scritto è troppo bello perchè non possano leggerlo e capirlo tutti...


    ..."c'è gente, popoli interi, che si sono tirati su le maniche...


    la mia gente è nata con le maniche corte...a anche le braghe... perchè si faceva prima...


    la prima parola dei bambini di tutto il mondo di solito è MAMMA... da noi è LAVORARE...


    i nonni dei nostri nonni hanno strappato la terra alle paludi della pianura padana... e noi, i più giovani, insomma quelli di oggi, ci siamo dati da fare...


    abbiamo imparato a lavorare in mezzo ad una nebbia così fitta da appoggiarci le biciclette... in un caldo da disfare (?) e in mezzo a zanzare grosse come capponi... schietti, spigolosi e con poche balle...


    se vorrà continuare a tremare che faccia pure... ci stringeremo un po' le mutande... perchè alla tremarella non ci vadano dietro i maroni... e faremo i capannoni con gli ammortizzatori e legheremo le case con gli elastici (anche quelli delle mutande se necessario)... ma andremo avanti a testa bassa... mani callose e canottiera... perchè piegarci sarà dura anche per uno come lui... anche per il terremoto..."


     


    grande Fabri, sei sempre il numero UNO!!!


     


    Regio



     




    Buona musica
    L.McBeatle
  • beatle1951
    Posts: 7,253Member
    Si parla poco in TV della mia città (Mantova) e la provincia anch'esse martoriate dal terremoto!
    A Mantova seri danni al Palazzo Ducale e soprattutto alla "camera più bella del mondo", quella del Mantegna!
    Stesso vale per il palazzo del Te, e per un altro gioiello d'arte, la città di Sabbioneta,
    pure lei come Mantova, "Patrimonio mondiale dell'Unesco"!
    In alcuni paesi della bassa mantovana, molti dormono nei campi sportivi od in auto,
    da ormai 2 settimane!
    Però non demordono, e con la speranza che arrivino aiuti anche dalla divina provvidenza,
    stanno già lavorando (come sempre) per tornare alla normalità!
    Un'abbraccio a tutta la gente della bassa sia emiliana che mantovana!
    Da giorni il mio pensiero ed i miei momenti d'angoscia sono con loro....!
    Luciano McBeatle
    Buona musica
    L.McBeatle
  • fabri61fabri61
    Posts: 5,619Member
    Ciao Luchin...
    """al Gienghi""" sono i sassi molto grossi... :)

    è un mondo dificile!!!
    Servo Vostro.
    fabrizio.

  • mattia.dsmattia.ds
    Posts: 3,405Member
    Ovviamente un gran in bocca al lupo ai mantovani e a tutti quelli che si trovano in difficoltà.
    Forza e un grazie a tutti quelli che in ogni modo stanno cercando di darvi una mano.
    Mattia (Padova)