Alta fedeltà agli apparecchi... ad alta fedeltà
  • diego_gdiego_g
    Posts: 5,447Member
    Piccolo sondaggio, così per fare.

    Quali sono gli apparecchi ai quali siete o siete stati più fedeli, nel senso che sono rimasti più a lungo attivi ed apprezzati nel vostro impianto, reggendo le potenti spinte al cambiamento che tanto torturano ed esaltano l'audiofilo medio?

    Cominicio io:

    Thorens TD-316, più di vent'anni (con un periodo di scarso utilizzo, però), ed ora non c'è più
    Aiwa Excelia X009, circa vent'anni (però poco utilizzata)
    finale ARC VT-60, circa 7 anni

    Un saluto,

    Diego
    Diego
    "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
  • wikingwiking
    Posts: 9,604Member
    Se dovessimo parlare di apparecchi che durano "in casa" da più tempo, e sopravvivono, per quanto scollegati, per meri motivi affettivi, potrei dirti Marantz 1090 (acquistato da me nel 1977, il primo acquisto) e Technics SL1200mk2 (idem come prima, 1981), ma non è questo ciò che chiedi, ipotizzo.
    Se, come credo, vuoi sapere quali elettroniche sono da maggior tempo collegate più o meno stabilmente ai vari impianti, direi Bryston 10B e Mc30 da una parte (rispettivamnete cross-over elettronico e finali dedicati agli alti in un sistema triamplificato), e Tannoy GRF dall'altra (e chi le sposta più? image).

    saluti

    Marco Roghi
  • cactus_atomocactus_atomo
    Posts: 37,218Moderator, Redazione
    cambio poco, sono un bradipo a decidere.
    vediamo
    - throrens td125 dal 1974 al 2000 in funzione come primo impianto re ancora oggi usato sporadicamente
    - ess amt1 tower, dal 1975 al 2000, ora usater sporadicamente
    - california audiolab aria, dal 1990 al 2001 circa
    - levinson ml28+ml23, dal 2000 ad oggi
    - thiel cs7, dal 2000 ad oggi
    Buona msuica
    enrico



    quote:
    Piccolo sondaggio, così per fare.

    Quali sono gli apparecchi ai quali siete o siete stati più fedeli, nel senso che sono rimasti più a lungo attivi ed apprezzati nel vostro impianto, reggendo le potenti spinte al cambiamento che tanto torturano ed esaltano l'audiofilo medio?

    Cominicio io:

    Thorens TD-316, più di vent'anni (con un periodo di scarso utilizzo, però), ed ora non c'è più
    Aiwa Excelia X009, circa vent'anni (però poco utilizzata)
    finale ARC VT-60, circa 7 anni

    Un saluto,

    Diego


    www.romaaudioclub.it
    la radio a transistor, che va a pile, è sensibile al verso della spina (cit.)
  • l_pisani_54l_pisani_54
    Posts: 5,449Member
    Esb 100 ld e Sennheiser HD 424.
    Le prime sono sempre state collegate all'impianto, mentre la cuffia la ascolto ancora saltuariamente.

    Leonardo
  • dancodanco
    Posts: 707Member
    Apogee Centaur dal 1991, perfettamente funzionanti e .... attuali.
    Non più in uso: Marantz 2020 (1976), TEAC C3 (1978).

    Danilo
  • giangi68giangi68
    Posts: 4,179Member
    thorens td316 dal 1987 ad oggi sempre presente ma poco attivo
    AKG k240 monitor dal '85 ad oggi. Entrambi sono difficilmente suscettibili di sostituzioni o avvicendamenti.

    gianmarco
    gianmarco: focal 726v << naim nait 5i << arcam cd17;
  • FrovaltaFrovalta
    Posts: 3,056Member
    quote:
    Piccolo sondaggio, così per fare.

    Quali sono gli apparecchi ai quali siete o siete stati più fedeli, nel senso che sono rimasti più a lungo attivi ed apprezzati nel vostro impianto, reggendo le potenti spinte al cambiamento che tanto torturano ed esaltano l'audiofilo medio?

    Cominicio io:

    Thorens TD-316, più di vent'anni (con un periodo di scarso utilizzo, però), ed ora non c'è più
    Aiwa Excelia X009, circa vent'anni (però poco utilizzata)
    finale ARC VT-60, circa 7 anni

    Un saluto,

    Diego



    Nel mio caso sono tanti... sono poco propenso al cambiare gli apparecchi così, tanto per fare; e tengo i componenti dell'impianto spesso fino allo sfinimento o quasi!!!

    1) Thorens TD 160 Super con braccio Mission Cyrus Arm. In mio possesso dalla metà, anni '80, tutt'ora in uso, è stato accuratamente messo a punto nel tempo. Sul braccio ovviamente si sono alternate svariate testine; attualmente utilizzo una Mission Rosewood. Di sostituirlo al momento non se ne parla: il 160 Sper si difende ancora benissimo, un side-grade non m'interessa, e un DPS o un Roxsan Xerxes (i miei desiderata in merito) al momento sono fuori BDG.
    2) Tannoy DC 4000, nell'impianto dal 1990 circa, e tutt'ora in uso. le cambierò, forse, quando potrò disporre di un ambiente di maggior cubatura rispetto all'attuale. Anch'esse sono state messe a punto con un cablaggio VDH e con la soppressione dell'orrido potenziometro controllo acuti. Possibile a breve il passaggio ad un nuovo crossover specifico.
    3) Pre + Finale Onkyo P3099/M5099. Rimasti in servizio dal 1988 fino al marzo 2007, sono tutt'ora di mia proprietà ma parcheggiati per questioni di spazio presso il negozio di un conoscente. Venerdì scorso ero giusto da Lui, e li abbiamo accesi dopo mesi d'inattività. Son sempre belli e fascinosi... sostituiti da un Accuphase E-408: che va magnificamente meglio, ma è meno fascinoso...
    4) Lettore CD Kenwood L-D1. E' stato il mio lettore per una decina d'anni, poi sostituito da una coppia meccanica + convertitore Theta Digital acquistata a prezzo di saldo, obiettivamente più performante e versatile (mi serviva un convertitore separato per gestire più sorgenti digitali). Ora giace nel suo imballo; di tanto in tanto lo tiro fuori e lo faccio funzionare: costruito troppo bene (e tutto sommato ancora ben suonante) per venderlo.

    Una considerazione.

    Gli apparecchi che mi hanno deluso o stancato presto, li ho sempre venduti o anche svenduti senza farmi problemi. E c'era pure roba di un certo peso: tra gli altri, un giradischi Linn Sondek, un Tuner Magnum Dynalab, delle B&W 804 Matrix, degli AM Audio. Sbolognati alla svelta: non li volevo più tra i piedi! Chi ha comprato spesso ha fatto un discreto affare. Mentre quelli che mi hanno soddisfatto per anni, quando decido di cambiarli... beh, comunque li tengo. Non so, mi sembra brutto darli via così, magari per pochi soldi... forse perchè mi ci affeziono.




    Un saluto, Frovalta.
    Non c'è mai abbastanza tempo per fare il niente che vuoi
  • arcobaleno28arcobaleno28
    Posts: 1,332Member
    Giradischi Yamaha YPD 71 dal 1978
    Integrato Unison Research Triode 20 de luxe, circa tredici anni ( non l'ho più) (purtroppo)
    Tannoy D 700 da circa tredici anni, le ho ancora, ormai hanno le radici...imageimage
  • ArsSonicaArsSonica
    Posts: 1,985Member
    Ciao Daniele, i miei pezzi "intoccabili" sono:
    Sonus faber Extrema Amator, Pioneer PD 73 (mod), Pre Mitsubishi DA-P10(mod), finale Soundcraftsmen A-100 (mod).
    Tutto in uso.
    Ma in generale, io cambio con pochissima frequenza. Mi piace eviscerarne tutte le qualità sentendomi musica...

    Ciao

    Giuseppe
  • fabio76fabio76
    Posts: 595Member
    Io posseggo delle nonnine AR 10PGreco che mi ha regalato mio babbo,che le ha comprate nuove 30 anni fa..Sono in grado di regalare ancora forti emozioni!
    Fabio
  • Van KattenVan Katten
    Posts: 7,235Member
    Minima Amator dal '93 tuttora in uso.

    Ampli Scott a426 del 1976 parcheggiato in attesa di utilizzo.

    Franco
    1313 Carl Barks lane
    Duckburg Calisota U.S.A.
    Franco. 1313 Carl Barks lane, Duckburg, Calisota (USA)
  • n/an/a
    Posts: 80,967Member
    [quote]
    Piccolo sondaggio, così per fare.
    ----------------------------------------------------------
    ciao

    diffusori Miller & Kreisel Volkswoofer + Satellite System 1978 tramandato da mio papà nell'impianto vintage

    tape Alpage AL-300 1977 ancora funzionante

    lettore CD Sony CDP-101 1980 uno dei primi lettori arrivato in Italia ancora funzionante


    Ale
  • al9000al9000
    Posts: 10,502Member
    Pioneer PL 12d dal 1974 ad oggi, anche se negli ultimi 3/4 anni a suonato pochissimo.

    Dite la vostra c'ho detto la mia!

    Naturalmente per i primi anni non è stato tuilizzato da me, successivamente è stato un utilizzo ininterrotto,

    Modificato da - al9000 il 19/02/2009 13:53:42
  • Paky33Paky33
    Posts: 5,250Member
    A prescindere dall'amplificazione che potete leggere nel profilo, un bellissiomo Sansui TU 9900 che mi ha venduto trent'anni fa un mio carissimo amico scomparso l'anno scorso e, per questo, ancora più caro.

    Pasquale M. Lenza
    http://www.milossaluciano.com/paky33.htm

    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
    Pasquale Lenza
    JBL Everest DD66000, ANCIEL "Sheherazade", NAD M51, PC Audio, Cavi CELLO String 1 e 3, VDH Mainstream, WireWorld Starlight 7
  • smilesmile
    Posts: 41,615Industry
    Una coppia di ESB 7/07 lievemente modificate con un nuovo midbasso e qualche ritocco al crossover.

    Funzionano dal 1983... tra qualche mese è prevista la sostituzione del foam dei woofer che nonostante la veneranda età (record mondiale?) credo stia per tirare le cuoia...

    Alberto Maltese,
    Operatore
  • Domenico PizzamiglioDomenico Pizzamiglio
    Posts: 4,733Member
    quote:
    A prescindere dall'amplificazione che potete leggere nel profilo, un bellissiomo Sansui TU 9900 che mi ha venduto trent'anni fa un mio carissimo amico scomparso l'anno scorso e, per questo, ancora più caro.

    Pasquale M. Lenza
    http://www.milossaluciano.com/paky33.htm

    LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...


    Io ho una vecchia Ortofon M20 che tengo proprio per la stessa ragione per la quale tu hai il Sansui.
    Comunque la convivenza più lunga è stata con Burmester 897 e 878. Sedici anni il primo (anche se ormai usavo solo la sezione fono) e quindici il secondo.
    E le MGII di Magneplanar dal 1978 al 1985.
    Un anno fa, invece, avevo regalato il mio primo giradischi, un Dual 1214 del 1972, che aveva funzionato per parecchi anni e che ancora ogni tanto usavo, seppur molto saltuariamente.

    PS Spero che la citazione di Burmester ... a buon intenditor, poche (anzi, pochissime) parole

    Domenico Pizzamiglio
    Audiophilo per caso, musicophilo per natura
    www.videohifi.com

    Hony soit qui mal y pense (mais quelques fois je me méfie quand-même - aggiunta postuma; l'esperienza aiuta!)

    Modificato da - domenico pizzamiglio il 19/02/2009 14:18:39
  • pepe57pepe57
    Posts: 8,464Member
    Ho un cavetto bianco e rosso che mi venne regalato con il primo impianto, parlo del 1972 e visto che oramai i cavi vengono reputati componenti a tutti gli effetti....e io lo adopero tutt'ora...
    image
    Pietro

    "la musica è semplice"
    Ciao! Pietro. Presidente e fondatore di: CNR@ CLM@ CVGM@
  • giorgiocana82giorgiocana82
    Posts: 22Member
    dunque calcolando che ascolto musica da quando avevo 3 anni e prima non ricordo...
    direi marantz pm350, con piastra pioneer pl200 e lettore cd marantz 6000 ose.
    l'impianto era dei miei, durante il giorno lo usavo sempre io, poi l'ho preso in carico e mio papà ha preso un impianto tutto suo. ora ho ereditato un marantz 1150d che era di mio nonno, piastra thorens td166mkII, altoparlanti AR 11. oramai ho questi impianti che non darei via per nulla al mondo, però vorrei comprarmi un ampli e dei diffusori tutti miei, marantz pm15 e klipsch heresyIII. i cavi dei diffusori attualmente collegati al pm350 (ESB, ma non li muovo da dieci anni poiché posizionati in alto) sono lì dal lontano 1982, anno della mia nascita)... il pm350 e la piastra sono lì dallo stesso periodo, salvo qualche riparazione... direi che siamo cresciuti insieme io e il "mio" impianto... entrambi 27 anni...

    Modificato da - giorgiocana82 il 19/02/2009 14:57:07
  • AlexNetAlexNet
    Posts: 5,413Member
    Molte cose, ma ormai "spostate" nel secondo/terzo impianto.

    Chario Hyper 4 dal 1990 circa
    Chiario 2513 dal 1986/87 circa
    Piastra portatile marantz PMD 430 dal 1990 circa
    Finali Magnum dal 1990 circa
    Finale Proton dal 1995 circa
    Finale Conrad Johnson premier eleven dal 1998 (ancora oggi ampli principale)
    Pre Sony digitale TAE 2000 ESD dal 1992 o 93...

    Molte cose le utilizzo ancora. In particolare negli ultimi tempi la piastra marantz... un tuffo nel passato. :)


    "Non sono un audiofilo"
  • bovellobovello
    Posts: 18,385Member
    Sonus Faber Minima FM2 laccata nera steinway,dal 1989.

    Renato Bovello

    "Gli oggetti poco costosi, ben suonanti e non griffati, non piacciono al pubblico"(BM)




    Renato Bovello, " coatto milanese "
    renato.bovello@gmail.com
  • vegiuvegiu
    Posts: 868Member


    DCM Time Window dal 1982
    Dynavector DV505 dal 1982
    Luxman LX33 dal 1981 ora usato anche come pre.
    Philips CD100 ora a riposo.

    Buon ascolto.
    Giuseppe
  • diego_gdiego_g
    Posts: 5,447Member
    E' un 3AD in linea con lo spirito del tempo, con la crisi: sobrietà e valori duraturiimage.

    Comunque, da questa piccola indagine, fin qui non sono emersi in modo deciso degli apparecchi che si possano classificare come "evergreen", se non forse una certa ricorsività di risposte articolate attorno al marchio Thorens.

    Aspettiamo che si aggiungano altre testimonianze...

    Un saluto,

    Diego
    Diego
    "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
  • spidernetspidernet
    Posts: 4,696Member
    Il mio attuale cd 17 kis contro tutto e tutti per me resta insostituibile
    il mio MF A300
    Le mie EPOS M22
    Andranno via da casa mia solo quando saranno da rottamare (mi accontento di poco).

    Tutti i pensieri intelligenti sono stati già pensati, occorre solo tentare di ripensarli.

    Io sono responsabile per ciò che dico, non per quello che tu capisci...
  • medusamedusa
    Posts: 2,874Member
    I diffusori Ruark Templar sono con me dal 1993 (per la verità non nello stesso impianto: da due anni sono tornati ad essere amplificati dalla Densen, in campagna, dove ho ricreato il mio primo impianto "importante".

    un sorriso
    enzo
    hai avuto la grazia di essere genoano, vuoi anche vincere? (Pippo Spagnolo)
  • carmuscarmus
    Posts: 1,335Member
    insostituibile il mio Marantz CD14


    Carmelo
  • FedeZappaFedeZappa
    Posts: 3,279Member
    Rega P7 col fido Rb700
    EAR 834p
    Marantz CD16
    Naim Nait 5i
    Tannoy R1

    Federico
    Fede
  • piodegliulivipiodegliulivi
    Posts: 13,387Member
    Mc Intosh Mr 71


    Cia'

    Gaetano De Marco
    Gaetano
  • piroGallopiroGallo
    Posts: 646Member
    quote:
    Piccolo sondaggio, così per fare.

    Quali sono gli apparecchi ai quali siete o siete stati più fedeli, nel senso che sono rimasti più a lungo attivi ed apprezzati nel vostro impianto, reggendo le potenti spinte al cambiamento che tanto torturano ed esaltano l'audiofilo medio?

    Cominicio io:

    Thorens TD-316, più di vent'anni (con un periodo di scarso utilizzo, però), ed ora non c'è più
    Aiwa Excelia X009, circa vent'anni (però poco utilizzata)
    finale ARC VT-60, circa 7 anni

    Un saluto,

    Diego

    Praticamente quasi tutto.
    Infinity rs 2.5 dal 1979 e poi sf minima fm2, sf quid, sf amator power, denon dcd 3000
    Gianni

    Modificato da - pirogallo il 20/02/2009 07:49:36
  • diego_gdiego_g
    Posts: 5,447Member
    Bè, lo stereotipo dell'audiofilo "ad alta rotazione" viene un po' smentito, a quanto pare... by the way, se non proprio di modelli specifici, credo si possa parlare di "alta fedeltà" per Sonus faber e per i CDP della Marantz, da questi primi riscontri...

    Interessante!

    Diego
    Diego
    "Niemand ist mehr Sklave, als der sich fur frei halt, ohne es zu sein" Goethe
  • Domenico PizzamiglioDomenico Pizzamiglio
    Posts: 4,733Member
    quote:
    DCM Time Window dal 1982

    Buon ascolto.
    Giuseppe


    Belle! Mi piacevano parecchio. Tienile bene.
    Ciao!


    Domenico Pizzamiglio
    Audiophilo per caso, musicophilo per natura
    www.videohifi.com

    Hony soit qui mal y pense (mais quelques fois je me méfie quand-même - aggiunta postuma; l'esperienza aiuta!)
  • magomerlino69magomerlino69
    Posts: 9,649Member
    Anche io sono un fedele, solo negli anni recenti ho cambiato di piu', un po' per maggiore disponibilità di tempo, un po' per togliermi qualche sfizio.
    Comunque, gli apparati che ad oggi sono rimasti di piu' con me sono stati:

    pre Classe' DR6, circa 10 anni
    finale Mark Levinson 27 circa 12 anni
    casse Mirage M3: circa 8 anni
    Accuphase PD55, con me ormai da 9 anni (e nessuna intenzione di cambiarlo).

    l'impianto attuale è invece tutto di costituzione recente (anche se con componenti "datati"), acquistato negli ultimi 3 anni, a parte il DP55.

This discussion has been closed.
Tutte le discussioni